Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Metallica
S&M²
Demo

Black Spirit Crown
Gravity
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

29/09/20
SECOND TO SUN
Leviathan

30/09/20
ALEX MELE
Alien Doppelganger

01/10/20
THE ERKONAUTS
I Want It to End

02/10/20
SIX FEET UNDER
Nightmares of the Decomposed

02/10/20
ION OF CHIOS
_reHUManize_

02/10/20
NACHTBLUT
Vanitas

02/10/20
SHIBALBA
Nekrologie Sinistrae (Orchestral Noise Opus I)

02/10/20
GOREPHILIA
In the Eye of Nothing

02/10/20
ISENGARD
Varjevndögn

02/10/20
SCHWARZER ENGEL
Kreuziget Mich

CONCERTI

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

09/10/20
MORTADO
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

09/10/20
BULLO FEST
LEGEND CLUB - MILANO

10/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) + AFRAID OF DESTINY (ANNULLATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

ADEPTI DELLA CHIESA DEL METALLO - Riflessioni su ciò che siamo stati per capire ciò che siamo diventati
06/04/2020 (1885 letture)
INTRODUZIONE
Quando, con molto piacere, ho accettato l'incarico di recensire il nuovo libro dell'amico e collega di redazione Francesco Gallina, non ero certo di cosa aspettarmi: conoscendo bene lo stile e gli interessi del suddetto, avendo anche avuto occasione di leggere la sua precedente opera, pensavo che Adepti della Chiesa del Metallo – Riflessioni su ciò che siamo stati per capire ciò che siamo diventati raccontasse una storia interessante, ma “canonica”.
Ebbene, dopo aver ultimato la lettura, posso dire che mi ero sbagliato di grosso.

UNA CHIESA PIU' VIVA CHE MAI
Il libro, introdotto da una prefazione del noto giornalista e produttore discografico Gianni Della Cioppa, racconta infatti non una, ma più storie che si intersecano fra loro, a tratti quasi disorientando il lettore per la mole di informazioni e la quantità di tematiche affrontate: il nostro, infatti, discerne senza troppi problemi non solo di musica, ma anche di sociologia, tecnologia, politica, storia, psicologia e molto altro. Naturalmente il protagonista indiscusso, al centro di ogni riflessione, resta l'heavy metal, per cui batte il cuore pulsante tanto dell'Autore, quanto di tutti noi, ma molti discorsi svolti nell'opera potrebbero essere applicati a tanti generi musicali: una parte importante del libro, ad esempio, tratta dell'evoluzione tecnologica del supporto musicale, tracciando una storia molto dettagliata (a tratti, forse, anche troppo) del vinile e della sua recente riscoperta, della musicassetta, del CD e, oggi, dei moderni programmi di streaming, legali e non. Naturalmente, come detto e come è normale, l'analisi risulta incentrata sulla nostra amata musica del Diavolo: tuttavia, la condivisibile tesi dell'Autore, riguardante la perdita di buona parte dell'attitudine all'ascolto da parte del moderno fruitore di musica, grazie al sovraccarico di informazioni che ciascuno può ottenere dalla rete, può ovviamente essere applicata a qualunque genere musicale: non a caso, il proliferare di singoli di ogni genere, di canzoni di facile uso e consumo, riguarda tipicamente la musica leggera, anche se ormai il singolo è stato abbondantemente sdoganato anche in ambito metal. Si parla, naturalmente, anche dello streaming illegale, che è per forza di cose visto in maniera negativa, benché un artista come Flegias dei Necrodeath offra al riguardo un interessante spunto di riflessione: se è vero che lo streaming illegale penalizza ogni band, il cantante sostiene che esso consenta anche al nome della band di circolare in modo massiccio, rendendo più facile suonare dal vivo, mentre un tempo, pur non esistendo lo streaming illegale, fare concerti era molto più difficile: quel che lo streaming illegale toglie in guadagno dalle vendite, in sostanza, ritornerebbe in biglietti venduti ai concerti: Ai posteri l'ardua sentenza.
Ampio spazio viene poi dedicato al fenomeno dei talent show, ma, anche in questo caso, il libro può risultare spiazzante: se, da un lato, la condanna di buona parte degli stilemi alla X-Factor (l'eccessiva attenzione al personaggio più che al musicista, la tipizzazione dei giudici, la costruzione di brani a tavolino, ecc.) è feroce e ben motivata, il talent in sé per sé non viene necessariamente demonizzato: approfittando dell'apporto di musicisti come Giacomo Voli e Tony D'Alessio, l'Autore del libro elenca anche quelli che sono indubbiamente aspetti positivi della partecipazione ad uno di questi show: la possibilità, bene o male, di farsi conoscere da un pubblico più ampio o la chance di collaborare con professionisti del settore mediatico di indubbio valore; naturalmente, i due artisti in questione facevano musica prima di partecipare ad un talent ed hanno continuato a farla (Voli è divenuto cantante dei Rhapsody of Fire, D'Alessio fa parte del Banco del Mutuo Soccorso), quindi concordano sul fatto che il talent, in quanto a musica in senso stretto, non insegni poi molto, ma vedono più lati positivi che negativi nel tanto discusso format. Anche in questo caso, ai posteri l'ardua sentenza.
I momenti migliori dell'opera, tuttavia, sono probabilmente quelli in cui Raven ci offre spaccati della propria vita passata, raccontandoci di cosa significasse essere un metallaro tanti anni fa, in particolare nella sua Sicilia: siamo al suo fianco mentre, assieme ad amici devoti al culto del metallo come lui, attende con trepidazione l'arrivo di un vinile ordinato da chissà dove; condividiamo il suo entusiasmo mentre scarta finalmente l'agognato pacco, gustandosi ogni millimetro della copertina ed ogni istante della musica che prorompe dal giradischi; ci sembra di pogare con lui mentre, dopo un viaggio infernale in treno, ha finalmente occasione di vedere dal vivo gli AC/DC o gli Iron Maiden, di cui all'epoca si sentiva parlare solo tramite il passaparola. Naturalmente, anche in questo caso il racconto della propria esperienza personale, sovrapponibile a quella di molti ascoltatori con qualche anno sulle spalle, è l'occasione per affrontare le tematiche più disparate: abbiamo così occasione di apprendere la storia delle fanzine italiane, totalmente improvvisate ed artigianali, ma proprio per questo meravigliosamente uniche; abbiamo altresì occasione di affrontare il pregiudizio, quando non l'ostilità, che i metallari subivano e subiscono ancora oggi, giungendo anche a casi estremi di Paesi come l'Iran, dove provare certe passioni musicali può costare la vita. Chi ci segue da tempo sa che l'argomento è particolarmente caro all'Autore, che lo ha affrontato diffusamente nella serie The Others; a tal proposito, anche il modo in cui Raven si approccia a recensire un album si presta ad analisi approfondite all'interno del libro.

CONCLUSIONI
Ci sarebbe molto altro da dire, data la mole di argomenti affrontati, ma riteniamo sia meglio fermarci qui, sia per non tediare chi ci legge, sia perché, dopotutto, la cosa migliore da fare è attingere dalla fonte principale: Adepti della Chiesa del Metallo – Riflessioni su ciò che siamo stati per capire ciò che siamo diventati, come detto, è un libro incredibilmente denso di tematiche ed argomenti, che abbiamo solo sfiorato nella nostra disamina. La ricchezza di contenuti è tale che, anche se qualche capitolo non dovesse catturare l'attenzione del lettore, quest'ultimo avrà comunque a sua disposizione moltissimi altri passaggi per “rifarsi” e per trarre svariati spunti di riflessione niente affatto scontati. A livello puramente grafico, il libro è ben impaginato e, a parte qualche minimo refuso, anche ben editato; volendo proprio trovare il pelo nell'uovo, qualche fotografia per dare una nota di colore sarebbe stata gradita, ma l'opera funziona benissimo anche senza.
Sorge spontanea, dopo aver ultimato la lettura dell'opera, una domanda: cosa diavolo potrà inventarsi il buon Raven per un terzo libro, che sicuramente bollirà già in pentola? Non ne abbiamo idea, ma siamo già curiosi di metterci mano.

::: ::: ::: RIFERIMENTI ::: ::: :::
AUTORE: Francesco Gallina
TITOLO: Adepti della Chiesa del Metallo – Riflessioni su ciò che siamo stati per capire ciò che siamo diventati
EDITORE: Arcana Edizioni
N° PAGINE: 320
PREZZO:
18,50 €



Bob
Martedì 8 Settembre 2020, 18.07.48
10
Letto tutto d'un fiato. Gran bel libro e ottime riflessioni e se devo essere sincero mi ha dato un un'ulteriore carica ad essere per sempre fedele e fiero dei valori del nostro amato metal.
tartu71
Lunedì 27 Aprile 2020, 21.35.45
9
Raven, ti faccio sapere ... grazie
Raven
Lunedì 27 Aprile 2020, 19.01.59
8
Ciao Tartu, mi fa piacere che tu lo stia apprezzando. Mi piacerebbe conoscere il tuo parere anche sulle altre parti del libro, quelle che parlano del contemporaneo. Anche se, come rilevato da Barry, ci sono vari salti temporali che legano il tutto
tartu71
Lunedì 27 Aprile 2020, 17.28.51
7
ciiao Raven, lil libro lo sto leggendo e mi sta piacendo. ho vissuto anch'io quella fase da adolescente essendo del 71. pertanto mi ci ritrovo perfettamente. e' vero forse che qualche foto sarebbe stata apprezzata ma il libro e' piacevole e molto interessante grazie
Raven
Lunedì 20 Aprile 2020, 13.08.36
6
Ciao Jimi, grazie 😉
Jimi The Ghost
Domenica 19 Aprile 2020, 21.29.12
5
Quando prende vita un libro è certamente un’emozione unica. Immenso Lavoro di ricerca. Notti insonne e tanto sacrificio. Pochi Conoscono e comprendono cosa ci sia dietro a delle pagine stampate. Poi leggere in copertina il proprio nome non ha eguali... Posso solo fare i miei migliori complimenti a Francesco per la sua straordinaria capacità di scrittura, frutto di cultura e tanta determinazione. Un autore dal futuro roseo. Ne sono certo. Con stima. JimiTG
Raven
Domenica 12 Aprile 2020, 14.36.00
4
E non hai idea di quanto mi sia costato far inserire anche le finte critiche.
ichabod crane
Domenica 12 Aprile 2020, 14.30.18
3
Questo si chiama conflitto di interessi
Raven
Domenica 12 Aprile 2020, 10.00.32
2
Bene. Se lo fai, dopo fammi sapere cosa ne pensi
Kiodo 74
Domenica 12 Aprile 2020, 1.32.49
1
Molto molto interessante....sta a vedere che ordino pure questo. Ossequi!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
ARTICOLI
06/04/2020
Articolo
ADEPTI DELLA CHIESA DEL METALLO
Riflessioni su ciò che siamo stati per capire ciò che siamo diventati
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]