Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Eyehategod
A History of Nomadic Behavior
Demo

Sunnata
Burning in Heaven, Melting on Earth
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/04/21
ABIGORUM
Vergessene Stille

14/04/21
GRAVEYARD OF SOULS
Infinity Equal Zero

16/04/21
HOLDING ABSENCE
The Greatest Mistake Of My Life

16/04/21
ENDSEEKER
Mount Carcass

16/04/21
ICON OF SIN (BRA)
Icon of Sin

16/04/21
TEMPLE BALLS
Pyromide

16/04/21
SPECTRAL WOUND
A Diabolic Thirst

16/04/21
CANNIBAL CORPSE
Violence Unimagined

16/04/21
THE VINTAGE CARAVAN
Monuments

16/04/21
BLACK ORCHID EMPIRE
Live in the Studio (EP)

CONCERTI

16/04/21
LOUDNESS + GREY ATTACK + THOLA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

17/04/21
AXEL RUDI PELL
DRUSO - RANICA (BG)

05/05/21
SONS OF APOLLO (ANNULLATO)
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

07/05/21
TANKARD + GAME OVER + REVERBER
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

08/05/21
TANKARD + GAME OVER + REVERBER
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

09/05/21
TANKARD + GAME OVER + REVERBER
TRAFFIC CLUB - ROMA

10/05/21
CORROSION OF CONFORMITY + SPIRIT ADRIFT
LEGEND CLUB - MILANO

11/05/21
DEATHSTARS
LARGO VENUE - ROMA

12/05/21
DEATHSTARS
LEGEND CLUB - MILANO

14/05/21
DISCHARGE + GUESTS TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

CRYPTIC WRITINGS - #86 ‒ The Mercy Seat ‒ Nick Cave And The Bad Seeds
23/11/2020 (793 letture)
Faccio sempre fatica a parlare di Nick Cave e della sua musica. Nel caso del brano qui preso in esame, si tratta di descrivere e analizzare uno dei testi più complessi ma allo stesso tempo più ammalianti del Re Inchiostro. Pur essendo ateo, ho sempre trovato affascinante l'uso che il cantautore australiano fa, nei suoi brani, delle figure religiose, che danno più profondità alle sue canzoni.

The Mercy Seat è la traccia che apre Tender Prey, il quinto disco della carriera di Nick Cave And The Bad Seeds. Il pezzo è stato scritto tra agosto e novembre del 1987 tra Berlino (che darà tanto alla band) e Londra, per poi venire pubblicato solamente a settembre dell'anno seguente. È sicuramente uno dei brani più noti del cantante australiano tant’è che, fin dalla sua uscita, è sempre stato presente nella setlist dei concerti. Il pezzo attinge ancora a piene mani dal post-punk dei primi album, influenza da cui si distaccherà coi lavori successivi in cui si dedicherà al cantautorato, abbandonando strumenti “fondamentali” e creando brani molto minimali ‒gli ultimi album Skeleton Tree e Ghosteen sono stati lo step finale della sua evoluzione musicale. In The Mercy Seat si può apprezzare il basso ossessivo di Mick Harvey, colonna portante di tutto il brano, insieme alla batteria marciante suonata da Thomas Wydler. Il tutto condito da strumenti come l’organo hammond, il pianoforte e il violino, questi ultimi suonati da Chris Tombling, Audrey Riley e Gini Ball.

Ai fan sono ben note le liriche della canzone, che raccontano di un uomo prossimo ad essere giustiziato su una sedia elettrica a causa di un crimine commesso. Come spesso accade nei testi del Re Inchiostro, è possibile apprezzare un significato più profondo e religioso nei versi che compongono questo brano.


It began when they come took me from my home
And put me in Death Row
Of which I am nearly wholly innocent, you know
And I'll say it again
I... am... not... afraid... to... die...


Cominciò quando vennero a prendermi a casa
E mi portarono al braccio della morte
Eppure sono quasi completamente innocente, sai
E lo voglio ripetere ancora
Non… ho… paura… di… morire


L'intro è in prima persona, volto ad anticipare lo stile narrativo che si protrae per tutta la durata del brano. Le liriche del cantante di Warracknabeal cominciano raccontando dell'arresto del protagonista che ammette di essere innocente, pur non nascondendo del tutto la sua colpevolezza. Certamente i versi più importanti sono gli ultimi due, che tenderanno a ripetersi spesso nel corso della canzone, in cui il criminale dichiara che non ha paura di morire ed è pronto ad accettare la sentenza. Ciò non viene affermato per motivo d'orgoglio, infatti il protagonista comincia a cercare una salvezza “dall'alto”.

I began to warm and chill
To objects and their fields,
A ragged cup, a twisted mop
The face of Jesus in my soup
Those sinister dinner deals
The meal trolley's wicked wheels
A hooked bone rising from my food
All things either good or ungood.


Ho cominciato a provare caldo e freddo
Davanti agli oggetti e ai loro contorni
Una tazza sbreccata, un panno attorcigliato
Il volto di Gesù nella zuppa
Quelle cene sinistre
Le crudeli ruote del carrello dei pasti
Un osso curvo che spunta dal cibo
Ogni cosa buona o cattiva


La scena si sposta nella cella dove è rinchiuso il narratore. Se ad un primo impatto questa strofa sembra sconclusionata e senza alcun significato bisogna invece spiegare l'uso che Nick Cave fa dell'apofenia. Questo termine viene usato per specificare il riconoscimento di connessioni casuali che conduce ad un significato privo di senso. Si tratta di un’abitudine che spesso viene messa a fianco della schizofrenia, malattia che il protagonista, da quando è stato messo nel braccio della morte, può aver iniziato a sviluppare. Certamente il verso che più salta all'occhio e che maggiormente è in risalto, nonché in collegamento con l'apofenia, è Il volto di Gesù nella zuppa.

And the mercy seat is waiting
And I think my head is burning
And in a way I'm yearning
To be done with all this measuring of proof.
An eye for an eye
A tooth for a tooth
And anyway I told the truth
And I'm not afraid to die.


E il trono della misericordia attende
E credo che la mia testa bruci
E in un certo senso ho una gran voglia
Di farla finita con questa prova della verità
Occhio per occhio
Dente per dente
E comunque ho detto la verità
E non ho paura di morire.


Arriviamo ora al primo ritornello della canzone, certamente il più difficile da analizzare. Il Trono della misericordia qui cantato fa allusione alla sedia elettrica che il criminale sta aspettando, la stessa che gli brucierà la testa e lo giustizierà. L'idioma “occhio per occhio/dente per dente” ha sì origine nel Codice di Hammurabi ma è ben presente anche nella Bibbia: se nel Vecchio Testamento si hanno molti versetti a favore di questa idea di giustizia, nel Nuovo, per contro, ci si schiera in antitesi, preferendo il porgere l'altra guancia. Non è dato sapere da che parte si stia schierando il protagonista; tuttavia, dal fronte di chi ascolta, qualche dubbio sulla sua innocenza comincia ad apparire fugacemente. A detta del mantra finale del verso, il protagonista è completamente innocente e continua a non aver paura di morire.

Interpret signs and catalogue
A blackened tooth, a scarlet fog.
The walls are bad. Black. Bottom kind.
They are sick breath at my hind
They are sick breath at my hind
They are sick breath at my hind
They are sick breath gathering at my hind.


Interpreto i segni e li classifico
Un dente annerito, una nebbia scarlatta
I muri sono spaventosi. Neri. Degni di un tugurio
Sono il respiro malato dietro di me
Sono il respiro malato dietro di me
Sono il respiro malato dietro di me
Sono il respiro malato che cresce dietro di me.


Sempre nel secondo verso Nick Cave continua a far uso dell'apofenia. Il dente annerito può significare il suo essere una pecora nera nella società, teoria che avanza la sua colpevolezza a scapito dell’innocenza; può, tuttavia, essere sinonimo dell’isolamento che lo affligge, come se fosse stato costretto ad essere una mela marcia e a venire allontanato dagli altri. Tutte le altre figure (la nebbia, i muri) che lui considera come dei respiri malati non fanno male fisicamente, ma sono presenti e si percepiscono nitidamente. Tutti i pensieri contorti prodotti dalla sua mente, come la nebbia scarlatta che ricorda il sangue e i muri neri che richiamano l'oscurità, gli sibilano alle spalle come dei respiri.

I hear stories from the chamber
How Christ was born into a manger
And like some ragged stranger
Died upon the cross
And might I say it seems so fitting in its way
He was a carpenter by trade
Or at least that's what I'm told

Like my good hand I
tatooed E.V.I.L. across it's brother's fist
That filthy five! They did nothing to challenge or resist.


Dalla sala giungono racconti
Dicono che Cristo sia nato in una mangiatoia
E che, come un pezzente senza nome
Sia morto sulla croce
E vorrei dire che in un certo senso fu inevitabile
Di mestiere faceva il falegname
O almeno così mi è stato detto

Una delle mie mani è buona
Ho tatuato M.A.L.E. sul pugno di suo fratello
Quelle cinque dita schifose!
Non han fatto nulla per lottare o resistere.


Nel terzo verso fa il suo ritorno l'argomento religioso, con il narratore che ascolta il racconto della storia di Gesù Cristo. Il protagonista ironizza, sul filo della blasfemia, sulla sua morte avvenuta su un pezzo di legno, lui che di mestiere faceva il falegname. Il tema della religione e della redenzione è spesso presente nel contesto di racconti che provengono dal braccio della morte o, in generale, quando ci si trova davanti al tema centrale della fine della vita. Il protagonista, pur scherzando su una delle figure più importanti della religione cristiana, comincia ad avvicinarsi alla fede, cercando, forse, una redenzione.
Si prosegue con un delirio del narratore in cui racconta delle due personalità ben distinte che le sue mani possiedono: una cattiva, ovvero quella che può aver commesso il crimine; l'altra buona, che non ha avuto troppa forza per fermare l'atto. Questa parte del testo si può certamente estendere per le due personalità generali del protagonista, che non è riuscito a fermare i suoi impulsi negativi.

In Heaven His throne is made of gold
The ark of his Testament is stowed
A throne from which I'm told
All history does unfold.
Down here it's made of wood and wire
And my body is on fire
And God is never far away.


Nei cieli il Suo trono è fatto d'oro
E l'arca del Suo testamento è ben custodita
Da quel trono, mi è stato detto
Discende tutta la storia
Quaggiù ci sono soltanto legno e cavi
E il mio corpo va a fuoco
E Dio non è mai lontano.


Torna nuovamente l'argomento religioso e, questa volta, tocca alla descrizione del vero Trono della misericordia. Per il cantautore si tratta della copertura d'oro che chiude l'arca dell'alleanza, ovvero la custodia che contiene le tavole della legge che Dio avrebbe donato a Mosè e, di conseguenza, all'umanità per poter vivere serenamente e in pace. Tuttavia, la rassegnazione del protagonista che ci descrive la sua idea di Trono della misericordia è chiara, infatti ci presenta un seggio composto da cavi e legno che dà fuoco al narratore stesso (alludendo chiaramente alla sedia elettrica), ammettendo di sentire Dio vicino a sé pronto ad accoglierlo.

Into the mercy seat I climb
My head is shaved, my head is wired
And like the moth that tries
To enter the bright eye
So I go shuffling out of life
Just to hide in death awhile
And anyway I never lied.

My kill-hand is called E.V.I.L.
Wears a wedding band that's G.O.O.D.
`Tis a long-suffering shackle
Collaring all that rebel blood.


Al trono di misericordia io ascendo
La testa è rasata, la testa è piena di fili
E come una falena che cerca di penetrare
L'occhio luminoso
Esco dibattendomi dalla vita
Solo per nascondermi un poco nella morte
E comunque non ho mai mentito

La mia mano assassina si chiama M.A.L.E.
Porta una fascia nuziale che è B.E.N.E.
Sono i ceppi dell'eterna sofferenza
Che incatenano tutto quel sangue ribelle.


Si passa ora alla descrizione dell'esecuzione. Pronto ormai al suo destino, il narratore si descrive come una falena, animale noto per essere attratto dalla luce: lui stesso è, infatti, attratto dalla luce di Dio. Ancora una volta il verso si conclude con la voce narrante che ammette la sua innocenza. Nella seconda parte della strofa, invece, si ripropone la descrizione delle mani, dove in quella sinistra è presente una fede matrimoniale sporca di sangue, segno che ad essere stata uccisa è stata la moglie del protagonista.

And the mercy seat is waiting
And I think my head is burning
And in a way I'm yearning
To be done with all this measuring of truth.
An eye for an eye
And a tooth for a tooth
And anyway I told the truth
And I'm not afraid to die.

And the mercy seat is burning
And I think my head is glowing
And in a way I'm hoping
To be done with all this weighing up of truth.
An eye for an eye
And a tooth for a tooth
And I've got nothing left to lose
And I'm not afraid to die.

And the mercy seat is glowing
And I think my head is smoking
And in a way I'm hoping
To be done with all this looks of disbelief.
An eye for an eye
And a tooth for a tooth
And anyway there was no proof
Nor a motive why.

And the mercy seat is smoking
And I think my head is melting
And in a way I'm helping
To be done with all this twisted of the truth.
A lie for a lie
And a truth for a truth
And I've got nothing left to lose
And I'm not afraid to die.

And the mercy seat is melting
And I think my blood is boiling
And in a way I'm spoiling
All the fun with all this truth and consequence.
An eye for an eye
And a truth for a truth
And anyway I told the truth
And I'm not afraid to die.

And the mercy seat is waiting
And I think my head is burning
And in a way I'm yearning
To be done with all this measuring of proof.
A life for a life
And a truth for a truth
And anyway there was no proof
But I'm not afraid to tell a lie.


E il trono della misericordia attende
E credo che la mia testa bruci
E in un certo senso ho una gran voglia
Di farla finita con questa prova della verità
Occhio per occhio
Dente per dente
E comunque ho detto la verità
E non ho paura di morire

E il trono della misericordia attende
E credo che la mia testa sia incandescente
E in un certo senso spero
Di farla finita con questo esame della verità
Occhio per occhio
Dente per dente
E non ho più niente da perdere
E non ho paura di morire

E il trono di misericordia è incandescente
E credo che la mia testa fumi
E in un certo senso spero
Di farla finita con questi sguardi stupiti
Occhio per occhio
Dente per dente
E comunque non c'erano prove
E nemmeno un movente

E il trono di misericordia fuma
E credo che la mia testa si stia sciogliendo
E in certo senso contribuisco
A farla finita con questa distorsione della verità
Menzogna per menzogna
Verità per verità
E non ho più niente da perdere
E non ho paura di morire

E il trono di misericordia si sta sciogliendo
E credo che la mia testa stia bollendo
E in un certo senso sto rovinando

Tutto il piacere di questa verità e tutto il resto
Occhio per occhio
Dente per dente
E comunque ho detto la verità
E non ho paura di morire

E il trono di misericordia attende
E credo che la mia testa bruci
E in un certo senso ho una gran voglia
Di farla finita con questa prova della verità
Vita per vita
Verità per verità
E comunque non c'erano prove
Ma non ho paura di mentire


La maggior parte di questi ritornelli viene ripetuta: pur essendo rintracciabili delle modifiche in alcuni versi, questa replica ossessiva avviene come se il narratore ci stesse raccontando in medias res il suo delirio dovuto alla sedia elettrica, che lo sta lentamente uccidendo. Ancora una volta il narratore vuole e dichiara la sua innocenza.

And the mercy seat is waiting
And I think my head is burning
And in a way I'm yearning
To be done with all this measuring of truth.
An eye for an eye
And a truth for a truth
And anyway I told the truth
But I'm afraid I told a lie.


E il trono di misericordia attende
E credo che la mia testa bruci
E in un certo senso ho una gran voglia
Di farla finita con questa prova della verità
Occhio per occhio
Dente per dente
E comunque ho detto la verità
Ma ho paura di avere mentito


The Mercy Seat si conclude con una dichiarazione di colpevolezza da parte del soggetto, forse per rinnegare i peccati ed essere accettato definitivamente nel regno del Signore.

Vorrei concludere questo articolo con un commento, che trovai sotto ad un video e che mi colpì molto, che può ben descrivere questo racconto: In trincea non si trovano atei. Certamente non si collega col testo in sé e per sé, ma ha molti punti in comune. Lo stesso Nick ammise che se un tempo era capace di scrivere e cantare versi come I'm not afraid to die, ora invece della morte ha paura. Del resto è umano, come tutti noi.



thegios
Mercoledì 2 Dicembre 2020, 22.48.24
5
E la versione nell'appena uscito "Idiot Prayer" è fa.vo.lo.sa
patrik
Giovedì 26 Novembre 2020, 21.42.39
4
ho ritrovato the mercy seat nella colonna sonora di un film molto interessante si chiama ''è mori con un falafel in mano'' , non che c'entri molto con la discussione , ma avendo visto questo articolo mi è venuto in mente un film come questo , particolare e da vedere. nick è da molto che lo conosco , questa è una delle canzoni piu pesanti che conosca sia come testo sia come musica, direi che allora era piuttosto indiavolato ed ostile.
No Fun
Mercoledì 25 Novembre 2020, 23.02.19
3
Volevo commentare ieri poi ho pensato "e no, il primo commento spetta a Stagger!" E infatti Madonna che testo, immenso!
Stagger Lee
Mercoledì 25 Novembre 2020, 18.37.34
2
The Mercy Seat è senza dubbio uno pezzi storici più belli di Nick Cave e uno dei testi più difficili e intensi. Tutto questo caos cattolico è un tema sempre ricorrente in Nick Cave, ad esempio nel testo di "Mercy" dove si descrive un'allucinata decapitazione di Giovanni Battista o in "Tupelo" dove la nascita di Cristo si confonde di continuo con la nascita di Elvis come due re inviati a salvare il mondo. Ottima l'analisi qui proposta. Il brano è uno dei preferiti dello stesso Cave che lo propone praticamente in tutti i concerti. Su tredici live che ho visto è mancato solo una volta a Lucca, credo fosse due anni fa (ma al suo posto ha fatto "Loverman" quindi...sti cazzi!). The Mercy Seat si apprezza soprattutto nella dimensione live dove è stata eseguita in modo tiratissimo al limite dell'industrial, oppure lenta, o folk, oppure solo voce e pianoforte come nel nuovissimo live "Nick Cave alone at Alexandra Palace" che è davvero commovente. bellissimo articolo.
Stagger Lee
Martedì 24 Novembre 2020, 13.23.45
1
Noooooooo!!! grandissimi!! ora non ho il tempo di leggere ma al più presto ripasso e lascio un altro commento.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Cryptic Writings #86
ARTICOLI
16/03/2021
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#88 - Ghost - Cirice
05/03/2021
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#87 - God Protocol Axiom - Dødheimsgard
23/11/2020
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#86 ‒ The Mercy Seat ‒ Nick Cave And The Bad Seeds
03/08/2020
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#85 - The Throne of Tragedy - Arcturus
02/08/2020
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#84 - Cult of Personality - Living Colour
15/06/2020
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#83 - Apokatastasis Pantôn - Deathspell Omega
02/04/2020
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#82 – Tillsammans Är Vi Allt – Shining
14/03/2020
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#81 - Yes Sir, I Will - Crass (Seconda Parte)
11/03/2020
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#81 - Yes Sir, I Will - Crass (Prima Parte)
16/02/2020
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#80 ‒ A Simple Mistake ‒ Anathema
07/12/2019
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#79 – Global Warming – Gojira
12/09/2019
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 78 – Crazy Train – Ozzy Osbourne
26/08/2019
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 77 - The Great Escape - Seventh Wonder
17/08/2019
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 76 - 1916 - Motorhead
08/03/2019
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#75 – Nemoralia – Ulver
25/12/2018
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 74 - Red - Ten
16/10/2018
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 73 - Ghosts Along the Mississippi – DOWN
04/10/2018
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 72 - The Night Before - Riverside
17/08/2018
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 71 - Guyana (Cult of the Damned) - Manowar
29/04/2018
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 70 – Like a Stone – Audioslave
20/12/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 69 – Mesopelagic: Into the Uncanny – The Ocean
28/10/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 68 - Night Of The Gods - Nokturnal Mortum
26/08/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 67 - Sunbather - Deafheaven
05/08/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 66 - Pussy - Rammstein
01/07/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 65 - Loss (In Memoriam) - Saturnus
30/04/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 64 - Thuja Magus Imperium - Wolves in the Throne Room
04/03/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 63 - The Kinslayer - Nightwish
13/02/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 62 - Rira (Scream to the sermon of the handicapped) - Inchiuvatu
09/01/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 61 - I Am the Black Wizards - Emperor
12/12/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 60 - One Rode To Asa Bay - Bathory
25/11/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 59 - Late Redemption - Angra
20/10/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 58 - Unhallowed - Dissection
03/10/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 57 - Book of the Fallen - Caladan Brood
22/09/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 56 - Time - Wintersun
05/09/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 55 - Heaven and Hell - Black Sabbath
13/08/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 54 - Mirdautas Vras - Summoning
16/06/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 53 - Death, Come Near Me - Draconian
09/05/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 52 - Heidra - Windir
16/04/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 51 - The Last in Line - DIO
29/02/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 50 - Everything Dies - Type O Negative
08/02/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 49 - Lazarus - David Bowie
29/01/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 48 - Hotel California - Eagles
09/01/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 47 - Painted Skies - Crimson Glory
16/11/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 46 - The Logical Song - Supertramp
05/10/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 45 - Child in Time - Deep Purple
05/09/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 44 - La Vittoria della Sconfitta - Negazione
19/07/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 43 - Animale Senza Respiro - Osanna
18/04/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 42 - Capitel V: Bergtatt - Ind I Fjeldkamrene - Ulver
17/02/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 41 - Veil of Maya - Cynic
11/10/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#40: My Lost Lenore - Tristania
27/09/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 39 – November Rain – Guns N' Roses
19/07/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#38 - Countess Bathory - Venom
10/07/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 37 - Skies - Protest the Hero
21/04/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 36 - Junior Dad - Lou Reed & Metallica
19/04/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 35 - Locust - Machine Head
20/02/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 34 - Lost Child - Social Distortion
16/02/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 33 - Du Som Hater Gud - Satyricon
17/11/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 32 - Walk on the Wild Side - Lou Reed
24/09/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 31 - River of Deceit - Mad Season
11/04/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 30 - Plague Of Butterflies - Swallow The Sun
05/03/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 29 – Ukkosenjumalan Poika – Moonsorrow
24/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 28 - Zos Kia Cultus - Behemoth
15/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 27 - Lovecraft's Death - Septicflesh
03/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 26 - The Show Must Go On - Queen
20/01/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 25 - Jeremy - Pearl Jam
26/12/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 24 - Faget - Korn
27/11/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 23 - The Passion Of Lovers - Bauhaus
12/11/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 22 - Wait and Bleed - Slipknot
30/09/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 21 - The End - The Doors
05/08/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 20 - Time - Pink Floyd
25/06/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 19 - Straighthate - Sepultura
14/06/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 18 - Heart Shaped Box - Nirvana
17/01/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 17 - The Learning - Nevermore
22/12/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 16 - Mr. Crowley - Ozzy Osbourne
18/12/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 15 - Stairway To Heaven - Led Zeppelin
07/11/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 14 - Norra El Norra - Orphaned Land
16/10/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 13 - Holy Wars... The Punishment Due - Megadeth
20/09/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 12 - Down In A Hole - Alice In Chains
14/09/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 11 - Disposable Heroes - Metallica
20/08/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 10 - Supper's Ready - Genesis
20/03/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 9 - Hail And Kill - Manowar
21/02/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 8 - Schism - Tool
19/01/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 7 - American Soldier - Queensryche
27/12/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 6 - Empty Words - Death
17/12/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 5 - Learning To Live - Dream Theater
28/11/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 4 - Mandatory Suicide - Slayer
07/11/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 3 - R.I.P. (Requiescant In Pace) - Banco Del Mutuo Soccorso
24/10/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 2 - Prometheus: The Fallen One - Virgin Steele
10/10/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 1 - Seventh Son Of A Seventh Son - Iron Maiden
09/11/2009
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 0 - The Rime of The Ancient Mariner - Iron Maiden
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]