IN EVIDENZA
Album

Djevel
Naa Skrider Natten Sort
Autoprodotti

Fugitive
Maniac
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/12/22
LYZZARD
The Abyss

02/12/22
BLAME KANDINSKY
Eclectic Ruiner

02/12/22
WRITTEN IN BLOOD
Written in Blood

02/12/22
ENSLAVED
Yggdrasill (ristampa)

02/12/22
JOURS PALES
Tensions

02/12/22
OBVURT
Triumph Beyond Adversity

02/12/22
CELESTIAL SEASON
Mysterium II

02/12/22
AMBERIAN DAWN
Take a Chance - A Metal Tribute to ABBA

02/12/22
VEILBURNER
VLBRNR

02/12/22
DESTROYER 666
Never Surrender

CONCERTI

30/11/22
NILE + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

01/12/22
NILE + GUESTS
LARGO VENUE - ROMA

01/12/22
IN FLAMES + AT THE GATES + IMMINENCE + ORBIT CULTURE
ALCATRAZ - MILANO

02/12/22
NILE + GUESTS
REVOLVER CLUB - SAN DONÀ DI PIAVE (VE)

02/12/22
HAGGARD
PHENOMENON - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

03/12/22
HAGGARD
ARCI TOM - MANTOVA

05/12/22
AIRBOURNE + CROBOT + SPECIAL GUEST
ALCATRAZ - MILANO

05/12/22
VOIVOD
CUEVA ROCK - CAGLIARI

06/12/22
VOIVOD
BLOOM - MEZZAGO (MI)

07/12/22
SELVANS + BURIAL + GATES OF DOOM
LUPUS IN FABULA - NIMIS (UD)

SPIDER FROM MARS - LA MIA VITA CON BOWIE - La recensione
01/03/2022 (915 letture)
Quando si pensa alla saga della vita di David Bowie, a venire in mente sono dischi, date, luoghi, concerti, singole canzoni, musicisti di spicco e tanto altro. Difficilmente, però, tra i primi nomi a stagliarsi nella memoria è compreso quello di Woody Woodmansey. Eppure, la sua è una storia davvero importante, che meritava di essere (auto)raccontata.

COME TI PASSO DA OPERAIO A RAGNO MARZIANO
Un ragazzo appartenente a una famiglia un po’ sballata come tante, l’Inghilterra degli anni 60, la scuola, il lavoro e una improvvisa, irrefrenabile smania di diventare un batterista rock. E L’ambiente che ti è così fortemente ostile da indurti a interrompere gli studi, le tensioni con un padre spesso manesco e una vita che sembra indirizzarsi verso il fallimento. Queste le condizioni in cui Woody Woodmansey viene a trovarsi quando è ancora un ragazzo sospeso tra passione per la musica e necessità di avere un’occupazione "seria". La decisione finale è da prendere oltretutto nello stesso week end in cui ottiene una promozione sul lavoro che gli avrebbe dato stabilità economica per tutta la vita. Se tutto questo fosse accaduto in Italia Woody non avrebbe avuto scelta. Avrebbe accettato l’impiego offertogli e la batteria sarebbe stata usata solo ai matrimoni e alle feste di compleanno o continuando a far rock per passione, senza velleità di carriera. In Inghilterra, invece, cominciare a suonare nel giro dei club locali (anche i più periferici come quelli della zona di Hull) può farti conoscere tanta gente e quando meno te lo aspetti, farti svoltare. Fino a farti chiamare da un non ancora molto famoso David Bowie, essere scelto per far parte degli Spiders From Mars e prendere parte alla auto-creazione di un mito. Potendo poi descrivere in un libro come David Jones diventò David Bowie. Con tutto ciò che ne consegue. Attraverso la registrazione di The Man Who Sold The World, Hunky Dory, The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars e Alladin Sane, la creazione delle canzoni, la vita quotidiana con Bowie, i tour, l’America, le grandezze e le miserie di quell’epopea visti dall’interno. E poi il resto della carriera fino a oggi, con Woodmansey che continua a suonare con gli Holy Holy ed è l’unico ragno superstite di quei giorni mitici.

UN TRANQUILLO BATTERISTA DI PROVINCIA E VISCONTI MUSCISTI
Alla fine della lettura, Spiders From Mars - La mia vita con Bowie è un libro godibile sotto vari aspetti. Dal punto di vista dei contenuti è davvero piacevole scoprire come è nato e si è sviluppato il mito di Bowie "in diretta differita" e tutti quegli episodi quotidiani che contribuiscono a rendere tutto molto più umano. Meschinità comprese e carrellata di personaggi importati al seguito (Visconti e Ronson, tanto per fare sue esempi) raccontati come musicisti e come uomini. Con tanti episodi inediti al suo interno e varie chicche anche tecniche, sia produttive che estetiche e con molti spunti interessanti per batteristi e non. Ma anche la vita pre e post Spiders di Woodmansey è da leggere, dato che racconta molto dell’Inghilterra che ha prodotto così tanto rock da un certo momento in poi e della vita e degli incontri di un musicista che ha sempre continuato a fare il suo lavoro con passione. Ed è proprio questo il punto. Woody Woodmansey viene fuori dal libro come uomo vecchio stampo, dedito alla batteria e alla musica, poco amico degli eccessi e capace di osservare la vita con una filosofia tipicamente british. Stilisticamente l’opera si basa su una scrittura molto inglese venata da un certo humor di fondo e di maturo distacco, certamente frutto del lavoro di Joel McIver, noto scrittore presentato come collaboratore di Woodmansey nella stesura dell’opera, ma di sicuro responsabile della forma finale dello scritto. Godibile in ogni suo aspetto Spiders From Mars - La mia vita con Bowie può risultare interessante per ogni amante della storia del rock.
Da annotare la prefazione di Tony Visconti e la postfazione di Joe Elliot dei Def Leppard.

::: ::: ::: RIFERIMENTI ::: ::: :::
TITOLO: Spider From Mars - La mia vita con Bowie
CASA EDITRICE: Officina di Hank
AUTORE: Woody Woodmansey
Collana: Voices
Formato: 14,8x21
Pagine: 266
Prezzo: Euro 20,00
ISBN: 9791280133038



Fabio Rossi (HM is the law)
Giovedì 3 Marzo 2022, 13.56.54
2
Ottima recensione per un ottimo libro
McCallon
Mercoledì 2 Marzo 2022, 9.36.13
1
Interessante, sto valutando di recuperarlo.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La copertina del libro
ARTICOLI
01/03/2022
Articolo
SPIDER FROM MARS - LA MIA VITA CON BOWIE
La recensione
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]