Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ne Obliviscaris
Urn
Demo

Rust
Rust
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
HOUSTON
III

CONCERTI

18/11/17
EXTREME NOISE TERROR + GUESTS
CSO RICOMINCIO DAL FARO - ROMA

18/11/17
HELLOWEEN
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

18/11/17
BE THE WOLF + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

18/11/17
MORTUARY DRAPE + SULFUR + PRISON OF MIRRORS
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

18/11/17
CELESTIA + IMAGO MORTIS + BLAZE OF SORROW
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

18/11/17
HAVENLOST + DISEASE ILLUSION
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

18/11/17
ANIMAE SILENTES + VORTIKA
MOLIN DE PORTEGNACH - FAVER (TN)

18/11/17
DOMINANCE + CRISALIDE
BE MOVIE - SANT'ILARIO D'ENZA (RE)

18/11/17
UNMASK + KILLING A CLOUD
TEATRO LO SPAZIO - ROMA

19/11/17
CRIPPLED BLACK PHOENIX + EARTH ELECTRIC + JONATHAN HULTEN
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

TRIVIUM - Parla Travis Smith
25/01/2008 (4026 letture)
Quando l’ho visto appoggiato al muro, con una chitarra acustica in mano, tatuaggi su ogni porzione visibile del corpo ed uno sguardo artificialmente fiero, ho pensato che si trattasse di un vero idolo. Tra pensieri, risate ed un continuo sottofondo di vecchi classici unplugged, ecco a voi il resoconto della chiacchierata che Metallized ha, per voi, intrattenuto con Travis Smith, giovane batterista dei Trivium. A proposito, non pensiate che sia veramente capace di suonare la chitarra…

Prima di tutto come va?
Bene, e tu come stai?

Bene, parliamo di musica per cominciare. Non è esattamente il tuo campo, ma potresti dirmi cosa c’è dietro la decisione della band di cambiare, con l’ultimo album, l’accordatura da Drop D a quella standard?
Beh, non saprei come risponderti… Si tratta del suono, più potente, più a adatto a fare più cose diverse. Non c’è una grande programmazione dietro questa decisione. Semplicemente abbiamo capito di preferire quel suono. Tutto qui…

La vostra musica era sicuramente più aggressiva quando Matt cantava in growl. State cercando di concentrarvi più sull’aspetto tecnico della vostra musica?
No, non esattamente. Il modo in cui scriviamo musica, le canzoni che scriviamo, saranno sempre qualcosa che esce come istintivo. Ci sono dei pezzi tecnici e cool, è normale. Per quanto riguarda Matt, componiamo le melodie della sua voce e poi vengono i testi, tutto qua. Non abbiamo intenzione di abbandonare l’aggressività.

Quindi quello che è il vostro sound attuale rimarrà intatto in futuro?
Sì, assolutamente. Sai, noi fin da piccoli ascoltavamo gruppi come Pantera… Volevamo tornare a suonare quel genere di roba. Ed ha funzionato!

Un anno fa in questo periodo eravate in tour con una giovane band, non so se ricordi, si chiamano Iron Maiden…
Sì, mi pare di ricordare... (risate)

Come ci si sente ad aprire per una leggenda della musica come loro?
E’ stato grandioso. Davvero fantastico. Siamo stati in giro in Novembre e Dicembre e sono stati degli show grandiosi! Voglio dire: due mesi in tour con gli Iron Maiden!! Ti rendi conto?!

Diverse date sold out e, a quanto pare, bagni di folla più o meno ovunque per questo Black Crusade… Come stanno andando le cose?
Bene, si sta rivelando un tour davvero fantastico. Queste sono le nostre ultime date prima di tornare in studio per lavorare al nuovo disco. Per noi è stato un periodo positivo, è sempre bello portare in giro il lavoro che hai fatto in studio davanti a tutti questi fan.

Con 3 soli album alle proprie spalle i Trivium sono una delle band con maggior successo all’interno di questo mini-festival. Cosa vi ha portato fino a questo punto?
Non saprei. Non c’è un segreto o roba simile, semplicemente facciamo quello che facciamo e alla gente piace così. Credo che la gente riesca a percepire la passione che mettiamo negli show. In questi anni siamo stati parecchio in giro per il mondo suonando parecchi live, credo che la gente apprezzi tutto questo. Il fatto è che noi suoniamo quello che ci va di suonare, il resto è venuto da solo…

Sembra quasi un “Non è colpa nostra se abbiamo successo”!
Beh, fin da piccoli è stato il massimo dei nostri desideri quello di essere musicisti, di far parte di una band heavy metal che suona in giro per il mondo. Il fatto che esistano i Trivium come tu li conosci è per tutti noi un sogno divenuto realtà. Eppure non c’è un percorso da seguire per arrivare fin qui. Le cose non vanno in una certa maniera senza un duro lavoro alle spalle.

“The Crusade” è uscito nel 2006, credi che sia tempo di iniziare a parlare del prossimo album?
Sì, come ti ho detto, alla fine di questo tour saremo di nuovo in studio per un po’. Credo che punteremo a scrivere parecchie canzoni, per poi scegliere quelle che veramente “spaccano” (si accettano suggerimenti per una migliore traduzione del termine “kick asses”, n.d.r.). Abbiamo già qualcosa di pronto, ma niente di entusiasmante per ora. Sono solo demo tape e vogliamo aspettare di essere a casa per scrivere materiale che davvero sia grandioso.

Non avete intenzione di comporre durante il tour?
No, quasi nulla. Ci sono dei riff che abbiamo già in mente ma abbiamo deciso di aspettare, questa volta. Abbiamo composto “The Crusade” on the road ed è stato grande, ha funzionato alla grande in quel caso ma questa volta abbiamo progetti diversi in testa. Vogliamo davvero prenderci il nostro tempo con tutta la concentrazione necessaria senza dover pensare a troppe cose insieme. Ho intenzione di fare tutto il possibile per poter tirare fuori il nostro miglior album…

(Dopo il suo ennesimo tentativo -fallito- di riprodurre l’arpeggio dell’intermezzo acustico di Master of Puppets, mi scappa la battuta…) Dobbiamo aspettarci di vederti all’opera come nuovo chitarrista dei Trivium?
(azzarda una serie di bicordi con ritmo a metà tra ska e reggae piuttosto spassosi)

Beh, suona decisamente Trivium!
(Risate) No, tranquilli non aspettatevi nulla da me. Almeno fino a quando questo sarà il mio modo di suonare la chitarra…

Cambiando discorso, non avete mai negato la vostra ammirazione per i Metallica, ma cosa ne pensi degli ultimi capitoli della loro carriera musicale? Sto parlando di St.Anger…
St.Anger?! Beh, devo dire che ho molto apprezzato il loro tentativo di tornare alle radici con aggressività e velocità. Ma… Hanno fatto di meglio in passato. Quando l’ho ascoltato ho pensato che fossero buone canzoni ma che fossero un po’ caotiche a tratti. Ci sono canzoni buone. Se parliamo dell’album nella sua integrità… Beh, voglio comportarmi da fan, e ti dico che qualsiasi cosa abbiano fatto o faranno, in ogni caso l’adorerò. Sono un loro sostenitore da quando avevo 12 anni e…

Possono fare qualsiasi cosa?!
Esatto, se dovessero fare un album terribile, vera m*rda, io comunque andrei a comprarlo. Intendo della vera m*rda. Mi piacerebbe comunque!

Ho sempre pensato che il vostro essere continuamente paragonati ai Metallica non fosse una cosa troppo negativa per voi…
Nemmeno io! L’ho sempre preso come un gran complimento!

Anch’io gradirei che la stampa paragonasse la mia band ai Metallica in effetti… Il fatto è che ora con brani come “The Rising”, meno istintivi, meno aggressivi, mi sta venendo il dubbio che li stiate seguendo nella loro fase “post-Black Album”. Dobbiamo aspettarci qualche sorta di Load e Reload dai Trivium in futuro?
Ha-ha-ha. No! Noi semplicemente scriviamo ciò che sentiamo in un determinato momento. Quando abbiamo scritto quella canzone, beh ci divertivamo con quella canzone e ci piaceva, così l’abbiamo inserita nel disco. Se mi stai chiedendo se esiste la possibilità che quella sia la direzione del prossimo album: no! Si tratterà molto probabilmente della cosa più pesante che abbiamo mai scritto.

Sapresti dirmi cosa fa la differenza tra una buona band ed una grande band con un pubblico sparso su tutto il pianeta? Il punto sta nell’avere un buon management, una buona produzione?
Posso dirti che ciò che abbiamo fatto è stato suonare più che potevamo, cercando di migliorare, di migliorarci nello scrivere canzoni, di migliorare il nostro modo di suonare, suonando in qualsiasi luogo fosse possibile… Credo che abbiamo suonato così tanto che fosse impossibile per la gente del posto non conoscerci, e così abbiamo raggiunto il primo contratto discografico. Poi arriva tutto il resto, ma all’inizio tutte le band cominciano alla stessa maniera, nessuna eccezione.

C’è qualcosa che hai dovuto abbandonare dai tempi in cui non eri un musicista affermato e che ora ti manca?
No, decisamente No. Non credo di non essermi lasciato nulla alle spalle ed ho invece guadagnato molto. Prima di iniziare a girare il mondo con la mia band lavoravo nel campo dell’edilizia, e quello è tutto ciò che ho dovuto abbandonare.

Bene Travis, per me questo è tutto, se ti va di lasciare un messaggio al pubblico italiano, questo è il momento!
Ci vediamo ragazzi. Preparatevi al prossimo album perché “will fuckin’ rule”!

Travis decide a questo punto di chiudere la simpatica intervista dedicandomi l’ormai celebre riff ska-reggae che tanto ho gradito e che mi duole non poter riproporre a voi, per palese inadeguatezza del supporto testuale.



Feanor
Sabato 16 Aprile 2011, 23.24.33
7
Alla fine Shogun non si è rivelato il loro disco più pesante, ma sicuramente è il loro capolavoro.
metaltaz
Domenica 2 Marzo 2008, 15.13.06
6
grande!!!!!
.ilsegugio.
Giovedì 31 Gennaio 2008, 15.11.18
5
"Esatto, se dovessero fare un album terribile, vera m*rda, io comunque andrei a comprarlo. Intendo della vera m*rda. Mi piacerebbe comunque! " wow.
Valeria*§tarchild
Domenica 27 Gennaio 2008, 17.15.48
4
marco questa è un'intervista A SPACCARE! XD travis deve essere stato spassosissimo (L)
Thomas
Sabato 26 Gennaio 2008, 11.26.39
3
Bella
Raven
Venerdì 25 Gennaio 2008, 17.57.57
2
Rob
Venerdì 25 Gennaio 2008, 16.19.06
1
Bravo Marco, bell'intervista!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Travis Smith
RECENSIONI
69
68
78
64
80
77
ARTICOLI
25/01/2008
Intervista
TRIVIUM
Parla Travis Smith
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]