Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/12/19
CARONTE
Wolves of Thelema

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
ARKONA (PL)
Age Of Capricorn

13/12/19
HORRIFIED
Sentinel

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
MOSAIC
Secret Ambrosian Fire

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

13/12/19
EREGION
Age Of Heroes

CONCERTI

07/12/19
AGENT STEEL + CRISALIDE + INNERLOAD
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

07/12/19
NAZARETH
LEGEND CLUB - MILANO

07/12/19
KADINJA + GUESTS
LA TENDA - MODENA

07/12/19
SCALA MERCALLI
BANDIT BIKERS PUB - PARMA

07/12/19
JUGGERNAUT + SUDOKU KILLER
NUOVO CINEMA PALAZZO - ROMA

07/12/19
ESSENZA + GUESTS
GALTOR CAFFE' - MORROVALLE (MC)

07/12/19
ANTIDEMON + GUESTS
CASTELLO INCANTATO - SCIACCA (AG)

07/12/19
WRETCHED CONCEPTION FEST
STELLA NERA - MODENA

07/12/19
JUMPSCARE + ASPHALTATOR
EQUINOX PUB - VEROLI (FR)

07/12/19
NATIONAL SUICIDE + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

MEGADETH + EVILE - Palasport, Pordenone, 05/03/2008
10/03/2008 (4283 letture)
Eccomi in orario perfetto al Palasport di Pordenone. Già al parcheggio noto la scarsità di popolazione metallara, infatti all’entrata non c’è molta gente.

Dopo le perquisizioni di rito mi trovo in un battibaleno seduto in attesa dei britannici Evile. Il gruppo inizia a suonare e già alla prima canzone, tratta dall’album Enter The Grave, presenta qualche problema di sincronismo: il batterista accelera vistosamente. Forse non sa suonare, forse è eccitato dal pubblico, forse non sente la spia, fatto è che gli altri componenti del gruppo faticano a stargli dietro. E’ un caso isolato? No, anche le seguenti quattro canzoni, sempre tratte dal loro primo full lenght, hanno la peculiarità della batteria accelerata. Peccato perché sono un gruppo di grande impatto, trasmettono al pubblico la loro voglia di suonare e di sfondare i timpani.

Mentre il palco viene preparato per gli headliner la tensione sale e il piccolo palazzetto comincia a popolarsi seriamente fino a riempirsi quasi completamente; noto piacevolmente che non ci sono solo metallari di lungo corso ma anche moltissimi ragazzini e addirittura bambini, con magliette raffiguranti Vic e bandana in testa.

I Megadeth sono in forma smagliante nonostante siano in tour dall’inizio di febbraio. Dopo le prime due canzoni Dave Mustaine accoglie il pubblico e stringe i tempi dicendo che durante il concerto avrebbe parlato poco per dare più spazio alla musica. Come tutti potete immaginare la qualità dei musicisti è estremamente alta, anche il nuovo chitarrista Chris Broderick è molto bravo e lo dimostra ampiamente nei numerosi assoli che gli vengono riservati nelle 17 canzoni che il gruppo ha eseguito nella serata. Sicuramente Broderick è un ottimo acquisto. Noto piacevolmente che James Lomenzo, il bassista, sembra posseduto dal demonio: corre da una parte all’altra del palco in continuazione, salta, si china, imita Steve Harris mentre “spara” con il basso. In poche parole è lui l’animatore della serata, mentre Mustaine e Broderick sono praticamente impalati.

MegaDave come al solito suona con la sua folta chioma rossa davanti al viso e non canta molto bene le canzoni degli ultimi due album, mentre gli riescono meglio i vecchi cavalli di battaglia, forse perché si addicono meglio alla sua voce acida e ruvida. Un grosso neo della serata è costituito dal fonico, il quale in più riprese non dà la necessaria enfasi agli assoli di Mustaine e Broderick e si dimentica di aprire il microfono a Dave Mustaine prima di Burnt Ice. Non c’è Cristina Scabbia al fianco di MegaDave durante A Tout Le Monde come la sera prima all’Alcatraz, peccato, mi sarebbe piaciuto vedere la sua esibizione extra-Lacuna Coil.

Chi vi scrive è un fan sfegatato dei Megadeth da ormai sedici anni per cui qualsiasi cosa la band faccia è per il sottoscritto oro colato, ma come reporter di questo evento devo essere obiettivo: il gruppo di Mustaine e soci ha perso mordente negli anni ma lentamente sta risalendo la china e i continui tour mondiali ne sono la prova.

Complessivamente la serata è stata di ottimo livello e di piacevole ascolto, è sempre divertente assistere alle esibizioni di gruppi storici.

SETLIST MEGADETH
1 - Sleepwalker
2 - Wake Up Dead
3 - Take No Prisoners
4 - Skin O’ My Teeth
5 - Washington Is Next
6 - Kick The Chair
7 - In My Darkest Hour
8 - Hangar 18
9 - Gears Of War
10 - A Tout Le Monde (Set Me Free)
11 - Short Broderick’s guitar solo
12 - Tornado Of Souls
13 - Ashes In Your Mouth
14 - Burnt Ice
15 - Symphony Of Destruction
16 - Trust
17 - Peace Sells
18 - Holy Wars...The Punishment Due



Lorenz
Domenica 27 Aprile 2008, 2.19.05
11
guardate i video sul tubo di chris broderick...è un chitarrista spaventosamente straordinaio
Vlad
Giovedì 13 Marzo 2008, 12.44.05
10
Avete ragione ragazzi io non sono del sud ma ogni volta si sa che i gruppi maggiori suonano sempre al nord,milano bologna ecc. Al massimo si spingono a Roma! povera sardegna,sicilia e tutte le altre regioni,non mi sembra cmq giusto ma capisco anche che forse è una questione di organizzazione e di locali o aree che ospitano festival o artisti!
Sanvean
Giovedì 13 Marzo 2008, 11.41.50
9
Consiglio vivamente a tutti gli amici del Sud (come me!) di andare al hammer metal fest! E' un festival davvero straordinario, per location, organizzazione e bill! Credo che manifestazioni di questo tipo vadano fortemente supportate, sennò è ovvio che al Sud non organizzino più niente!
Syd
Martedì 11 Marzo 2008, 15.02.00
8
Li ho visti due volte nel 2005 e in nessuna delle due occasioni hanno fatto "Take No Prisoners" e "Ashes In Your Mouth"! Comunque qualcosa al Sud si muove, sono passati pure i Mayhem, già non è male.
Raven
Martedì 11 Marzo 2008, 13.29.32
7
Si , ma qui, dato che non viene assolutamente nessuno di rilevante, chiunque attirerebbe pubblico, almeno inizialmente, poi certo, se la cosa diventa seriale il grosso nome serve.
Il Mentalista
Martedì 11 Marzo 2008, 11.51.50
6
Non ne sarei così sicuro. A Bari Rage + Dark Funeral + Vision Divine tutti assieme (total metal festival 2007) hanno fatto meno di 1000 persone. I Dream Theater da soli 4000. Ci vuole il gruppo che tira, altrimenti...
Raven
Martedì 11 Marzo 2008, 10.34.06
5
Non parlavo di gruppi grandissimi, (almeno all'inizio), ma partire, fare qualche manifestazione anche qui con gruppi di medio calibro, magari in un noto locale della provincia di Catania che potrebbe essere adatto, poi magari crescere. Circa l'economia, se per un anno qualcuno puntasse solo sul sud, (e ripeto, farebbe il tutto esaurito), farebbe un grosso investimento nel futuro.
Thomas
Martedì 11 Marzo 2008, 10.07.46
4
Forse hai ragione ma andare a Milano o a Catania nell'economia di un Tour è ben diverso penso . Gli aerei, le coincidenze, i costi, sarebbero tutti diversi... e forse anche l'organizzazione che i megadeth possono trvare a Catania è diversa da quella di Milano .
raven
Lunedì 10 Marzo 2008, 17.06.27
3
Scherzi? Prova a portare qualcuno in una città dimenticata del Sud, anche solo a Palermo , o meglio a CAtania, e scommetto sul tutto esaurito.
Vlad
Lunedì 10 Marzo 2008, 15.58.33
2
Hihihi è semplice xke non fanno il pienone..è tutto x soldi amico mio...x soldi
raven
Lunedì 10 Marzo 2008, 14.01.46
1
Maledizione, basta!!!! perchè in questi tours non sono mai previste date chessò....a Mirabella Imbaccari, a Pietraperzia, a Petralia Sottana, a Cumia.....
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Megadeth
ARTICOLI
10/03/2008
Live Report
MEGADETH + EVILE
Palasport, Pordenone, 05/03/2008
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]