Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
WILDNESS
Wildness

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

CONCERTI

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

25/11/17
PROSPECTIVE + UNDERTHEBED + OBSCURAE DIMENSION
CENTRO GIOVANILE CA' VAINA - IMOLA

OBLIVION999 - Parla la band
26/02/2009 (1238 letture)
Tecnica e rabbia: una breve chiacchierata con gli Oblivion999, una "giovane" band modenese che si appresta a compiere il decimo anno di età.


Ciao ragazzi e benvenuti su Metallized.it. Cominciamo presentando gli Oblivion999: chi siete, cosa fate e da dove venite?
DIEGO: ciao a tutti! Siamo gli Oblivion999, e veniamo dalle nebbie padane di Modena. Come il nostro nome suggerisce, ci siamo formati nel 1999 (e quindi a breve festeggeremo il decennale). Dopo un enorme numero di cambi di line-up, specialmente alla sezione ritmica, abbiamo dato alle stampe il nostro primo full length autoprodotto, Illusions Painted For Me Alone, di cui siamo molto soddisfatti. A nostro parere, un'ora di metal (senza particolari etichette di genere) onesto, appassionato, coinvolgente. Attualmente la nostra formazione è composta da 4 persone: Stefano Crotti alla voce e momentaneamente anche al basso, Francesco Poggi e il sottoscritto alle chitarre (il trio “storico”) insieme al nuovo (ri)-entrato Fabio Grenzi alla batteria.
STE: ciao a tutti.

C’è chi vede nella musica una via per il successo, chi un modo per esprimere la propria rabbia, oppure per trasmettere un messaggio particolare. Per quale motivo gli Oblivion999 suonano?
STE: penso sia per creare qualcosa di proprio e di personale. Poi c’è sicuramente la voglia di emozionare e di condividere. Il successo non è né un obbiettivo né tantomeno un indice di autovalutazione, ma se dovesse arrivare…perché no?
DIEGO: condivido in pieno quello che dice Ste. Gli O999 hanno sempre suonato per loro stessi, in prima istanza. E' con il metro delle nostre percezioni, e anche dei nostri bisogni che scriviamo musica. In questo senso, essa diventa una modalità privilegiata per esprimere ciò che si ha dentro, non necessariamente rabbia. Poi, è chiaro, abbiamo anche molta voglia di condividere queste cose con chi ci sa ascoltare e apprezzare. E saremmo molto felici se la nostra musica arrivasse a più gente possibile!

Di cosa parlano i vostri testi e quali sono le principali fonti d’ispirazione che gli O999 raccolgono nella vita di ogni giorno?
STE: i testi parlano di emozioni e riflessioni quotidiane, piccole e grandi. Scriviamo quello che pensiamo e sentiamo, nulla di più.
DIEGO: come per quanto avviene con la musica, le liriche hanno un forte nesso con il nostro vissuto. Potremmo definirle “esistenziali”. Per Illusions Painted For Me Alone abbiamo preso a pretesto un Io narratore che ci serve a tenere il filo dell’intero lavoro, narrandone le stagioni dell’anima e associandole allo scorrere dei mesi. In generale teniamo molto ai nostri testi e vorremmo che chi ci ascolta cercasse di comprenderli con attenzione e trovarci il suo significato.

Esiste un modello musicale al quale vi ispirate nella ricerca di un particolare tipo di suono?
STE: no, anche se ovviamente tutto quello che ascolto e che mi piace finisce inevitabilmente in quello che scrivo.
DIEGO: idem, non riuscirei a definire un'ispirazione in particolare, ma solo una vasta gamma di influenze, che peraltro sono bene identificabili se si ascolta la nostra musica.

Il genere che proponete racchiude un livello di complessità non indifferente. Quanto è importante per i singoli membri del gruppo la pratica dello strumento a livello individuale?
STE: penso che la tecnica sia utile solo se viene vissuta come una risorsa per esprimere le proprie idee. Nel momento in cui la tecnica che hai non ti permette di esprimere ciò che vorresti, o se cadi nella ripetitività perché le tue dita o le tue corde vocali non ti permettono di andare oltre, allora è il caso di spostare un po’ più in là il sassolino e di dedicare un po’ di tempo alla tua ricerca personale.
DIEGO: la complessità della nostra musica è pari, credo, alla spontaneità e alla naturalezza con cui viene composta. L'unica cosa importante per noi è che le nostre doti tecniche (credo assolutamente nella norma) ci permettano di esprimerci sempre in questa maniera non mediata. Un mio amico (e talentuoso violinista), definisce questa dote “talento musicale”, differente, almeno in parte, dal puro “talento strumentale”. Del resto, non siamo nati come professionisti, per cui ci affidiamo, soprattutto a questo tipo di talento, nello scrivere musica.

Nella costruzione di brani così articolati gli Oblivion999 si affidano ad un compositore particolare, oppure la composizione è un processo che riguarda la band al completo?
STE: siamo coinvolti tutti, creazione dei riff a parte dove ognuno porta i propri. Ma il lavoro di arrangiamento e di assemblaggio, che prende la maggior parte del tempo, viene condiviso dall’intera band.

Il titolo dell’album, Illusions Painted For Me Alone, mi fa pensare ad un disco registrato con l’intento di soddisfare prima di tutto la propria creatività artistica, senza inchinarsi alle regole del mercato. Quanto è vero tutto ciò e quali obiettivi vi siete preposti per il futuro?
STE: verissimo. Ribadisco che il successo non è né un obbiettivo né uno strumento di autovalutazione. Questa è la musica che noi avremmo fatto comunque, anche se IP4MA fosse stato registrato con un microfono panoramico e fosse rimasto archiviato in una sperduta cartella del PC.
DIEGO: credo che in futuro cercheremo di tenere lo stesso tipo di atteggiamento, con l'obiettivo di migliorare sempre, sotto molti aspetti: la fluidità della musica, gli arrangiamenti, il sound in generale, le liriche, la collegialità della composizione... c'è sempre da migliorare!

Quanto dovremo aspettare per avere tra le mani il prossimo lavoro targato O999?
DIEGO: non vediamo l'ora di...fare diverse cose! Una di queste è riproporci a breve con qualcosa di nuovo.
STE: speriamo al massimo per il 2010. E’ un traguardo abbastanza realistico.

Quali sono le cose che vorreste modificare dell’ultimo album Illusions Painted For Me Alone, e qual è la direzione che avete intenzione di prendere in futuro?
STE: nonostante ne riconosca alcuni limiti io non credo che cambierei qualcosa, perché fondamentalmente mi piace così e quello che abbiamo fatto lo abbiamo fatto al massimo delle nostre possibilità. Anche se il mio è un giudizio di parte e i gusti sono opinabili. Questo è quello che sentivamo e come tale l’abbiamo registrato. E’ un disco sincero, davvero. Però se potessi tornerei a registrare le linee vocali e dedicherei qualche ora in più agli arrangiamenti. A livello musicale il futuro prevede invece una apertura verso stili che potremmo definire più rock, alla ricerca di una emotività ancora più godibile e diretta, pur senza snaturarci. Penso che tenderemo a scindere maggiormente gli aspetti d’atmosfera da quelli più aggressivi, ma continueremo a lavorare molto sugli arrangiamenti. Rimane comunque tutto ancora da vedere: per ora ci sono diversi pezzi iniziati ma nessuno è concluso, quindi mai dire mai.

Quanto è difficile al giorno d’oggi portare in giro per locali un genere musicale come quello proposto dagli Oblivion999?
STE: almeno qui da noi, molto. Il pubblico rispetto ad anni fa è minore e soprattutto molto poco curioso. E il nostro stile è forse troppo poco ortodosso per essere apprezzato se non si è curiosi.
DIEGO: e poi, almeno dalle nostre parti, c'è davvero scarso interesse nei confronti della musica dal vivo in generale, soprattutto da parte dei giovanissimi, segno che l'i-Pod generation è sempre più reclinata sul proprio ombelico e tende a rifuggire le emozioni che scaturiscono da ciò che è veramente umano.

Avete già qualche tipo di contatto con etichette e case di produzione/promozione?
STE: no, al momento nessuna. E non so quanto sarebbe salutare, a dire il vero. La promozione ci farebbe piacere…la produzione è sempre un’arma a doppio taglio, si sa.
DIEGO: nei prossimi mesi ci muoveremo in questo senso, ma abbastanza oculatamente. Siamo una band particolare sotto molti aspetti, il primo è quello della musica, ma non c'è solo quello. Se collaborazione dev'essere, allora essa deve comportare in primo luogo stima, libertà artistica e massimo rispetto di ciò che siamo. Non vogliamo essere presi per le palle da nessuno. Non credo la nostra sia un'utopia... sono quasi venti anni che ascolto metal, seguo gruppi, leggo interviste, e di gruppi cresciuti in una dimensione come quella che a noi sarebbe congeniale ne ho visti e sentiti molti.

Il vostro sogno nel cassetto.
STE: fare da headliner in un tour con Malmsteen…pensa a quanto ci rimarrebbe male…
DIEGO: per quanto mi riguarda, fare un tour che tocchi tutti e 5 i continenti. Vorrei vedere Ste che apre un concerto dicendo “Scream for me, Tokio!”.

In cosa saranno occupati gli Oblivion999 in questo 2009?
STE: completare la formazione, raggiungere una forma smagliante per suonare dal vivo, continuare a lavorare sul materiale nuovo, e infine trovare un posto dove suonare che sia adatto alle nostre esigenze e dove si possa allestire uno studio di registrazione. Ci piacerebbe autoprodurre il nostro prossimo lavoro, ma le difficoltà sono parecchie. Ad ogni modo come vedi di cose da fare ce ne sono più che a sufficienza…



IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Oblivion999
ARTICOLI
26/02/2009
Intervista
OBLIVION999
Parla la band
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]