Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Destrage
The Chosen One
Demo

E.G.O
Everything Goes On
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/06/19
BLOODY HAMMERS
The Summoning

26/06/19
H.E.A.T
Live at Sweden Rock Festival

26/06/19
ROB MORATTI
Renaissance

27/06/19
ORDER OF THE EBON HAND
VII: The Chariot

28/06/19
HOLY TIDE
Aquila

28/06/19
TURILLI/LIONE RHAPSODY
Zero Gravity (Rebirth And Evolution)

28/06/19
HE IS LEGEND
White Bat

28/06/19
DREAMS IN FRAGMENTS
Reflections Of A Nightmare

28/06/19
DENIAL OF GOD
The Shapeless Mass

28/06/19
VICTIMS
The Horse And Sparrow Theory

CONCERTI

25/06/19
LACUNA COIL + DAWN OF MEMORIES
PARK NORD STADIO EUGANEO - PADOVA

25/06/19
FLOGGING MOLLY + DESCENDENTS
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

25/06/19
CANNIBAL CORPSE + SADIST
Parma Music Park c/o Villa del Fulcino - Parma

27/06/19
SLIPKNOT + AMON AMARTH + TESTAMENT + TRIVIUM + LACUNA COIL + ELUVEITIE + GUESTS TBA
ARENA PARCO NORD - BOLOGNA

27/06/19
ELUVEITIE
SONIC PARK - BOLOGNA

27/06/19
KADAVAR (GER) + THE OBSESSED + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

29/06/19
GODS OF MEL
LOCALITA' PIAN DEL TORO - MEL (BL)

02/07/19
KISS
IPPODROMO SNAI SAN SIRO - MILANO

04/07/19
CROWBAR + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

05/07/19
ROCK THE CASTLE (day 1)
CASTELLO SCALIGERO - VILLAFRANCA (VR)

ARTILLERY - Quando la morte arriva
19/07/2009 (2143 letture)
Andrea "Coconuts Blood" Pinto: Gli Artillery hanno appena dato alle stampe il nuovo album When Death Comes. Sei felice del risultato ottenuto?
Søren: Sono molto felice del risultato finale, sapevo che avevamo scritto alcune grandi canzoni ma che sarebbero diventate così efficaci non me lo aspettavo; sono veramente molto..molto felice!

Coconuts Blood: Hai avvertito qualche pressione mentre registravi il nuovo album?
Søren: In effetti c’è sempre la pressione ad essere il “nuovo” ragazzo che si è unito ad una gloriosa band. Realmente però non è stato così duro, so di aver dato il 100% in tutto ciò che ho fatto e sinceramente non si poteva chiedere di più.

Coconuts Blood: Qual è il concetto o il tema principale nei testi delle canzoni di When Death Comes?
Søren: Ho sempre scritto testi oscuri; il tema principale in questo album è la morte, il divenire vecchi ed avvicinarsi alla morte.

Coconuts Blood: Nel corso degli anni è cambiato molto il processo di composizione e registrazione dei brani da parte della band?
Søren: è cambiato nel senso che gli Artillery hanno un nuovo cantante, ed io lavoro differentemente dal precedente. Inoltre la maniera di registrare nel 2009 comparata a quella degli anni ’80 è dannatamente differente: oggi abbiamo più tecnologia avanzata.

Coconuts Blood: Se andiamo indietro nel passato, per esempio al periodo di By Inheritance, questo fu un incredibile album nella storia del thrash metal che riusciva a combinare aggressione, melodia, velocità con un incredibile tecnica. In When Death Comes, dove suona la stessa line up ad eccezione del cantante, avverto qualcosa di simile di quel groove, sei d’accordo?
Søren: Io cerco di non comparare il nuovo album con le vecchie produzioni degli Artillery, perchè è un nuovo inizio per la band: penso che si supporti da solo ed ha tutti gli ingredienti di un gran metal album. Io non uso le parole thrash metal, power metal, speed metal o qualsiasi altra categoria metal, odio etichettare la musica; per me esistono due forme di musica: buona e cattiva.

Coconuts Blood: Uniform, una canzone del demo Mind Factory datato 1991, è contenuta in questa release: è stata modificata?
Søren: Sì, lo è stata leggermente; fondamentalmente abbiamo usato la stessa struttura della canzone, ma abbiamo cambiato le linee vocali. Le parti vocali avevano toni troppo bassi così le ho cantate in maniera più alta rispetto alla versione del demo.

Coconuts Blood: Le ambizioni degli Artillery oggi sono molto differenti da quelle che potevate avere negli anni ’80? Avete particolari aspettative per il nuovo lavoro?
Søren: Ma, fondamentalmente la nostra ambizione è quella di divertirci in quello che facciamo, se così non fosse non ci sarebbe la possibilità di andare avanti. Certamente vorremmo vendere molti cd, fare tantissimi concerti ed incontrare i nostri fans, ma la cosa principale per gli Artillery oggi è di divertirsi e di stare bene tra di noi.

Coconuts Blood: Quali sono i vostri piani dopo la realizzazione dell’album? Andare in tour questa estate/autunno?
Søren: Esattamente!

Coconuts Blood: Cosa si devono aspettare i fans?
Søren: Una band che faccia scintille

Coconuts Blood: Quali fattori anno causato lo split della band dopo B.A.C.K.?
Søren: Non sono la giusta persona a cui fare questa domanda, poiché non ero nella band in quel periodo, ma credo che non vi era unanimità di intenti in quello che facevano.

Coconuts Blood: Quali sono le differenze della scena metal odierna se la paragoniamo a quella di 10 o più anni fa?
Søren: E’ più facile per le band oggi avere il controllo del proprio gruppo e fare le cose nella maniera che vogliono; è diventato più facile fare degli albums, e con internet tu puoi portare la tua musica alla persone più velocemente. L’altra faccia della medaglia è che le persone possono scaricare la tua musica gratis ma, in definitiva, non credo che la scena metal in particolare sia cambiata molto: le persone che vanno ai concerti sono ancora molto attaccati a questo tipo di musica e sono sempre i migliori fans del mondo.

Coconuts Blood: La scena thrash/speed metal , in particolare, è esplosa di nuovo, molte nuove “old school band” si sono formate e molte band degli anni ’80 si sono riformate. Qual è la tua idea a riguardo? E’ una seconda rinascita del metal targa ’80?
Søren: Ogni cosa si muove in circolo: ora è il turno degli anni ’ 80 a tornare in auge; sono sicuro che tra un paio di anni sarà il revival del grunge. Ma si ritorna in auge solo se il tuo ultimo album è soddisfacente, perché se tu non riesci a fare più della gran musica, le persone se ne accorgeranno e non compreranno il tuo album e non ti supporteranno.

Coconuts Blood: Quale tipo di thrash metal preferisci: europeo o americano? Fai qualche nome di bands e qualche riflessione su di loro…
Søren: Ehmmmmmmmm… come ho detto prima, io non suddivido la musica in questa maniera. Ascolto molti generi differenti di musica: nelle mie radici ci sono Sabbath, Maiden, Priest, Kiss, Lizzy, Rainbow, Ufo etc. etc. Slayer, Metallica, Testament sono ancora i miei preferiti. Alcune nuove bands che mi piacciono sono: In flames, Soilwork, Hatebreed e molta roba punk rock come i Rise against and Social distortion (che ovviamente non sono una nuova band).

Coconuts Blood: Sei sorpreso da tutto l’interesse che la vostra reunion ha generato?
Søren: Sì, è stato irresistibile e sorprendente.

Coconuts Blood: Come sono i rapporti e l’atteggiamento fra i membri della band in questa seconda incarnazione degli Artillery?
Søren: I rapporti tra di noi sono eccellenti, altrimenti non avremmo potuto fare quello che abbiamo fatto.

Coconuts Blood: Quando hai iniziato la tua carriera di cantante e quali sono state le tue maggiori influenze?
Søren: Ho iniziato a cantare quando avevo cinque anni…cantavo a me stesso per addormentarmi. Le miei influenze sono: Dio, Halford and Dickinson.

Coconuts Blood: Tu hai fatto parte di alcune bands prima degli Artillery, come i Starrats e i Crystal Eyes. Puoi dirci qualcosa a riguardo?
Søren: Con gli Starrats ho fatto due album, era una hard rock band con elementi metal e punk; anche con i Crystal Eyes ho fatto due album, ma era una classica band di heavy metal; ho anche fatto due album con una band italiana chiamata Twin Spirit: c’erano dei musicisti molto talentuosi all’interno.

Coconuts Blood: Quando hai ascoltato per la prima volta gli Artillery? Cosa si prova a farne parte ora?
Søren: Li ho ascoltati per la prima volta negli anni ’80 ma a quel tempo non avevo molto interesse per il gruppo. Mi sento benissimo a far parte del gruppo e per qualche ragione mi sembra che ora siamo più forti di sempre.

Coconuts Blood: Qual’è il tuo album preferito degli Artillery?
Søren: When death comes… (risata...!) Sorpreso?! L’ultimo album che tu fai è spesso il più vcino al tuo cuore e questo è il motivo.

Coconuts Blood: Cosa ne pensi del precedente cantante, Flemming Rönsdorf?
Søren: Penso che sia un buon cantante e nei primi tre album degli Artillery ha fatto delle buone cose; alcune delle cose che ha fatto a me non piacciono ma dipende solamente dai gusti personali. Come frontman ho visto solamente alcuni video e non mi ha impressionato particolarmente…a parte questo per il momento non ho altri commenti da fare al riguardo.

Coconuts Blood: Puoi parlarci della tua prima audizione con il gruppo?
Søren: Non è stata fantastica… il suono era schifoso e la band era un po’ arrugginita, ma ciò nonostante c’era una gran feeling nell’aria.

Coconuts Blood: La prima release della band con te alla voce è stata il dvd live One Foot In The Grave, The Other One In The Trash. Sei soddisfatto della tua performance lì?
Søren: In realtà no, era la terza volta che suonavo con loro e per questo nessuno di noi era agli standard in cui siamo oggi. L’unica cosa buona dello show e che c’era un buona energia ma la performance è stata scarsa.

Coconuts Blood: Come è stato suonare al Metalmania Festival nel 2008? Hai qualche aneddoto divertente riguardo lo show o le altre bands?
Søren: (Ha cambiato espressione)… passo alla prossima…

Coconuts Blood: Cosa si prova a tornare a suonare dopo tanti anni? Come è stata la reazione del pubblico agli Artillery?
Søren: La reazione del pubblico è stata incredibile fin dal primo giorno. Ricordo il nostro pirmo concerto che fu ad Århus, Danimarca, in un happening chiamato Metal Royale Festival… noi suonavamo appena prima dei The Haunted. Il pubblico ha iniziato ad urlare Artillery!! Dopo che abbiamo finito di suonare abbiamo capito che avremmo dovuto continuare a fare questo.

Coconuts Blood: A questo punto ti ringrazio per aver speso del tempo con Metallized. Noi ci auguriamo di vedere gli Artillery in Italia molto presto per qualche show. Vuoi aggiungere qualcos’altro?
Søren: Sicuramente verremo. Grazie per il vostro supporto ed un grande Ciao... ciao... ciao a tutti i bangers italiani.



Khaine
Lunedì 20 Luglio 2009, 12.54.27
3
LOL immaginavo che lo chiedessi per quel motivo però poteva comunque rispondere....
coconuts blood
Lunedì 20 Luglio 2009, 12.17.23
2
...ho visto la loro perfomance al metalmania in dvd e in effetti è davvero poco convincente..ma forse ci saranno stati altri problemi....chissà..rimaniamo con il dubbio!!
Khaine
Domenica 19 Luglio 2009, 19.30.03
1
Chissà come mai non ha risposto alla domanda sul metalmania...
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Soren
RECENSIONI
75
76
74
80
80
95
78
80
ARTICOLI
12/10/2017
Live Report
ONSLAUGHT + ARTILLERY + CHRONOSPHERE + EXARSIS
Dagda Live Club, Retorbido (PV), 06/10/2017
26/04/2011
Intervista
ARTILLERY
La voce e la storia del thrash metal europeo
19/07/2009
Intervista
ARTILLERY
Quando la morte arriva
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]