Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Summoning
With Doom We Come
Demo

Steven Wilson
Last Day of June
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

19/01/18
MAGNUM
Lost On The Road To Eternity

19/01/18
ARKONA
Khram

19/01/18
UNSHINE
Astrala

19/01/18
FACELESS BURIAL
Grotesque Miscreation

19/01/18
WALKING PAPERS
WP2

19/01/18
OF MICE & MEN
Defy

19/01/18
XENOSIS
Devour and Birth

19/01/18
RISE OF AVERNUS
Eigengrau

19/01/18
VERHEERER
Maltrér

19/01/18
DEATHLESS LEGACY
Rituals of Black Magic

CONCERTI

17/01/18
ARCH ENEMY + WINTERSUN + TRIBULATION + JINJER
ALCATRAZ - MILANO

17/01/18
KREATOR + VADER + DAGOBA
ZONA ROVERI - BOLOGNA

20/01/18
BANCO DEL MUTUO SOCCORSO + HAMNESIA + LA STANZA DI IRIS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

20/01/18
FATES WARNING + METHODICA
LEGEND CLUB - MILANO

20/01/18
VEXOVOID + EXPLORER + SHENANIGANS
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

20/01/18
AMRAAM + A TASTE OF FEAR + TRACTORS
ALVARADO STREET - ROMA

20/01/18
SAIL AWAY + GUESTS
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

20/01/18
RAW POWER + TRUTH STARTS IN LIES
BE MOVIE - SANT'ILARIO D'ENZA (RE)

20/01/18
ALEA JACTA + METHEDRAS + CRUENTATOR
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

21/01/18
FATES WARNING + METHODICA
ORION - CIAMPINO (RM)

NAPALM DEATH + CRIPPLE BASTARDS - Rock Planet, Pinarella di Cercia (RA), 03/10/2009
20/10/2009 (3373 letture)
Per vedere i Napalm Death farei di tutto.
Anche un doppio coast-to-coast da un lato all'altro dell Nord-Italia nel giro di 18 ore. La mia storia parte infatti di Sanremo, ridente (?!?) città della Riviera Ligure, attorno alle 14 di sabato 3 ottobre; la nostra -quella per cui immagino abbiate aperto questa pagina- ha inizio invece a Pinarella Di Cervia, 550km e 5 ore e mezza dopo.

È infatti attorno alle 20 che parcheggio finalmente la macchina a qualche metro dal Rock Planet, il locale in cui è previsto il concerto, e mi accingo coi miei amici a mettermi in coda; giunto davanti alle porte un dubbio mi assale: avranno annullato il concerto? Avrò sbagliato data?
Il locale è infatti totalmente chiuso e di fronte non c'è anima viva, ma una breve perlustrazione che ci permette di trovare la porta sul retro e scorgere la strumentazione dei Cripple Bastards fuga ogni dubbio. La gente però tarderà ancora ad arrivare, e rimarrà, fino all'apertura e oltre, troppo poca rispetto alla portata dell'evento.

Ad ogni modo, una volta entrato, mi posiziono tra le primissime file, pronto psicologicamente e fisicamente -meno, molto meno, come dimostreranno contusioni varie- all'inizio del massacro, che arriva puntualmente con l'entrata sul palco dell'opener:

CRIPPLE BASTARDS
Si pregano criticoni vari, puristi e perbenisti di allontanarsi, entrano i Cripple Bastards.
Esperte e navigate bestie da spettacolo, i quattro connazionali mettono in piedi un devastante concentrato di odio e rabbia, fulcro della loro proposta hardcore/grind che punta in egual modo su testi e brani diretti, espliciti, violentissimi.
I nostri conterranei mantengono infatti alta la loro fama di macchine da live: sul palco sono precisi come su album, travolgenti come su album, ma molto, moltissimo, infinitamente più cattivi; il singer Giulio The Bastard è trascinante e perfetto nell'esecuzione ora dei pezzi più hardcore ora di quelli più metal, sui quali abbandona il tono in scream per utilizzare altri registri ugualmente convincenti (spettacolare la sua prestazione nella fantastica Stupro e Addio). Il bassista Schintu The Wretched è il suo perfetto compagno per quanto riguarda la presenza scenica: il modo in cui coinvolge il pubblico con le sue pose e il suo continuo sporgersi dal palco costituisce è un getto di benzina sul fuoco di un pogo di inaudita violenza. Più compassati, ma tecnicamente ineccepibili, i due compagni Der Kommissar e Al Mazzotti.
In generale lo spettacolo dei nostri non mostra il minimo punto debole, sfiorando la perfezione sotto ogni aspetto: le canzoni sono eseguite in maniera perfetta, la reazione del pubblico è di quelle che, immagino, ogni musicista vorrebbe, e il numero di pezzi in scaletta è sufficientemente alto, anche se su questo punto viene da recriminare su alcuni brani mancanti, come i classicissimi Morte Da Tossico e Bomb Abc No Rio, ma anche qualcosa dal nuovo album come Spirito Di Ritorsione, che in sede di intervista lo stesso Giulio aveva dichiarato come uno dei suoi preferiti.
Terminata la descrizione dell'aspetto prettamente musicale, vorrei spendere ancora qualche parola su quello umano: a fronte di un atteggiamento scenico da "duri", i Cripple Bastards fuori dal palco si rivelano invece persone molto umili e disponibili; dopo il concerto le si vedrà infatti fermarsi a parlare coi fan, fuori a fumare una sigaretta, o in disparte a seguire il concerto dei Napalm Death come tutti gli altri; questo dovrebbe far ragionare molte band, di livello ben più locale di loro, che si credono superiori a chiunque e spesso, suonando in serate con altri gruppi, non si fermano neanche ad ascoltarli. Polemica (per quanto piccola) chiusa.

NAPALM DEATH
Giusto il tempo di fare un rapido controllo delle proprie condizioni fisiche -se becco chi mi ha fatto andare in bagno sanguinante al naso facendomi perdere Misantropo A Senso Unico...- e di sorbirsi un breve soundcheck e i Napalm Death entrano sul palco con le note di Strong-Arm. Descrivervi il delirio nato sotto al palco è impresa quasi impossibile, ma posso farvi un semplice paragone: confrontato a questo, quello dei Cripple Bastards, uno dei più devastanti che mi ricordi, scompare quasi. Lo show della band britannica è infatti un esplosivo concentrato di rabbia difficilmente esprimibile con parole umane, ragion per cui mi scuso anticipatamente se non riuscirò a rendere l'atmosfera del concerto.
Forti di suoni ben bilanciati e potentissimi -sui primissimi colpi di batteria io, davanti alle casse, mi sentivo quasi spostare- i Napalm Death condensano in una scaletta di quasi venti pezzi la summa del loro sound potente ed aggressivo: dalle leggendarie Scum, From Enslavement To Obliteration alla furibonda On The Brink Of Extinction i quattro sfoderano una prestazione perfetta; Mark "Barney" Greenway è dinamite allo stato puro, autore di una prova sorprendente per potenza e cattiveria, alla faccia dei suoi quarant'anni d'età; il mitico Shane Embury non sbaglia un colpo e dimostra anche una buona presenza scenica, come del resto i suoi compagni Herrera -quando si parla di batteria la presenza scenica può sembrare una stupidata, ma il tocco, la teatralità dei movimenti, insomma il coinvolgimento si vedono- e Harris, come sempre di ottimo supporto al microfono per le backing vocals. Come già annunciato, devo comunque dire che ritengo che parte del successo della band sia dovuta all'ottima accoglienza che lo scatenato -seppur non numerosissimo- pubblico le ha riservato: durante lo show le prime file erano l'inferno in terra; ripetuti stage diving incrociati con anche due o tre persone contemporaneamente sul palco, un moshpit devastante che schiaccia la prima fila sul palco mettendo in serio pericolo le casse spia del gruppo -che finiscono per muoversi lungo tutto il palco prima che qualche roadie le sistemi- e procurando vari scontri "testa di uno del pubblico"/"ginocchio di Barney". Come divers più accaniti si giocano il titolo un non proprio longilineo ragazzo che mette a dura prova le leggi di gravità e il bassista dei Cripple Bastards, che con una foga senza pare incita il pogo riservandosi anche di salire sul palco a cantare con Barney un pezzo di Nazi Punks Fuck Off.
Insomma, chi ancora di voi non ha assistito ad un concerto dei Napalm Death sa ora di dover assolutamente rimediare: qua si parla di storia senza pari, ma da parte di una band ancora in forma come se fosse composta da giovanissimi, con la voglia di divertire e divertirsi insieme ai propri fan più sfegatati. Pollice alto per i Napalm Death, monumento vivente al metal!

You Suffer
But Why?



PS: Si, ovviamente l'hanno fatta.



Alex Ve
Venerdì 23 Ottobre 2009, 13.45.39
8
I miei complimenti a Nikolas per il report
hm is the law
Venerdì 23 Ottobre 2009, 8.49.19
7
Il concerto di Roma è stato davvero strepitoso: una band in forma ed un pogo da paura. Una nota di merito anche per i Cripple Bastards ottima apertura dello show e grande grind/hardcore metal cantato in italiano. Un saluto ad Alessio e Tiziano che quella sera stavano con me!
Ghenes
Mercoledì 21 Ottobre 2009, 14.25.00
6
...questo report aumenta in me l'incazzatura per non averli ancora visti dal vivo. GRIND ON)))
Alessio
Mercoledì 21 Ottobre 2009, 8.54.26
5
Napalm Death... probabilmente una delle più belle realtà del panorama estremo! Grandissimo report!!! io li ho visti una marea di volte live, e non mi stancherò mai di andare ai loro live!!! NAPALM DEATH!!! NAPALM DEATH!!! NAPALM DEATH!!!
Fulvio
Mercoledì 21 Ottobre 2009, 1.49.12
4
Giulio Baldizzone e' un ragazzo tranquillissimo. Sono andato con lui a scuola alle superiori. Non se la tira per nulla e parla con tutti.
Khaine
Martedì 20 Ottobre 2009, 19.09.45
3
Beh onore al merito, sicuramente. D'altra parte la passione è il vero motore della musica, e la passione vera è sempre collegata ad una mente aperta e disponibile...
Nikolas
Martedì 20 Ottobre 2009, 19.08.26
2
Si guarda serata davvero incredibile, un po' di meno il ritorno (siamo ripartiti subito e mi sono fatto altre 6 ore di auto per arrivare a casa alle 8 di mattina beccandomi pure la nebbia ). Riguardo a quello che ho scritto sui CB, è che proprio mi è saltata palesemente all'occhio la differenza tra loro e molte band locali che ho avuto modo di vedere e che in confronto a loro sono dei nessuno... i CB hanno ormai vent'anni di storia, sono in tour con una band del calibro dei Napalm Death, eppure li vedi parlare con tutti, fermarsi a discutere di questo o quel pezzo, magari al bar davanti ad una birra.. sono comportamenti che molti dovrebbero imparare da loro secondo me
Khaine
Martedì 20 Ottobre 2009, 19.02.46
1
Dev'essere stata una serata magnifica! Giusta l'osservazione posta in chiusura dei CB.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Il volantino dell'evento
ARTICOLI
20/10/2009
Live Report
NAPALM DEATH + CRIPPLE BASTARDS
Rock Planet, Pinarella di Cercia (RA), 03/10/2009
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]