Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Iamthemorning
The Bell
Demo

Break Me Down
The Pond
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/10/19
PLATEAU SIGMA
Symbols - The Sleeping Harmony of the World Below

25/10/19
DOUBLE CRUSH SYNDROME
Death To Pop

25/10/19
CREST OF DARKNESS
The God Of Flesh

25/10/19
DAWN RAY`D
Behold Sedition Plainsong

25/10/19
STEVE HACKETT
Genesis Revisited Band & Orchestra: Live at the Royal Festival Hal

25/10/19
NIGHTGLOW
Rage of a Bleedin’ Society

25/10/19
LEPROUS
Pitfalls

25/10/19
MAYHEM
Daemon

25/10/19
ENEMYNSIDE
Chaos Machine

25/10/19
DICTATED
Phobos

CONCERTI

22/10/19
CELLAR DARLING + FOREVER STILL + OCEANS
LEGEND CLUB - MILANO

23/10/19
FOLKSTONE
ORION - ROMA

23/10/19
PINO SCOTTO
MOB CLUB - PALERMO

25/10/19
MACHINE HEAD
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

25/10/19
INTER ARMA
LIGERA - MILANO

25/10/19
ARBORES AUTUMNALES FESTIVAL
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

25/10/19
FOLKSTONE
VIPER THEATRE - FIRENZE

25/10/19
HELLRETIC + BRVMAK
500CAFFE' - PIEDIMONTE S. GERMANO (FR)

26/10/19
DESTROYER 666 + ABIGAIL + DEAD CONGREGATION + GUESTS
MU CLUB - PARMA

26/10/19
MACHINE HEAD
HALL - PADOVA

SUBHUMAN - Pane e thrash metal
18/11/2009 (2538 letture)
Oggi vi presentiamo una delle realtà più promettenti del panorama death/thrash italiano. Reduci dal ben accolto Profondo Rozzo, ecco a voi i Subhuman

Agent Orange: Benvenuti sulle pagine di Metallized! Come da tradizione, inizio chiedendovi di tracciare per i nostri lettori un breve profilo dei Subhuman e della loro storia.
Subhuman: Saluti a te Nikolas e a tutti i lettori di Metallized! I Subhuman esistono dal 2001, ma inizialmente sia come line up che come ‘intenti’ erano totalmente diversi da quelli che sono adesso: siamo infatti partiti come cover band delle più grandi Thrash Metal bands di 20 anni fa (Slayer, Testament, Metallica, Megadeth ecc) per poi arrivare un paio di anni dopo a comporre roba nostra e pubblicare a fine 2004 il primo demo “Delirio n° 1”. Quel cd fu totalmente autoprodotto e conteneva 6 tracce di Thrash veloce e bastardo arricchito da elementi più brutali e moderni e da un cantato completamente in italiano. “Delirio n° 1” ebbe un grande successo di critica e ci permise di farci conoscere e di mantenere una costante attività live, culminata con la presenza all’Evolution Festival dello scorso anno. Poi, dopo diversi cambi di formazione, alla fine del 2008 abbiamo registrato il primo full-lenght “Profondo Rozzo”, uscito poche settimane fa attraverso la label canadese Maple Metal Records. Le recensioni stanno andando veramente benissimo sia in Italia che all’estero, quindi direi che non ci possiamo davvero lamentare…

Agent Orange: L'inizio della vostra storia risale a molto tempo fa ma il vostro primo full-lenght è fresco di pubblicazione. Quali sono state le maggiori difficoltà incontrate negli anni per giungere finalmente ad un contratto discografico?
Subhuman: Il problema principale non è stato ottenere un contratto (che comunque non è stato cosa semplice), ma tirare su una band capace di ottenerlo ehehehe... E’ negli anni che la band è passata dal gruppetto di amici che suonavano ogni tanto per divertirsi, alla pubblicazione del demo fino ad arrivare al primo full leght. A tutto aggiungi una marea di cambi di formazione e una grande pignoleria compositiva ed ecco che riuscirai a spiegarti tutto questo tempo…

Agent Orange: Da quali band siete maggiormente influenzati nel vostro sound? A sentire “Profondo Rozzo” vi si immagina cresciuti a pane e thrash/death metal.
Subhuman: Il Thrash di Slayer, Testament e Overkill e il Death di Morbid Angel, Cannibal Corpse e Malevolent Creation sono le nostre influenze principali, inutile negarlo. Ciò nonostante non siamo una band “anacronistica”: pur restando ancorati ad un certo modo di fare musica estrema, cerchiamo comunque di avere un piglio moderno sia nell’esecuzione dei pezzi, sia nei suoni. Thrash-Death per il nuovo millennio, insomma… AHAHAHAH!

Agent Orange: Come funziona il processo compositivo all'interno della band? Chi lavora sui testi?
Subhuman: Il processo compositivo è molto semplice: io arrivo in sala con la canzone praticamente completa, i miei compagni ci mettono del loro per gli arrangiamenti e alla fine il tutto viene passato a Zula (il nostro cantante) che compone pattern vocali e testo.

Agent Orange: Sempre riguardo ai testi, da cosa traete ispirazione? Mi è sembrato di vederli molto "eterogenei", passando da canzoni come Nata Troia a Mafia.
Subhuman: Vista l’eterogeneità che tu hai giustamente citato, non è facile rispondere a questa domanda in maniera precisa: Zula scrive i suoi testi prendendo ispirazione da qualunque cosa lo circondi, sia che si tratti di argomenti seri come i combattimenti clandestini tra cani, sia che si tratti di argomenti più frivoli come il celebre provino della pornostar Laura Panerai. In molti casi il tutto viene poi filtrato dalla sua mente che lo porta a scrivere delle “storielle” davvero curiose…

Agent Orange: L'attività live riveste sempre molta importanza nelle giovani band; in particolare la vostra è stata notevole, portandovi anche a suonare all'Evolution. Che rapporti avete col pubblico? Quanto conta per voi il settore live?
Subhuman: I Subhuman esistono per suonare dal vivo. E’ quello che ci ha spinto ad andare avanti con la band, tanto che anche i nostri pezzi stessi sono composti e studiati per “funzionare” in sede live. Molte volte si devono fare i conti con disagi tecnici e organizzativi, location improvvisate, suoni terribili, rimborsi spese ridicoli e scarsa professionalità ma alla fine non ce ne frega un cazzo: stare sul palco a suonare la propria musica è bellissimo, quindi non ci facciamo scoraggiare. A differenza di altre band che tendono a prendersi troppo sul serio, a noi piace pensare al nostro concerto come a una festa: non ci impegnamo solo a suonare e fare i cattivi, ma cerchiamo anche di far divertire il nostro pubblico coinvolgendolo il più possibile. Venite a vederci qualche volta, avrete un’idea di cosa intendo…

Agent Orange: Andiamo a parlare del vostro disco "Profondo Rozzo": siete soddisfatti del risultato? Come è stata la reazione di pubblico e critica?
Subhuman: Siamo soddisfattissimi, è venuto fuori proprio come lo volevamo: canzoni varie ma sempre devastanti e “orecchiabili”, suoni puliti e potenti senza essere strapompati come quelli della roba che va tanto di moda ora, ottima prestazione tecnica della band. Il disco è uscito da poco, ma le recensioni come ti dicevo prima sono veramente ottime sia in Italia che all’estero: e questa non è cosa da niente, visto che cantando in italiano non è così difficile dar vita a pregiudizi negativi. Anche la gente che per adesso ha comprato il disco è entusiasta ed ha apprezzato l’enorme passo in avanti che c’è stato dakl pu valido “Delirio n°1”. Tutto sta procedendo alla grande insomma.

Agent Orange: Come vi siete trovati a lavorare con la Maple Metal? Non è dura lavorare con un'etichetta di oltreoceano?
Subhuman: Per adesso ci stiamo trovando benissimo: La Maple Metal crede nella nostra musica e fa del suo meglio per promuoverci e aiutarci, quindi non ci possiamo certo lamentare. I problemi dovuti alla lontananza alla fine sono relativi, visto che internet ti permette di accorciare facilmente le distanze.

Agent Orange: Rimaniamo sul tema etichetta: il fatto di averne scelta una canadese può essere interpretato come una scarsa fiducia nella situazione italiana? Cosa pensate dell'underground nostrano e dell'appoggio di aziende e media?
Subhuman: Nessuna scelta a monte e nessuna esterofilia. Semplicemente abbiamo mandato il promo a centinaia di etichette, la Maple Metal ci ha fatto l’offerta migliore e noi abbiamo firmato per loro. L’underground nostrano è valido e sicuramente non mancano le band che meritano. Non ho altrettanta stima invece delle sedicenti agenzie che chiedono (tanti) soldi alle band promettendo mari e monti: diffidatene, sono truffe.

Agent Orange: Il genere che proponete, pur essendo ancora tenuto in vita da numerose band, deve sempre difendersi da suoni più moderni e dal rischio di chiudersi nella tradizione. Pensate che per il thrash ci sia ancora spazio nel 2009?
Subhuman: La quantità di Thrash Metal bands che stanno infestando la scena e che hanno stesse canzoni, stessi testi, stesse copertine e stesso look delle vecchie glorie della Bay Area sembrano dare una risposta affermativa alla tua domanda. Come ti ho detto prima però noi non vogliamo fare un semplice revival come queste bands: pur restando ancorati alla tradizione, cerchiamo di non chiuderci in essa e di avere un sound moderno e più possibile personale…

Agent Orange: Quali progetti avete al momento? Avete già in mente qualcosa per il futuro o al momento vi dedicherete alla promozione live di Profondo Rozzo?
Subhuman: Ci stiamo dedicando ovviamente alla promozione di “Profondo Rozzo” e ai live, ma allo stesso tempo stiamo anche componendo i primi pezzi per il secondo disco. Non abbiamo intenzione di far passare altri 4 o 5 anni prima di pubblicare qualcos’altro…

Agent Orange: Dato che questo è uno spazio tutto nostro, realizziamo virtualmente qualche desiderio attraverso una serie di domande a bruciapelo: Vi arriva una telefonata: avete l'occasione di scegliere una band con cui fare un tour mondiale, voi scegliete... ?
Subhuman: SLAYER!!!!

Agent Orange: Potete scegliere di partecipare ad un prestigioso festival metal, dove andate?
Subhuman: Wacken, ovviamente.

Agent Orange: Un'artista che vi piacerebbe avere ospite sul vostro prossimo disco?
Subhuman: Colin Richardson dietro alla consolle.

Agent Orange: Ok ragazzi, l'intervista è finita, a voi lo spazio per un ultimo messaggio per tutti i nostri lettori!
Subhuman: Grazie a te per lo spazio e a voi lettori per aver letto questa intervista. Invito tutti a visitare la nostra pagina  http://www.myspace.com/subhumanweb e, se la nostra musica vi piace, a procurarvi una copia di Profondo Rozzo. Vi prometto che non ve ne pentirete… HORNS UP!!!




IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Subhuman
RECENSIONI
73
90
ARTICOLI
18/11/2009
Intervista
SUBHUMAN
Pane e thrash metal
15/10/2006
Intervista
SUBHUMAN
Parla Matteo
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]