Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Claudio Canali, impareggiabile front-man
Clicca per ingrandire
Branchini, Gnecchi, Banfi, Mainetti, Canali, Cossa
Clicca per ingrandire
Al Festival rock di Genova
Clicca per ingrandire
Artwork del primo omonimo LP
Clicca per ingrandire
Artwork per "Il Tempo della Semina"
Clicca per ingrandire
Baffo Banfi con un'inguardabile tutina !!!
Clicca per ingrandire
Biglietto al Palasport di Lugano
Clicca per ingrandire
Claudio Canali
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
HOUSTON
III

CONCERTI

18/11/17
EXTREME NOISE TERROR + GUESTS
CSO RICOMINCIO DAL FARO - ROMA

18/11/17
HELLOWEEN
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

18/11/17
BE THE WOLF + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

18/11/17
MORTUARY DRAPE + SULFUR + PRISON OF MIRRORS
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

18/11/17
CELESTIA + IMAGO MORTIS + BLAZE OF SORROW
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

18/11/17
HAVENLOST + DISEASE ILLUSION
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

18/11/17
ANIMAE SILENTES + VORTIKA
MOLIN DE PORTEGNACH - FAVER (TN)

18/11/17
DOMINANCE + CRISALIDE
BE MOVIE - SANT'ILARIO D'ENZA (RE)

18/11/17
UNMASK + KILLING A CLOUD
TEATRO LO SPAZIO - ROMA

19/11/17
CRIPPLED BLACK PHOENIX + EARTH ELECTRIC + JONATHAN HULTEN
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

JURASSIC ROCK - # 15 - II ritorno del "Biglietto per l'Inferno"
20/12/2009 (6899 letture)
Con i potenti mezzi messi a disposizione dal gruppo TNT-Metallized.it, il sottoscritto Cariatide-Richard coadiuvato da Alan Ford-Giasse, da Grunf-Khaine con la complicità di Bob Rock-Raven è riuscita a carpire i segreti della più grande prog-band di culto degli anni “70, che se la batteva ad armi pari con la PFM, il Banco o Le Orme, autori di un unico, ricercatissimo ellepi (l'ho dovuto ricomperare on-line in Korea) e di performance live consegnate alla storia, alcune delle quali talmente surreali, che, se non fossi stato personalmente presente, avrebbero finito per essere bollate come leggende metropolitane; ma andiamo con ordine...

TUTTO EBBE INIZIO
...all'alba degli anni '70 due gruppi lecchesi (nda: Lecco, ridente paesino manzoniano...) si contendono a colpi di Deep Purple, Black Sabbath e Led Zeppelin i fans e i pochi locali a disposizione nella zona. Si trattava dei Gee del tastierista “Baffo” Banfi col batterista Gnecchi e il cantante Claudio Canali e dei Mako Sharks del bassista Branchini, del chitarrista Mainetti e del tastierista “Pilly” Cossa. “... Basta farsi la guerra, uniamoci e raddoppieremo i fans e i locali !!! ” grande idea nata il primo gennaio del 1972 e la stessa sera, senza prove e con una buona dose di incoscienza e di imprudenza eccoli debuttare all'Astrolabio di Magenta (MI). Ovviamente con grande successo perchè parte del repertorio era già comune e soprattutto perchè i ragazzi ci sapevano veramente fare. Sei mesi dopo eccoli sul palco del primo Festival Alternativo creato in Italia, il Be-In di Napoli; pura anarchia organizzativa su una pista di kart al Vomero ma grande entusiasmo e voglia di esprimersi che fu un'ottima vetrina per il gruppo e fruttò ai ragazzi l'ingaggio presso un'etichetta milanese, la Trident di Maurizio Salvadori oggi uno dei più importanti manager a livello mondiale.

Forte della mia 30nnale amicizia con i ragazzi, ho rintracciato il tastierista Baffo Banfi per sentire dalla sua viva voce come andarono le cose. Dalla chiacchierata ho scoperto poi di grosse novità in vista.
Difficile descrivere e far capire ora come abbiamo vissuto quel periodo perchè oggi il contesto culturale e musicale è infinitamete diverso. Comunque è stato entusiasmante come tutte le cose che si vivono a neanche vent'anni compiuti, nel modo migliore che si possano vivere cioè facendo quello che più ti piace e facendolo praticamente a tempo pieno con la sola preoccupazione di cercare di farlo meglio e il più possibile. Certo non è stato tutto facile anzi ci facevamo dei mazzi mostruosi tra locali, trasferte e quanto ci restava da fare nel poco tempo che non dedicavamo alla musica. E poi erano gli anni in cui c'era una evoluzione creativa a tutti i livelli sia musicale che tecnologica, per esempio io ho utilizzato uno dei primi MiniMoog analogici arrivati in Italia. Con i pochi mezzi a disposizione si era sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, di diverso, straordinario, veramente un periodo fantastico dal punto di vista creativo, devo dire che siamo stati fortunati. Non è durato molto, solo tre anni perchè noi nella nostra assoluta inattaccabile innocente provincialissima non capacità di mettere a buon frutto le nostre potenzialità, così come siamo nati siamo scomparsi dalle scene lasciando forse un alone di "leggenda": il Biglietto.

Spiega ai nostri lettori abituati all'atmosfera di plastica dei vari Gods, Wacken o Heineken com'era l'Italia dei concerti e dei festival...
Assoluta improvvisazione e quindi disorganizzazione alla massima potenza ma non era il catering, i fotografi, i metri di palco o l'impianto figo che ci importava. C'era un'atmosfera di sana convivialità, non c'erano camerini e quindi si stava tutti nell'erba dividendo il prato con Demetrio, con Mussida, con Pagani, con Battiato, con Camisasca, con Claudio Rocchi o Eugenio Finardi, con Elio D'Anna, con Vittorio De Scalzi, con il Banco e gli Area, con Alberto Camerini, si proprio lui che allora era un chitarrista della madonna... Nei primi festival pop, c’era un' atmosfera straordinaria, un feeling con il pubblico forse irripetibile. Adesso siamo abituati agli stadi pieni per i concerti. Ma allora erano dei veri eventi, e succedeva solo nei festival pop, le uniche grandi manifestazioni musicali disponibili. Il nostro primo festival come Biglietto per l'Inferno fu il Be-In di Napoli, ma partecipammo anche a quelli del Parco Lambro di Milano, Alpe del Vicerè di Lecco, al festival di Carpineto Romano, a Roma in Villa Borghese, Villa Doria Pamphili. C’erano decine di migliaia di giovani stesi sui prati, a perdita d'occhio. Erano veri e propri raduni, venivano da tutta Italia.

CONFESSIONE LIVE IN CONCERT


Nella vostra pur breve esistenza, avete degli aneddoti che ricordate con piacere...
La nostra stessa esistenza era un aneddoto!!! Comunque uno può essere il viaggio che facemmo in corriera fino a Roma per un Festival. Dovresti ricordarlo perchè c'eri anche tu, non tirarti fuori...(...lo ammetto, c'ero anch'io..) oltre agli Area, ai Jumbo, De De Lind, Angelo Carrara, ai Mad di Attilio Zanchi, Battiato e la sua band, Pholas Dactylus, Edoardo Bennato e band e tanti altri. Bene, ogni volta che ci fermavamo in Autogrill era una gara a chi aveva trafugato... ehm... espropriato più roba; Bennato “espropriava” solo lamette da barba, chissà perchè, Battiato solo libri, ma ricordo che vinceva sempre Paolo Tofani con grosse forme di Nocino, formaggio e pane per tutti!!!

Un'altro riguarda Mainetti sotto le armi. Mentre faceva il militare a Udine, Marco stava ascoltando “Per voi Giovani”, il top dei programmi musicali alla radio, insieme ad altri commilitoni. Pizzica qualche accordo alla chitarra quando sente una ragazza che chiede di mettere in onda “Confessione”. Entusiasmo tra i presenti perchè il pezzo era notissimo. Durante l’assolo di chitarra, uno si rivolge a lui e gli fa, scherzando: “Quello sa suonare, mica come te”. “Dici?”, gli risponde prontamente Marco “quello che senti sono io”. E per convincerlo risuona esattamente la parte di assolo.

Questo invece è da attacco cardiaco: Gnecchi alla guida e Claudio Canali dorme in macchina verso il sud, la macchina ha un guasto, Canali continua a dormire, arriva il carroattrezzi, si carica l'auto con i due sopra e Canali dorme ancora, Gnecchi piedi sul volante cerca di riposare, Canali si sveglia improvvisamente e urla a squarciagola: ..Gnecchi ma sei matto? Rimetti le mani sul volante, non vedi che stai andando veloce, sei pazzo... ? Ci vollero diversi minuti per tranquillizzarlo e fargli capire che l'auto era su un camion... Da infarto!!!

L'attività discografica ? Un grande unico ellepi consegnato alla storia...
I dischi allora li facevi se eri veramente bravo, le attrezzature non erano così alla portata di tutti, c'erano gli studi con il fonico in camice bianco che già metteva soggezione e comunque i dischi, gli ellepi, il caro vecchio vinile, allora si vendevano veramente, si passavano interi pomeriggi nei negozietti a incontrarsi, scambiarsi pareri, a scoprire il disco speciale. Noi abbiamo trovato nell'etichetta Trident di Milano il nostro sbocco e facemmo il primo ed unico disco ufficiale agli studi Regson. Il nostro primo omonimo fu un successo che dura tuttora visto che non passa settimana che qualcuno dall'Italia o, tantissimi, dall'estero mi chiedano notizie del disco e del gruppo.

Di certo è che brani come Confessione, Una Strana Regina o Il Nevare (neologismo inventato proprio da Canali per definire una lenta e fitta nevicata), hanno lasciato un segno indelebile anche oltre il genere hard-prog se ancora adesso sono nella mente e nei cuori di migliaia di appassionati.

Ricordate poi che avevamo come front-man, il cantante e autore dei testi Claudio Canali che definire solo un “personaggio” trovo sia molto riduttivo: un istrione, un incantatore di folle, uno stregone, un affabulatore, un commediante, un grande attore, un teatrante, un vero leader, un caro e sincero amico ancora adesso che da anni è Frate Eremita in Toscana.

FRATE CLAUDIO INCONTRA I VECCHI AMICI


CLAUDIO CANALI: CANTANTE E MOLTO ALTRO ANCORA
Claudio nasce a Molteno (Lc) l'1 settembre del 1952 da padre operaio e primo di quattro figli. Normali studi di meccanica poi il lavoro in uno stabilimento del lecchese e flicornista nella banda del paese. A 17 anni viene chiamato da Banfi come cantante nei Gee (il padre è sempre stato contrario, per il figlio preferiva un lavoro più “normale” ) dove Claudio, oltre che ad essere un grande cantante dotato naturalmente, dimostra la sua predisposizione allo spettacolo inscenando pantomime nelle canzoni e vestendosi sempre in maniera originale; capelli lunghissimi spesso a coprire gli occhi, viene chiamato “Cocker” da amici e fans e non tarda a farsi una propria nomea nel giro dei locali. La sua indole da “animale da palco” gli permette di interpretare in maniera originale un repertorio che va dai Deep Purple ai New Trolls tanto che le sue esibizioni nei Gee diventano dei veri e propri shows nello show. Formato il Biglietto, rispolvera i vecchi strumenti imparati nella banda flicorno, flauto (ma suona anche chitarra e basso) che usa regolarmente negli spettacoli creando così atmosfere particolari e originali. Non aveva un carattere forte ma era sempre pronto alla battuta e alla goliardata specialmente se si trattava di accalappiare ragazze (ne “fregò” una anche a me fuori dal Liceo Artistico di Bergamo, ancora mi brucia !!!) e soprattutto era creativo, fantasioso e curioso di nuove esperienze. Sciolto il Biglietto, per un certo periodo si propone come cantautore senza comunque lasciare tracce significative. Nel 1990 lascia il mondo industrializzato alle spalle per vivere secondo la regola di San Benedetto nell'Eremo di Minucciano-Lucca che da tempo contribuiva a restaurare e riportare all'antico splendore. La voce di Frà Claudio intona ora canti liturgici Gregoriani ed esprime la sua vena artistica nella poesia, nel disegno e nella scultura fra i silenzi dei monti della Lucchesia.

Perchè lo scioglimento e cosa faceste in seguito?
Siamo arrivati al 1975, avevamo registrato il secondo lp, sembravamo lanciatissimi. Quell’estate suonammo al Festival Pop di Lugano (nda. c'ero anch'io...eh eh eh ). La grande star era Kevin Ayers, ex chitarrista dei Soft Machine, con il suo super gruppo. Jacky Marti, organizzatore del Festival, ci presentò come la band emergente del pop italiano e trasmise più volte “Confessione” alla radio Svizzera. Il concerto fu un grandissimo successo tanto che un impresario locale, Freddy Honnegger, ci presentò il responsabile della Virgin al seguito di Kevin Ayers, prospettandoci addirittura un possibile contratto con la Virgin stessa. Questo episodio ci fece perdere un poco il senso della realtà. Rompemmo i rapporti con Cappellini, fino allora nostro manager, caro amico e confidente e ci legammo in esclusiva a Honegger che organizzò subito una breve tournée svizzera. Proprio in quel periodo ci fu la sostituzione di Fausto, partito per il servizio militare. E alla fine di quel tour, per altro soddisfacente sotto tutti i punti di vita, decidemmo di sciogliere il gruppo.

Si era rotto qualcosa, eravamo stanchi. Quella magia che ci aveva tenuto insieme stava svanendo rapidamente. C’erano stati i problemi con la Trident, la delusione per il secondo disco, “Il Tempo Della Semina”, che tardava ad uscire, l’aver lasciato Cappellini che per anni aveva creduto in noi, lo scoprire che Honegger ci stava sfruttando nonostante le apparenze. Dopo Fausto Branchini, anche Marco Mainetti ed io stavamo partendo per il servizio militare. Fatto sta che proprio al ritorno da quella tournée in Svizzera parcheggiammo il furgone appena entrati in Italia, ci guardammo in faccia tutti quanti e ci dicemmo basta.

Ognuno poi si dedicò ai propri interessi personali fino allora trascurati, qualcuno si è sposato, Claudio Canali in seguito ha trovato una sua dimensione nel silenzio e nella meditazione del convento di Minucciano, io ho continuato a fare dischi sperimentali sotto l'egida di Klaus Schulze/Tangerine Dreams trasferendomi addirittura a Berlino poi il ricordo e l'atmosfera dei miei laghi lombardi ha preso il sopravvento sulla umana e metereologica rigidità della terra Teutonica e sono tornato. Ho lavorato a lungo come fonico per Mina nei suoi studi (nda La Cattedrale) allestendo poi i miei studi personali (nda La Vetraia) dove opero tuttora.

UNA STRANA REGINA: CANZONE CAPOLAVORO


Vi siete poi rivisti negli anni a seguire?
Abbiamo mantenuto certi contatti anche perchè siamo tutti della stessa zona, a parte Claudio che si è trasferito appunto in Toscana dove risiede. Ogni tanto improvvisiamo delle session perchè alcuni di noi sono rimasti nel mondo musicale insegnando, gestendo circoli musicali e facendo musica folk o jazz, in particolare Mauro, batterista e Pilly Cossa, tastierista hanno condiviso il passaggio alle origini della musica che probabilmente era già nelle nostre matrici prog: il folk. A volte suoniamo ancora i vecchi e storici brani del Biglietto giusto per non perderci il gusto ma riarrangiati in chiave folk o jazz secondo del feeling del momento.

Alla fine abbiamo accarezzato l'idea di concretizzare un sogno di Pilly: riarrangiare i brani del Biglietto con una formazione folk-prog-rock... idea folle? Può darsi ma oggi la cosa è fatta. Dopo molto lavoro i cui frutti già si erano visti nel 2004 in occasione del dell'uscita del cofanetto del Biglietto in cui ci siamo ritrovati tutti per seguire il progetto, Cossa e compagni si presentarono al concerto-tributo organizzato per quell'occasione con una formazione che allora si chiamava Destabanda ma che già ti faceva saltare sulla sedia per il tiro che dimostrava. Oggi la formazione è modificata e i brani sono stati messi a punto, il risultato è straordinario e lo potrete sentire fra poco con l'uscita del CD e soprattutto con i concerti dal vivo che ricominceremo e nei quali farò parte anch'io. Ti dico una sola cosa; la formazione ha una cantante donna che viene dal jazz e dal teatro!! Non sbalordite cari amici del vecchio Biglietto, sentire per giudicare! Il gruppo ora esce con il nome di Biglietto per l'Inferno.Folk, non vuole essere la copia del vecchio Biglietto, è una nuova formazione che è maturata e cresciuta e che mantiene saldamente alcune caratteristiche della potenza del gruppo del '70 ma con momenti di grande raffinatezza ed eleganza dovuti all'apporto dei musicisti entrati nell'attivo del gruppo e agli strumenti acustici utilizzati, che hanno saputo evidenziare la bellezza e l'attualità dei brani concepiti da Claudio Canali più di 30 anni fa.

Cosa vi aspettate da questa riunificazione.
Ci proponiamo di fare molti concerti, forse come negli anni 70 , una nostra caratteristica, la nostra forza era “dal vivo” e cercheremo di fare lo stesso. Ci aspettiamo che i vecchi estimatori del Biglietto, insieme ad i nuovi, arrivino ad apprezzare quella che io ritengo sia una crescita di questa formazione attuale. Una cosa è certa non vogliamo rifare il Biglietto; chi pensa di venire a risentire la la nostra vecchia formazione, ascolti prima il CD, lo ascolti molte volte (più lo si ascolta più lo si apprezza) e poi decida se vedere un concerto arrangiato in un modo totalmente nuovo e sicuramente più attuale, se no è tempo e soldi sprecati.

Intorno a Natale è uscito il CD che si intitola "Tra l'Assurdo e la Ragione" anche titolo di un brano che porta la firma di Claudio Canali ma rimasto inedito e che rappresenta un pò questa "sfida" tra il passaggio dal Biglietto versione "70 e questo Biglietto per l'Inferno. Folk 2009

Presto riusciremo a organizzare dei live nei (pochi) locali rimasti che fanno musica dal vivo e soprattutto in teatri e festival. E qui permettimi di fare un appello a tutti coloro che si occupano di organizzazione di eventi e concerti che ci contattino direttamente tramite il nostro sito o scrivano alla mia mail personale dato che faccio anche un pò da produttore: baffo@bigliettoperlinferno.com e poi dipende dagli amici come te caro Richard, da persone che tengono duro e non mollano, portano in giro la musica nonostante tutte le difficoltà del momento.

Noi ovviamente giriamo e pubblichiamo l'appello su Metallized.it che ha in esclusiva questo grande ritorno e speriamo di trovare il più spesso possibile "on the road" il Biglietto per l'Inferno. Folk.

FORMAZIONE ORIGINALE:
Claudio Canali - Cantante, flauto, bombardino
Giuseppe "Baffo" Banfi – Tastiere, Moog
Beppe “Pilly” Cossa – Tastiere, Hammond
Marco Mainetti - Chitarra
Fausto Branchini - Basso
Mauro Gnecchi - Batteria

FORMAZIONE BIGLIETTO PER L'INFERNO. FOLK
Mariolina Sala - Voce
Beppe “Pilly” Cossa - Tastiere
Giuseppe “Baffo” Banfi – Tastiere e produzione
Mauro Gnecchi – Batteria
Carlo Redi – Violino
Ragno Fumagalli – Baghet, Ocarina
Enrico Fagnoni – Contrabbasso, basso elettrico
Franco Giaffreda - Chitarra


TRACKLIST LP UN BIGLIETTO PER L'INFERNO (TRIDENT 13974)
1) Ansia – 4:16
2) Confessione – 6:32
3) Una Strana Regina – 6:11
4) Il Nevare – 4:36
5) L'Amico Suicida – 13:20

TRACKLIST DEL LP IL TEMPO DELLA SEMINA (BTF-1992)
1) Il Tempo della Semina – 10:13
2) Mente Sola-Mente – 2:55
3) Vivi, Lotta, Pensa – 3:15
4) L'Arte Sublime di un Giusto Regnare – 3:17
5) Solo ma Vivo – 6:27
6) La Canzone del Padre – 9:34



AndreaR
Venerdì 8 Gennaio 2010, 23.10.26
32
Complimenti per l'articolo!
Giasse
Mercoledì 6 Gennaio 2010, 1.05.37
31
Articolo superlativo per un gruppo superaltivo davvero. Non li conoscevo -se non di nome- e sono rimasto sbalordito ad ascoltare i loro pezze!!! p.s. x Rich: ti sei fatto fregare una donna da Claudio? Dovevi farti monaco tu, allora... ))
Raven
Giovedì 24 Dicembre 2009, 12.20.03
30
Super b , in realtà pensavo a tutto quell'universo sconosciuto appena a Sud, di Vergobbio, Luino, Laveno....quindi se già troppo in basso
Richard
Mercoledì 23 Dicembre 2009, 18.12.04
29
Purtroppo il concerto è già esaurito solo con il passa-parola ma nel pomeriggio dello stesso giorno presso Battistini Strumenti a Lecco ci sarà la possibilità di incontrarli anche con Frà Claudio e avere quei pochi biglietti in loro dotazione. Non disperare, non li ho nemmeno io ma.....mi affido alla divina provvidenza
pincheloco
Mercoledì 23 Dicembre 2009, 14.31.14
28
Io sono un Valmadrerese ma ancora non ho sentito parlare di prevendite per il concerto del 6. Baffo dove si trovano i biglietti?
sueprBerlusca
Mercoledì 23 Dicembre 2009, 14.23.53
27
per - SUD - intendi Monza, Brugherio, Bresso, Vimercate, Cormano, Villpizzone etc. Beh allora, GHE PENSI MI !!! . .
Raven
Mercoledì 23 Dicembre 2009, 13.00.49
26
e ricorda: per Sud non si intende solo ciò che si trova 3 o 4 chilometri più giù di Arcore.
superBerlusca
Mercoledì 23 Dicembre 2009, 12.57.09
25
GHE PENSI MI !!!
Raven
Mercoledì 23 Dicembre 2009, 12.42.06
24
Se aspetti il ponte puoi stare fresco, cmq adesso la prendo come una promessa. Aspetto la band entro 2.....massimo 3 ore
Khaine
Mercoledì 23 Dicembre 2009, 12.40.40
23
simpatico
misterB
Mercoledì 23 Dicembre 2009, 12.38.38
22
nessun problema tanto c'è il ponte adesso, no? poi conosci il mio motto? GHE PENSI MI !!!
Raven
Mercoledì 23 Dicembre 2009, 8.28.49
21
Mister B, guarda che quando dico Sud, intendo SUD. Guarda dalla mia scheda dove abito
pincheloco
Martedì 22 Dicembre 2009, 21.31.01
20
Cercherò di esserci a Valmadrera.
Celtico
Martedì 22 Dicembre 2009, 20.21.56
19
..anni fà dissi a Richard: "Ho sentito un pezzo di un gruppo Italiano anni 70 veramente forte..se non sbaglio il Biglietto per L'inferno.... Sicuramente non lo conosci..." Dopo 5 minuti mi aveva raccontato vita morte e miracoli dei ragazzi di Lecco e dopo pochi mesi mi portò a Milano ad incontrare Baffo Banfi... La canzone che aveva fatto breccia nel mio pesantissimo cuore di metallo era "Confessione" che adesso reputo una delle più belle rock song italiane di sempre..invito tutti i metallers ad ascoltarla tenendo BENE PRESENTE che correva il 1972.... Grande Baffo e grande Canali... Altro pezzo che mi ha colpito è stato "La Canzone del Padre" dal secondo LP, più che altro per il testo molto duro e diretto...
misterB
Martedì 22 Dicembre 2009, 14.17.22
18
Raven Martedì 22 Dicembre 2009, 12.36.20 17 Immagino che di venire al Sud non se ne parli..... ................GHE PENSI MI !!!!
Raven
Martedì 22 Dicembre 2009, 12.36.20
17
Immagino che di venire al Sud non se ne parli.....
Khaine
Martedì 22 Dicembre 2009, 12.35.20
16
Grande Baffo Banfi, grazie del passaggio su queste pagine
Baffo Banfi
Martedì 22 Dicembre 2009, 12.13.58
15
Oh rieccomi on Line sul forum di Metallized (...chiedo venia per il Metallic.. è vero che l'età fa qualche scherzetto, ma non fino a questi livelli in ogni caso ormai io sono over 50 e quindi consentitemi qualche chance in più) ben ritrovati ragazzi, grazie per i vostri commenti. Due preciisazioni : Richard è sicuramente più andato di me perchè s'è dimenticato la povera Renata nella formazione del Biglietto.folk Seconda precisazione , chi volessde venire e ritirare i CD sia del BIglietto .folk che la nuova ristampa del CD Biglietto per l'Inferno ad alta risoluzione stampato in Japan in solo 500 copie (sentire per credere) ci venga a trovare a Lecco dopo le 17 alla sede del quotidiano la Provincia di Lecco in via Raffaello Sanzio (zona ponte nuovo) ,in fondo fronte lago. Chi vorrà incontrare Fra Claudio dovrà prenotarsi per il concerto che inaugurerà ufficialmente l'uscita del CD del Biglietto.folk il giorno 6 febbraio al cinema teatro di Valmadrera di cui vi fornirò i recapiti non appena ne sarò in possesso. Vi farò anche sapere se potremo trovarci prima del concerto alla presentazione del CD presso il centro musicale Battisitini di Lecco il 6 febbraio dalle 18 in poi, ci saremo tutti, anche Fra Claudio.!!!!!! Faremo altri concerti di cui vi farò avere l'elenco quanto prima....un abbraccio e un mare di auguri a tutti da me e gli amici del Biglietto Baffo Banfi....chi volesse avere informazioni mi contatti qui o al mio indirizzo mail.
Raven
Lunedì 21 Dicembre 2009, 12.16.36
14
Metallic?? ragazzi, noi over 40 stiamo perdendo colpi
Richard
Lunedì 21 Dicembre 2009, 12.03.13
13
-1) "Buon vecchio Richard..." vecchio sarai tu !!! io sono un Forever Young. - - -2) Non ci dici l'ora in cui sarai alla Provincia, mica possiamo aspettare fuori dalla notte precedente !!! - - - 3) Credo si chiami ancora RENATA e non RENETA... fatto il test dell' Halzaimer tu ??? - - - 4) 6 Febbraio concerto a Valmadrera: Dove ? Ora ? Costi ? - - - LE PAROLE SONO IMPORTANTI (cfr Nanni Moretti ) - - - 5) Veniamo in massa al concerto se ti ripresenti con la tutina !!!!! ah ah ha ah ah ah ah ah ah ah - - - - E' UN ONORE E UN VERO PIACERE LEGGERE UN VECCHIO COMPONENTE DEL BIGLIETTO PER L'INFERNO... che ne dici Khaine ?
Baffo Banfi
Lunedì 21 Dicembre 2009, 11.53.36
12
Carissimo Richard e amici di Metallic, non posso che ringraziarvi per questo spazio "jurassico" per noi ex rokkettari ma con tante cartucce in canna ancora da sparare... Vi invito a sentire i concerti di questa nuova formazione del Biglietto.folk perchè è veramente una sorpresa a tutti gli effatti, non solo un concerto ma un vero e proprio spettacolo. A partire dal primo concerto ufficiale del 6 febbrraio a Valmadrera, il paese adottivo di Claudio Canali , alle porte di Lecco. Attenzione all'alzaimer del buon Richrd che mi lascia per strada un preziosissimo componente del gruppo, la bravissima Reneta Tomasella, suonatrice di flauti ocarine e piffero. Approfitto ancora per chi volesse regalarsi un BIGLITTO per Natale, il giorno 23 saremo a Lecco alla sede del quotidiano La Provincia a distribuire il CD appena uscito del Biglietto.folk e una nuova ristampa in formato diigitale SHM, fatta in giappone in tiratura limitata con una qualità straordinaria. Saremo li e saremo felici di consegnarli firmati. Se non riuscite li trovate comunque da Battistini strumenti musicali Grazie ancor BUON VECCHIO RICHARD, auguri a tutti ...ci vediamo, Baffo Banfi
Raven
Lunedì 21 Dicembre 2009, 11.32.20
11
Bob Rock?! Io sono sempre stato un fan del Conte Oliver e poi piano con "l'inguardabile tutina", Baffo Banfi è on line proprio adesso
Khaine
Domenica 20 Dicembre 2009, 23.22.09
10
@ Rich: non ringraziare, e complimentoni
sandY
Domenica 20 Dicembre 2009, 22.25.48
9
Paolo Tofani chi ? il chitarrista degli Area che adesso è un arancione-buddista? da non credere !
Nikolas
Domenica 20 Dicembre 2009, 20.54.35
8
Ma queste sono memorie preziosissime! Confessione live è qualcosa di incredibile!!
Richard
Domenica 20 Dicembre 2009, 19.46.52
7
TROPPA GRAZIA.... =;+) anche se non trovavo male Abbey Road e Woodstock.... Grazie comunque allo spazio che Metallized concede alle memorie di un vecchio reduce...
Nikolas
Domenica 20 Dicembre 2009, 19.45.15
6
Cacchio leggere questo articolo è incredibile... Area, Biglietto, i De De Lind, che tempi magici.... PS I video sono STUPENDI!
Nikolas
Domenica 20 Dicembre 2009, 19.28.30
5
MAMMA MIA! Richard questo è l'articolo migliore tra tutti i tuoi!! Interessantissimo, riguardante una band che ADORO!
Richard
Domenica 20 Dicembre 2009, 19.18.00
4
Richard: Lecco…..paesino!!!??!!! - - - - - - Nei primi anni 70 Lecco era un ridente paesino, ci andavamo in treno (30 km) a fare il bagno nel lago pulito; se ora si atteggia a triste provincia non so che farci... Comunque ho voluto specificare Lecco perchè in alcune biografie dedicate li citano originari di Lecce ed in altre come provenienti da Lucca. Per quanto riguarda la Tomasella è una mia dimenticanza, spero che Renata non si offenda. Inoltre aspetto che Banfi, noto estimatore di Metallized, passi da queste parti a lasciarci un segno oltre che a vederlo ancora "on-stage" . Grazie a tutti. .
pincheloco
Domenica 20 Dicembre 2009, 15.22.12
3
Bellissimo racconto su uno dei gruppi che conosco fin dalle elementari. Conoscendo molto bene Canali (primo di 5 figli) e famiglia ero già al corrente di questo ritorno come annunciato nel forum sezione dedicata al prog. Dopo quanto ho scritto nel forum incontrai dopo parecchio tempo Carlo Redi in formazione attuale che mi chiese se fossi io a scrivere nel forum di Metallized, perché alcuni passaggi lo avevano condotto a me. La cosa mi fece ovviamente molto piacere. Ammetto che leggendo questo racconto mi sono commosso. Non ho ancora avuto occasione di ascoltare il nuovo disco ne di vederli dal vivo. Sono molto curioso conoscendo Carlo e anche Franco Giaffreda (da non dimenticare come membro e fondatore degli Evil Wings ottimo gruppo di Prog Metal). Mi risultava nella formazione odierna anche Renata Tomasella, è una dimenticanza o mi sono perso qualcosa? Richard: Lecco…..paesino!!!??!!!
Khaine
Domenica 20 Dicembre 2009, 14.12.13
2
Eh, il nostro SPAM la sa lunga eh
....
Domenica 20 Dicembre 2009, 12.50.42
1
****azzzzz**** che notizziona !!!!!!!!!!!!!!!!!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Fra' Claudio e Banfi provano in convento
Clicca per ingrandire
Fra' Claudio in meditazione
Clicca per ingrandire
Dopo 35 anni Il Biglietto viene premiato per il primo disco, Banfi ritira il pre
Clicca per ingrandire
Banfi presenta il cofanetto celebrativo
Clicca per ingrandire
L'artwork di Folk
Clicca per ingrandire
Un Biglietto per L'Inferno
Clicca per ingrandire
Baffo Banfi alle tastiere Moog+Solina
ARTICOLI
12/12/2010
Articolo
JURASSIC ROCK
# 25 - Iron Butterfly: il pesante volo della farfalla di ferro
03/12/2010
Articolo
JURASSIC ROCK
# 24 - Smoke On The Water: quando la Storia si fa Leggenda
25/10/2010
Articolo
JURASSIC ROCK
# 23 - Close To The Edge: Ai Limiti Dell'Impossibile...
13/09/2010
Articolo
JURASSIC ROCK
# 22 - Jimi & Janis
29/06/2010
Articolo
JURASSIC ROCK
# 21 - School's Out
31/05/2010
Articolo
JURASSIC ROCK
# 20 - 1970: Belli e quarantenni
30/04/2010
Articolo
JURASSIC ROCK
# 19 - Paul Is Dead?
29/03/2010
Articolo
JURASSIC ROCK
# 18 - Creedence Clearwater Revival
28/02/2010
Articolo
JURASSIC ROCK
# 17 - COVER STORY: Equipe 84, Corvi ed altri animali...
31/01/2010
Articolo
JURASSIC ROCK
# 16 - C'era una volta Rino Gaetano
20/12/2009
Articolo
JURASSIC ROCK
# 15 - II ritorno del "Biglietto per l'Inferno"
23/11/2009
Articolo
JURASSIC ROCK
# 14 LOU ADLER - Il "papa'" dei Figli dei Fiori
26/10/2009
Articolo
JURASSIC ROCK
# 13 Mad Dogs & Englishmen - The Crazy Baraonda
21/09/2009
Articolo
JURASSIC ROCK
# 12 Il ragazzo con la pistola
05/08/2009
Articolo
JURASSIC ROCK
#11 Abbey Road compie 40 anni
26/07/2009
Articolo
JURASSIC ROCK
#10 - STEVE WINWOOD - L'incredibile storia di Mr. Fantasy
22/05/2009
Articolo
JURASSIC ROCK
#9 VERY 'EAVY...VERY 'UMBLE - Uriah Heep Gli incompresi dell'Heavy Metal
17/04/2009
Articolo
JURASSIC ROCK
#8 - Twentieth Century's Albums
10/03/2009
Articolo
JURASSIC ROCK
#7 THE CREAM - The Dream of a Dream Team
04/02/2008
Articolo
JURASSIC ROCK
#6 ALO - ANDREW LOOG OLDHAM: come si inventa la più grande band di rock & roll del pianeta
09/01/2009
Articolo
JURASSIC ROCK
#5 WHO'S NEXT - "The Who" Genio e sregolatezza
06/12/2008
Articolo
JURASSIC ROCK
#4 WOODSTOCK - Tutto ciò che non vi hanno mai detto...
04/11/08
Articolo
JURASSIC ROCK
#3 Deep Purple In Rock
03/10/2008
Articolo
JURASSIC ROCK
#2 From Genesis to... Travagliato
18/09/2008
Articolo
JURASSIC ROCK
#1 Grand Funk Railroad
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]