Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Mayhem
Daemon
Demo

Pinewalker
Migration
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/11/19
GREAT MASTER
Skull And Bones - Tales From Over The Sea

14/11/19
GREAT MASTER
Skull and Bones – Tales from Over the Seas

15/11/19
RAGNAROK
Non Debellicata

15/11/19
RAGNAROK
Non Debellicata

15/11/19
DESPISED ICON
Purgatory

15/11/19
HANGING GARDEN
Into That Good Night

15/11/19
TULUS
Evil 1999

15/11/19
THE DEATHTRIP
Demon Sola Totem

15/11/19
KRATER
Venerare

15/11/19
RAISED FIST
Anthems

CONCERTI

13/11/19
IMMOLATION + RAGNAROK + MONUMENT OF MISANTHROPY + EMBRYO
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

13/11/19
DAVID ELLEFSON
SUPERNOVA - TUORO SUL TRASIMENO (PG)

14/11/19
IMMOLATION + RAGNAROK + MONUMENT OF MISANTHROPY + EMBRYO
TRAFFIC LIVE - ROMA

14/11/19
PROFANATICA + DEMONOMANCY
CENTRALE ROCK PUB - COMO

14/11/19
DAVID ELLEFSON
LET IT BEER - ROMA

15/11/19
CLAUDIO SIMONETTI`S GOBLIN
LEGEND CLUB - MILANO

15/11/19
RIVAL SONS + GUEST TBA
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

15/11/19
IMMOLATION + RAGNAROK + MONUMENT OF MISANTHROPY + EMBRYO
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

15/11/19
PROFANATICA + DEMONOMANCY
SCUUM - PESCARA

15/11/19
ARCANA OPERA + GUESTS
THE FACTORY - CASTEL D'AZZANO (VR)

ANGRA - La biografia
29/03/2003 (4621 letture)

Eleganza, classe, tecnica, potenza, originalità; queste sono solo alcune delle parole,attraverso le quali si può descrivere la musica di una band unica ed inimitabile:gli ANGRA;pochi gruppi possono vantarsi di aver inciso, durante la loro carriera, degli album storici destinati ad essere un punto di riferimento per le band più giovani e in questa ristretta categoria rientra senz’altro la band di SAN PAOLO,città del BRASILE nota più per il suo carnevale che per aver dato i natali a band metal.
Gli ANGRA(parola che in BRASILE significa “dio del fuoco”) nascono per iniziativa del cantante,pianista (con diploma in direzione d’orchestra al conservatorio) ANDRE MATOS,il quale si era già distinto per il suo talento nei VIPER,una delle band di metal classico più famose in BRASILE;il cantante abbandona il gruppo proprio all’apice del successo, con la volontà di creare una musica più originale e che gli permettesse di esprimere al meglio le sue capacità di cantante e compositore.ANDRE si mette alla ricerca di validi musicisti, che avessero gli stessi obbiettivi e dopo vari tentativi falliti incontra i due formidabili chitarristi dei futuri ANGRA:RAFAEL BITTENCOURT e KIKO LOUREIRO(che alla tenera età di 20 anni era già insegnante di musica e ricercatissimo turnista);insieme a loro da vita al primo nucleo degli ANGRA, a cui si aggiungerà il bassista LUIS MARIUTTI e il batterista MARCO ANTUNES:i cinque si dedicano subito alla composizione del promo-cd REACHING HORIZONS ,che catapulta immediatamente la band all’attenzione pubblico.
Passano pochi mesi e gli ANGRA sono in studio per l’incisione del disco d’esordio,ma proprio nel bel mezzo delle registrazioni subiscono l’abbandono del batterista ,che verrà sostituito dal giovanissimo e assai dotato RICARDO CONFESSORI; nel luglio 1994 viene pubblicato ANGELS CRY,ed è subito il delirio:il disco vende solo in GIAPPONE,nella prima settimana d’uscita, 5000 copie e in EUROPA gli ANGRA sono la “nuova sensazione” nell’ambito metal.
Da par suo ANGELS CRY è un disco a dir poco meraviglioso,un perfetto esempio di unione tra metal e elementi sinfonico-classicheggianti,a cui si aggiungono la strepitosa voce di ANDRE MATOS e il chitarrismo elegante e misurato di BITTENCOURT e LOUREIRO.I brani sono tutti di grande qualità(cosa rara per un disco d’esordio)ma meritano segnalazione:CARRY ON, un meraviglioso inno a non arrendersi di fronte alle avversità della vita ,cantata in modo commovente per espressività e grinta da parte di MATOS;NEVER UNDERSTAND,dove vengono introdotte vibranti influenze di musica tradizionale brasiliana;LASTIG CHILD una ballata sinfonica degna dei QUEEN ed infine WUTHERING HEIGHTS,cover della celeberrima canzone di KATE BUSH,resa in modo stupefacente da un ANDRE MATOS che modella la sua voce su quella femminile.
Il gruppo parte subito per un lungo tour mondiale, che trova il proprio culmine nell’esibizione al ROCK IN RIO ( il più importante festival rock del BRASILE) di fronte a 150000 persone. Ma gli ANGRA non si fermano e subito dopo la fine del tour si rinchiudono in studio per lavorare al nuovo album;per un anno sul gruppo cala il silenzio ,tanto che a sorpresa,nel marzo 96,arriva nei negozi HOLY LAND.
Rispetto al pur bellissimo disco d’esordio, HOLY LAND è letteralmente una “spanna avanti”e non a caso la stampa metal parla all’unanimità di capolavoro assoluto;tra l’altro gli ANGRA trionfano su tutti i referendum delle riviste specializzate ed anche un colosso discografico come la SONY comincia ad interessarsi a loro.
Con l’uscita di HOLY LAND gli ANGRA si consacrano come la band di punta del panorama metal mondiale;il disco vende tantissimo e non potrebbe essere altrimenti data la qualità elevatissima delle composizioni:dalla terremotante NOTHING TO SAY,all’eleganza di SILENT AND DISTANCE ,fino all’apoteosi di CAROLINA IV (dove la band mischia in 10 minuti di musica celestiale:QUEEN,musica classica,musica brasiliana e metal);non si possono,poi,dimenticare le due stupende ballate MAKE BELIEVE e DEEP BLUE dove un MATOS stellare fa faville e in ultimo la canzone che da il titolo all’album dove non ci sono parole per descrivere una composizione, che sfiora la perfezione.
Il gruppo s’imbarca subito in un lunghissimo tour mondiale,toccando più volte l’ITALIA e regalando ai fans dei concerti meravigliosi dove è evidente lo stato di grazia della band;terminato il tour per prendere fiato gli ANGRA pubblicano il mini-cd FREEDOM CALL;la mossa si rivela azzeccata anche perché permette a MATOS e compagni di raccogliere le idee per il futuro ed ai fans di godere di “chicche inedite” come QUEEN OF THE NIGHT e REACHIG HORIZONS altrimenti introvabili e di una cover di PAINKILLER dei JUDAS PRIEST addirittura migliore dell’originale (con un MATOS che inanella l’ennesima prestazione paurosa).
Tutto sembrerebbe procedere a meraviglia e quando si diffonde la notizia che il prossimo disco degli ANGRA verrà distribuito dalla SONY e sarà registrato negli studi ABBEY ROAD(i leggendari studi dove registravano i BEATLES) l’attesa si fa spasmodica.Ma senza che filtri alcuna notizia, all’interno della band si è creata una frattura e frequenti sono i litigi sulla direzione da assumere a livello musicale,ma nulla trapela e nel settembre ’98 esce il nuovo album degli ANGRA:FIREWORKS.
Il disco è una delusione,i brani appaiono privi d’ispirazione e spesso noiosi,si salvano solo il singolo LISBON e la ballata jazz-samba GENTLE CHANCE;la pessima qualità di FIREWORKS non incide sulle vendite che sono comunque ottime,ma nella band (ormai) è venuta meno l’armonia e non è un caso che si parli a più riprese di scioglimento,fino a quando nel settembre 2000 viene annunciato l’abbandono da parte di MATOS seguito dal batterista e dal bassista della band.I due chitarristi LOUREIRO e BITTENCOURT rimangono i depositari del nome ANGRA e decidono nella sfiducia generale di portare avanti il gruppo.
Senza grandi clamori viene pubblicato nel ottobre 2001 REBIRTH(che in inglese significa “rinascita”)ma la qualità del disco è talmente alta che il nome ANGRA è di nuovo sulla bocca di tutti;non a caso il disco viene esaltato da critica e pubblico,anche grazie al nuovo cantante EDUARDO FALASCHI che raccoglie la pesante eredità di MATOS senza timori reverenziali:dotato di una voce più “maschia” e meno aggraziata di quella del predecessore,EDUARDO si cala nel suono degli ANGRA donandogli una patina di “epicità” prima assente.Tra i brani del disco meritano citazione:ACID RAIN una commovente ed ispiratissima canzone sull’inquinamento mondiale;HOLY WARS la seconda parte di CAROLINA IV che lascia senza fiato per maestria compositiva e bellezza;MILLENIUM SUN che aperta da un duetto voce-piano da brividi si trasforma in un solare inno al nuovo millennio ed infine VISION PRELUDE che ribadisce il legame tra gli ANGRA e la musica classica essendo una rielaborazione di una composizione di CHOPIN.
Nel frattempo MATOS esordisce con un estemporaneo progetto, denominato VIRGO , che si traduce in un orribile disco rock-pop,che si salva solo per la stupenda voce del cantante.
In ogni caso nell’attesa del debutto del nuovo gruppo di ANDRE MATOS(gli SHAMAN) gli ANGRA hanno riconquistato il pubblico e lo hanno fatto con un disco che è una vera “rinascita”;i vecchi ANGRA non torneranno più,ma quelli nuovi non ce li fanno rimpiangere e questa è la notizia più bella per chiunque ami la band brasiliana.




IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La lineup attuale
RECENSIONI
82
85
73
69
88
87
75
95
92
ARTICOLI
30/07/2015
Live Report
ANGRA + SIMPLE LIES
Rock Planet, Pinarella di Cervia (RA), 25/07/2015
20/02/2011
Live Report
ANGRA + KATTAH
Live Club, Trezzo Sull'Adda (MI), 13/02/2011
01/04/2007
Intervista
ANGRA
Parla Rafael Bittencourt
03/10/2006
Intervista
ANGRA
Parla Edu Falaschi
29/03/2003
Articolo
ANGRA
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]