Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Therion
Beloved Antichrist
Demo

Millennium
Awakening
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/02/18
CHRIS BAY
Chasing The Sun

23/02/18
ARMORED DAWN
Barbarians In Black

23/02/18
DRIVE BY WIRE
Spellbound

23/02/18
CHRONIC HATE
The Worst Form of Life

23/02/18
KILLING GANDHI
Aspirations of Failure

23/02/18
OBLIVION (FRA)
Resilience

23/02/18
TENGGER CAVALRY
Cian Bi

23/02/18
THUNDERMOTHER
Thundermother

23/02/18
REVERTIGO
ReVertigo

23/02/18
APOSTLE OF SOLITUDE
From Gold To Ash

CONCERTI

23/02/18
ANGEL WITCH + ANGEL MARTYR + FORGED IN BLOOD + URAL
ALCHEMICA CLUB - BOLOGNA

23/02/18
NILE + TERRORIZER + GUESTS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

23/02/18
HIEROPHANT
NOVAK - SCORZE' (VE)

23/02/18
TURBOCHARGED + VIOLENTOR + THE RADSTER
CELLAR THEORY - NAPOLI

23/02/18
HOPELESS + QUMA + SILENCE PREVAILS
POP EX-LAVANDERIE RAMONE - TORINO

23/02/18
BURIAN + ULFHEDNAR + AMRAAM + CRUELTY FORCE
FUCKSIA - ROMA

23/02/18
SAILING TO NOWHERE
ARCI LA FRECCIA - APRILIA

23/02/18
JOHN PALMUTE + DECLAPIDE + NOORADRENALINA
SHABBA CLUB - CANTU' (CO)

24/02/18
ANGEL WITCH + ANGEL MARTYR + FORGED IN BLOOD
DAGDA CLUB - RETORBIDO (PV)

24/02/18
VUUR + GUESTS TBA
MAGAZZINI GENERALI - MILANO

AIRBOURNE + BLACK RAINBOWS - Una serata all'insegna dell'Hard Rock
14/03/2010 (4524 letture)
Mi dispiace dover nuovamente lamentare la scarsa organizzazione dei concerti metal nella Capitale.
Lo avevo già fatto con toni anche sarcastici in occasione della recente performance degli Amon Amarth e devo, purtroppo, ripetermi nel descrivervi ora lo show degli australiani Airbourne tenutosi nella consueta location dell’Alpheus lo scorso 1 marzo.
Premesso che il costo del biglietto, prevendita inclusa, si aggirava attorno ai 25 euro, la durata complessiva dell’evento è stata largamente inferiore alle due ore così suddivise: trentadue minuti destinati agli apripista Black Rainbows e un’ora e sedici minuti ad appannaggio degli australiani Airbourne.
Poco, davvero troppo poco senza considerare il ritardo, ormai cronico, nell’apertura dei cancelli rispetto all’orario previsto e l’assoluta mancanza di qualsivoglia informazione.
Ho visto il volto sconsolato di ragazzi provenienti per lo più dal sud delusi dall’esiguità dell’esibizione della band di Warrnambool: tanto sacrificio così mal ripagato!
Addirittura, mentre la folla stava assiepata davanti all’ingresso del locale aspettando di entrare, un’autovettura, probabilmente condotta da qualcuno dello staff organizzativo, con andatura decisa ed a colpi di clacson ha preteso di passare tra la gente con il serio rischio di investire qualcuno dirigendosi, poi, verso la parte destra dell’edificio.
Piccola riflessione: i metallari sono figli di un Dio minore e considerati solo per il fatto di essere portatori sani di denaro.

Dopo questa doverosa ennesima denuncia analizziamo l’aspetto più importante della serata: lo spettacolo è stato molto adrenalinico ed all’insegna del buon hard rock d’annata.

Il trio romano Black Rainbows -di recente è stato pubblicato il loro nuovo album intitolato Carmina Diabolo- hanno suonato in sostituzione dei Taking Down.
Il concerto ha davvero esaltato gli astanti miscelando hard rock, stoner e psichedelia e proponendo un sound che si rifà a quello di gruppi storici degli anni ‘70 quali Led Zeppelin, Black Sabbath, Deep Purple e Hawkind; ho riscontrato, altresì, anche alcune influenze dei Kyuss.
Molto bravo il cantante/chitarrista Gabriele Fiori che ha sciorinato una serie di apprezzabili assoli.

L’attesa per gli Airbourne è stata degnamente ripagata: presenza scenica, vitalità, grinta, sudore, energia, empatia con il pubblico…..insomma, tutte le componenti indispensabili per la perfetta riuscita dello show non sono mancate ed i fans, abbastanza numerosi, si sono letteralmente scatenati.
Il gruppo, con all’attivo l’album Runnin’ Wild ed un altro appena uscito intitolato No Guts, No Glory, ha proposto brani che, grazie ad un riffing sempre rabbioso e convincente, hanno creato pogo, stage diving ed headbanging in quantità industriale.
Ottime le travolgenti Blackjack, Hellfire e Girls In Black, ma tutti i pezzi sono stati trascinanti da Stand Up For Rock’n’Roll a Too Much, Too Young, Too Fast passando per Diamond In The Rough e Born To Kill, una delle tre song tratte dal nuovo platter, fino all’apoteosi raggiunta con la ruggente Runnin’Wild cantata da tutti dall’inizio alla fine:

I've got the wind and my back and my foot to the floor
I ain't comin' back to you no more
I'm sick of your shit and your moaning whine
I'm leaving you for good come rain or shine
You can cry me a river, cry me a river of tears
Yeah you can cry all you like but it won't change my mind
I gotta get away get you outta my life...
You got me runnin' wild and free
Runnin' wild and free
You got me runnin' wild and free
Runnin' wild and free
Gonna drive all day gonna drive all night
Whatever it takes to get to the light
I'm running on rage I'm outta control
My anger for you is like hot burning coal
So you can cry me a river, cry me a river of tears
Yeah you can cry all you like but it won't change my mind
I gotta get away get you outta my life...
You got me runnin' wild and free
Runnin' wild and free
You got me runnin' wild and free
Runnin' wild and free
You got me runnin' wild, wild and free
The open road is all I need
You got me runnin' wild runnin' free
It's never gonna be like it used to be
Hey, Hey, Hey
Hey, Hey, Hey
Hey, Hey, Hey
Hey, Hey, Hey
No I wont turn around I won't turn back
I've made up my mind and that's a fact
It's over baby I'm hangin' up this phone
But before you I go there's just one thing you should know...
I hope you drown in your river drown in your river of tears
Yeah you can cry all you like but it won't change my mind
I gotta get away get you outta my life...
You got me runnin' wild and free
Runnin' wild and free
You got me runnin' wild and free
Runnin' wild and free
Yeah you got me runnin' wild and free
Runnin' wild and free
You got me runnin' wild and free
Runnin' wild and free
You got me runnin' wild, wild and free
The open road is all i need
You got me runnin' wild runnin' free
It's never gonna be like it used to be
Hey, Hey, Hey
Hey, Hey, Hey
Hey, Hey, Hey
Hey, Hey, Hey


Il singer Joel O’Keeffe con la sua voce acida e lo sguardo da invasato ha saltellato da una parte all’altra del palco (ma dove troverà tutta quell’energia?).
Peccato che non abbia potuto arricchire la sua performance salendo in cima al traliccio del palco come di solito fa a Wacken rischiando di rompersi l’osso del collo. Non lo ha fatto semplicemente perché all’Alpheus non ci sono tralicci!
Divertente quando ha preso una lattina e sbattendola ripetutamente sulla sua testa a ritmo di musica ha fatto schizzare la birra che ha inondato gli spettatori più vicini.

Già in sede di recensione del loro primo full lenght mi ero espresso favorevolmente su questa formazione, ma dal vivo rendono nettamente meglio.
Inutile soggiungere che in moltissime circostanze hanno ricordato i maestri AC/DC: però in fin dei conti nessuno dei presenti cercava originalità, ma solo puro divertimento e quello c’è stato... eccome se c’è stato!

SETLIST AIRBOURNE
1. Stand Up For Rock And Roll
2. Hellfire
3. Fat City
4. Get Busy Livin'
5. Diamond In the Rough
6. What's Eatin You
7. Born To Kill
8. Cheap Wine& Cheaper Women
9. Girls In Black
10. No Way But The Hard Way
11. Heartbreaker
12. Too Much, Too Young, Too Fast
13. Running' Wild
14. Blackjack



AlbertoGunner87
Giovedì 6 Gennaio 2011, 16.24.23
6
Grande concerto per gli Airbourne spettacolo e adrenalina pura!!! Dal vivo sono fantastici... Molto bravi anche i Black Rainbows!!!
BLACK RAINBOWS
Giovedì 1 Aprile 2010, 15.15.13
5
bella riga è stato un bel concerto..loro me so piaciuti alla fine...il palco luci e l impianto era il loro ..se lo so portati da casa..per quello si sentiva meglio dei soliti concerti all alpheus! cmq noi suoniamo martedi al sinister di apertura ai FATSO JETSON padri dello stoner.... bellaaaaaa G
Tizi1970
Martedì 16 Marzo 2010, 14.01.24
4
Sarebbe da organizzare un'astensione nazionale dai concerti, finché non cambiano il modo di organizzarli. Ormai capita sempre più spesso di parlare di problemi organizzativi, piuttosto che dell'esibizione delle band. Peccato, perché è stato veramente un bel concerto.
Stefano
Lunedì 15 Marzo 2010, 22.29.53
3
Me li sono persi per una gita scolastica! Che rosicata!
Giuseppe
Lunedì 15 Marzo 2010, 14.08.31
2
Bellissimo concerto. Vera sorpresa i Black Rainbows con il loro rock anni settanta. Mi sono sgolato a cantare Runnin' Wild!!!!!
hm is the law
Lunedì 15 Marzo 2010, 13.02.21
1
Un grazie ad Alessio per le foto!!!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Poster del tour
ARTICOLI
14/03/2010
Live Report
AIRBOURNE + BLACK RAINBOWS
Una serata all'insegna dell'Hard Rock
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]