Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Long Distance Calling
How Do We Want to Live?
Demo

Mordred
Volition
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/09/20
OSSUARY ANEX
Obscurantism Apogee

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
SKELETOON
Nemesis

25/09/20
HATEFUL
Set Forever on Me

25/09/20
LONEWOLF
Division Hades

25/09/20
BLAZON RITE
Dulce Bellum Inexpertis E.P. (Ristampa)

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
SPELLBOOK
Magick & Mischief

25/09/20
WHITE DOG
White Dog

CONCERTI

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

PINO SCOTTO + OPPOISER - Sabotage Bar, Vicenza, 03/04/2010
13/04/2010 (2763 letture)
Vicenza, sabato 3 aprile 2010. Destinato a dividere, come tutti i grandi Personaggi, e la "P" maiuscola è evidentemente voluta. Pino Scotto, al secolo Giuseppe Scotto Di Carlo, sessantun anni a ottobre, è indubbiamente una delle figure più influenti del panorama rock -quello vero, sporco e sudato- nazionale, grazie ad una carriera longeva iniziata fin nel 1979 e resa memorabile dall'intensa epopea con i Vanadium, una delle band che hanno iniziato l'heavy metal nel Belpaese (pur rimanendo, comunque, orientata maggiormente verso lidi definibili hard'n'heavy più che esplicitamente metal). Non bastasse quell'aurea leggendaria scaturita dal rock primordiale suonato nelle cantine dimenticate di un Paese che di cultura rock non ne ha neanche un pò, Pino Scotto ha visto crescere il suo appeal di "Personaggio" da quando la sua faccia finisce regolarmente dietro le telecamere di Rock TV, dai quali studios il focoso napoletano esprime piccanti opinioni e pareri pepati su qualsiasi argomento gli venga dato in pasto, dai politicanti corrotti ai pseudoartisti creati a tavolino, dalle reunion "opportunistiche" alla scena musicale e sociale italiana: ne ha per tutti, e sempre con un linguaggio colorito infarcito di parolacce, elemento che rende divertenti oltre che ampiamente condivisibili i suoi commenti.

Il Sabotage Bar di Vicenza, leggendario "covo" degli headbangers locali, attende con ansia una serata che si preannuncia bollente e travolgente: il rocker tricolore per antonomasia si appresta a calcare questo palco per scatenare la folla e la sua sete di giustizia. Calano le luci nella saletta gremita del Sabotage e gli Oppoiser provano a scaldare i presenti con il loro hardrock in stile Lynyrd Skynyrd, operazione discretamente riuscita, anche se tutti non aspettavano che lui, il Pino nazionale! Questo eterno ragazzo irrompe sul palco con un'energia invidiabile, una battuta sulle molte bellezze presenti in sala e l'irruenta ed orgasmica Get Up, Shake Up, adrenalnico cavallo di battaglia targato Vanadium (dall'album A Race With The Devil, 1983), la quale scatena immediatamente il pogo tra i presenti. Il pezzo resta uno dei pochissimi estratti del repertorio "vecchio", essendo questa una delle date del tour promozionale di Buena Suerte, il freschissimo nuovo album solista di Scotto, un concept cantato in italiano ed interamente mirato agli scandali e ai malcostumi tipici del nostro paese: il singer infuoca il pubblico con i roventi comizi, posti come premessa esplificativa ad ogni song eseguita: ce n'è per tutti i gusti, dai politici ai VIPS, dai preti pedofili ai musicisti da quattro soldi che riempiono le nostre televisioni; Pino Scotto si focalizza su tutti gli scandali per i quali i cittadini sono costretti a pagare di tasta propria senza neanche accorgersene, e le sue parole affilate come rasoi scatenano non solo le risate e il divertimento dei presenti ma anche la loro partecipazione attiva e tambureggiante. Al di là delle coloritissime arringhe, resta la musica al centro della serata: il navigato rocker campano trascina la sua band, sorseggiando Jack Daniels come fosse birra, districandosi tra i tantissimi estratti da Buena Suerte: c'è frenesia durante Quore di Rock'n'Roll, c'è una satira sottile in Gli Arbitri Ti Picchiano (dedicata alla classe giudiziaria italiana), c'è persino una dedica ad un celebre giornalista leccac**o (TempiLunghi) e c'è anche spazio per qualche vecchio classico come Fighter (da Third Moon, dei Fire Trails, 2005) o la conclusiva Come Noi, che manda davvero in delirio il pubblico. La reazione dello stesso, anche di fronte ai pezzi nuovi -peraltro cantati in italiano, come detto- è stata calorosissima, sempre condita dal pogo e dal consenso generale, anche se vanno annotati un paio di episodi sgradevoli che hanno visti protagonisti un paio di "ribelli", i quali invitavano Pino Scotto a dedicarsi più alla musica che alle chiacchiere. I due reazionari, abbondantemente contestati dal pubblico e attaccati dallo stesso Scotto, non hanno fatto altro che dimostrare la stupidità di chi si reca ad uno spettacolo e paga i suoi 10 euro canonici per l'unico scopo di urlare all'artista la propria disapprovazione (ma intanto danno i loro soldi all'artista stesso, oltre a rovinare la serata degli altri spettatori), dato che chi si reca ad uno spettacolo di Pino Scotto non può non sapere cosa aspettarsi. Se l'ex voce dei Vanadium non fosse anche una sorta di "Beppe Grillo dell'heavy metal", il Sabotage sarebbe stato ugualmente gremito? La risposta è decisamente negativa, perchè è ovvio che la stragrande maggioranza voleva da Pino Scotto ciò che Pino Scotto è abituato a darci, ovvero musica&polemiche.

E allora lasciamo scorrere gli inconvenienti e archiviamo la serata con la bella immagine di Pino che saluta i fans con foto e autografi fino a notte inoltrata. A 60 anni può anche permetterselo, tanto l'indomani non dovrà mica andare più a scaricare i camion!



Luca
Venerdì 30 Aprile 2010, 21.42.38
6
Prima di esprimersi in un campo alto come la politica, farebbe meglio a valutare le conseguenze delle proprie parole. Caro Pino, la politica è fuori dalla tua portata. Non riesci a capirlo.
The Thrasher
Mercoledì 14 Aprile 2010, 20.49.38
5
grazie per i complimenti maurilio!
Maurilio
Mercoledì 14 Aprile 2010, 17.55.06
4
Perfettamente d' accordo con Rino! Se non ti piace non lo guardi né dal vivo né in tv, ma se vai a vederlo sai cosa ti aspetti. Complimenti per il live report, raccontato bene e molto sincero.
The Thrasher
Mercoledì 14 Aprile 2010, 11.52.46
3
ma è la sua prerogativa, fare i suoi discorsetti.. tanta gente va lì principalmente per questo, non si può pretendere che non li faccia.. fa parte del suo personaggio, in un certo senso è quello che gli ha permesso di essere così conosciuto e ancora popolare... se questo non piace amen, non si può pretendere che una persona cambi il suo modo di essere e di fare. chi va a uno spettacolo di pino sa che è così, se questo non lo condivide bene, ci sta, ma in quel caso forse è meglio risparmiare i dieci euro piuttosto che aspettarsi che pino canti e basta...
Mattia
Martedì 13 Aprile 2010, 22.34.45
2
io lo visto nella data a Rovato e una cosa che mi ha fatto incazzare è stato vedere schiere di poser venuti solo per pino che non hanno nemmeno cagato la prima band che seppur alternative metal erano bravissimi e molto validi e io e i miei amici abbiamo fatto casino ma gli altri niente niente pogo niente di niente e osano anche definirsi metallari se si viene ad un concerto si sosstengono tutte le band. e poi potrebbe anche smetterla di fare proselitismo sul palco che ci perde solo delle ore ma canta e basta. per fare il profeta resta su rock tv. comunque si è molto bravo. niente volevo dire solamente ciò.
giò85
Martedì 13 Aprile 2010, 19.03.35
1
grande zio pino...!!!vai jack...!!!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La Locandina
ARTICOLI
13/04/2010
Live Report
PINO SCOTTO + OPPOISER
Sabotage Bar, Vicenza, 03/04/2010
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]