Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
HORRIFIED
Sentinel

13/12/19
MOSAIC
Secret Ambrosian Fire

13/12/19
IN OBSCURITY REVEALED
Glorious Impurity

13/12/19
NIGHTBEARER
Tales of Sorcery and Death

13/12/19
EREGION
Age Of Heroes

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
GLI ATROCI
Metal Pussy

13/12/19
ARKONA (PL)
Age Of Capricorn

CONCERTI

12/12/19
SKINDRED + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/19
MARILLION
AUDITORIUM DELLA CONCILIAZIONE - ROMA

12/12/19
MONKEY3 + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

13/12/19
MARILLION
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

13/12/19
GWAR + VOIVOD + CHILDRAIN (ANNULLATO!)
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

13/12/19
SCALA MERCALLI
BUFFALO GRILL - CIVITANOVA MARCHE (MC)

13/12/19
GLI ATROCI
ALCHEMICA MUCIS CLUB - BOLOGNA

13/12/19
NATIONAL SUICIDE + TERBIOCIDE
UFO ROCK PUB - MOZZO (BG)

14/12/19
JINJER + GUESTS (SOLD OUT!)
MAGAZZINI GENERALI - MILANO

14/12/19
KNOCKED LOOSE + GUESTS
CS RIVOLTA - MARGHERA (VE)

ALCEST - Il Mondo di Neige
19/04/2010 (6340 letture)
Neige mi accoglie nella penombra di un tourbus in cui tra vestiti, bottiglie e scarpe seminati un po' ovunque, scorrono le immagini de “Il grande Lebowsky”. Il giovane francese dall'aria addormentata dà proprio l'idea del ragazzo dimesso e posato, perennamente sulle nuvole, ciononostante dimostra di sapere il fatto suo ed una piena consapevolezza dei propri mezzi, non lesinando qua e là dichiarazioni pungenti. Andiamo a scoprirlo meglio.

Autumn: Ciao Neige e benvenuto su Metallized.it.
Puoi introdurci il nuovo album? Personalmente l'ho trovato come una sorta di mix tra i primi Alcest, quelli black di Tristesse Hivernale, e quelli invece di Souvenirs D'un Autre Monde. Cosa ne pensi a riguardo?
Neige: Beh, rispetto a Souvenirs il nuovo album è un po' più “dark”, possiede al suo interno dei passaggi in harsh vocals come pure dei veloci blast beat; personalmente lo trovo ancora più progressive rispetto al predecessore. Anche il concept è molto differente da quello di Souvenirs, un po' più triste e depresso; penso comunque che, rispetto alla prima demo, Écailles De Lune rappresenti un'evoluzione della mia musica più che una regressione. Non vuole affatto essere un ritorno alle mie radici, perchè semplicemente non ne sento il bisogno. Non è un album black metal (picchietta sul tavolo quasi a voler ribadire con forza questa tesi, ndr), è solamente un nuova via per la musica degli Alcest.

Autumn: Ricordo che quando uscì Souvenirs definisti il sound dell'album come “ethereal metal”. Alla luce dell'evoluzione contenuta, il sound del nuovo disco ti sentiresti di definirlo ancora così?
Neige: Capisci, in quell'occasione dissi così perchè ero in qualche modo obbligato ad etichettare la mia musica come metal “qualcosa”. (ci pensa un attimo, ndr) Potrei definirla dreamy metal (sbuffa, ndr) o qualcosa di simile ma, capisci, non vorrebbe dire assolutamente niente: è Alcest, punto. Non mi preoccupo di black, shoegaze e cose simili.

Autumn: I testi in francese sono spesso ostici per noi italiani...
Neige (stupito, ndr): Davvero? Sono due lingue molto affini alle volte, no?

Autumn: Non proprio... Potresti a tal proposito desrivere brevemente i testi del nuovo album e da dove ne trai ispirazione?
Neige: Ok, è un po' complicato in effetti, Souvenirs ed il nuovo album sono in qualche modo collegati: Souvenirs trattava di memorie e di visioni provenienti da un'altra dimensione, da un altro piano dell'esistenza, erano dei flash che avevo quando ero bambino; così da adolescente decisi di fare della musica a proposito di queste cose così strane che vedevo, perchè, capisci, non si trattava di sogni o di immaginazione, erano reali! Ed ecco perchè ho messo in piedi questo progetto.
Il nuovo album è invece molto più legato ad un sentimento di nostalgia verso questo mondo da sogno, del fatto che mi manchi molto e che non mi senta affatto a mio agio nel “nostro mondo”. Mi rendo conto che tutto ciò possa sembrare molto strano ma è proprio così. Sì, il nuovo album è decisamente più pessimista.

Autumn: Alcesti è un personaggio della mitologia greca (pausa di imbarazzo, Neige sibila un “sì” niente affatto convinto, ndr), cos'è che ti ha colpito di lei tanto da...
Neige (mi interrompe, ndr): Non sapevo fosse un personaggio mitologico. Ho preso il nome dal protagonista de “Il misantropo” di Molière, Alceste appunto, ma non ha niente a che fare con lui, mi piaceva molto il suono della parola, tutto qua.

Autumn: Alcesti nella mitologia greca è una donna che decide di sacrificare la vita per il suo amato.
Neige: Ok ok ma ti ripeto, è solo un nome che mi piace molto. Ho giusto eliminato la “e” finale per differenziarlo dall'altro.

Autumn: Ti saresti mai aspettato l'enorme successo di Souvenirs, celebrato quasi dappertutto come un capolavoro?
Neige: No no, assolutamente no. Ti spiego, ho scritto quella musica per me stesso, certo sarei stato lieto di pubblicarla se qualche etichetta ne fosse stata interessata. Fu un mio amico che un giorno mi disse “Hey, perchè non la mandi alla Prophecy? Sono sicuro che l'apprezzeranno molto” ed io ogni volta “Ma no no, non dire sciocchezze”. Alla fine lo mandai e sì, gli piacque molto, però ti ripeto, era musica solo per me; Alcest è un progetto così personale che è molto difficile da capire ed è anche la ragione per cui io preferisco fare musica piuttosto che stare qui a cercare di spiegartela a parole, perchè se questa cosa non la vivi personalmente allora non puoi capire.

Autumn: Ti piace il movimento dark, il gothic, la sua cultura?
Neige: Sì, decisamente. In modo particolare la musica degli anni 80.

Autumn: Quanto ti senti coinvolto in esso?
Neige: Guarda, la mia musica è stata anche definita come un mix di black metal e post punk, una specie di incontro tra Burzum e Joy Division. Sì, sono un grande fan dei Joy Division, ho tutto di loro; mi piacciono inoltre i Depeche Mode ed in particolar modo i Chameleons. Li conosci? Sono una delle mie band preferite di sempre, i loro primi tre album sono puro genio.

Autumn: E' vero che gli Amesoeurs si sono sciolti?
Neige: Sì, tutto vero.

Autumn: Prendendo in considerazione la scena dark francese ci sono molte band valide nell'underground. Quali sono le tue preferite, quali quelle che vale la pena di seguire?
Neige: Abbiamo band black molto valide come i Deathspell Omega, oppure qualcosa più sullo stile medievale come i Rosa Crux, li conosci?, fuckin' great! (testuale, ndr).

Autumn: E dei Les Discrets cosa mi dici?
Neige: Yeah, Fursy (Teyssier, ndr) è il mio migliore amico ed il suo album (Septembre et ses dernières pensées, ndr) è un autentico capolavoro, per me è perfetto.

Autumn: La tua label, la Prophecy, è sempre stata un'ottima etichetta nello scoprire nuovi talenti e nel supportarli e promuoverli a dovere. Come sono i tuoi rapporti con essa?
Neige: Non è una buona etichetta nel senso (o perlomeno non solo in quello) che sappia lavorare molto bene, ma soprattutto lo è per il fatto di possedere una vera estetica, una visione della musica propria ed originale e che scelgano solo band che abbiano qualcosa da dire. Non c'è divertimento alla Prophecy, non c'è una singola band al suo interno portavoce del classico abbinamento metal-baldoria (accenna un sarcastico headbanging con le corna alzate, ndr). Lavorano molto alla ricerca di band in cui ci sia armonia tra la musica, le immagini evocate ed i testi ed è qualcosa che apprezzo molto ed in cui mi trovo pienamente soddisfatto. Per quanto riguarda Alcest hanno sempre creduto nel progetto e mi hanno sempre supportato con tutti i mezzi a loro disposizione.

Autumn: Quanti musicisti salgono sul palco in un live show degli Alcest?
Neige: Quattro, me compreso.

Autumn: E com'è ad oggi il responso da parte del pubblico ai vostri concerti?
Neige: Non è male. Alcest non è certo il tipo di musica da headbanging; guardo negli occhi del pubblico o nei loro sorrisi e sembra quasi che siano intontiti o comunque stupefatti, come sotto l'effetto di una qualche droga ed è questo ciò che voglio, più che (e mima ancora grossolanamente un headbanging, ndr). Sì, il responso è stato decisamente positivo.

Autumn: Dato il successo riscontrato con Alcest comporrai ancora in futuro qualcosa di black metal?
Neige: Non so, forse, chi può dirlo? Potrei anche fare dell'hip hop se volessi. Ma sì certo, potrei ancora fare del black metal ma capisci che non è una cosa che dici “ok domani compongo black metal”. Non puoi saperlo, non puoi comporre del black metal in qualsiasi situazione e ciò è fondamentale: devi avere delle buone ragioni per suonare black metal, non come i Gorgoroth o i Marduk, i quali sono sicuro che in tutti questi anni neanch'essi abbiano ancora capito perchè suonino black metal.

Autumn: A proposito invece della tua collaborazione con i Forgotten Woods cosa ci puoi dire a riguardo?
Neige: Non lo so.

Autumn: Non lo sai?
Neige: Non ho più loro notizie da tantissimo tempo. Penso che ora abbiano bambini, compagne, non credo che siano sposati; si stanno prendendo il loro tempo insomma. Chi lo sa, magari tra un paio d'anni torneranno oppure lasceranno definitivamente. Davvero, non ne so niente.

Autumn: Cosa pensi della scena metal attuale?
Neige: Per me il periodo peggiore è passato, è stato quello alla fine degli anni novanta, quando da una parte c'erano tutte quelle band totalmente kitsch piene di tastiere mentre dall'altra c'era il cosiddetto true black metal. Oggi invece le band guardano molto più avanti, creano nuovi stili oppure cercano di migliorare sempre più quelli già esistenti, partendo per esempio dal post punk o dal post rock. In questo senso penso che oggi ci siano molte band di qualità. (a tal proposito, ad intervista ultimata, Neige ha fatto il nome dei romani Arctic Plateau, ndr).

Autumn: Grazie mille per la tua collaborazione Neige.
Neige: Grazie a voi.



Michele
Martedì 17 Agosto 2010, 0.38.21
7
Sta diventando uno dei miei musicisti preferiti...lo stimo troppo *_*
enry
Martedì 20 Aprile 2010, 19.44.14
6
Ha ragione, i Rosa Crux sono fottutamente grandi! Bella intervista, comunque.
polenta violenta
Martedì 20 Aprile 2010, 14.46.51
5
a me è venuto male mi ha fatto ricordare le lezioni di letteratura francese alle superiori piene zeppe di 3, 4 e a volte 5
Moro
Lunedì 19 Aprile 2010, 23.50.13
4
che poi è bellissimo il personaggio di Alceste nel Misantropo... grandissimo Neige e grandissimi i Chameleons.
Khaine
Lunedì 19 Aprile 2010, 23.22.23
3
LOL quando si parla dell'etimologia di Alcest m'è venuto da morire!
andrea
Lunedì 19 Aprile 2010, 21.40.36
2
gli piacciono i rosa crux, grandissimo! bene, siamo già in due! scherzi a parte, intervista davvero interessante, sembra una bella persona oltre ad essere un grande musicista. fa bene al cuore leggere di un metallaro così giovane (sbaglio o è più piccolo di me, che di anni ne ho 26?) di mentalità tanto aperta e raffinata (e mi riferisco al suo schernire il "true black metal"). bene, bravo, bis! prometto di ascoltare ancora meglio Écailles de lune.
Nikolas
Lunedì 19 Aprile 2010, 21.07.51
1
Personaggio davvero interessante, ti invidio in maniera indescrivibile Stedano
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Neige
RECENSIONI
78
65
83
s.v.
81
85
ARTICOLI
25/10/2019
Intervista
ALCEST
Intervista a Neige
08/11/2014
Live Report
OPETH + ALCEST
Alcatraz, Milano, 03/11/14
12/02/2014
Live Report
ALCEST + HEXVESSEL + THE FAUNS
Circolo Colony, Brescia, 08/02/2014
15/02/2012
Live Report
ALCEST + LES DISCRETS + SOROR DOLOROSA
Carlito’s Way, Retorbido (PV), 10/02/2012
19/04/2011
Intervista
ALCEST
Il link tra la realtà e l’immaginazione (di Neige)
18/04/2011
Live Report
BLACK LAKE METAL FEST con ALCEST ed altri
Carlito's Way, Retorbido (PV), 10/04/2011
19/04/2010
Intervista
ALCEST
Il Mondo di Neige
14/04/2010
Live Report
ALCEST
Olden Live Club, Lonato (BS), 04/04/2010
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]