Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Voivod
The Wake
Demo

Panni Sporchi
III
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/10/18
MORBID MESSIAH
Demoniac Paroxysm

23/10/18
BAD BONES
High Rollers

26/10/18
BLOODBATH
The Arrow of Satan is Drawn

26/10/18
HOLY SHIRE
The Legendary Shepherds of the Forest

26/10/18
ICARUS WITCH
Goodbye Cruel World

26/10/18
FIFTH ANGEL
The Third Secret

26/10/18
KMFDM
Live In The USSA

26/10/18
CARCHARODON
Bukkraken

26/10/18
EISREGEN
Fegefeuer

26/10/18
WESTFIELD MASSACRE
Salvation

CONCERTI

21/10/18
VADER + ENTOMBED A.D. + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

22/10/18
HALESTORM
ALCATRAZ - MILANO

25/10/18
KILLING JOKE
CAMPUS INDUSTRY - PARMA

26/10/18
HOLY SHIRE + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

26/10/18
THOMAS SILVER + SMALL JACKETS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

26/10/18
AEVUM + GUESTS
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

27/10/18
LIFE OF AGONY
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

27/10/18
INFERNAL FORCES
LIVE CLUB - TREZZO SULL`ADDA (MI)

27/10/18
GLI ATROCI
SOUND CLUB - MILANO

27/10/18
AFFLUENTE + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

LEGENDS OF ROCK - # 6 - Frank Zappa, prima parte
06/10/2010 (8377 letture)
Preferisco utilizzare le apparecchiature elettroniche al posto dei musicisti. Fanno meno errori.

L’arte consiste nel fare qualcosa di nessun valore e in seguito di venderla.

Se passi una vita noiosa e miserabile perché hai ascoltato tua madre, tuo padre, tua sorella, il tuo prete o qualche tizio in tv che ti diceva come farti gli affari tuoi, allora te lo meriti.

Frank Vincent Zappa Jr. II, meglio conosciuto come Frank Zappa, è una delle figure più controverse e significative dell’universo rock, e tra le meno comprese -attesa la vastità della sua produzione discografica e la complessità della musica proposta. Gli album in commercio non rappresentano altro che la punta dell’iceberg dell’universo zappiano: è enorme, infatti, il materiale inedito che gradatamente viene immesso sul mercato.
Chitarrista di grande classe, personaggio poliedrico, provocatore, irriverente, geniale, sardonico, acerrimo nemico del famigerato PMRC (acronimo per "Parents Music Resource Center"), nella sua carriera ha vagabondato da un genere all’altro con una naturalezza ed un virtuosismo disarmante, sperimentando in continuazione e lavorando indefessamente anche diciotto ore il giorno.
Rock, jazz, progressive, proto-punk, sigle di cartoni animati immaginari, colonne sonore cinematografiche, fino ad esperimenti di stampo barocco eseguiti al synclavier (campionatore musicale che diventerà quasi un’ossessione nella sua ultima parte di carriera) ispirandosi anche a brani di un compositore violoncellista milanese di fine settecento chiamato Francesco Zappa, scoperto dalla moglie Gail consultando il Grove Dictionary Of Music And Musicians.
Le sue composizioni sono sempre state avanti con i tempi, cariche di sovraincisioni, pregne di strumenti tra i più svariati ed originali (ha utilizzato persino un paio di forbicine!) e, quando le risorse finanziare lo consentivano, ricorreva all’uso dell’orchestra, che amava dirigere per rendere più corposa e definita la sua proposta musicale.

BLACK NAPKINS


Le maggiori influenze sulla sua arte (amava definirla progetto/oggetto) derivano dal compositore francese Edgar Vàrese, grande ricercatore di armonie nuove, dissonanti, con una marcata presenza di tamburi, una rarità nell’ambito della musica classica.
Era anche affascinato da Igor Stravinski, Olivier Messiaen e dal moravo Alois Haba, per le sue sperimentazioni con gli intervalli di un quarto di tono. Gli innumerevoli artisti che hanno lavorato con Zappa affermano senza mezzi termini che la sua è una musica di difficilissima esecuzione e richiede un impegno notevole sullo strumento (stiamo parliamo, ad esempio, di personaggi del calibro di Steve Vai, Ian Underwood, Adrian Belew e Terry Bozzio!).
Sotto il profilo testuale non esitava a scagliarsi contro il Governo Americano (detestava Nixon, Reagan, Bush), il falso moralismo, incitava i giovani a risvegliare le proprie coscienze, a lottare per un mondo nuovo, ad evitare l’assunzione di sostanze stupefacenti; le liriche erano taglienti come rasoi, volgari, satiriche, misogine, inclini a trattare argomenti più frivoli, molto frequentemente a sfondo sessuale, o addirittura barzellette.
In moltissime circostanze ha utilizzato nei suoi album un linguaggio discorsivo aumentando le già notevoli difficoltà di assimilazione, soprattutto per chi non conosce bene la lingua inglese.

Nato a Baltimora, nel Maryland, il 21 dicembre 1940 da padre siciliano e madre greca, Zappa era di salute cagionevole, soffrendo di attacchi d’asma. La famiglia si stabilisce anche per tale motivo in California, dove Frank frequenta l’Antelope Valley High School ed inizia ad avvicinarsi alla musica, la passione della sua vita: impara a suonare la batteria e la chitarra, e milita nei The Blackouts, Boogie Man e Joe Perrino & The Mellotones.
Sposò giovanissimo la telefonista Kay Sherman (durò poco però), ma la donna della sua vita fu la seconda moglie Adelaide Gail Sloatman, che gli diede i quattro figli Ahmet, Dweezil, Moon Unit e Diva.
A 19 anni, proprio il giorno della festa della mamma, fonda i The Mothers (abbreviazione di "motherfuckers") insieme al chitarrista Elliott Ingber, al bassista Roy Estrada, al batterista Jimmy Carl Black, al tastierista Don Preston ed al sassofonista Bunk Gardner (line-up che nel tempo subirà numerosi cambi).
Nel 1966 firma il suo primo contratto discografico con la Verve, etichetta jazz appartenente alla MGM, e col nome The Mothers Of Invention (dal proverbio Necessity is the mothers of invention, che corrisponde al nostro La necessità aguzza l’ingegno) pubblica il doppio concept album Freak Out! (espressione polisemantica traducibile con "Su di giri!").

FRANK ZAPPA AND THE MOTHERS OF INVENTION – KING KONG


I testi, la parodia dissacrante, il coraggio di esordire con un lavoro così pomposo (è il secondo doppio disco della storia, dopo Blonde On Blonde di Bob Dylan) fa di questo platter un vero e proprio caposaldo della musica rock, la cui importanza è stata riconosciuta anche da Paul McCartney, il quale ha ammesso che è stato fondamentale nella stesura dello storico album dei Beatles Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band.
La musica proposta passa dal rock & roll al rhythm & blues, vengono utilizzati anche arrangiamenti orchestrali -con il risultato di spiazzare critica ed ascoltatori di fronte al risultato finale, che era alquanto innovativo e bizzarro per quei tempi.
Zappa è sarcastico, si scaglia contro i media e contro i tabù sessuali, diventa un’icona nell’universo freak (gli emarginati della società) sebbene si tenesse a distanza da quella comunità. Nel disco appare anche un personaggio inventato, Suzy Creamcheese, ed al commento ambiguo di Frank Siamo interessati al tuo (gulp) sviluppo la voce di Jeannie Vassoir risponde con un fermo Scordatelo!
Già l’anno successivo è la volta di Absolutely Free, in cui viene affrontato il tema della guerra in Vietnam e derisi duramente gli hippies, poveri illusi che credono di cambiare il mondo parlando d’amore. Serve ben altro per Zappa, serve l’azione decisa dei freaks gli scherzi di natura guidati dallo scultore Vito Paulekas e dal suo dionisiaco amico Carl Orestas Franzoni!
I Mothers sono riusciti ad eseguire tempi astrusi e difficili con una tale perizia che in molti pensavano che il tutto venisse suonato in quattro quarti, come qualsiasi canzonetta: i loro show erano stravaganti, utilizzavano bambole e giocattoli a forma di animale, e l’attrazione più grande era costituta da una giraffa morbida che aveva un tubo in mezzo alle gambe posteriori... la giraffa veniva strofinata con una marionetta, ed a quel punto la coda si alzava e gli spettatori venivano inondati di panna montata!

Sempre per la Verve Zappa inciderà il suo primo album solista, l’orchestrale Lumpy Gravy (1967), vera e propria anarchia sonora, pieno di stravaganti dialoghi e realizzato in collaborazione dell’Abnuceals Emuukha Electric Symphony And Chorus.
L’anno seguente è la volta di We’re Only In It For The Money, che vede l’innesto in formazione di Ian Underwood, e fu un autentico sberleffo ai danni dei Beatles (come si evince sin troppo chiaramente dall’irriverente cover) e Cruising With Ruben & The Jets, velleitario tentativo di tentare di rendere più conosciuta la musica ostile di Zappa attraverso le radio.
L’artista da poi vita alla Bizarre Records e, poco dopo, alla Straight, etichetta intesa per lanciare nuovi talenti.

ZOMBY WOOF



Alberto
Mercoledì 3 Novembre 2010, 12.10.30
16
Grande genio della musica rick e bellissimo articolo!
Ubik
Giovedì 14 Ottobre 2010, 20.45.44
15
Uno dei + grandi della musica rock
Ares
Martedì 12 Ottobre 2010, 22.38.03
14
Un artista pazzesco non ci sono altre parole per definirlo
Marty
Giovedì 7 Ottobre 2010, 17.34.02
13
Grande articolo su un genio pazzesco della musica rock!
Raven
Giovedì 7 Ottobre 2010, 9.21.54
12
Uno dei pochi, veri geni.
Mika
Mercoledì 6 Ottobre 2010, 21.51.47
11
Non smetterei mai di leggere su Zappa ed il suo universo...ancora...
Khaine
Mercoledì 6 Ottobre 2010, 18.05.15
10
@ Croptic: onestamente non saprei dire se Zappa sia IL PIU' grande tra tutti, ma è certo che rientra nell'Olimpo dei geni assoluti.
Croptic
Mercoledì 6 Ottobre 2010, 17.54.55
9
Il più grande compositore del XX secolo. Mai capito pienamente dalle persone, snobbato dagli accademici, conosciuto e celebrato da pochi. I suoi dischi rock sono di enorme spessore con un tasso di innovazione impressionante, mentre quelli orchestrali sono qualcosa di incredibile e tremendamente affascinanti. Zappa è IL genio della musica. Non smetterò mai ascoltarlo.
Blackout
Mercoledì 6 Ottobre 2010, 17.43.41
8
Gran bell'articolo Fabio. La musica di Zappa è sempre un emozione!
hm is the law
Mercoledì 6 Ottobre 2010, 16.14.53
7
Aggiunte foto!
metal4ever
Mercoledì 6 Ottobre 2010, 16.07.10
6
Questo si che era un musicista.....
Khaine
Mercoledì 6 Ottobre 2010, 15.32.19
5
MA LOLLLLL!!!
Bloody Karma
Mercoledì 6 Ottobre 2010, 15.12.58
4
In pratica, per un po' il padre insegnò chimica in una base militare, per cui non sapendo come passare il tempo, ed avendo rimediato una bella maschera antigas da qualche parte, iniziò a giocare al piccolo chimico mescolando qualsiasi cosa trovasse in giro..
Khaine
Mercoledì 6 Ottobre 2010, 15.03.35
3
LOL! "Non convenzionali" significa che dava fuoco ai suoi gas??
Bloody Karma
Mercoledì 6 Ottobre 2010, 15.00.21
2
peccato che per motivi che adesso mi sfuggono, la famosa copertina sberleffo dei Beatles venne tagliata dalla versione finale (che ritraeva anche Jimi Hendrix in vesti improbabili) e lasciato una "semplice zoomata" della band. Un'altra cosa da aggiungere riguarda Cruising With Rubens...che a prima vista non c'entra nulla con la produzione delle Mothers, ma in realtà Zappa prima di fondare loro tirava a campare scrivendo e producendo singoli r'n'b di quel tipo per svariati gruppi, insieme ad un suo compare che metteva la sala di registrazione, oltre che ad esserne un fan sfegatato...sempre a proposito degli inizi di Zappa, da bambino era un appassionato di esplosivi e spesso dava luogo ad esperimenti non convenzionali nel garage di casa...un mito...ahaha
Master Of Pizza
Mercoledì 6 Ottobre 2010, 14.44.11
1
Un grande,senza dubbio.Un genio follemente geniale,un folle genialmente freak
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Frank Zappa in un celebre scatto
ARTICOLI
04/09/2017
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 41 - David Bowie, Parte terza
12/06/2017
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 40 - David Bowie, parte seconda
07/03/2017
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 39 - David Bowie, parte prima
12/07/2016
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 38 - Atomic Rooster
14/06/2016
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 37 - High Tide
19/02/2015
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 36 - Scorpions, parte seconda
10/02/2015
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 35 - Scorpions, parte prima
11/11/2014
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 34 - Black Widow
16/08/2014
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 33 - Dick Wagner
28/04/2014
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 32 - Lou Reed, prima parte
20/10/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 31 - Il Rovescio della Medaglia
02/10/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 30 - Queen, terza parte
27/09/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 29 - Queen, seconda parte
23/09/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 28 - Queen, prima parte
12/08/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 27 - Gentle Giant, seconda parte
24/07/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 26 - Gentle Giant, prima parte
21/06/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 25 - Van Der Graaf Generator, seconda parte
06/06/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 24 - Van Der Graaf Generator, prima parte
13/03/2013
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 23 - Thin Lizzy
30/07/2012
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 22 - Rory Gallagher
28/06/2012
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 21 - Tommy Bolin
19/09/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 20 - Pink Floyd, seconda parte
17/09/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 19 - Pink Floyd, prima parte
23/08/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 18 - Ramones, seconda parte
01/08/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 17 - Ramones, prima parte
12/06/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 16 - Yes, seconda parte
23/05/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 15 - Yes, prima parte
05/04/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 14 - Genesis, seconda parte
28/03/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 13 - Genesis, prima parte
14/02/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 12 - Deep Purple, seconda parte
04/02/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 11 - Deep Purple, prima parte
21/01/2011
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 10 - Syd Barrett
15/11/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 9 - Jethro Tull, seconda parte
02/11/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 8 - Jethro Tull, prima parte
15/10/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 7 - Frank Zappa, seconda parte
06/10/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 6 - Frank Zappa, prima parte
28/05/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 5 - Black Sabbath, seconda parte
22/05/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 4 - Black Sabbath, prima parte
18/04/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 3 - Led Zeppelin, seconda parte
26/03/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 2 - Led Zeppelin, prima parte
16/02/2010
Articolo
LEGENDS OF ROCK
# 1 - Jimi Hendrix
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]