Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Progenie Terrestre Pura
starCross
Demo

Dead Like Juliet
Stranger Shores
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/07/18
THE LIONS DAUGHTER
Future Cult

20/07/18
MUTILATION RITES
Chasm

20/07/18
CRYONIC TEMPLE
Deliverance

20/07/18
SCARS ON BROADWAY
Dictator

20/07/18
CEMETERY LUST
Rotting in Piss

20/07/18
SANDRIDER
Armada

20/07/18
KHÔRADA
Salt

20/07/18
BLACK ELEPHANT
Cosmic Blues

23/07/18
ATAVISMA
The Chthonic Rituals

25/07/18
MANTICORA
To Kill To Live To Kill

CONCERTI

16/07/18
MESMERIZE + BLACK PHANTOM + ERUPTION
CENTRO SPORTIVO S. PERTINI - CORNAREDO (MI)

17/07/18
IRON MAIDEN + TREMONTI + RHAPSODY OF FIRE + THE RAVEN AGE
PIAZZA UNITA` D`ITALIA - TRIESTE

18/07/18
STEVEN TYLER
PIAZZA UNITA' D'ITALIA - TRIESTE

18/07/18
MYLES KENNEDY + DORIAN SORRIAUX
TEATRO DAL VERME - MILANO

19/07/18
MYLES KENNEDY + DORIAN SORRIAUX
TEATRO ROMANO - OSTIA ANTICA (ROMA)

20/07/18
PROTEST THE HERO + GUESTS
ROCK PLANET CLUB - PINARELLA DI CERVIA (RA)

21/07/18
COLONY SUMMER FEST (Day 1)
CENTRO FIERA - MONTICHIARI (BS)

21/07/18
MYLES KENNEDY + DORIAN SORRIAUX
CASTELLO - UDINE

21/07/18
DIVINE METAL FEST
ALTERNATIVE MUSIC CLUB - MONTENERO DI BISACCIA (CB)

22/07/18
RICHIE KOTZEN
ESTATE IN FORTEZZA SANTA BARBARA - PISTOIA

FOLKSTONE + NOUMENO - Blackout, Roma, 20/11/2010
24/11/2010 (4482 letture)
Se si parla della scena live romana, l'occhio salta subito ai grandi toour che fanno tappa per la capitale. Blind Guardian, Dark Tranquillity, Cathedral, Joe Satriani, Anathema -e ancora devono arrivare Alter Bridge, Deftones, Paul Gilbert, Helloween, Nile, Rhapsody of Fire... Lungi da me dunque qualsiasi lamentela, ma è bene tener presente che il sottobosco non gode di altrettanta salute. Tra locali storici che passano a "miglior vita" (cioè, a serate di tributo al pop anni ottanta) e concerti spesso e volentieri semideserti (possibile che le facce in coda siano sempre le stesse?), c'è una scena underground che arranca e avrebbe bisogno di supporto. Niente di tutto questo è però emerso sabato 20 al Blackout, piuttosto pieno per i Folkstone: una serata per certi versi modello, con ottima acustica e ottimo pubblico -per non parlare delle band!

NOUMENO
L'abbinamento, lo confesso, mi aveva stupito: una prog band strumentale ad aprire per i Briganti di Montagna? E invece non solo i Noumeno si sono rivelati perfettamente all'altezza -conoscendoli bene, non avevo dubbi- ma hanno anche convinto un pubblico variegato. Forti di un'esecuzione strabiliante, i brani tratti dal disco d'esordio, Trapped, acquistano nuova vita, risultando ancora più efficaci e coinvolgenti. Certo, i tempi composti non è che si prestino all'headbanging (a meno di non avere un collo pronto a tutto), ma i magnifici hooks chitarristici esaltano le prime file. In effetti, la qualità dei singoli è tale che un certo onanismo strumentale sarebbe pure fisiologico; ma va detto che le prodezze solistiche della coppia Agabiti-Carrabino non prendono mai il sopravvento sulla quadratura del cerchio sonoro. Una sezione ritmica abile e personalissima fa il resto, consegnandoci una band in crescita costante.

Report a cura di Filippo Festuccia "Zarathustra"

FOLKSTONE
Hey, na! Hey, na na!

Nella loro prima calata a Roma i nostri Briganti di Montagna raccolgono un sorprendentemente buon numero di fan roboanti, che hanno fatto sentire il calore romano ai musicisti bergamaschi; "sorprendente" perchè, nonostante la data degli importanti ed apprezzati Eyeconoclast, tenuta insieme agli Ade all’Init Club nella stessa serata, i Folkstone sono comunque riusciti a riempire la sala del Blackout.

Dopo la mezz’ora dei Noumeno, virtuosa band prog metal in apertura del concerto, il cambio della strumentazione è stato velocissimo: nel giro di 15 minuti i Folkstone erano pronti a far fuoco e fiamme con le loro melodie epiche e coinvolgenti, che iniziano con l’intro tratto dal secondo album Damnati Ad Metalla, Ol Bal Di Oss, che scalda ancora di più un pubblico già in estasi. Un pogo selvaggio si scatena con Longobardia, tanto selvaggio a dir la verità che in alcune situazioni stava diventando pure troppo selvaggio, continuando incessantemente per praticamente tutto il concerto. Le voci in coro si alzano tanto da andare quasi a coprire le possenti corde vocali di Lore che, come in ogni occasione, ha interagito molto con i presenti sia spiegando i titoli dei brani, sia per parlare di attualità... Il suono iniziale era un po’ impastato, certamente vittima del veloce cambio di strumentazione e non da attribuire ai protagonisti della serata, che hanno dato una prova eccellente: tuttavia il problema si stabilizza nel giro di qualche canzone.

Aufstand!, Alza il Corno, Anime Dannate, Un’altra Volta Ancora (cantata dalla grintosa Roby): non un attimo di tregua, non un momento di noia. Nonostante la dipartita del batterista Fore, che ha registrato con la band entrambi i due dischi, il nuovo drummer ha portato in scena una prova precisa, che fa ben sperare per il futuro album della band. La forte energia sprigionata va ad avvolgere tutti i presenti, che durante l'esibizione si sono scatenati ed hanno avuto l’onore di assistere ad un concerto che, inizialmente, neanche doveva esser parte del tour -la performance romana è stata infatti inserita successivamente, dopo le pressanti richieste arrivate alla band dalla Capitale.

La scorribanda delle Orobie, insomma, ha colpito nel segno, entrando anche nei cuori di chi non conosceva i Folkstone fino a ieri sera. La prestazione è ben fatta, tutte le canzoni colpiscono, lasciando la folla soddisfatta dell’esibizione e speranzosa di rivedere la band in queste lande un’altra volta ancora l’anno prossimo, con il nuovo tour che secondo le prime informazioni dovrebbe partire nel mese di marzo 2011. Tra una birra e l’altra l’ora e mezza di concerto vola via: i Folkstone scendono dal palco per mischiarsi con la folla, che inevitabilmente ne blocca i componenti, vuoi per scattare una foto, vuoi per scambiare semplicemente quattro chiacchiere. Spero che il pubblico romano abbia fatto una buona impressione ai Nostri, tanto da farli tornare un domani nella Città Eterna per alzare il corno ancora una volta!

In vino veritas!

SETLIST
01 Ol Bal di Oss
02 Longobardia
03 Aufstand!
04 Alza il Corno
05 Anime Dannate
06 Un'Altra Volta Ancora
07 Luppulus in Fabula
08 Terra Santa
09 Briganti di Montagna
10 Frerì
11 Folkstone
12 Vortici Scuri (acustic)
13 Con Passo Pesante
14 In Taberna (In Vino Veritas)
15 Lo Stendardo
16 Rocce Nere


Report a cura di Simone Ferri "Blackout"



Blackout
Venerdì 26 Novembre 2010, 20.15.01
11
@Filippo: mi sà che lo hai pure conosciuto l'Angelo qua sotto! XD
Zarathustra
Giovedì 25 Novembre 2010, 22.50.08
10
@angelo: il report dei Folkstone è stato curato da Simone Ferri "Blackout", quello dei Noumeno dal sottoscritto
angelo
Giovedì 25 Novembre 2010, 22.05.21
9
dopo averli ammirati al mettalived a vicenza, non potevo certo farmeli sfuggire ora che sono venuti nella mia città, per quanto mi rigurda i folkstone sono uno di quei gruppi da vedere....sempre!!...ragazzi simpatici, disponibili e ottimi artisti, onore a loro a chi ha organizzato l'evento, alla redazione e ha chi ha fatto il live report......come si chiama?????.......
Dimitri
Giovedì 25 Novembre 2010, 20.03.17
8
...Folkstone:un gruppo scoperto per caso e quasi che stavo per partire alla volta dell'idropark di milano(complicazioni me lo hanno impedito) per vederli da gruppo spalla ai Mago De Oz(che accoppiata ragazzi!!!!!!!). Un grazie speciale al Black Out, per aver fatto esibire questa band veramente Eccezionale, e dove come sempre si passano ottime serate!!!
David
Giovedì 25 Novembre 2010, 19.13.05
7
mi associo a Richard nel ringraziare Davide Celli per aver realizzato un piccolo sogno. vedere i folkstone dal vivo era per me impossibile poichè le date erano solo nel nord italia (e spostarsi non è che costi pochissimo). ma soprattutto grazie ai folkstone per questa splendida esibizioen che ci ha fatto divertire tutti quanti. personalmente non mi divertivo così tanto dal paganfest con gli eluveitie e finntroll. alziamo il corno e brindiamo un'altra votla ancora!! \m/
Richard
Giovedì 25 Novembre 2010, 17.23.32
6
Un ringraziamento particolare a Davide Celli della AL Produzioni che ha fortemente voluto il concerto e si è attivato professionalmente perchè la band orobica calasse a Roma nel migliore dei modi e lasciasse il segno. Grazie Davide
Völsung
Giovedì 25 Novembre 2010, 11.50.20
5
Vedere i Folkstone in prima fila è veramente uno spettacolo! Grandissimi! Spero che tornino nuovamente a Roma, o comunque nei dintorni!
Nikolas
Giovedì 25 Novembre 2010, 10.45.13
4
Tornerei volentieri a vederli se capitasse, i Folkstone sono davvero una band notevolissima, dal vivo sono trascinanti come pochi!
AL
Giovedì 25 Novembre 2010, 10.16.33
3
Folk.. Folkstone... scorribanda sarà!!!
elisa89
Giovedì 25 Novembre 2010, 10.13.00
2
eeeeeeeeeeeeh...io c'ero, io c'ero ...bello bellissimo...finalmente ho potuto vedere i folkstone da live....e anche da vicinissimo...grande, grandissima serata....la ricorderò per sempre!
Berserker
Giovedì 25 Novembre 2010, 8.47.48
1
Grande band e gran concerto: che spettacolo...
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La locandina del concerto
ARTICOLI
24/11/2010
Live Report
FOLKSTONE + NOUMENO
Blackout, Roma, 20/11/2010
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]