Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

CRYPTIC WRITINGS - # 5 - Learning To Live - Dream Theater
17/12/2010 (4329 letture)
Dopo avervi parlato in maniera mirabile, in questa rubrica, di ancestrali tradizioni popolari, guerra e mitologia, tocca alla mia penna riportare la luce dei riflettori sull’uomo, sul suo inconscio, sui suoi pensieri, sulle sue paure, sulla quotidiana battaglia chiamata vita; insomma, ritorniamo su una dimensione più squisitamente umana, nel senso stretto del termine; faremo un piccolo viaggio nella vita di un uomo, nel microcosmo del suo io, che spesso si rivela molto più ricco di insidie rispetto al mondo esterno. Questi e molti altri sono le tematiche rintracciabili in quel capolavoro che risponde al nome di Learning To Live, ultima traccia dell’ormai lontano Images And Words. Stiamo ovviamente parlando dei Dream Theater, chi mi conosce sa bene che non avrei potuto scegliere altri al loro posto per il mio primo numero in questa meravigliosa rubrica; ma, aldilà dei miei gusti personali, stiamo parlando -oggettivamente- di una canzone che, ora come allora, sprigiona tutta la sua poetica bellezza, proprio nella pluralità e nella polisemia dei suoi versi, icastica rappresentazione dell’uomo in ogni sua sfaccettatura. Tralasciando totalmente il lato tecnico-musicale-esecutivo, che pure molto meriterebbe, ci concentreremo -esclusivamente- sul testo della canzone, che proprio per la familiarità dei temi trattati, fa immedesimare l’ascoltatore nel protagonista, ogni qual volta che si ascolta la canzone. In realtà, da un’analisi del testo, non si evince in maniera chiara e palese quale sia il tema dominante della canzone, o meglio, si evincono più temi e più possibili interpretazioni, tra le quali la più accreditata è senz’altro la tematica dell’AIDS, descritta da alcuni versi che sembrano -inequivocabilmente- andare in questa direzione, probabilmente perché mai come alla fine degli anni ’80 e nei primi anni ’90 -la genesi della canzone- la tematica è stata molto sentita e costantemente sotto la luce dei riflettori. Bisogna evidenziare che, benché non si faccia tanta fatica a riconoscere questo tema, l’argomento è stato trattato in maniera piuttosto velata, e proprio questa ambiguità di fondo è stata la ragione scatenante delle molteplici interpretazioni date al testo col passare degli anni. Allargando la lente d’ingrandimento, tralasciando i particolari e guardando al testo nella sua interezza, lo si può leggere anche come la battaglia quotidiana di un uomo e i suoi quesiti irrisolti; di un adolescente che cresce, di una storia d’amore, o più semplicemente attraverso le difficoltà e gli ostacoli che la vita gli pone davanti. Dal canto suo, John Myung non ha mai chiarito quale sia il tema dominante della canzone -e si sa che Myung è uomo di poche parole!- generando ancor più incertezza tra i fans. In fin dei conti, il testo della canzone sembra rispecchiare appieno la personalità riservata e misteriosa del suo autore, di sicuro il più schivo e meno appariscente della band; sono davvero rare le occasioni in cui lo si vede parlare o rilasciare interviste.

IL TESTO
There was no time for pain
No energy for anger
The sightlessness of hatred slips away
Walking through winter streets alone
He stops and takes a breath
With confidence and self control


Non c’era tempo per il dolore,
né energia per la rabbia;
la cecità dell’odio svanisce,
camminando solo nelle strade d’inverno.
Si ferma e prende un respiro
con sicurezza ed autocontrollo.


I look at the world and see no understanding
I'm waiting to find some sense of strength
I'm begging you from the bottom of my heart to show me understanding


Guardo al mondo e non vedo comprensione;
aspetto di trovare un senso di forza;
ti sto implorando dal profondo del mio cuore di mostrarmi
comprensione.


I need to live life
Like some people never will
So find me kindness
Find me beauty
Find me truth
When temptation brings me to my knees
And I lay here drained of strength
Show me kindness
Show me beauty
Show me truth


Ho bisogno di vivere la vita
come alcune persone non faranno mai.
Quindi trovami bontà,
trovami bellezza,
trovami verità.
Quando la tentazione mi mette in ginocchio
e giaccio qui senza forze,
mostrami bontà,
mostrami bellezza,
mostrami verità.


The ways that your heart sounds makes all the difference
It's what decides if you'll endure the pain that we all feel
The way that your heart beats makes all the difference
In learning to live
Here before me is my soul
I'm learning to live
I won't give up
Till I've no more to give


Il modo in cui suona il tuo cuore fa la differenza,
è ciò che decide se sopporterai il dolore che tutti noi proviamo;
il modo in cui batte il tuo cuore fa la differenza
nell’imparare a vivere.
Qui davanti a me c’è la mia anima,
sto imparando a vivere
non mi arrenderò
finché non avrò altro da dare.


Listening to the city
Whispering its violence
I set out watching from above
The 90's bring new questions
New solutions to be found
I fell in love to be let down


Ascoltando la città
che sussurra la sua violenza;
parto scrutando dall’alto
gli anni ‘90 portano nuovi interrogativi,
nuove soluzioni da trovare,
Mi sono innamorato per essere abbandonato.


Once again we dance in the crowd
At times a step away
From a common fear that's all spread out
It won't listen to what you say
Once you're touched and you stand alone
To face the bitter fight
Once I reached for love
And now I reach for life


Ancora una volta balliamo tra la folla,
a volte ad un passo
da una paura comune e diffusa che
Non ascolterà quello che dirai,
una volta che sei toccato sei da solo
ad affrontare la dolorosa battaglia.
Una volta ho teso la mano per amore,
ora la tendo per la vita.


Another chance to lift my life
A freedom sensation in my heart
To ride the wings of dreams into changing horizons
It brings inner peace within my mind,
As I'm lifted from where I've split my life
I hear an innocent voice
I hear kindness, beauty and truth


Un’altra possibilità per risollevare la mia vita,
una sensazione di libertà nel mio cuore
per volare con le ali dei sogni dentro orizzonti mutevoli,
e questo porta pace interiore nella mia mente,
poiché mi solleva da dove ho versato la mia vita.
Sento una voce innocente,
sento bontà, bellezza e verità.


The way your heart sounds makes all the difference
It's what decides if you'll endure the pain that we all feel
The way your heart beats makes all the difference
In learning to live
Spread before you is your soul
So forever hold the dreams within our hearts
Through nature's inflexible grace
I'm learning to live


Il modo in cui suona il tuo cuore fa la differenza,
è ciò che decide se sopporterai il dolore che tutti noi proviamo.
Il modo in cui batte il tuo cuore fa la differenza
nell’imparare a vivere;
distesa davanti a te c’è la tua anima
perciò tieni i sogni dentro i nostri cuori,
attraverso l’inflessibile grazia della natura
sto imparando a vivere.


UNA BREVE ANALISI
I primi versi della canzone pare siano stati ispirati dal mastodontico romanzo La rivolta di Atlante (Atlas Shrugged) della scrittrice e filosofa statunitense di origine russa Ayn Rand. La prima strofa sembra essere la parafrasi di questo passaggio in prosa della Rand:

He had no time for pain, no energy for anger. Within a few weeks, it was over; the blinding stabs of hatred ceased and did not return.

Non aveva tempo per il dolore, né energia per la rabbia. Nel giro di qualche settimana, era passato tutto; le fitte accecanti d’odio erano finite e non erano più tornate.

Ecco le parole scritte da Myung:

Non c’era tempo per il dolore,
né energia per la rabbia;
la cecità dell’odio svanisce,
camminando solo nelle strade d’inverno.
Si ferma e prende un respiro
con sicurezza ed autocontrollo.


La somiglianza con la prima strofa è lapalissiana, anche se nel suo continuo, la canzone sembra sviluppare una trama che poco ha a che fare col romanzo. Le due successive sembrano la richiesta di un animale ferito; di un uomo pervaso dal dubbio a tutti i livelli (nessuno ha mai pensato che la richiesta di bontà, bellezza e verità possa essere per Dio o chi per lui?).
Il ritornello è poesia pura. Si tratta della presa di coscienza, da parte dell’uomo, delle sue emozioni e dei suoi sentimenti. Un’esistenza passionale che vede il cuore come centro propulsore dell’essere e non il cervello, assoggettato al volere del cuore, che diventa il motore delle scelte dell’essere umano nella sua esistenza.
Nelle due strofe seguenti si sviluppa la tematica dell’AIDS (in particolar modo la seconda):

Ascoltando la città
che sussurra la sua violenza;
parto scrutando dall’alto
gli anni ‘90 portano nuovi interrogativi,
nuove soluzioni da trovare,
Mi sono innamorato per essere abbandonato.


Ancora una volta balliamo tra la folla,
a volte a un passo
da una paura comune diffusa che
Non ascolterà quello che dirai,
una volta che sei toccato sei da solo
ad affrontare la dolorosa battaglia.
Una volta ho teso la mano per amore,
ora la tendo per la vita.


La prima delle due sembra un’introduzione di tipo sociologico alla seconda, dove viene espressa, secondo questa interpretazione, la paura di un contagio pandemico -l’amore, il sesso come portatore di morte- e la conseguente battaglia dell’individuo contagiato, solo, contro il male a combattere per la sua vita. L’ultima strofa sembra riaprire un barlume di speranza nella vita dell’individuo, un’ultima chance di redenzione di un individuo che sta crescendo ormai, e si ha la conferma di ciò nell’ultimo ritornello, dove vengono inserite delle varianti rispetto al precedente:

Distesa davanti a te c’è la tua anima
perciò tieni i sogni dentro i nostri cuori,
attraverso l’inflessibile grazia della natura
sto imparando a vivere.


CONLUSIONI
John Myung ha scritto davvero poche canzoni nella sua carriera con i Dream Theater, e l’assoluta qualità di Learning To Live ci fa tristemente realizzare che è davvero un peccato. Che siate blackster, doomster, thrasher, emo, punk, discotecari truzzi et similia non importa; chiunque abbia gusto per la Musica, dovrebbe riconoscere e apprezzare la poesia creata dalle mani di John Ro Myung.



DevizKK(1991)
Domenica 19 Dicembre 2010, 13.28.07
16
Dai ragazzi fidatevi lo prenderò Images & Words insieme al primo disco dei Dream theater che amo alla follia...Io dei Dream ho solo live scenes frow new york o qualcosa del genere sono 2 o 3 dischi...Comunque non è che sono propio un'appassionato di progressive eheheheh
Rob
Venerdì 17 Dicembre 2010, 22.33.17
15
Ancora grazie a tutti... mi fa piacere che vi sia piaciuto!
Lizard
Venerdì 17 Dicembre 2010, 20.00.39
14
Articolo davvero emozionante, molto bravo. Il testo si presta veramente a qualunque interpretazione ed io in effetti ne avevo sempre avuta un'altra ma quella dell'AIDS può senz'altro essere una chiave di lettura corretta.
hm is the law
Venerdì 17 Dicembre 2010, 19.41.00
13
Complimenti veramente un ottimo articolo
Metal4ever
Venerdì 17 Dicembre 2010, 16.49.12
12
Bravo Rob, Articolo stupendo!! io ho sempre pensato che il testo ci voglia dire che ci sono molte cose della vita per cui vale la pena lottare. Ma da come ho letto, dovrei aver diffettato con la traduzione, cmq sono d'accordo con la tematica dell'AIDS, ma ciò non toglie che questo magnifico testo può essere interpretato soggettivamente da ciascuno di noi. Mitico Myung....
MARCO
Venerdì 17 Dicembre 2010, 16.41.10
11
Grande Rob,bellissimo......
MetalHawk
Venerdì 17 Dicembre 2010, 15.02.23
10
Si decide "a" prendere. Scusate gli errori di ortografia.
MetalHawk
Venerdì 17 Dicembre 2010, 15.00.24
9
Gran bel articolo, complimenti. Certo che Myung quando si decide di prendere la penna in mano è in grado di scrivere autentici capolavori. Speriamo che scriva presto nuovi testi!
Arekusu
Venerdì 17 Dicembre 2010, 14.44.53
8
Quello è un disco che va saputo a memoria! Vergognati Deviz! ;P
Rob
Venerdì 17 Dicembre 2010, 14.00.54
7
Aaarghhhhhhh... n...no....non hai Images & Words??? Via! Fuori di qui! Ovviamente scherzo DevizKK! però lo trovi a meno di 10 € ovunque, fatti un bel regalino per Natale!
DevizKK(1991)
Venerdì 17 Dicembre 2010, 13.50.48
6
Bello articolo la canzone l'avevo sentita un bel pò d tempo fa forse 2 o 3 anni indietro...Ora mi toccherà comprarmi Image & words
Rob
Venerdì 17 Dicembre 2010, 13.49.04
5
Grazie ragazzi, e quanto dici Nik è verissimo....
Gouthi
Venerdì 17 Dicembre 2010, 12.53.09
4
Porca miseria che articolo! Da grandissimo fan dei DT non posso fare altro che complimentarmi con l'autore Davvero una grande canzone...
Gouthi
Venerdì 17 Dicembre 2010, 12.53.09
3
Porca miseria che articolo! Da grandissimo fan dei DT non posso fare altro che complimentarmi con l'autore Davvero una grande canzone...
zoso
Venerdì 17 Dicembre 2010, 12.23.28
2
che canzone! bella davvero!
Nikolas
Venerdì 17 Dicembre 2010, 10.31.28
1
Rob.. i miei omaggi per l'articolo. Hai detto tutto, voglio solo aggiungere una cosa, la grandiosa Ayn Rand (di cui ho letto praticamente tutto), è anche la fonte ispiratrice di molti testi dei Rush... e tutti noi sappiamo i rapporti di influenza tra Rush e DT, che evidentemente sono ancora più stretti del solo lato musicale.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Il fiocco rosso, simbolo della lotta all'AIDS
Clicca per ingrandire
L'artwork di 'Atlas Shrugged'
Clicca per ingrandire
Ayn Rand
Clicca per ingrandire
L'artwork di 'Images & Words'
Clicca per ingrandire
La band qualche tempo fa
Clicca per ingrandire
Myung dal vivo
ARTICOLI
28/10/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 68 - Night Of The Gods - Nokturnal Mortum
26/08/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 67 - Sunbather - Deafheaven
05/08/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 66 - Pussy - Rammstein
01/07/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 65 - Loss (In Memoriam) - Saturnus
30/04/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 64 - Thuja Magus Imperium - Wolves in the Throne Room
04/03/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 63 - The Kinslayer - Nightwish
13/02/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 62 - Rira (Scream to the sermon of the handicapped) - Inchiuvatu
09/01/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 61 - I Am the Black Wizards - Emperor
12/12/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 60 - One Rode To Asa Bay - Bathory
25/11/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 59 - Late Redemption - Angra
20/10/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 58 - Unhallowed - Dissection
03/10/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 57 - Book of the Fallen - Caladan Brood
22/09/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 56 - Time - Wintersun
05/09/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 55 - Heaven and Hell - Black Sabbath
13/08/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 54 - Mirdautas Vras - Summoning
16/06/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 53 - Death, Come Near Me - Draconian
09/05/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 52 - Heidra - Windir
16/04/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 51 - The Last in Line - DIO
29/02/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 50 - Everything Dies - Type O Negative
08/02/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 49 - Lazarus - David Bowie
29/01/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 48 - Hotel California - Eagles
09/01/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 47 - Painted Skies - Crimson Glory
16/11/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 46 - The Logical Song - Supertramp
05/10/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 45 - Child in Time - Deep Purple
05/09/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 44 - La Vittoria della Sconfitta - Negazione
19/07/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 43 - Animale Senza Respiro - Osanna
18/04/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 42 - Capitel V: Bergtatt - Ind I Fjeldkamrene - Ulver
17/02/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 41 - Veil of Maya - Cynic
11/10/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#40: My Lost Lenore - Tristania
27/09/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 39 – November Rain – Guns N' Roses
19/07/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#38 - Countess Bathory - Venom
10/07/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 37 - Skies - Protest the Hero
21/04/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 36 - Junior Dad - Lou Reed & Metallica
19/04/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 35 - Locust - Machine Head
20/02/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 34 - Lost Child - Social Distortion
16/02/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 33 - Du Som Hater Gud - Satyricon
17/11/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 32 - Walk on the Wild Side - Lou Reed
24/09/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 31 - River of Deceit - Mad Season
11/04/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 30 - Plague Of Butterflies - Swallow The Sun
05/03/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 29 – Ukkosenjumalan Poika – Moonsorrow
24/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 28 - Zos Kia Cultus - Behemoth
15/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 27 - Lovecraft's Death - Septicflesh
03/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 26 - The Show Must Go On - Queen
20/01/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 25 - Jeremy - Pearl Jam
26/12/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 24 - Faget - Korn
27/11/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 23 - The Passion Of Lovers - Bauhaus
12/11/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 22 - Wait and Bleed - Slipknot
30/09/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 21 - The End - The Doors
05/08/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 20 - Time - Pink Floyd
25/06/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 19 - Straighthate - Sepultura
14/06/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 18 - Heart Shaped Box - Nirvana
17/01/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 17 - The Learning - Nevermore
22/12/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 16 - Mr. Crowley - Ozzy Osbourne
18/12/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 15 - Stairway To Heaven - Led Zeppelin
07/11/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 14 - Norra El Norra - Orphaned Land
16/10/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 13 - Holy Wars... The Punishment Due - Megadeth
20/09/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 12 - Down In A Hole - Alice In Chains
14/09/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 11 - Disposable Heroes - Metallica
20/08/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 10 - Supper's Ready - Genesis
20/03/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 9 - Hail And Kill - Manowar
21/02/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 8 - Schism - Tool
19/01/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 7 - American Soldier - Queensryche
27/12/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 6 - Empty Words - Death
17/12/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 5 - Learning To Live - Dream Theater
28/11/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 4 - Mandatory Suicide - Slayer
07/11/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 3 - R.I.P. (Requiescant In Pace) - Banco Del Mutuo Soccorso
24/10/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 2 - Prometheus: The Fallen One - Virgin Steele
10/10/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 1 - Seventh Son Of A Seventh Son - Iron Maiden
09/11/2009
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 0 - The Rime of The Ancient Mariner - Iron Maiden
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]