Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

12/08/20
WITHIN DESTRUCTION
Yōkai

14/08/20
PRIMITIVE MAN
Immersion

14/08/20
KAMELOT
I Am The Empire - Live From The 013

14/08/20
WARKINGS
Revenge

14/08/20
ROBBY KRIEGER
The Ritual Begins at Sundown

14/08/20
INGESTED
Where Only Gods May Tread

14/08/20
NUG
Alter Ego

14/08/20
HAVUKRUUNU
Uinuos Syömein Sota

14/08/20
CHASTAIN
For Those Who Dare – 30th Anniversary Edition

14/08/20
HALESTORM
Reimagined

CONCERTI

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

05/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
2DAYS PROG - VERUNO (NO)

06/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

10/09/20
THE HOLLYWOOD VAMPIRES
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

11/09/20
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

12/09/20
DOMINE + AEHTER VOID + CHAOS FACTORY
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

KINGCROW - Fiumi di fuoco
18/01/2011 (2701 letture)
In relazione alla pubblicazione del nuovo Phlegethon, i Kingcrow si concedono alle nostre domande, riflettendo anche sulla storia della band. A voi la lettura.

Metal4Ever90: Parliamo subito del vostro ultimo album Phlegethon, terzo concept album di fila che viene dopo i concept Insider e Timetropia. Vi trovate meglio a scrivere i concept album?
Cristian: La scrittura di concept, data la sua difficoltà e complessità, è sempre una sfida molto stimolante, che ci pone spesso di fronte a scelte difficili, come scartare determinati brani o vincolarci nella stesura dei testi. Tuttavia più l'obiettivo è difficile e maggiori sono le motivazioni e l'entusiasmo che abbiamo nell'affrontare il lavoro. Credo sia per questo che negli ultimi album abbiamo scelto questa formula e direi che ormai ne abbiamo acquisito una certa familiarità. Chissà magari in futuro, visto che ci viene troppo naturale scrivere un concept, proveremo altre strade.

Metal4Ever90: Quali sono le tematiche di quest'ultimo, entrando più nello specifico?
Cristian: Tutti i nostri concept si basano fondamentalmente sul voler fare una riflessione sull'individuo e la sua esistenza. In particolare in Phlegethon la tematica riguarda lo sviluppo dell’individuo, nelle varie fasi della sua vita e quanto pesi l’esperienza vissuta rispetto alla caratteristiche innate di ognuno di noi, nel determinare chi saremo da adulti. Ci sono ovviamente anche altre tematiche affrontate, come ad esempio tutte le deviazioni mentali e le psicosi derivanti dai rapporti affettivi. Chiaramente non abbiamo nessuna pretesa divulgativa, troviamo semplicemente stimolante affrontare determinate tematiche e speriamo che riescano a coinvolgere l’ascoltatore.

Metal4Ever90: Cos'ha Phlegeton di diverso dai precedenti?
Cristian: Probabilmente Phlegethon è l'abum più complesso dei tre, e ci sono moltissimi cambi di atmosfera rispetto agli altri due. A livello lirico Insider affrontava la tematica delle relazioni individuo-società, mentre Timetropia individuo-percezione della realtà. Dal punto di vista musicale Phlegethon è un lavoro classificabile come prog moderno mentre Insider prog-metal classico, stile Queensryche, e Timetropia un opera rock molto legata ai seventies.

Metal4Ever90: Il vostro precedente Timetropia è stato definito da alcuni un opera rock degna di Tommy dei Who, sei d'accordo con questo paragone?
Cristian: Beh c'è da dire che di accostamenti molto impegnativi come questo negli ultimi due nostri lavori ne abbiamo ricevuti davvero molti e da tutte le parti del mondo. Fa immensamente piacere leggerli e ci responsabilizza tantissimo in tutto quello che facciamo ma è quasi impossibile abituarcisi, c’è sempre un certo “imbarazzo” nell’essere accostati a certi giganti da cui abbiamo cercato di imparare il più possibile. Posso dire che nella stesura di Timetropia c'era sicuramente l'idea di fare un opera rock e Tommy era uno dei punti di riferimento ovviamente reinterpretato nella nostra chiave personale e col nostro stile. Timetropia è senza dubbio il primo album in cui siamo riusciti a far sentire la nostra personalità, poi dire quanto sia più o meno degna di determinati capolavori è un onore e onere che non spetta a noi :)

Metal4Ever90: Giro una domanda ai fratelli Cafolla: scrivete entrambi i testi della band?
Diego: no, chi si occupa di sviluppare le idee del concept e dei testi sono principalmente io, e in parti diverse partecipano Ivan, Diego Marchesi e Cristian dando il loro contributo. In passato per quanto riguarda i concept ho collaborato con il vecchio cantante.

Metal4Ever90: Rivolta ai fratelli Cafolla: da cosa prendete spunto per i vostri testi?
Diego: da tutto ciò che mi circonda. Riceviamo una grande quantità d’informazioni ogni giorno, dai media e soprattutto dalle situazioni e dalle persone con cui interagiamo. Le persone e il loro modo di interagire e reagire dal punto di vista emotivo è l’elemento centrale dei nostri concept.

Metal4Ever90: L'ingresso del nuovo cantante Diego Marchesi ha portato dei miglioramenti nel gruppo?
Cristian: Decisamente, Diego è stata una delle chiavi di volta del miglioramento del gruppo, senza di lui il Phlegethon non avrebbe sicuramente avuto tutti questi fantastici riscontri a livello mondiale. Siamo stati molto fortunati, la sua voce evocativa è perfetta per interpretare il nostro sound multiforme ed è entrato a far parte della band al momento giusto.

Metal4Ever90: Sicuramente in Italia siete tra i gruppi di punta riguardo il prog (e non solo), come la vivi questa situazione?
Cristian: Beh nel 2008 dopo la nostra esibizione al Gods per qualche secondo avremmo anche potuto pensare qualcosa del genere... qualcuno pensò addirittura che non potevamo fare di più... in realtà poi facendo un'attenta riflessione sugli obiettivi che sono ancora da raggiungere ci siamo resi conto di cosa avremmo dovuto fare e ci imbarcammo nella produzione del nuovo album determinati a fare il meglio. Ad oggi con Phlegethon, stando a ciò che si legge sulla stampa internazionale, siamo riusciti a comporre e produrre un album di livello “mondiale”. Avvertiamo il fortissimo entusiasmo dei nostri fan che sono aumentati esponenzialmente per questo album, ed è indubbiamente strano vedere il nostro CD sugli scaffali dei centri commerciali, in testa alle classifiche di riviste, portali e all’estero, anche su store on-line, così come è strano sentirlo passare per le radio. Ma bisogna essere onesti, se vogliamo arrivare a esser considerati un gruppo di punta dobbiamo ancora fare determinati passi, come ad esempio un cospicuo numero di concerti all'estero. Quindi io attualmente vivo ogni santo giorno pensando cosa fare per far crescere il gruppo e raggiungere certi traguardi, godendomi comunque l’attenzione che c’è intorno alla band in questo momento.

Metal4Ever90: Conosci qualche band progressive italiana che meriterebbe più attenzioni?
Cristian: Ne conosco davvero più di una, e come è segnalato da alcuni addetti ai lavori, attualmente in Italia vantiamo un schiera di band di ambito prog che non ha nulla da invidiare alle altre nazioni. La differenza penso che stia nel fatto alle spalle non abbiamo risorse o sponsor che ci permettano di accedere con facilità ai canali e circuiti internazionali. In Italia spesso accade che sono gli appassionati del genere a cercarci piuttosto che le band riescano a farsi 'sentire'. Tra le varie band che posso citarti direi che ci sono i Moongarden, che lo scorso anno hanno realizzato un album davvero di altissimo livello, A vulgar Display of Prog.

Metal4Ever90: Tu, come tastierista, ti ispiri a qualche musicista in particolare?
Cristian: Più che ispirazione vera a propria direi che io e Richard Barbieri dei Porcupine Tree abbiamo un ruolo abbastanza analogo, nel senso che più che sui virtuosismi il nostro compito è quello di trovare le sonorità giuste per rendere i brani emotivamente completi. Se vuoi è il tastierista con il quale mi sento più affine, oltre ad ammirarlo per il suo lavoro sia con Wilson che ancor prima con i Japan.

Metal4Ever90: Quali sono le tue band preferite?
Cristian: Ad oggi direi che i Rush sono il mio gruppo preferito -anche se dire "gruppo" è riduttivo :), poi la lista è lunghissima: King Crimson, Genesis del periodo d'oro, Tool, Opeth, Cynic, etc etc.

Metal4Ever90: Rivolta ai fratelli Cafolla: ormai sono quattordici anni, se non sbaglio, che coltivate questo progetto dei Kingcrow, e ne avete fatta di strada! Siete soddisfatti di tutto quello che avete fatto finora?
Diego: alle volte penso che molti dei sogni che facevamo a 15 anni, quando suonavo con Thundra nel classico scantinato, si sono avverati. Penso ad esempio al fatto di aver condiviso il palco con band come Iron Maiden, Fates Warning ecc. oppure ai traguardi artistici raggiunti con l’ultimo disco, ai complimenti ricevuti da personaggi di spicco della scena prog mondiale... E’ stata una vera avventura che dura da 15 anni. Siamo sempre stati degli outsider rispetto alla “scena italiana”, cercando di andare sempre per la nostra strada. Ora c’è più attenzione per sonorità più complesse e di conseguenza molta più gente si è avvicinata ai Kingcrow.Però, in tutta onestà, abbiamo lavorato così duramente e siamo stati così caparbi da poter dire che tutti questi risultati sono frutto di una buona collaborazione tra il necessario fattore culo e il proverbiale olio di gomito.

Metal4Ever90: Rivolta ai fratelli Cafolla: avete già in mente dei progetti futuri?
Diego: Al momento stiamo facendo un po’ di date in giro per l’italia. Inoltre stiamo lavorando con il nostro management per organizzare un tour europeo. Nel frattempo sto fissando alcune idee per il prossimo disco nel mio studio, a cui inizieremo probabilmente a lavorare dopo l’estate.

Metal4Ever90: Quando sarà prevista una data a Roma?
Cristian: Attualmente nella zona di Roma ne abbiamo in programma due, in due dei migliori live club della capitale: il 13 Gennaio al Crossroads e il 27 Febbraio alla Stazione Birra. Porteremo il disco Phlegethon nella sua interezza, così se vi è piaciuto il disco vi consiglio di non mancare.

Metal4Ever90: Sicuramente non mancherò, Ultima domanda: segui il calcio? Se si per quale squadra tifi?
Cristian: Da giovanissimo ero un accanito tifoso della Roma, poi con il passare del tempo questa passione è stata sostituita da altre... se non ricordo male durante l'ultimo derby eravamo in studio a fare le prove, il risultato l'ho saputo il giorno dopo :)



ayreon
Mercoledì 26 Gennaio 2011, 9.42.32
10
e poi se parliamo di plagi,in "Count of toscany"dei Theater ce ne è uno agli Yes di Relayer grosso come una casa e nessuno lo ha notato in nessuna recensione
ayreon
Mercoledì 26 Gennaio 2011, 9.31.11
9
in molti siti prog non italiani (andate nel forum di dprp.net) è uno dei dischi prog dell'anno,e credo se lo meriti tutto
heron
Mercoledì 19 Gennaio 2011, 23.37.21
8
@Diego: Son punti di vista. Ho chiesto apposta a metal4ever cosa ne pensasse. Cmq ovviamente il disco m'ha deluso solo xché m'aspettavo 10, mentre magari era da 7 o da 8. Sempre dal mio punto di vista. Saluti.
Metal4ever
Mercoledì 19 Gennaio 2011, 18.01.54
7
Ringrazio Diego per essere intervenuto Heron: Ho confrontato i pezzi è di somigliante ho trovato ben poco... senza contare che Wintertime Love la conosco.
Diego
Mercoledì 19 Gennaio 2011, 10.13.12
6
Ciao a tutti, sono Diego Cafolla dei Kingcrow. Premetto che non sono solito partecipare a discussioni di questo genere, che riguardano la band su nessun forum. Ho trovato però molto curioso il post di Heron. Non conoscendo personalmente i Doors se non per le classiche canzoni sentite alla radio (Light my Fire, Roadhouse Blues ecc..) Sono andato ad ascoltare questa Wintertime Love con sincera curiosità e al dilà del portamento del brano mi sembra che definirlo plagio clamoroso sia un po’ azzardato (ci tengo a precisare che anche se fosse stata identica l’avrei scoperto ahimè solo ora). Insomma è una sorta di madrigale che per forza di cose ha dei connotati ben precisi. E’ come suonare un pezzo di flamenco alla chitarra e dire “oh ma assomiglia a qualcosa”. La cosa che trovo però realmente divertente è che ci sono 2 citazioni esplicite all’interno del disco a Pink Floyd e Tool veramente palesi e NESSUNO se ne è accorto Ti ringrazio comunque per averci dato una possibilità ascoltando il disco. Se volete potete contattarci direttamente al nostro indirizzo email, saremo ben felici di rispondere a tutte le vostre curiosità sul disco. Ciao, alla prossima.
Heron
Mercoledì 19 Gennaio 2011, 1.15.08
5
ascoltati Islands e poi Wintertime love dei Doors e dimmi cosa ne pensi...A me ha dato molto fastidio. E non credo fosse l'unica. Cmq complimenti per l'articolo, anke se il disco mi ha deluso la stoffa sicuramente ce l'hanno.
Metal4ever
Martedì 18 Gennaio 2011, 22.39.06
4
@Heron: che il disco abbia alcune venature psichedeliche non lo nego... ma dire che è un plagio ai Doors mi sembra esagerato.Condivido di più sicuramente la seconda opinione. Pietro e Lizard: grazie
Heron
Martedì 18 Gennaio 2011, 22.04.43
3
Il disco l'ho barattato...c'era un plagio ai Doors veramente scandaloso. E credo non fosse neppure l'unico. Un vero peccato xché il talento c'è l'hanno.
Pietro
Martedì 18 Gennaio 2011, 14.14.28
2
Bella intervista e disco CLAMOROSO! Phlegeton è indubbiamente la miglior uscita progressive dell'anno
Lizard
Martedì 18 Gennaio 2011, 13.35.37
1
Vediamo se la facciamo crescere questa scena!! Bella intervista!!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Kingcrow (fonte: web)
RECENSIONI
68
80
ARTICOLI
10/10/2011
Live Report
REDEMPTION + KINGCROW
Phenomenon, Fontaneto D'Agogna (NO), 05/10/2011
01/10/2011
Intervista
KINGCROW
Quattro chiacchiere prima del mini-tour coi Redemption
18/01/2011
Intervista
KINGCROW
Fiumi di fuoco
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]