Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Living Colour
Shade
Demo

In Vain (SPA)
IV
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/12/17
HAMKA
Multiversal

15/12/17
AVENGED SEVENFOLD
The Stage - deluxe edition

15/12/17
DIRGE
Alma | Baltica

15/12/17
OBSCURE BURIAL
Obscure Burial

15/12/17
AERODYNE
Breaking Free

15/12/17
NEIGE MORTE
Trinnt

15/12/17
ASKING ALEXANDRIA
Asking Alexandria

15/12/17
MATERDEA
A Rose for Egeria - Deluxe Edition

15/12/17
MISTHERIA
Gemini

15/12/17
DSEASE
Rotten Dreams

CONCERTI

12/12/17
NORTHLANE + ERRA + INVENT ANIMATE + OCEAN GROVE
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/17
MICHAEL ANGELO BATIO & BLACK HORNETS
POCOLOCO - PAGANICA (AQ)

12/12/17
INGLORIOUS + DOBERMANN
SALUMERIA DELLA MUSICA - MILANO

14/12/17
GENUS ORDINIS DEI + GIGANTOMACHIA
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/17
MOLLY HATCHET
BLOOM - MEZZAGO (MB)

15/12/17
SPEED STROKE + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

15/12/17
ELVENKING + ANCESTRAL
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

15/12/17
IFMT WINTER FEST (day 1)
CENTRO GIOVANILE CA VAINA - IMOLA

16/12/17
JOHN DALLAS + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

16/12/17
CADAVERIA + GUESTS
CRASH - POZZUOLI (NA)

CRYPTIC WRITINGS - # 7 - American Soldier - Queensryche
19/01/2011 (3763 letture)
Dovendo analizzare un singolo testo dei Queensryche la tentazione di andare sul sicuro con un qualcosa di estratto dai dischi di maggior successo della band è stata forte, ma alla fine, come mio costume, ho deciso di puntare su qualcosa di meno noto e dai più giudicato minore, ossia il testo di The Voice, un estratto dall'ultima loro fatica: American Soldier. Se musicalmente l'album in questione può essere giudicato in maniera molto varia, trovando sponda tra gli ascoltatori meno canonicamente "metallizzati" e lasciando con l'amaro in bocca quelli più oltranzisti, dal punto di vista delle liriche invece esso si pone, nella sua qualità di concept contro la guerra, come degno della massima attenzione da parte di tutti.
The Voice è il pezzo conclusivo di American Soldier, il cui sviluppo è stato elaborato non già riflettendo in solitaria sulle ragione profonde delle guerra, ma andando ad intervistare i soldati che la guerra l'hanno combattuta (non importa quale, il concept si riferisce a tutte le guerre in cui gli Americani sono rimasti a vario titolo coinvolti) vivendo in prima persona i traumi profondi che la partecipazione ad un evento bellico lascia sulla psiche, passando dall'esaltazione incosciente di Unafraid alla carneficina folle di Middle of Hell, dal trauma di Man Down! al ritorno a casa di Home Again, fino alle amare, poetiche, e purtroppo probabilmente vane riflessioni nel momento finale su cosa è accaduto e su cosa ha lasciato dentro, il tutto mediando al pubblico un punto di vista fortemente critico sulla guerra in sè -e come potrebe essere diversamente?- ed altrettanto critico verso la politica Statunitense allora governata da George W. Bush.

The Voice è il risultato di una intervista ad un soldato che ha parlato a Geoff Tate di cosa provava una volta lasciata la guerra alle spalle, ed in particolare di una voce che sembrava parlargli dall'interno, che sembrava sussurrargli qualcosa, che cercava di dirgli: "Va bene, adesso sei a casa, rilassati, è tutto passato è tutto alle spalle.". Si tratta di una canzone retta dal pathos comunicato ora in forma cruda ora in forma poetica, ed è proprio questo il pilastro su cui l'intero album si regge, un pathos dalle tinte finali apparentemente speranzose, rassicuranti, sollevanti, ma in realtà amare, amarissime, sia per la caducità della consolazione, sia per le intrinseche implicazioni psichiche che questa forma di consolazione comporta. Probabilmente si tratta solo del bisogno primario per la mente della conferma di essere sempre sè stessi, di essere sempre quelli di prima, intatti e psicologicamente integri, senza traumi post-bellici e soprattutto senza rimorsi troppo grandi da gestire senza scompensi, che io posso solo provare ad immaginare, e che umanamente posso comprendere e provare a decodificare, cosciente del fatto che solo chi è stato attore dei fatti in prima persona può descrivere parte -solo parte- di ciò che prova, dato che quella voce provvede ad allontanare ed a confondere i ricordi, unico modo per la psiche di conservare un briciolo di integrità, confinando la realtà dell'accaduto in una dimensione quanto più limbica possibile, sfumata nei contorni, perchè il suo ricordo nudo e crudo sarebbe semplicemente insostenibile, specialmente nel momento finale.

Am I still alive?
I think I've got it right.
I'm, I'm made of light.
Before I leave and go away,
I have some things that I must say
Before I am gone.


Sono ancora vivo?
Penso di aver capito
Io, io sono fatto di luce.
Prima di lasciarvi ed andare via
ci sono alcune cose che devo dire
prima che me ne sia andato.


Dapprima lo stupore, quasi l'incertezza sul proprio essere ancora in vita. Poi una lenta presa di coscienza in un attimo sospeso, incerto tra l'appartenere ancora a questo mondo e la voglia, la necessità di andare, appartenendo di fatto ad un altro. Tuttavia -nell'uno e nell'altro caso- l'insopprimibile istinto di lasciare qualcosa, un messaggio, un'impressione, un testamento.

Finally now I see,
there's so much inside of me.
Is everyone innocent?
The blood on the ground is almost dry
I'll take this chance, I'll try...
I'll try to tell you...
There's so many possibilities,
that I'm just starting to see.


Finalmente adesso vedo
che c'è così tanto dentro di me.
Sono tutti innocenti?
Il sangue sul terreno è quasi asciutto
Sfrutterò questa occasione, io proverò...
proverò a raccontarti...
ci sono così tante possibilità,
che ho appena cominciato a vedere.



La nebbia mentale si dissolve, e tutto ciò che gli eventi hanno confinato nelle parti più profonde ed irragiungibili dell'Id, adesso può sgorgare fuori. Amara è la presa di coscienza del fatto che qualunque sia il proprio grado di partecipazione e di convolgimento nelle cose, nessuno può chiamarsi fuori dalle proprie responsabilità. Il tempo che rimane è sempre meno, e le cose da dire molte.

It's like the poets that have always said,
when life is hanging from a thread...
you can hear that voice in your head.
And now my heart's done bleeding,
but I've just started seeing.
I feel my courage match the tide
as I see the other side


E' come quei poeti che hanno sempre detto
che quando la vita è appesa ad un filo...
puoi sentire quella voce nella tua testa.
Ed ora il mio cuore comincia a sanguinare
ma ho appena cominciato a vedere
sento il mio coraggio che si oppone alla corrente, mentre guardo l'altra sponda.


Quando tutto sembra finire, o quando gli eventi ti portano ad un climax emozionale che la mente non è più in grado di gestire a pena della follia, una voce interna ti parla, ti rassicura, ti calma. E proprio nel momento più duro, le proprie risorse interne ti rendono forte come mai prima

When will we hear this voice all the time?
Just like a child in mother's arms,
I know I'm warm and safe, no harm
from whatever comes from now on.


Quando sentiremo questa voce tutto il tempo?
proprio come un bambino nella braccia della madre
so che sono al caldo ed al sicuro, al riparo
da qualsiasi cosa possa succedere d'ora in poi.


Quando questa spinta consolatrice interna potrà essere udita in ogni momento in cui le scelte di pochi decidano le vite di molti? Voce dall'esterno? Dio? O molto più probabilmente solo la necessità della psiche di fornire un modo per calmare la tempesta interna che rischia di distruggere la mente.
L'immagine del luogo più sicuro per un bambino che si sovrappone a quella di un soldato ormai fisicamente, ed ancor più psichicamente inerme, proprio come un bambino, rende il momento finale quasi dolce nella sua ineluttabilità.

Non so fino a che punto io sia rimasto fedele allo spirito originale dello scritto, ma credo che per ogni opera artistica -non importa se letteraria o di altra natura- un certo margine interpretativo sia sempre cosa buona e giusta, dato che è prerogativa propria dell'arte in ogni sua forma, parlare al singolo individuo dandogli un messaggio universale da rielaborare in forma personale prima di renderlo al mondo, e ciò è valido in modo ancor più profondo per tutto ciò che è attinente alla musica, la forma d'arte che più in profondità e più velocemente raggiunge la mente umana. Ciò che è certo è che ancora una volta l'accostamento tra metal (per quanto con i Queensryche questo sia forse da intendere in senso lato) e becera ignoranza che dall'esterno amano fare, viene ancora una volta clamorosamente smentito.



ayreon
Lunedì 24 Gennaio 2011, 21.20.10
11
1000 spanne sopra qualunque altra metal o rock band
Raven
Domenica 23 Gennaio 2011, 12.45.55
10
Grazie
NoRemorse
Sabato 22 Gennaio 2011, 13.17.33
9
Ottimo articolo veramente...è stato u piacere leggerlo! Amo questo concept e the voice è tra le migliori dell'album!!!
Raven
Venerdì 21 Gennaio 2011, 9.24.46
8
Giusto. Grazie per la precisazione.
Alex666
Venerdì 21 Gennaio 2011, 9.02.46
7
Concordo con tutti, grande album come non succedeva da anni. Nota: nell'introduzione di The Voice la voce è del padre di Tate. Ora aspettiamo le novità annunciate per il prossimo album. Io comunque aspetto di rivedervi dal vivo. Up the Ryche
Hellion
Mercoledì 19 Gennaio 2011, 18.05.34
6
...immensi, incredibili, per quanto mi riguarda Operation Mindcrime possiede i testi più belli di sempre e devo dire che con American soldier sono tornati alla grande!
zoso82
Mercoledì 19 Gennaio 2011, 13.34.19
5
ho sempre adorato i queensryche per il livello dei testi,e questa canzone lo conferma. per quanto riguarda il tema della guerra odio la politica statunitense nei confronti di essa e le istituzioni militari in generale, benchè non sia un pacifista e non creda nelle rivoluzioni pacifiste.
Lizard
Mercoledì 19 Gennaio 2011, 10.53.39
4
A me "American Soldier" è piaciuto moltissimo... Forse dai tempi di "Promised Land" non mi appassionavo tanto ad un loro disco! A dirla tutta, mi ci ritrovo talmente immerso, che spesso "Home Again" sono costretto mio malgrado a saltarla perchè non reggo D Personalmente trovo che "Dead Man's Words" sia strepitosa!! Hai reso benissimo l'atmosfera del disco, concettualmente uno dei più importanti degli ultimi anni... Altro che bambini stupidi che parlano di guerra come fosse il videogioco di uno scontro tra buoni e cattivi....
Raven
Mercoledì 19 Gennaio 2011, 10.35.42
3
@Radamanthis - Grazie. @Korgull - paragone gente che crepa ad una sberla mi sembra quantomeno superficiale.
Radamanthis
Mercoledì 19 Gennaio 2011, 10.29.19
2
Indipendentemente dal giudizio musicale che essendo estremamente personale può variare da ascoltatore ad ascoltatore qui siamo di fronte a un concept album di valore squisito per quanto concerne le parole. Un tema scottante cha accomuna tutti gli uomini purtroppo! Complimenti a Raven per l'articolo ed a Geoff Tate per l'idea e la realizzazione di un disco tanto particolare quanto triste ma avvincente.
korgull
Mercoledì 19 Gennaio 2011, 10.25.54
1
personalmente non sono un pacifiista, sono dell'opinione che "quando ce vo ce vo" come le sberle ai bambini, ma sta canzone e' fenomenale!!! vabbe stiamo sempre parlando dei Queensryche!!
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Soldato americano
Clicca per ingrandire
Altro soldato americano
Clicca per ingrandire
Geoff Tate, voce dei Queensryche
Clicca per ingrandire
L'artwork di 'American Soldier'
Clicca per ingrandire
Soldati in guerra
ARTICOLI
28/10/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 68 - Night Of The Gods - Nokturnal Mortum
26/08/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 67 - Sunbather - Deafheaven
05/08/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 66 - Pussy - Rammstein
01/07/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 65 - Loss (In Memoriam) - Saturnus
30/04/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 64 - Thuja Magus Imperium - Wolves in the Throne Room
04/03/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 63 - The Kinslayer - Nightwish
13/02/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 62 - Rira (Scream to the sermon of the handicapped) - Inchiuvatu
09/01/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 61 - I Am the Black Wizards - Emperor
12/12/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 60 - One Rode To Asa Bay - Bathory
25/11/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 59 - Late Redemption - Angra
20/10/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 58 - Unhallowed - Dissection
03/10/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 57 - Book of the Fallen - Caladan Brood
22/09/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 56 - Time - Wintersun
05/09/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 55 - Heaven and Hell - Black Sabbath
13/08/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 54 - Mirdautas Vras - Summoning
16/06/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 53 - Death, Come Near Me - Draconian
09/05/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 52 - Heidra - Windir
16/04/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 51 - The Last in Line - DIO
29/02/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 50 - Everything Dies - Type O Negative
08/02/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 49 - Lazarus - David Bowie
29/01/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 48 - Hotel California - Eagles
09/01/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 47 - Painted Skies - Crimson Glory
16/11/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 46 - The Logical Song - Supertramp
05/10/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 45 - Child in Time - Deep Purple
05/09/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 44 - La Vittoria della Sconfitta - Negazione
19/07/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 43 - Animale Senza Respiro - Osanna
18/04/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 42 - Capitel V: Bergtatt - Ind I Fjeldkamrene - Ulver
17/02/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 41 - Veil of Maya - Cynic
11/10/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#40: My Lost Lenore - Tristania
27/09/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 39 – November Rain – Guns N' Roses
19/07/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#38 - Countess Bathory - Venom
10/07/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 37 - Skies - Protest the Hero
21/04/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 36 - Junior Dad - Lou Reed & Metallica
19/04/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 35 - Locust - Machine Head
20/02/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 34 - Lost Child - Social Distortion
16/02/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 33 - Du Som Hater Gud - Satyricon
17/11/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 32 - Walk on the Wild Side - Lou Reed
24/09/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 31 - River of Deceit - Mad Season
11/04/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 30 - Plague Of Butterflies - Swallow The Sun
05/03/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 29 – Ukkosenjumalan Poika – Moonsorrow
24/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 28 - Zos Kia Cultus - Behemoth
15/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 27 - Lovecraft's Death - Septicflesh
03/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 26 - The Show Must Go On - Queen
20/01/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 25 - Jeremy - Pearl Jam
26/12/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 24 - Faget - Korn
27/11/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 23 - The Passion Of Lovers - Bauhaus
12/11/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 22 - Wait and Bleed - Slipknot
30/09/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 21 - The End - The Doors
05/08/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 20 - Time - Pink Floyd
25/06/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 19 - Straighthate - Sepultura
14/06/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 18 - Heart Shaped Box - Nirvana
17/01/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 17 - The Learning - Nevermore
22/12/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 16 - Mr. Crowley - Ozzy Osbourne
18/12/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 15 - Stairway To Heaven - Led Zeppelin
07/11/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 14 - Norra El Norra - Orphaned Land
16/10/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 13 - Holy Wars... The Punishment Due - Megadeth
20/09/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 12 - Down In A Hole - Alice In Chains
14/09/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 11 - Disposable Heroes - Metallica
20/08/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 10 - Supper's Ready - Genesis
20/03/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 9 - Hail And Kill - Manowar
21/02/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 8 - Schism - Tool
19/01/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 7 - American Soldier - Queensryche
27/12/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 6 - Empty Words - Death
17/12/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 5 - Learning To Live - Dream Theater
28/11/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 4 - Mandatory Suicide - Slayer
07/11/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 3 - R.I.P. (Requiescant In Pace) - Banco Del Mutuo Soccorso
24/10/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 2 - Prometheus: The Fallen One - Virgin Steele
10/10/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 1 - Seventh Son Of A Seventh Son - Iron Maiden
09/11/2009
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 0 - The Rime of The Ancient Mariner - Iron Maiden
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]