CELTIC FROST

Gli amanti della Nera Fiamma avranno pieno spazio per esprimersi sulla loro musica e su ciò che la riguarda. Perchè il black metal non è solo un genere: è un movimento!

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi ObsidianGate il lun apr 11, 11 12:12

Vero anche se i rapporti con Tom G. Warrior sono pessimi ora


Dai, sul serio? Che accadde?
Avatar utente
ObsidianGate
New Entry
New Entry
 
Messaggi: 12
Iscritto il: sab apr 09, 11 9:45

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi Er Trucido il lun apr 11, 11 15:04

ObsidianGate ha scritto:
Vero anche se i rapporti con Tom G. Warrior sono pessimi ora


Dai, sul serio? Che accadde?

Sinceramente non ricordo bene la faccenda, devo dare un'occhiata ad un'intervista fatta a Vetterli dei Coroner, nella quale ha accuratamente evitato di parlare di Tom G. Warrior. La critica che ricordo meglio ricordo e quella che riguarda il libro di Warrior, a riguardo del quale disse Tutto quello che non c'è scritto è la verità.
Se riesco ci ridò un'occhiata stasera e vedo se trovo qualche particolare
Born To Lose Live To Win

Immagine
Avatar utente
Er Trucido
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 10987
Iscritto il: lun lug 27, 09 18:46
Località: Genova

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi FilippoFestuccia il mar apr 12, 11 14:37

L'intervista a Vetterli è su un numero di Classix Metal che ho (è l'unico che ho comprato, non perché sia una brutta rivista ma è proprio il target e l'impostazione a non piacermi), e ricordo chiaramente i toni duri su Tom. Stasera dovrei riuscire a postare le frasi incriminate, se non ci avrà già pensato Trucido.
Like a glass of French Wine is Her, and very much I enjoy her presence. Mine, despite all of you; mine, in time & beyond. Mine, for I am the One who lights the Way.
Avatar utente
FilippoFestuccia
Extreme User
Extreme User
 
Messaggi: 2793
Iscritto il: lun mar 01, 10 16:33
Località: Roma

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi ObsidianGate il mar apr 12, 11 15:06

Molto molto interessante, granzie mille a entrambi!!!
Avatar utente
ObsidianGate
New Entry
New Entry
 
Messaggi: 12
Iscritto il: sab apr 09, 11 9:45

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi xutij il sab mag 19, 12 13:50

Visto che sono fissato con gli album bistrattasti/non considerati dei gruppi famosi,chiedevo : Cosa ne pensate di Vanity/Nemesis ? Io non lo trovo affatto male,gustoso il retro gusto quasi Shred dei pezzi.
Immagine

Max Cavalera è la mia colf immigrata!
Avatar utente
xutij
The Old User
The Old User
 
Messaggi: 4171
Iscritto il: mar giu 21, 11 14:24

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi thescud89 il lun mag 21, 12 16:47

To Mega Therion e Morbid Tales album spettacolari..

sto sentendo Cold Lake e a parte qualche pezzo non mi sembra nulla di che..
thescud89
New Entry
New Entry
 
Messaggi: 11
Iscritto il: sab mar 17, 12 11:14

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi The Nightcomer il mar mag 22, 12 22:41

Geniali, ma con evidenti limiti tecnici che sorprendentemente nessuno ha citato; eppure si sentono eccome, soprattutto nelle parti di chitarra solista di Tom Warrior. I Celtic Frost all'epoca di uscita dei primi dischi furono massacrati dalla stampa specializzata, la quale si espresse grosso modo così: "avranno pure cambiato nome da Hellhammer a Celtic Frost, ma continuano a fare schifo". Un giudizio netto, sicuramente in buona parte ottuso, impietoso e fuorviante, ma troppo spesso ultimamente si nota la tendenza ad elevare quali intoccabili uscite discografiche tutt'altro che perfette, però rivestite da un'aura di mito che le rende migliori di quello che sono in virtù del periodo storico e dell'influenza esercitata (Bathory, Hellhammer, Sodom, Kreator, etc.).
I Celtic Frost, che conosco bene e seguo dagli anni ottanta, non fanno eccezione: però, nonostante evidenti limiti sono riusciti (e con loro pochissimi altri) a proporre uno stile originale ed inconfondibile, che apprezzo ancora a distanza di tempo, pur chiedendomi cosa avrebbero potuto diventare dischi del calibro di To mega Therion ed Into The Pandemonium senza i difetti sopra menzionati.
Immagine
Avatar utente
The Nightcomer
Metallizer
Metallizer
 
Messaggi: 1343
Iscritto il: ven ott 07, 11 18:01
Località: From The Depths of North East

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi xutij il lun lug 22, 13 14:56

Thomas Gabriel al riguardo di Cold Lake

"As the person whose duty should have been to be in charge at the time of the recording sessions for 'Cold Lake', I consider this 'album' (and it doesn't even deserve this term) my life's most significant failure. No explanations nor any personal opinions will ever be able to remove that stain from reputation and conscience.

"It is - and will always remain - an abomination, thousands of miles removed from the albums that define Celtic Frost." - Tom Gabriel Fischer

http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=bI74tyUefY4
Immagine

Max Cavalera è la mia colf immigrata!
Avatar utente
xutij
The Old User
The Old User
 
Messaggi: 4171
Iscritto il: mar giu 21, 11 14:24

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi vecchio peccatore il lun lug 22, 13 16:30

The Nightcomer ha scritto:Geniali, ma con evidenti limiti tecnici che sorprendentemente nessuno ha citato; eppure si sentono eccome, soprattutto nelle parti di chitarra solista di Tom Warrior. I Celtic Frost all'epoca di uscita dei primi dischi furono massacrati dalla stampa specializzata, la quale si espresse grosso modo così: "avranno pure cambiato nome da Hellhammer a Celtic Frost, ma continuano a fare schifo". Un giudizio netto, sicuramente in buona parte ottuso, impietoso e fuorviante, ma troppo spesso ultimamente si nota la tendenza ad elevare quali intoccabili uscite discografiche tutt'altro che perfette, però rivestite da un'aura di mito che le rende migliori di quello che sono in virtù del periodo storico e dell'influenza esercitata (Bathory, Hellhammer, Sodom, Kreator, etc.).
I Celtic Frost, che conosco bene e seguo dagli anni ottanta, non fanno eccezione: però, nonostante evidenti limiti sono riusciti (e con loro pochissimi altri) a proporre uno stile originale ed inconfondibile, che apprezzo ancora a distanza di tempo, pur chiedendomi cosa avrebbero potuto diventare dischi del calibro di To mega Therion ed Into The Pandemonium senza i difetti sopra menzionati.


Per me invece un'aggiunta di tecnicismo ad un disco come "To Mega Therion" (che resta tra i miei 4-5 dischi Thrash preferiti) avrebbe potuto farci perdere qualcosa all'album, che è straordinario anche perché grezzo ed imperfetto... Infatti, sono proprio le imperfezioni che secondo me rendono il disco molto sincero e genuino, insomma, vivo e non plasticoso come mille dischi perfetti come tecnica e produzione, che però non hanno anima e pescano a piene mani dalle opere di artisti forse più incapaci, ma con molto più cuore.

Aggiungo a riguardo della questione "tecnica e pulizia", una frase di Iggy Pop:

"Questi giovanotti di oggi conoscono alla perfezione gli spartiti, ma non sanno neppure cosa significa vomitare"

Comunque sulla cosa più importante siamo d'accordo: i Celtic Frost erano geniali come pochi ;)
Cold Lake non l'ho mai ascoltato, scoraggiato dai mille commenti negativi... E' davvero così brutto, o solo deludente rispetto ai predecessori?
Avatar utente
vecchio peccatore
The Old User
The Old User
 
Messaggi: 4734
Iscritto il: mar ago 14, 12 8:51
Località: Biella

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi xutij il lun lug 22, 13 20:15

vecchio peccatore ha scritto:Comunque sulla cosa più importante siamo d'accordo: i Celtic Frost erano geniali come pochi ;)
Cold Lake non l'ho mai ascoltato, scoraggiato dai mille commenti negativi... E' davvero così brutto, o solo deludente rispetto ai predecessori?


Leggi la dichiarazioni di Thomas.

Il bello o brutto poi è molto soggettivo,diciamo che è un disco Glam non proprio eccelso. Poi ascoltalo,la conoscenza diretta è sempre l'unico modo di conoscere un album,al di la' di tutte le parole,di biasimo o di ammirazione,che ne sono state spese.
Immagine

Max Cavalera è la mia colf immigrata!
Avatar utente
xutij
The Old User
The Old User
 
Messaggi: 4171
Iscritto il: mar giu 21, 11 14:24

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi Luke25 il mar lug 23, 13 10:44

L'anno scorso mi ero ascoltato l'intera discografia, ma nel computer ho tenuto solo "Into the Pandemonium"...
Ultima modifica di Luke25 su gio lug 25, 13 17:00, modificato 1 volte in totale.
"Gli uomini credono in ciò che desiderano" (Gaio Giulio Cesare)
Avatar utente
Luke25
Metallizer
Metallizer
 
Messaggi: 1003
Iscritto il: mer gen 09, 08 16:10
Località: Pordenone

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi The Nightcomer il mar lug 23, 13 11:23

xutij ha scritto:
vecchio peccatore ha scritto:Comunque sulla cosa più importante siamo d'accordo: i Celtic Frost erano geniali come pochi ;)
Cold Lake non l'ho mai ascoltato, scoraggiato dai mille commenti negativi... E' davvero così brutto, o solo deludente rispetto ai predecessori?


Leggi la dichiarazioni di Thomas.

Il bello o brutto poi è molto soggettivo,diciamo che è un disco Glam non proprio eccelso. Poi ascoltalo,la conoscenza diretta è sempre l'unico modo di conoscere un album,al di la' di tutte le parole,di biasimo o di ammirazione,che ne sono state spese.


Un disco Glam (a mio parere simil glam, visto il risultato grottesco), fatto da un gruppo concettualmente e storicamente distante anni luce da una proposta simile, nonché in un'epoca nella quale sussisteva un forte antagonismo tra la corrente estrema e quella inaspettatamente "sposata" dai Celtic Frost con il loro voltagabbana, non poteva che apparire snaturante e paradossale, a prescindere dalla qualità (comunque molto discutibile) dei contenuti musicali.

Sul fattore tecnico sono d'accordo solo in parte: comprendo il valore storico, la genunità e la sincerità delle proposte, ma almeno arrivare a tenere in mano gli strumenti in modo ordinario (non si pretende virtuoso), per non dare ulteriori motivi ai detrattori di sputare sentenze velenose sul metal, imho non sarebbe stato un male.
Comunque, nonostante i difetti questo gruppo è stato tra i più innovativi, influenti e dotati di personalità; tali meriti nessuno potrà loro toglierli. :D
Immagine
Avatar utente
The Nightcomer
Metallizer
Metallizer
 
Messaggi: 1343
Iscritto il: ven ott 07, 11 18:01
Località: From The Depths of North East

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi sudparadiso il mer lug 24, 13 19:30

thescud89 ha scritto:To Mega Therion e Morbid Tales album spettacolari..

sto sentendo Cold Lake e a parte qualche pezzo non mi sembra nulla di che..



Stai lontano dal quel disco orrendo...UNO SCHIFO!! :bleah:
There is no heaven without a hell.
Avatar utente
sudparadiso
Metal Kid
Metal Kid
 
Messaggi: 94
Iscritto il: mar gen 24, 12 21:04
Località: North of Hell

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi Galilee il mar lug 30, 13 15:08

Secondo me Cold Lake è una figata pazzesca, anche perché oltre all'immagine glam del gruppo, l'album in sé propone un thrash abbastanza orecchiabile con canzoni dalla struttura piuttosto semplice che se vogliamo anticipa certe cose uscite nei primi anni 90.
Quindi direi che, soprattutto leggendo i vari commenti in giro per il web, sembra che questo disco sia più conosciuto a causa dei suoi rumours piuttosto che per quello che musicalmente propone in realtà.

Per quanto riguarda il resto della band, into the pandemonium per me è il disco metal geniale per antonomasia.
Avanti su tutto e tutti di almeno 15 anni, e credo che tutto quello che è uscito dalla mente di quel pazzo di TGWarrior sia più o meno a questi livelli. Compreso l'ultimo capolavoro Monotheist e il primo capolavoro dei triptykon.
Carenti tecnicamente? Non mi sembra proprio, tranne forse un po' su To mega therion.

E aggiungo, non so come si possa parlar male di vanity/nemesis. Splendido, oscuro, ermetico, e non c'è un filler.
Ovviamente de gustibus, ma per me è cosi.
I don't need to worry 'bout tomorrow
Aain't anticipating what's to come
And I don't need to worry 'bout
The things I have not done
Long as I got rock and roll
I'm forever young
Avatar utente
Galilee
Supreme User
Supreme User
 
Messaggi: 1973
Iscritto il: lun feb 25, 13 18:29
Località: VDA o Lunigiana

Re: CELTIC FROST

Messaggiodi ivanduc il sab nov 11, 17 23:41

Nell'85 due video hanno cambiato completamente il mio mondo: "Hell Awaits" degli Slayer e "Circle of the Tyrants" dei Celtic Frost.

Un gruppo unico, innovativo, fondamentale.. ai tempi venivano definiti "Schwer, Scharz und Schnell" (pesanti, neri e veloci).
Apprezzo tutta la loro produzione, salvo (ma va un po' da sè) quel "Cold Lake" che è tutt'altro che un disco disprezzabile, ma lontano anni luce dalla loro produzione e dalla loro linea guida.

Il ritorno con "Monotheist" mi ha procurato un godimento infinito, terminato prematuramente con il scioglimento del gruppo.

Ed ora il sogno di una possibile - quanto lontana - reunion è definitivamente affondato con la morte prematura di Martin E. Ain a soli 50 anni, per un infarto.

Sempre parte della spina dorsale della mia personale colonna sonora di vita.

In eterno.
ivanduc
New Entry
New Entry
 
Messaggi: 17
Iscritto il: dom nov 01, 15 14:59

PrecedenteProssimo

Torna a Black Metal

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Creative Commons License CSS Valido!