VOID OF SILENCE

Chi ha detto Theatre Of Tragedy? Chi ha detto Funeral? Chi ha detto Cathedral e chi Candlemass? Chiunque l'abbia fatto, l'ha sicuramente fatto qua dentro!

VOID OF SILENCE

Messaggiodi Doomale il mar giu 26, 18 18:32

Immagine

Apro questo topic perchè primo non esiste che un gruppo così non lo abbia e secondo dopo 8 anni stanno finalmente tornando con un nuovo album che dati i loro ritmi pachidermici di pubblicazione attuale potrebbe essere l'ultimo testamento.

Non ci giro intorno, Band ENORME che si forma nel 1999 a Roma per volere di Riccardo Conforti e Ivan zara, etichettati come Funeral Doom Metal / Dark Ambient, che di sicuro può starci ma molteplici sono le loro sfumature anche Post Industrial, Martial , Apocalittiche. Come vocalist invece si sono sempre avvalsi di personaggi piu o meno famosi com Alan Averill, Fabban, Brooke Johnson ed in ultimo l'ottimo Luca Soi.
La loro discografia dal 2001 ad oggi conta di 5 Album e precisamente

Toward the Dusk
Immagine
Criteria ov 666
Immagine
Human Antithesis
Immagine
Grave of the civilizzazion
Immagine

The Sky Over.
....In arrivo...

A proposito delle loro due gemme Criteria e Human la csa discografica Code 666 li presentava così.

Criteria ov 666
Note: secondo capitolo della trilogia dei Void Of Silence, band legata a sonorità estreme, figlie di un immaginario visionario, espresso attraverso un doom metal molto lento, freddo, solcato dai sintetizzatori e dall'aspra ugola di Malfeitor Fabban, già mente degli Aborym. Il secondo capitolo ci catapulta nel centro del conflitto, tra campionamenti bellici sempre maggiori ed un'atmosfera marziale avvertibile in ogni frangente. Ma sarebbe profondamente riduttivo definire questo album un concept sulla guerra. Criteria Ov 666 rappresenta l'affresco di una mente segnata dal conflitto, dallo scontro, che progressivamente si distacca dal mondo, pian piano si fa disumana. La musica riflette alla perfezione il senso di alienazione che i testi pongono davanti all'ascoltatore: si potrebbe dire che il tema bellico rappresenti solamente un pretesto di questo travaglio tutto interiore. Dall'altra parte i Void Of Silence ci portano alla memoria una serie di immagini che potrebbero sposarsi benissimo con le figure perverse che hanno segnato la storia del Novecento: ad esempio nel sinistro sermone "Opus IV: Anthem For Doomed Youth", che in modo inquietante ricorda i discorsi di indottrinamento alla base dei totalitarismi novecenteschi. La band è in stato di grazia e tocca vertici inarrivabili alla maggior parte dei gruppi; se il successivo 'Human Anthitesis' toccherà picchi di emozione maggiori che 'Criteria', anche grazie a tematiche più dolorose legate al dopoguerra, è però vero che è in questo disco che si concretizza la somma arte dei Void Of Silence. Innanzitutto il disco è vario ed eterogeneo, miscelando folk apocalittico, marce belliche, doom lentissimo e minimale e squarci noise davvero impressionanti. Grande lavoro anche sulla prova vocale, capace di passare dal recitato teatrale ai cori puliti, passando come ovvio per parti in scream mai banali e scontate. Verso la fine del disco troviamo un altro brano significativo (ma in effetti cercare un pezzo migliore sarebbe impossibile), soprattutto per le modalità con cui l'aspetto concettuale si fonde con quello musicale: "Opus VII: Victory!" rappresenta il distacco dal mondo, la sua sconfitta finale. Il brano assume l'aria di una lunga marcia trionfale, meccanica e fredda: la voce di Fabban è velata da un effetto "robot" che la rende metallica, distaccata nel pronunciare "Victory! For our freedom ‘till the end of time". Sembra una pantomima di un essere vermiforme, libero e senz'anima al tempo stesso. 'Cryteria Ov 666' è il disco più difficile dell'esigua discografia del gruppo; lungo e sfibrante, riserva però una perla ad ogni canzone. È un prodotto studiato ed intelligente, che riesce a trasformare alcuni clichè metallari in momenti cerebrali e complessi con una sensibilità fuori del comune; spaventa molto di più dei dischi legati a simili sonorità perché rappresenta uno sguardo dentro di sé davvero inquietante e sincero, soprattutto perché frutto di una band di persone mature, che han superato da tempo il periodo adolescenziale. Insieme al successivo 'Human Antithesis' è il disco che meglio rappresenta l'Italia in campo estremo, non solo pareggiando i conti con scene e gruppi più blasonati, bensì portandosi ad un livello superiore.. alcuni riscontri di critica: 9/10 on Terrorizer #102, Album Of The Month on Metal Shock Magazine - Legacy 14/15 - Metal Heart 9/10 - Metal Shock 10/10 - Grind Zone 5/5

Human Anthitesis

Info: Il Terzo, incredibile Album dei Leader incontrastati del doom Metal Apocalittico, con Alan Nemtheanga dei Primordial alla voce. Uno stupendo concept album imperniato sulla Seconda Guerra Mondiale, con Atmosfere raggelanti dove perdersi senza piu' nozione di spazio e tempo. Grandissimo successo di critica in tutto il mondo, album osannato e preso come pietra di paragone per tutte le nuove produzioni di genere, che finora non sono nemmeno riuscite ad avvicinarsi a questo disco. Assolutamente imperdibile...

Insomma, di sicuro non una band per tutti, anzi forse per pochi. Ma loro rimangono uno di quei gruppi piu unici che rari, "I Void Of Silence sono proprio questo, una band unica, inimitabile, progressiva e progressista con lo sguardo perennemente rivolto oltre..." Cit.
Insomma per me orgoglio della mia amata/odiata città, ma non per questo li ritengo la miglior band italiana e nel genere anche a livello mondiale. Li ritengo così perchè per me sono davvero inarrivabili.

p.s. Questo esce a giorni:

Immagine

Sembra sia una sorta di concept basato sulle grandi conquiste del primo Novecento e sul coraggio e l’ambizione di uomini come Umberto Nobile e Salomon August Andrée (cit).

Sto aspettando che mi arrivi, chiaramente ho ascoltato un paio di pezzi e mi sbilancio dicendo che potrebbe essere l'album della perfezione finale. Vedremo....Ma se non lo recensite mi incazzo! :rotfl: Grazie all'Avantgarde per averlo pubblicato.
Immagine

"Nec aspera nec ardua coela timeo"

"Il fatto che le Meduse siano sopravvisute milioni di anni, pur non avendo un cervello,
dà una speranza a molte persone"
Avatar utente
Doomale
Colonna del Forum
Colonna del Forum
 
Messaggi: 6748
Iscritto il: lun nov 03, 14 18:26
Località: provincia di Roma, Castelli Prenestini

Re: VOID OF SILENCE

Messaggiodi Beta il mer giu 27, 18 10:51

Doomale ha scritto:Immagine

Apro questo topic perchè primo non esiste che un gruppo così non lo abbia e secondo dopo 8 anni stanno finalmente tornando con un nuovo album che dati i loro ritmi pachidermici di pubblicazione attuale potrebbe essere l'ultimo testamento.

Non ci giro intorno, Band ENORME che si forma nel 1999 a Roma per volere di Riccardo Conforti e Ivan zara, etichettati come Funeral Doom Metal / Dark Ambient, che di sicuro può starci ma molteplici sono le loro sfumature anche Post Industrial, Martial , Apocalittiche. Come vocalist invece si sono sempre avvalsi di personaggi piu o meno famosi com Alan Averill, Fabban, Brooke Johnson ed in ultimo l'ottimo Luca Soi.

Molto bene :D Grazie per il suggerimento, Doom, darò un ascolto appena possibile ;)
"Molti vogliono insegnare ad altri ciò che loro stessi non conoscono" - Cicerone
"Posso credere a tutto, purché sia assolutamente incredibile" - Oscar Wilde
"Mi hanno chiamato folle, ma non è ancora chiaro se la follia sia o meno il grado più elevato dell'intelletto" - Edgar Allan Poe
"E l'agonia della mia anima trovò sfogo in un alto, lungo e ultimo grido di disperazione" - Edgar Allan Poe
Immagine

www.brianalandorf.wixsite.com/official
Avatar utente
Beta
Extreme User
Extreme User
 
Messaggi: 2843
Iscritto il: mer feb 01, 17 19:05
Località: Wonderland

Re: VOID OF SILENCE

Messaggiodi Doomale il mer giu 27, 18 14:51

Beta ha scritto:
Doomale ha scritto:Immagine

Apro questo topic perchè primo non esiste che un gruppo così non lo abbia e secondo dopo 8 anni stanno finalmente tornando con un nuovo album che dati i loro ritmi pachidermici di pubblicazione attuale potrebbe essere l'ultimo testamento.

Non ci giro intorno, Band ENORME che si forma nel 1999 a Roma per volere di Riccardo Conforti e Ivan zara, etichettati come Funeral Doom Metal / Dark Ambient, che di sicuro può starci ma molteplici sono le loro sfumature anche Post Industrial, Martial , Apocalittiche. Come vocalist invece si sono sempre avvalsi di personaggi piu o meno famosi com Alan Averill, Fabban, Brooke Johnson ed in ultimo l'ottimo Luca Soi.

Molto bene :D Grazie per il suggerimento, Doom, darò un ascolto appena possibile ;)


Beta, sapendo bene che anche a Te come me, piacciono molto le sonorità dilatate a cui facevo riferimento sopra, penso che davvero possano piacerti. Anche perchè parliamo di un gruppo di caratura pesante.
Quando vorrai, per cominciare ti consiglieri o l'apocalittico Criteria ov 666 oppure il mega opus Human Anthitesis. Due gemme.
Poi mi farai sapere. ;)
Immagine

"Nec aspera nec ardua coela timeo"

"Il fatto che le Meduse siano sopravvisute milioni di anni, pur non avendo un cervello,
dà una speranza a molte persone"
Avatar utente
Doomale
Colonna del Forum
Colonna del Forum
 
Messaggi: 6748
Iscritto il: lun nov 03, 14 18:26
Località: provincia di Roma, Castelli Prenestini


Torna a Gothic & Doom

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Creative Commons License CSS Valido!