top e flop 2018

Sono meglio i Testament o gli Slayer? Chi è più bravo tra Malmsteen e Brian May? Non siate timidi: aprite un sondaggio e chiedetelo alla community!

top e flop 2018

Messaggiodi tosaerba il mar mag 15, 18 12:41

topic in aggiornamento :) appuntiamo qui gli album che abbiamo ascoltato del 2018. io seguo il mio schema (top, flop, sì e no), voi fate come volete ovviamente ;) non spaventatevi per la lunghezza del post, sono solo brevi impressioni riguardo ciascun album


TOP


Lonker See - One Eye Sees Red (jazz rock, rock psichedelico): fino ad ora è l'album più bello che ho ascoltato in questo 2018. tre tracce di jazz rock e psichedelia tutte da gustare e consigliatissime anche a chi non è affine al genere... ne vale davvero la pena. il quartetto in questione proviene da Gdynia, Polonia

Weedpecker - III (space rock, stoner rock): altro gruppo polacco (la Polonia è un paese decisamente interessante musicalmente parlando) che come intuibile è giunto al terzo album. cinque tracce lunghe, potenti e raffinate, il gruppo manca un po' d'identità propria ma per il genere è normale. nel complesso un lavoro convincente e consigliato

Børns - Blue Madonna (pop): musica pop abbastanza frocia, mi gusta parecchio. direi che come stile si piazzi a metà via tra una Lana del Rey che ha scoperto che si può essere felici (presente tra l'altro nella feature di apertura) e Lorde

Panopticon - The Scars of Man on the Once Nameless Wilderness I & II (atmospheric black metal, folk): il disco è diviso in due parti per due ore di musica: la prima dedicata al black metal, la seconda al folk acustico. mentre il primo CD l'ho trovato nella norma, il secondo l'ho trovato molto più interessante. in tutto l'album si respirano malinconia e atmosfere glaciali. non sono un grande fan del genere ma l'ho apprezzato comunque

Anna von Hausswolff - Dead Magic (darkwave, ambient): disco incredibile di un'artista svedese che ho scoperto da pochissimo. atmosfere tetre che ogni tanto riabbracciano la luce, organi, lamenti, voce espressiva e un'interpretazione convincente. l'unico difetto che riesco a trovare di questo album è la lunghezza eccessiva: se le tracce 1 e 3 fossero durate meno starei qui a parlare di un capolavoro

A.A.L. (Against All Logic) - 2012-2017 (house): dietro questo acronimo si nasconde Nicolas Jaar, che sotto il suo nome aveva già rilasciato alcuni album ambient/elettronici/sperimentali. per il suo primo album house ha deciso di rilasciare questo lavoro a nome Against All Logic, dal titolo suppongo sia una raccolta di canzoni composte tra il 2012 e il 2017. che dire, sono canzoni house tunz tunz con una leggera spolverata funky, si sente molto l'ispirazione dalla black music. promosso alla grande

Sleep - The Sciences (stoner metal): disco giustamente attesissimo anche se mi pare sia comparso dal nulla tipo, quindi non c'è stato molto tempo per l'hype, vabbé a parte stronzate album godibile. non sembra per niente siano passati 20 anni da Jerusalem (o 15 da Dopesmoker, dipende quale dei due si prende per ufficiale)

Black Label Society - Grimmest Hits (heavy metal, southern rock): solito disco di maniera di Zakk e soci, senza lodi né capitomboli. se sul retro della copertina ci fosse scritto 'pubblicato nel 2005' non se ne sarebbe accorto nessuno

The Sword - Used Future (stoner rock): i vecchi The Sword non ci sono più ed è appurato da anni, però anche questa variante più tradizionale e meno distorta mi piace, carine le tastiere che spuntano qua e là dal vago sentore seventies


SI' E NO


MGMT - Little Dark Age (indie pop): da grande fan degli mgmt l'ho trovato godibile, anche se è un po' incostante

Nadah El Shazly - Ahwar (avant-pop, art-pop): egiziana, avant-folk avant-pop art-pop o come si potrebbe chiamare, non del tutto convincente (l'ho trovato abbastanza ostico come disco) ma cmq da tenere d'occhio

Judas Priest - Firepower (heavy metal): non mi aspettavo un disco del genere :yeah: senza dubbio miglior disco dei Judas dai tempi post-Painkiller (non che ci volesse molto d'altronde)

The Voidz - Virtue (alternative rock): disco pazzerello del cantante degli Strokes e altra gente

Motta - Vivere o Morire (pop): in realtà non ricordo nemmeno di averlo ascoltato, ma su RYM gli avevo dato sto voto quindi boh ok. ignorabile

A Perfect Circle - Eat the Elephant (alternative metal): la classe rimane, il target a cui si rivolge no. non che sia un male questa virata più mainstream, ma lo trovo inferiore a Mer de Noms e Thirteenth Step

Park Jiha - Communion (minimalismo, avant-garde): noiosetto, ma riconosco che la tipa ha stile. sicuramente sulla buona strada per fare grandi cose in futuro

Rivers of Nihil - Where Owls Know My Name (black metal, metal sperimentale): metal, avantgarde, black, sassofoni, insomma quella roba là

Beach House - 7 (dream pop): solito disco dream pop con le voci eteree e le chitarre soffuse, se ti piace il genere è bello, sennò abbastanza inutile


FLOP


US Girls - In a Poem Unlimited (indie pop): in realtà non si tratta di un gruppo ma di una sola ragazza. cmq non mi piace, abbastanza insipido

Kacey Musgraves - Golden Hour (country pop): ne avevo letto bene in giro. boh, suppongo per apprezzarlo bisogna o essere americani o almeno farsi piacere il country

Car Seat Headrest - Twin Fantasy (indie rock): anche di questo album (che in realtà è un rifacimento del lavoro omonimo del 2011, ma ripulito e meno lo-fi) parlano tutti un gran bene. io invece trovo la voce sgradevole e la musica pure, non fa decisamente per me

Jack White - Boarding House Reach (rock sperimentale): è il primo album di Jack White solista che ascolto (mi ero limitato ai White Stripes) e sinceramente m'ha lasciato abbastanza perplesso. mi pare un mappazzone di roba sconnessa e di cattivo gusto, poi boh se leggi in rete ci sono recensioni davvero schizofreniche, chi dice che è roba geniale assurda e chi invece ci sputa merda sopra. a me non è piaciuto per niente comunque

Tropical Fuck Storm - A Laughing Death in Meatspace (noise rock, punk): il noise mi fa abbastanza ribrezzo e ogni tanto provo a vedere se qualche album riesce a farmi cambiare idea. cioè oddio, non è nemmeno così noise in realtà, solo che è brutto. non vedevo l'ora finisse

Machine Head - Catharsis (alternative metal, groove metal): i Machine Head sono riusciti nell'impresa, al 26 gennaio, di pubblicare quello che sarà con tutta probabilità l'album peggiore dell'anno 2018 :? non voglio spendere altre parole per sta robaccia, basta vedere il video di Kaleidoscope per capire quanto in basso siano scesi
Avatar utente
tosaerba
Metal Kid
Metal Kid
 
Messaggi: 82
Iscritto il: mar mar 13, 18 21:41

Re: top e flop 2018

Messaggiodi Tatore77 il mar mag 15, 18 14:21

Posto un commento per ricordare il topic, sono solito fare la mia classifica all'inizio dell'anno successivo.

Però posso già sbilanciarmi sui dischi che mi hanno folgorato in questi primi mesi:

Barren Earth - Complex of Cages (Melodic Death)
Vorbid - Mind (Thrash Progressivo)
Sworn - Dark Stars and Eternity (Black)
Aepoch - Awakening Inception (Death Tecnico)
Pungent Stench - Smut Kingdom (Death)
Ungfell - Mythem, Mären, Pestilenz (Black)
Grà - Väsen (Black)
White Ward - Futility Report (Black)
Unreal Overflows - Latent (Death Tecnico)

Al prossimo aggiornamento :yeah:
Ultima modifica di Tatore77 su mar mag 15, 18 18:39, modificato 1 volte in totale.
"Meno dichiarazioni si fanno nella vita, meno si apparirà ridicoli quando si dovrà ritrattare"

"Io non odio chi spreca la vita giocando a carte al bar, io odio chi spreca la vita guardando gli altri giocare a carte al bar"
Immagine
Avatar utente
Tatore77
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 16495
Iscritto il: gio lug 03, 14 11:37
Località: Roma

Re: top e flop 2018

Messaggiodi Galilee il mar mag 15, 18 15:29

Oddio per il momento non so.

Il disco dell'anno a prescindere dal genere e anche dal fatto che non l'ho ancora ascoltato è il nuovo Arctic Monkeys. Il nuovo singolo è già storia della musica.

Parlando di metal direi

Judas Priest firepower. Disco eccezionale.
Living colour: non ricordo il titolo... ottimo, fresco e molto suonato.
Eldritch : cracksleep basta l'opening track per metterlo in top ten list di fine anno.
Morbid Angel.... pensavo di no, invece mi sta piacendo.

Bocciati?
Di sicuro Warrior soul!!!! Un disco che più mediocre non poteva essere.

Il nuovo Pungent stench mi sta arrivando. I'm a fucking fan!!!!! :love:
I don't need to worry 'bout tomorrow
Aain't anticipating what's to come
And I don't need to worry 'bout
The things I have not done
Long as I got rock and roll
I'm forever young
Avatar utente
Galilee
Metallizer
Metallizer
 
Messaggi: 1616
Iscritto il: lun feb 25, 13 18:29
Località: VDA o Lunigiana

Re: top e flop 2018

Messaggiodi Beta il mar mag 15, 18 16:24

Oh, bello, ci sta un topic sui dischi dell'anno ;) anche quello dell'anno scorso da aggiornare a mano a mano alla fine per me è stata una buona idea ;)
Anche io ho sentito poco (anche perché ho ascoltato anche dischi più vecchi, quindi le nuove uscite a cui mi sono dedicata finora sono ristrette e, comunque, dovrei ancora riascoltarle per farmi un'idea più precisa). Impressioni ad oggi, poi aggiornerò a mano a mano (uso lo stesso schema di tosaerba ;) ):

TOP:
- Auri: Auri (ambient/synth/new age). Questo sono riuscita ad ascoltarlo più volte e bene e devo dire che è veramente bellissimo. Genere difficilmente inquadrabile (come avete visto), perché mischia diverse sonorità, comunque il risultato è di un album etereo e trasognato, molto rilassante e, a mio avviso, ben fatto;
- Varathron: Patriarchs of Evil (black). Devo ancora ascoltarlo bene, ma mi ha fatto un'ottima impressione, quindi direi che lo mettiamo nei top.

Sì e No:
- Kamelot: The Shadow Theory (power/symphonic). Non fa schifo, ma è un po' ridondante e trito. Quindi non è un top, ma nemmeno un epic fail.

Inclassificato:
- Crematory: Oblivion. Ho ascoltato qualche pezzo, ma non posso ancora esprimere un giudizio; non mi sembra brutto, ma devo ancora capirci qualcosa in più, quindi lo ricollocherò a posteriori ;) ).

Flop per fortuna non ne ho ancora ascoltati, vedremo ;)
"Molti vogliono insegnare ad altri ciò che loro stessi non conoscono" - Cicerone
"Posso credere a tutto, purché sia assolutamente incredibile" - Oscar Wilde
"Mi hanno chiamato folle, ma non è ancora chiaro se la follia sia o meno il grado più elevato dell'intelletto" - Edgar Allan Poe
"E l'agonia della mia anima trovò sfogo in un alto, lungo e ultimo grido di disperazione" - Edgar Allan Poe
Avatar utente
Beta
Metallizer
Metallizer
 
Messaggi: 1271
Iscritto il: mer feb 01, 17 19:05
Località: Wonderland

Re: top e flop 2018

Messaggiodi Vulgar Puppet il mer mag 16, 18 11:10

Giuro che stavolta snobbo
https://www.youtube.com/channel/UCR_J8Z ... gwkLiWvLyQ

Registi preferiti: David Lynch, Stanley Kubrick, Andrej Tarkovskij, Terrence Malick, Pier Paolo Pasolini, Lars von Trier, Michelangelo Antonioni, Jean-Luc Godard, Martin Scorsese, Nicolas Winding Refn, Gaspar Noé, Harmony Korine, Woody Allen, Béla Tarr, Terry Gilliam, Robert Bresson, Paul Thomas Anderson, John Cassavetes, Alfred Hitchcock

Somebody help me. I'm depressed

Band preferite: Jeff Buckley, Nine Inch Nails, Sonic Youth, Neurosis, Pink Floyd, King Crimson, Tool, The Velvet Underground, Nick Cave & the Bad Seeds, David Bowie, CCCP Fedeli alla Linea/CSI, Massimo Volume, Joy Division, Slint, Lou Reed, Metallica, Mogwai, Led Zeppelin, Jimi Hendrix, Radiohead, Red Hot Chili Peppers, Korn, Leprous, Marlene Kuntz, Yes, Gentle Giant, Coil, Kanye West, Nirvana, Massive Attack, Nick Drake, The Beatles

Immagine
Avatar utente
Vulgar Puppet
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 12363
Iscritto il: sab ott 27, 12 14:11
Località: Cesena

Re: top e flop 2018

Messaggiodi AL1974 il mer mag 16, 18 21:39

Purtroppo per quanto mi riguarda il flop 2018 è arrivato a gennaio: MACHINE HEAD :(
Per il top mi esprimerò dopo Amorphis e At the gates. In lizza gli ORPHANED LAND.
Nella media JUDAS PRIEST
Gli Arkona invece mi hanno spiazzato: troppo poco folk e troppo estremi.
Avatar utente
AL1974
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 13567
Iscritto il: mer mag 06, 09 10:45
Località: Bergamo

Re: top e flop 2018

Messaggiodi Silvia il gio mag 17, 18 18:12

Questo topic è interessantissimo x scoprire album nuovi ma io non ho molto da dire perché ancora non ho avuto modo di ascoltare bene quel paio di nuove uscite che mi interessano.

I Refuge e gli Eldritch sembrano proporre delle cose carine.

I Parkway Drive boh pezzi belli e altri che non mi piacciono proprio ma devo approfondire

Attesa spasmodica x gli Exodus ma si dovrà aspettare l'anno prossimo, uscita rinviata alla fine del tour Slayer

Vulgar Puppet ha scritto:Giuro che stavolta snobbo

:rotfl:
Immagine
Avatar utente
Silvia
Extreme User
Extreme User
 
Messaggi: 2681
Iscritto il: gio mag 11, 17 11:52
Località: South of Heaven

Re: top e flop 2018

Messaggiodi ricco96 il gio mag 17, 18 23:26

Appena riesco approfondisco un po' il pensiero sugli album, intanto metto giù qualche nome

TOP
Jack White - Boarding House Reach
A Perfect Circle - Eat The Elephant
Judas Priest - Firepower
Sleep - The Sciences

SO SO
Stone Temple Pilots - Stone Temple Pilots
Arctic Monkeys - Tranquility Based Hotel + Casino
Manic Street Preachers - Resistance Is Futile

FLOP
Per ora nessuno
Avatar utente
ricco96
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 8563
Iscritto il: mar dic 06, 11 15:48
Località: Dundalk

Re: top e flop 2018

Messaggiodi Carmine il ven mag 18, 18 18:08

TOP

BUONI ALBUM
Arctic Monkeys - Tranquility Based Hotel + Casino
Non la penso come Gallagher (anche se mi ha fatto scompisciare)... però se certi pezzi non si somigliassero tra loro forse lo avrei messo tra i top. Nonostante questo rimane un album sorprendente, in positivo.

FLOP
Machine Head - Catharsis
In pratica Flynn, dopo 10 anni di grande musica, è sceso tra i comuni mortali con un disco fatto di pezzi nella norma misti a pezzi che strascicano la sufficienza. Pessimo no, ma deludente...
Sono quello sobrio!

Words are very unnecessary

Immagine
Avatar utente
Carmine
The Great User
The Great User
 
Messaggi: 3564
Iscritto il: sab set 17, 16 10:45
Località: provincia di Salerno

Re: top e flop 2018

Messaggiodi ricco96 il ven mag 18, 18 18:59

Allora:

TOP
Jack White - Boarding House Reach: esperimento totalmente riuscito. Continua a girare nello stereo ciclicamente e questo è sempre un buon segno. Ice Station Zebra per ora la mia canzone preferita del 2018
A Perfect Circle - Eat The Elephant: ci ha messo un po' a carburare, ma dal terzo ascolto in poi mi ha catturato. La prima metà è davvero ottima, peccato che si perda un po' alla fine
Judas Priest - Firepower: sticazzi
Sleep - The Sciences: sticazzi di nuovo

SO SO
Stone Temple Pilots - Stone Temple Pilots: piacevole ma niente di più
Arctic Monkeys - Tranquility Based Hotel + Casino: coraggiosi a rimettersi in gioco in questo modo, ma dopo diversi ascolti dell'album non mi resta praticamente niente. Non escludo che possa salire con ancora più ascolti, ma ne dubito
Manic Street Preachers - Resistance Is Futile: un paio di ottime canzoni, tanti filler. Sufficiente

FLOP
Per ora nessuno[/quote]
Avatar utente
ricco96
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 8563
Iscritto il: mar dic 06, 11 15:48
Località: Dundalk

Re: top e flop 2018

Messaggiodi Carmine il ven giu 01, 18 19:55

Aggiorno e rinomino la sezione dei buoni album in "si e no", come avete fatto voi...

Carmine ha scritto:TOP
Ihsahn - Amr
Un musicista che suona da 30 anni, e che pur non pubblicando capolavori, può contare su un gusto ed un eclettismo che gli permettono di essere interessante tra un'uscita e un'altra. Qui sembra leggermente piu morbido del solito, non l'ho mai sentito così orecchiabile nei ritornelli... e il bello è che allo stesso tempo riesce a mantenere le tipiche tinte oscure di Emperoriana memoria. Che dire... chapeau, e bentornato al mio Re del Nord!


SI E NO
Arctic Monkeys - Tranquility Based Hotel + Casino
Non la penso come Gallagher (anche se mi ha fatto scompisciare)... però se certi pezzi non si somigliassero tra loro forse lo avrei messo tra i top. Nonostante questo rimane un album sorprendente, in positivo.

FLOP
Machine Head - Catharsis
In pratica Flynn, dopo 10 anni di grande musica, è sceso tra i comuni mortali con un disco fatto di pezzi nella norma misti a pezzi che strascicano la sufficienza. Pessimo no, ma deludente...
Sono quello sobrio!

Words are very unnecessary

Immagine
Avatar utente
Carmine
The Great User
The Great User
 
Messaggi: 3564
Iscritto il: sab set 17, 16 10:45
Località: provincia di Salerno

Re: top e flop 2018

Messaggiodi Beta il ven giu 08, 18 11:05

Aggiornamento:

Beta ha scritto:TOP:
- Auri: Auri (ambient/synth/new age). Questo sono riuscita ad ascoltarlo più volte e bene e devo dire che è veramente bellissimo. Genere difficilmente inquadrabile (come avete visto), perché mischia diverse sonorità, comunque il risultato è di un album etereo e trasognato, molto rilassante e, a mio avviso, ben fatto;
- Varathron: Patriarchs of Evil (black). Confermo la prima impressione. Bel disco, atmosfere esoteriche e dark, cattura l'attenzione dall'inizio alla fine.
- Brian Eno: Music for Installations (ambient). Raccolta di pezzi inediti che Eno ha composto per esposizioni in gallerie d'arte. Si conferma il solito maestro della musica ambient, i brani sono bellissimi con soluzioni sempre interessanti, restando pur sempre nell'ottica della "musica di sottofondo". Come al solito, da ascoltare mentre si fa altro, restituisce l'idea di immagini in movimento che ci circondano.

Sì e No:
- Kamelot: The Shadow Theory (power/symphonic). Non fa schifo, ma è un po' ridondante e trito. Quindi non è un top, ma nemmeno un epic fail.

Inclassificato:
- Crematory: Oblivion. Ho ascoltato qualche pezzo, ma non posso ancora esprimere un giudizio; non mi sembra brutto, ma devo ancora capirci qualcosa in più, quindi lo ricollocherò a posteriori ;) ).

Flop per fortuna non ne ho ancora ascoltati, vedremo ;)
"Molti vogliono insegnare ad altri ciò che loro stessi non conoscono" - Cicerone
"Posso credere a tutto, purché sia assolutamente incredibile" - Oscar Wilde
"Mi hanno chiamato folle, ma non è ancora chiaro se la follia sia o meno il grado più elevato dell'intelletto" - Edgar Allan Poe
"E l'agonia della mia anima trovò sfogo in un alto, lungo e ultimo grido di disperazione" - Edgar Allan Poe
Avatar utente
Beta
Metallizer
Metallizer
 
Messaggi: 1271
Iscritto il: mer feb 01, 17 19:05
Località: Wonderland

Re: top e flop 2018

Messaggiodi ricco96 il ven giu 08, 18 14:44

Aggiorno
ricco96 ha scritto:Allora:

TOP
Ghost - Prequelle: Non sbagliano un colpo, forse la band più in forma di tutta la scena rock/metal "mainstrem"
Jack White - Boarding House Reach: esperimento totalmente riuscito. Continua a girare nello stereo ciclicamente e questo è sempre un buon segno. Ice Station Zebra per ora la mia canzone preferita del 2018
A Perfect Circle - Eat The Elephant: ci ha messo un po' a carburare, ma dal terzo ascolto in poi mi ha catturato. La prima metà è davvero ottima, peccato che si perda un po' alla fine
Sleep - The Sciences: sticazzi

SO SO
Judas Priest - Firepower: sticazzi di nuovo, però non l'ho più ripreso in mano dopo le prime settimane a differenza di quello sopra
Stone Temple Pilots - Stone Temple Pilots: piacevole ma niente di più
Arctic Monkeys - Tranquility Based Hotel + Casino: coraggiosi a rimettersi in gioco in questo modo, ma dopo diversi ascolti dell'album non mi resta praticamente niente. Non escludo che possa salire con ancora più ascolti, ma ne dubito
Manic Street Preachers - Resistance Is Futile: un paio di ottime canzoni, tanti filler. Sufficiente

FLOP
Per ora nessuno
Avatar utente
ricco96
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 8563
Iscritto il: mar dic 06, 11 15:48
Località: Dundalk

Re: top e flop 2018

Messaggiodi Tatore77 il sab giu 09, 18 19:58

Tatore77 ha scritto:Barren Earth - Complex of Cages (Melodic Death)
Vorbid - Mind (Thrash Progressivo)
Sworn - Dark Stars and Eternity (Black)
Aepoch - Awakening Inception (Death Tecnico)
Pungent Stench - Smut Kingdom (Death)
Ungfell - Mythem, Mären, Pestilenz (Black)
Grà - Väsen (Black)
White Ward - Futility Report (Black)
Unreal Overflows - Latent (Death Tecnico)

Alkaloid - Liquid Anatomy (Prog Death)
Uada - Cult of a Dying Sun (Black)
"Meno dichiarazioni si fanno nella vita, meno si apparirà ridicoli quando si dovrà ritrattare"

"Io non odio chi spreca la vita giocando a carte al bar, io odio chi spreca la vita guardando gli altri giocare a carte al bar"
Immagine
Avatar utente
Tatore77
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 16495
Iscritto il: gio lug 03, 14 11:37
Località: Roma

Re: top e flop 2018

Messaggiodi Beta il gio giu 21, 18 11:55

Aggiornamento:

Beta ha scritto:TOP:
- Auri: Auri (ambient/synth/new age). Questo sono riuscita ad ascoltarlo più volte e bene e devo dire che è veramente bellissimo. Genere difficilmente inquadrabile (come avete visto), perché mischia diverse sonorità, comunque il risultato è di un album etereo e trasognato, molto rilassante e, a mio avviso, ben fatto;
- Varathron: Patriarchs of Evil (black). Confermo la prima impressione. Bel disco, atmosfere esoteriche e dark, cattura l'attenzione dall'inizio alla fine.
-Brian Eno: Music for Installations (ambient). Raccolta di pezzi inediti che Eno ha composto per esposizioni in gallerie d'arte. Si conferma il solito maestro della musica ambient, i brani sono bellissimi con soluzioni sempre interessanti, restando pur sempre nell'ottica della "musica di sottofondo". Come al solito, da ascoltare mentre si fa altro, restituisce l'idea di immagini in movimento che ci circondano.
- Crematory: Oblivion (gothic). Non sapevo bene come classificarlo, perché ci sono tre pezzi un po' più debolucci degli altri (Ghost of the Past, Revenge is Mine e Wrong Side) che, a mio modo di sentire, abbassano un po' il livello di attenzione durante l'ascolto della prima metà dell'album. Nonostante ciò, però, le restanti dieci tracce sono, secondo me, belle, la seconda metà del disco è assolutamente impeccabile e, comunque, anche la prima metà ha dei pezzi non indifferenti (Salvation e Until the Dawn su tutte). Basler alza il livello di tutto; a me Hechler piaceva, ma Basler è davvero un valore aggiunto. Non un disco eccellente, ma di di sicuro più che buono (sempre con la postilla: "se piace il nuovo corso dei Crematory").

Sì e No:
- Kamelot: The Shadow Theory (power/symphonic). Non fa schifo, ma è un po' ridondante e trito. Quindi non è un top, ma nemmeno un epic fail.

Flop per fortuna non ne ho ancora ascoltati, vedremo ;)
"Molti vogliono insegnare ad altri ciò che loro stessi non conoscono" - Cicerone
"Posso credere a tutto, purché sia assolutamente incredibile" - Oscar Wilde
"Mi hanno chiamato folle, ma non è ancora chiaro se la follia sia o meno il grado più elevato dell'intelletto" - Edgar Allan Poe
"E l'agonia della mia anima trovò sfogo in un alto, lungo e ultimo grido di disperazione" - Edgar Allan Poe
Avatar utente
Beta
Metallizer
Metallizer
 
Messaggi: 1271
Iscritto il: mer feb 01, 17 19:05
Località: Wonderland

Prossimo

Torna a SONDAGGI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

Creative Commons License CSS Valido!