Joni Mitchell

Volete parlare discutere di una band che col metal e col rock non centra proprio nulla? Questo è il posto giusto per farlo!

Joni Mitchell

Messaggiodi Gloomweaver il dom ott 20, 13 19:56

"Nelle parti vocali di Blue non c'è una sola nota di disonestà, credo. In quel periodo della mia vita ero totalmente priva di difese. Mi sentivo come un involucro di cellophane sopra un pacchetto di sigarette. Come se non avessi alcun segreto da proteggere dal mondo, né potevo fingere di essere forte o felice nella mia vita."
Joni Mitchell a Rolling Stones, 1979

Immagine

Finalmente mi sono decisa ad aprire questo topic.
Vi chiedo scusa in anticipo, perchè non so esattamente come si faccia a presentare un artista in modo completo, anche perchè, detto sinceramente, ho letto un paio di volte la storia di Joni, ma non saprei tracciare una biografia.
Per cui decido di presentarvi Joni Mitchell, questa magnifica cantautrice folk canadese, nel modo in cui l'ho conosciuta. Cioè con "Blue".
Nel 1970 Joni Mitchell ha già pubblicato tre album: "Song to a Seagull" (1968), "Clouds" (1969) e "Ladies of the Canyon" (1969), ottenendo un grande successo prima con "Both sides now" e poi con "Big yellow taxi", ""The Circle game" e "Woodstock".
Ma la fama sta stretta alla Mitchell, che riguardo a questo periodo dice: "Ero isolata e cominciavo a sentirmi come un uccellino in una gabbia dorata. Non avevo occasione di incontrare le persone. Il successo può emarginarti in tante maniere." E' per questo motivo e per la rottura con il suo compagno Graham Nash che nel 1970 decide di fare un viaggio in Europa, in cui impara a suonare il dulcimer e scrive gran parte delle canzoni di "Blue".
"Blue" in inglese vuol dire (oltre a blu, il colore) depresso, malinconico, giù di tono, che è proprio lo stato d'animo dell'album. Anzi, è più appropriato dire che l'album è il ritratto del blue, la sublimazione della malinconia, impreziosita da una sensibilità e una dolcezza tipicamente femminili.
Non voglio dilungarmi troppo, quindi mi limiterò a dire che quando ho ascoltato questo disco me ne sono follemente innamorata, e piano piano ho imparato a conoscere questa straordinaria artista, raffinata e malinconica, ma soprattutto estremamente sincera: le sue canzoni sono come tristi sussurri rubati alle sue più intime confessioni in cui non ci si può non specchiare.
I suoi dischi sono praticamente tutti meravigliosi fino a Hejira. Poi lo stile inizia a cambiare, avvicinandosi sempre più al jazz, e, personalmente, non riesco ad apprezzarlo.
Joni Mitchell rimane, comunque, un'artista immensa, che vi consiglio caldamente.

Song to a Seagull (1968)
Clouds (1969)
Ladies of the Canyon (1970)
Blue (1971)
For the Roses (1972)
Court and Spark (1974)
Miles of Aisles (live) (1975)
The Hissing of Summer Lawns (1975)
Hejira (1976)
Avatar utente
Gloomweaver
Enforcer
Enforcer
 
Messaggi: 901
Iscritto il: sab dic 08, 12 11:06
Località: (Bergamo)

Re: Joni Mitchell

Messaggiodi Unia il dom ott 20, 13 20:23

Brava Gloom, finalmente ti sei decisa. :-)
Grande artista la Mitchell, che prima ancora è una pittrice. Trovo che anche il periodo jazz sia buono, con un nome come Charles Mingus, eh be'. Però se è un fattore di gusti, il discorso è diverso.
<<Music: a combination of sounds with a view to beauty of form and expression of emotion.>>
(cit. Hanna)


I wanna give you some advice, as a friend: don't be my friend.

Immagine
Avatar utente
Unia
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 8619
Iscritto il: mar ago 21, 12 18:39
Località: Bèrghem

Re: Joni Mitchell

Messaggiodi Gloomweaver il dom ott 20, 13 20:41

Unia ha scritto:Brava Gloom, finalmente ti sei decisa. :-)
Grande artista la Mitchell, che prima ancora è una pittrice. Trovo che anche il periodo jazz sia buono, con un nome come Charles Mingus, eh be'. Però se è un fattore di gusti, il discorso è diverso.


Eh sì, mi ci è voluto un po'. Ma più per senso di inadeguatezza che per altro. Infatti alla fine ho fatto una cosa un po' abbozzata, tipo schizzo, non una vera presentazione.
Sì, il periodo jazz è una questione di gusti: non lo apprezzo perchè personalmente non mi piace, ma non perchè non sia buono. Cioè probabilmente è troppo buono perchè io possa apprezzarlo. E quindi è una questione di gusti e basta.
Avatar utente
Gloomweaver
Enforcer
Enforcer
 
Messaggi: 901
Iscritto il: sab dic 08, 12 11:06
Località: (Bergamo)

Re: Joni Mitchell

Messaggiodi The Delirious Nomad il dom ott 20, 13 20:53

Gloomweaver ha scritto:
Unia ha scritto:alla fine ho fatto una cosa un po' abbozzata, tipo schizzo, non una vera presentazione.

E ti è venuta molto bene! ;)
Grande artista sì, e mi piace anche... solo che dopo due dischi sento il bisogno di investire il giradischi con un panzer tedesco :lol: . Va bene a piccole dosi :D .
"I will show you Fear in handful of dust"
T. S. Eliot - The Waste Land

"Θαλαττα! Θαλαττα!"
Ξενοφων - Κυροι Αναβασισ

"Elegante e imponente, severa e corrotta, si stende innanzi a noi la grandezza di ROMA!"
Draugr – Roma Ferro Ignique

"MY DREAMS - I OWN - NO PRICE - FOR YOU"
Chuck Schuldiner – A Moment Of Clarity
Avatar utente
The Delirious Nomad
Colonna del Forum
Colonna del Forum
 
Messaggi: 5127
Iscritto il: mar dic 20, 11 16:34
Località: Mondi Esterni, primo a sinistra

Re: Joni Mitchell

Messaggiodi Mickey il dom ott 20, 13 21:10

Mi sono sempre ripromesso di approfondirla, da quello che ho potuto sentire mi è sempre sembrata un'artista a 360*.
https://www.facebook.com/BlindFrequency
<<He'll give us what we need,
It may not be what we want.>>
Avatar utente
Mickey
Defender
Defender
 
Messaggi: 615
Iscritto il: sab mar 19, 11 19:27
Località: Firenze

Re: Joni Mitchell

Messaggiodi precision88 il lun ott 21, 13 0:20

Una grandissima artista nulla da dire. Il mio preferito è Hejira se non altro per la presenza di un certo Jaco Pastorius al basso... Ma la cosa più bella che gli è uscita secondo me è Shadows & the Light, live con nomini del calibro di Pastorius al basso, Pat Metheny alla chitarra, Don Alias alla batteria e percussioni, Lyle Mays alle tastiere e un certo Michael Bracker al sax, una delle band più forti mai viste e sentite. Se non lo conoscete rimediatelo subito esiste anche in video
Avatar utente
precision88
Metallizer
Metallizer
 
Messaggi: 1134
Iscritto il: mar apr 24, 12 13:23
Località: Roma


Torna a EXTRA METAL

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Creative Commons License CSS Valido!