WITHERFALL

Hammerfall? Rhapsody Of Fire? Labyrinth? Vision Divine? Non solo Power, ma anche gli affini: discutiamone qui!

Re: WITHERFALL

Messaggiodi Tatore77 il ven dic 04, 20 19:37







Ecco i 3 nuovi singoli in ordine di uscita.
Non lo so ragazzi, sono un po' perplesso, hanno iniziato con una cannonata e poi sono passati a 2 pezzi che mi hanno lasciato interdetto. E' vero che il secondo pezzo è migliorato con gli ascolti, ma non sembrano più loro con quel cavolo di ritornello. Il terzo l'ho ascoltato una sola volta poco fa e di primo acchito non ho capito se mi piace o no. C'è di fatto che sono 3 pezzi da 5 minuti e al momento sembra abbiano "perso" la loro vena prog.
Inoltre hanno di nuovo cambiato formazione: sono usciti il secondo chitarrista Fili Bibiano e il batterista Steve Bolognese, con quest'ultimo sostituito ai tamburi dal mitico Marco Minnemann, che a quanto pare si alterna (non ho capito se su disco o live) con Gergo Borlai, un altro mostro supremo della batteria. Poi c'è un altro componente alle tastiere ma non è accreditato per il disco a quanto pare.
Vedremo come sarà l'album, ma al momento devo ammettere che sono un po' timoroso
"Meno dichiarazioni si fanno nella vita, meno si apparirà ridicoli quando si dovrà ritrattare"

"Io non odio chi spreca la vita giocando a carte al bar, io odio chi spreca la vita guardando gli altri giocare a carte al bar"
Immagine
Avatar utente
Tatore77
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 20091
Iscritto il: gio lug 03, 14 11:37
Località: Roma

Re: WITHERFALL

Messaggiodi Metal Shock il sab dic 05, 20 4:10

Tatore77 ha scritto:





Ecco i 3 nuovi singoli in ordine di uscita.
Non lo so ragazzi, sono un po' perplesso, hanno iniziato con una cannonata e poi sono passati a 2 pezzi che mi hanno lasciato interdetto. E' vero che il secondo pezzo è migliorato con gli ascolti, ma non sembrano più loro con quel cavolo di ritornello. Il terzo l'ho ascoltato una sola volta poco fa e di primo acchito non ho capito se mi piace o no. C'è di fatto che sono 3 pezzi da 5 minuti e al momento sembra abbiano "perso" la loro vena prog.
Inoltre hanno di nuovo cambiato formazione: sono usciti il secondo chitarrista Fili Bibiano e il batterista Steve Bolognese, con quest'ultimo sostituito ai tamburi dal mitico Marco Minnemann, che a quanto pare si alterna (non ho capito se su disco o live) con Gergo Borlai, un altro mostro supremo della batteria. Poi c'è un altro componente alle tastiere ma non è accreditato per il disco a quanto pare.
Vedremo come sarà l'album, ma al momento devo ammettere che sono un po' timoroso

Come ampiamente previsto la produzione, più ombra ingombrante direi, di Jon Schaffer si è fatta sentire.
L'ultimo pezzo ha la tipica costruzione dei pezzi degli Iced Earth, e generalmente il gruppo da novelli Nevermore si stanno trasformando in novelli IE.
Ai posteri l'ardua sentenza.
Avatar utente
Metal Shock
Colonna del Forum
Colonna del Forum
 
Messaggi: 6022
Iscritto il: mar ago 02, 16 16:05

Re: WITHERFALL

Messaggiodi Tatore77 il sab dic 05, 20 14:08

Ho ascoltato poco e niente degli Iced Earth, e forse la somiglianza dipende da quello che dici tu Metal, io non saprei. Ma forse dipende anche dal fatto che il chitarrista ha suonato proprio negli Iced Earth, anche se finora nessuno aveva mai notato somiglianze.
Spero solo che non sia così "normale" tutto l'album, sarebbe un bel passo indietro, alla faccia del terzo album che spesso certifica la grandezza di una band
"Meno dichiarazioni si fanno nella vita, meno si apparirà ridicoli quando si dovrà ritrattare"

"Io non odio chi spreca la vita giocando a carte al bar, io odio chi spreca la vita guardando gli altri giocare a carte al bar"
Immagine
Avatar utente
Tatore77
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 20091
Iscritto il: gio lug 03, 14 11:37
Località: Roma

Re: WITHERFALL

Messaggiodi Metal Shock il sab dic 05, 20 15:47

Tatore77 ha scritto:Ho ascoltato poco e niente degli Iced Earth, e forse la somiglianza dipende da quello che dici tu Metal, io non saprei. Ma forse dipende anche dal fatto che il chitarrista ha suonato proprio negli Iced Earth, anche se finora nessuno aveva mai notato somiglianze.
Spero solo che non sia così "normale" tutto l'album, sarebbe un bel passo indietro, alla faccia del terzo album che spesso certifica la grandezza di una band

Il chitarrista penso c'entri ben poco, visto che negli Iced decide tutti Jon e cantante a parte tutti gli altri musicisti ruotano come in una giostra; penso sia più il fatto che si siano fatti consigliare da Schaeffer per avere magari un airplay maggiore, quindi un successo più ampio.
Gli ultimi due brani, l'ultimo in particolare, potrebbero essere benissimo delle canzoni degli IE, se non fosse per la prestazione sempre sopra le righe del cantante.
Aspettati un disco che verta sul suono di queste canzoni, né più né meno.
Avatar utente
Metal Shock
Colonna del Forum
Colonna del Forum
 
Messaggi: 6022
Iscritto il: mar ago 02, 16 16:05

Re: WITHERFALL

Messaggiodi AL1974 il sab dic 05, 20 16:21

Last scars mi è piaciuto. Another face buono ma un po' particolare. Invece as i lie awake lo trovo un po' noioso.
Non sapevo dello zampino di schaffer ed effettivamente si sentono un po' di IE. Spero non diventino però dei novelli IE perché quelli di adesso sono stucchevoli.
Avatar utente
AL1974
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 15800
Iscritto il: mer mag 06, 09 10:45
Località: Bergamo

Re: WITHERFALL

Messaggiodi Tatore77 il mer mar 17, 21 11:47

Ho aspettato di assimilarlo per bene prima di dire qualcosa sull'album.
Le impressioni sui singoli sono rimaste più o meno le stesse dei primi ascolti: 'The Last Scar' pezzone che non stanca mai; 'As I Lie Awake' è vero che è cresciuto, ma il ritornello sta sempre lì a ricordarmi quanto mi faccia cagare, pertanto è in assoluto il primo pezzo dei Witherfall che da qualche giorno si è guadagnato lo skip durante l'ascolto dell'album; 'Another Face' bello, mi piace, ma skippo la parte finale ripetitiva ed insistente.
Mai fatto una cosa del genere durante l'ascolto di un loro album!

In pratica quasi metà album di novità assolute per il gruppo e prime delusioni, per brani non eccezionali, la struttura degli stessi molto semplice e alcune parti cantate che sanno quasi di pop.

Poi arriva 'Tempest' e torna il prog, per alcuni il brano più bello del lotto. A me piace moltissimo la strofa con quel tremolo che sembra uscito da un disco di blask atmosferico; però la parte finale mi sa troppo di 'Vintage', assolo di chitarra compreso.
Gran pezzo, ma non eccezionale.

La brevità della titletrack lascia un po' così perché mi sarebbe piaciuta come canzone vera, e invece fa solo da apripista ad un pezzo strumentale sicuramente di ottima fattura, ma che risulta anche evitabile.

'The River' è la vera ballad dell'album ed è uno dei pezzi che mi piace di più, scritto e interpretato alla grande!

Poi, per me, arriva il capolavoro assoluto dei Witherfall, '...And They All Blew Away': 15 minuti di perizia tecnica e grande gusto nelle composizione.
Per non parlare della prestazione del cantante che raggiungi picchi di espressività e profondità incredibili.
Pezzo pirotecnico ed esaltante, con degli inserti di heavy classico davvero sublimi, come quando entra la doppia cassa durante l'assolo finale. Stupendo!

Ecco, mi sono fatto la mia recensione personale, e devo dire che, se anche all'inizio avevo un po' di timore, ora posso affermare che si tratta di un ottimo album dalla grande qualità, ma mi risulta comunque inferiore ai precedenti lavori.

Voi cosa ne pensate?
"Meno dichiarazioni si fanno nella vita, meno si apparirà ridicoli quando si dovrà ritrattare"

"Io non odio chi spreca la vita giocando a carte al bar, io odio chi spreca la vita guardando gli altri giocare a carte al bar"
Immagine
Avatar utente
Tatore77
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 20091
Iscritto il: gio lug 03, 14 11:37
Località: Roma

Re: WITHERFALL

Messaggiodi AL1974 il gio mar 18, 21 11:35

Le mie impressioni dopo pochi ascolti: devo dire che è un album dove nessun prezzo è un filler o mediocre, ma nessun mi piace dall’inizio alla fine a parte And they all blew away dove ci sento molto Dream theater e Symphony X.
Per esempio As I lie awake è ben fatta ma è rovinata da un ritornello ripetuto troppe volte. Another face ha degli ottimi assoli, la voce è spettacolare (in alcuni passaggi ricorda Warrel Dane nei Sanctuary) ma la struttura del brano in stile “ultimi Iced earth” è noiosa. La title track e la successiva strumentale si potevano sviluppare meglio. Tempest mi sembra incompiuta.
Fanno un genere che in alcuni punti riprende un po' il power metal degli anni 90, un genere che ho abbandonato perché alla fine mi aveva stancato, anche se qui più articolato e con molte più soluzioni. Il cantante comunque notevole e sono curioso di ascoltare anche nuovo materiale dei Sanctuary, mi sembra un ottimo sostituto di Dane.
Avatar utente
AL1974
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 15800
Iscritto il: mer mag 06, 09 10:45
Località: Bergamo

Re: WITHERFALL

Messaggiodi Tatore77 il gio mar 18, 21 11:59

AL1974 ha scritto:Le mie impressioni dopo pochi ascolti: devo dire che è un album dove nessun prezzo è un filler o mediocre, ma nessun mi piace dall’inizio alla fine a parte And they all blew away dove ci sento molto Dream theater e Symphony X.
Per esempio As I lie awake è ben fatta ma è rovinata da un ritornello ripetuto troppe volte. Another face ha degli ottimi assoli, la voce è spettacolare (in alcuni passaggi ricorda Warrel Dane nei Sanctuary) ma la struttura del brano in stile “ultimi Iced earth” è noiosa. La title track e la successiva strumentale si potevano sviluppare meglio. Tempest mi sembra incompiuta.
Fanno un genere che in alcuni punti riprende un po' il power metal degli anni 90, un genere che ho abbandonato perché alla fine mi aveva stancato, anche se qui più articolato e con molte più soluzioni. Il cantante comunque notevole e sono curioso di ascoltare anche nuovo materiale dei Sanctuary, mi sembra un ottimo sostituto di Dane.

Grande Albé :yeah:
Il tuo parere (di sicuro più oggettivo del mio) è molto indicativo, specie perché io non sono bravo a cogliere le somiglianze o le influenze degli altri gruppi
"Meno dichiarazioni si fanno nella vita, meno si apparirà ridicoli quando si dovrà ritrattare"

"Io non odio chi spreca la vita giocando a carte al bar, io odio chi spreca la vita guardando gli altri giocare a carte al bar"
Immagine
Avatar utente
Tatore77
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 20091
Iscritto il: gio lug 03, 14 11:37
Località: Roma

Re: WITHERFALL

Messaggiodi Carmine il ven mar 19, 21 18:53

Dopo pochi ascolti:
pare abbiano voluto puntare un po di più sull'aggressività e il risultato è piuttosto buono, ma dico subito che per me 80 non lo merita. Da lì in poi inizia la fascia alta, che personalmente riservo a quei dischi che non hanno un attimo di stanca e ti travolgono dalla prima all'ultima nota.
Qui purtroppo di momenti poco incisivi ce ne sono, potrei citare The Last Scar che è una cavalcata generica, la ripetitiva As I lie Awake, Another Face che è proprio inutile, l'altalenante suite da 15 minuti che ha dei passaggi non proprio grandiosi uniti a virtuosismi da estasi.
E un po è un peccato perchè per il resto il riffing schiacciasassi c'è, le melodie pure, la voce altrettanto, gli assoli che ve lo dico a fa...

Al momento, se dovessi dare un voto direi 70.
Sono quello sobrio!

"I don't know where I'm going from here, but I promise it won't be boring" - David Bowie
"There are no limits, you are only limited by however far you want to be limited" - Chuck Schuldiner
"It's not about what equipment you have, it's what you do with it" - Richard D. James
"YEEEEEEEEEEEAAAH!!!" - James Hetfield
Avatar utente
Carmine
Colonna del Forum
Colonna del Forum
 
Messaggi: 6399
Iscritto il: sab set 17, 16 10:45
Località: Scafati (SA)

Re: WITHERFALL

Messaggiodi Tatore77 il mar mar 23, 21 20:09

Carmine ha scritto:Dopo pochi ascolti:
pare abbiano voluto puntare un po di più sull'aggressività e il risultato è piuttosto buono, ma dico subito che per me 80 non lo merita. Da lì in poi inizia la fascia alta, che personalmente riservo a quei dischi che non hanno un attimo di stanca e ti travolgono dalla prima all'ultima nota.
Qui purtroppo di momenti poco incisivi ce ne sono, potrei citare The Last Scar che è una cavalcata generica, la ripetitiva As I lie Awake, Another Face che è proprio inutile, l'altalenante suite da 15 minuti che ha dei passaggi non proprio grandiosi uniti a virtuosismi da estasi.
E un po è un peccato perchè per il resto il riffing schiacciasassi c'è, le melodie pure, la voce altrettanto, gli assoli che ve lo dico a fa...

Al momento, se dovessi dare un voto direi 70.

Parere giusto il tuo paisà, forse solo un po' stretto di manica, ma capisco le motivazioni.
Sono meno d'accordo sulla mega-suite: ai primi ascolti la pensavo come te, sembrava poco fluida in alcuni cambi di tempo e umore; ma l'ho ascoltata a ripetizione, anche 3-4 volte in loop ed è cresciuta enormemente. Questo mi ha convinto a pensare che sia (sottolineo per me) il pezzo migliore dei Witherfall a livello tecnico e compositivo, anche se forse non è quello più rappresentativo del loro stile.

Ad oggi, dopo decinaia e decinaia di ascolti, e dopo essermi passata la malattia per il secondo album, posso dire senza problemi che il mio album preferito dei ragazzi resta il folgorante debut :love:
"Meno dichiarazioni si fanno nella vita, meno si apparirà ridicoli quando si dovrà ritrattare"

"Io non odio chi spreca la vita giocando a carte al bar, io odio chi spreca la vita guardando gli altri giocare a carte al bar"
Immagine
Avatar utente
Tatore77
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 20091
Iscritto il: gio lug 03, 14 11:37
Località: Roma

Re: WITHERFALL

Messaggiodi AL1974 il gio mar 25, 21 11:21

Carmine ha scritto:Dopo pochi ascolti:
pare abbiano voluto puntare un po di più sull'aggressività e il risultato è piuttosto buono, ma dico subito che per me 80 non lo merita. Da lì in poi inizia la fascia alta, che personalmente riservo a quei dischi che non hanno un attimo di stanca e ti travolgono dalla prima all'ultima nota.
Qui purtroppo di momenti poco incisivi ce ne sono, potrei citare The Last Scar che è una cavalcata generica, la ripetitiva As I lie Awake, Another Face che è proprio inutile, l'altalenante suite da 15 minuti che ha dei passaggi non proprio grandiosi uniti a virtuosismi da estasi.
E un po è un peccato perchè per il resto il riffing schiacciasassi c'è, le melodie pure, la voce altrettanto, gli assoli che ve lo dico a fa...

Al momento, se dovessi dare un voto direi 70.


Concordo col voto. alla fine sono arrivato lì anche io. e ho votato così nella rece
Avatar utente
AL1974
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 15800
Iscritto il: mer mag 06, 09 10:45
Località: Bergamo

Precedente

Torna a Power Metal ed affini

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Creative Commons License CSS Valido!