voti troppo alti delle recensioni

C'è qualcosa che manca alla nostra webzine, o che potrebbe essere migliorato? Segnalatecelo in questo forum: faremo di tutto per venire incontro alle vostre esigenze!

voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi tosaerba il mar mar 13, 18 22:08

Ciao a tutti, vi seguo da tanti anni, ma solo ora mi è venuto in mente di scrivervi ciò che penso. Leggo recensioni su tante riviste online e webzine, e ho come l'impressione che le recensioni di Metallized siano fin troppo buone, anche con ciofeche, rendendo il sistema di valutazione piatto e poco affidabile. Se è vero che la scala di valori va da 30 a 99, perché non approfittarne di più? Mi spiego meglio con qualche esempio, usando qualche gruppo noto, in modo tale che il mio discorso sia facile da seguire per chiunque.

Prendiamo i dischi peggiori dei Metallica.
Load: 70
ReLoad: 50
St. Anger: 55

Da voti del genere sarei quasi portato a pensare (su una scala dove il 30 è porcheria, 60 è sufficienza, e 100 è la perfezione) che Load è addirittura un bell’album, quando penso che chiunque con un po’ di oggettività possa dire che si tratta di un album brutto e con ben poco da salvare. Perché, a questo punto, non dare 30 a St. Anger, 35 a ReLoad, e 40 a Load (faccio solo un esempio)? In questo modo si noterebbe molto di più il distacco artistico presente tra un album pieno di schifezze e uno che vale veramente la pena di ascoltare. Vi faccio notare anche un’altra cosa: tra il Black Album e Load vi sono solamente 9 voti di differenza (70 e 79). Praticamente sono quasi equiparabili. Oggettivamente parlando, con tutto l’odio che una persona può provare per il Black Album, tra quest’ultimo e Load c’è un abisso. Ma dalle valutazioni questo non traspare minimamente.

Se parliamo di Iron Maiden la cosa è ancora più assurda:
The Number of the Beast: 95
Dance of Death: 81 (!!!)

Su una scala da 30 a 100, 81 è un voto spropositatamente alto per un disco come Dance of Death. Contiene qualche canzone carina, ma cerchiamo di essere obiettivi: metà disco è composto da riempitivi. Un voto come 55 non sarebbe molto più indicato e meno fuorviante?

Per riassumere: trattare bene tutti i dischi equivale a trattare male tutti i dischi, compresi quelli veramente buoni, perché vengono messi tutti sullo stesso identico piano. Se non c’è un divario netto tra porcheria e capolavoro, che senso ha mettere un voto numerico? Spero le mie vengano lette come critiche costruttive, voglio bene a questo sito.

Un saluto.
Avatar utente
tosaerba
Metal Kid
Metal Kid
 
Messaggi: 82
Iscritto il: mar mar 13, 18 21:41

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi Fabio Yaaaaaaaahhhhh il mar mar 13, 18 23:39

Ciao Tosaerba,
ti scrivo come pseudo recensore, quindi abbastanza da poterti dare una mia opinione personale al riguardo, ma non troppo da poter rappresentare la redazione del forum, quindi dissocia il mio commento da quella che è l'integrità del sito vedendo tutto come due cose separate.
Le tue critiche le vedo indubbiamente come qualcosa di costruttivo e allo stesso tempo come qualcosa di curioso, perchè tutti i conoscenti che so leggere le recensioni del sito mi hanno spesso detto il contrario, ovvero sia come invece trovassero il sito più cattivello con le valutazioni rispetto a tutti gli altri, in particolar modo per generi come metalcore e power rispetto ad altri più blasonati come metal classico, death o thrash.
Capisci quindi come mai le tue osservazioni le trovo alquanto singolari, ma non per questo non degne di attenzione o di validità.
Posso però dirti che alla base di tutte le valutazioni di Metallized c'è un metodo consolidato che si basa non solo sulla qualità dell'album in sè, ma tiente conto anche di altri fattori come importanza nel genere, innovazione, longevità e molti altri aspetti. Il fatto che ti trovi con pareri discordanti in molte recensioni può dipendere indubbiamente dal tuo gusto personale, ma anche dalla variabile che essendoci una cinquantina di recensori, ed essendo ognuno di essi a loro volta dotato di gusto personale, il quale è difficile da oggettivare, è abbastanza ovvio trovare delle valutazioni più o meno severe.
Immagine

I see the world, Old. I see the world, Dead

Guarda che mi tocca fare per il mio paese

You better practice your lines, you better practice your words
Avatar utente
Fabio Yaaaaaaaahhhhh
The Old User
The Old User
 
Messaggi: 4567
Iscritto il: gio set 08, 16 13:41
Località: Gaiarine (Treviso)

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi tosaerba il mer mar 14, 18 1:32

Ciao, ti ringrazio per la risposta. Onestamente preferisco un sito che sia severo con album non essenziali, rispetto a uno che tende a mettere sotto una buona luce tutto quanto fatto da quella band. Prendi per esempio gli Iron Maiden: stando a Metallized dovrebbero essere quasi tutti dei capolavori, quando sappiamo bene che dopo gli anni '80 la qualità compositiva è calata drasticamente. Con voti più severi sarei indirizzato verso il primo omonimo, Number of the Beast, Powerslave, cioè quelli essenziali, lasciando perdere il resto. Preferirei vedere 40 a Dance of Death e 90 a Powerslave, che 80 a uno e 90 all'altro. In questo modo so che Powerslave vale veramente la pena di essere ascoltato, a differenza dell'altro.
Avatar utente
tosaerba
Metal Kid
Metal Kid
 
Messaggi: 82
Iscritto il: mar mar 13, 18 21:41

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi Fabio Yaaaaaaaahhhhh il mer mar 14, 18 4:14

Nessun problema anzi mi fa piacere discutere della questione valutazioni anche perchè crea inevitabilmente molto scompiglio e non sei sicuramente l'unico ad avere delle rimostranze. Se ho capito bene la questione riguarda principalmente l'80 dato a Dance of Death (prendendo in considerazione l'esempio che hai fatto sui Maiden) o A Matter of Life and Death, per cui un 10-15 punti di differenza da lavori come Number of the Beast sarebbero alquanto fuorvianti. Considera però una cosa, giusto quello che dici riguardo il fatto che con il finire degli anni 80 si esaurisce l'apice della vena creativa dei Maiden, i quali non torneranno più agli stessi livelli, e come puoi notare se si escludono i due album sopra citati e i live album per il resto i voti ti danno ragione, dal momento che un Brave New World, che per molti potrebbe stare tranquillamente nel piani alti della loro discografia, non arriva nemmeno a 70, il che farebbe presumere sia un album discreto, così come l'ultimo Book of Souls arriverebbe a fatica alla sufficienza. Come vedi anche qui i recensori sono diversi tra loro, e come ben sai mentre è evidente a tutti che i Maiden fino a Seventh Sons rimangano imbattibili, c'è un spaccatura nei fan tra chi considera comunque molto buoni anche alcuni degli album nuovi, mentre altri concordano con te su una discesa spaventosa che implicherebbe almeno i 40 punti di differenza che hai fatto notare. Purtroppo o per fortuna la soggettività di chi ascolta va a ripercuotersi anche in fase di valutazione, avendo quindi chi da un giudizio più severo e chi è più accomodante.
Prendendo d'esempio proprio i Maiden, è curioso il fatto che siano forse l'unica "band leggendaria" del sito a non aver ottenuto almeno un 100, mentre se si prendono per esempio i Metallica ne hanno ben due. Se dovessimo basarci per esempio sul mio metro di valutazione, si potrebbe tranquillamente assegnare un 100 a Powerslave o a un Number of the Beast ed abbassare leggermente la valutazione a Kill'Em All, che pur essendo un album seminale per i miei gusti personali non arriverebbe alla perfezione assoluta, mentre si potrebbe dare a un Keeper of the Seven keys o ad un Sound of Perseverance. D'altro canto ci sarebbero molti altri per cui Kill'Em All meriterebbe il 100, così come lo meriterebbe Reign In Blood al posto di South of Heaven, British Steel al posto di Painkiller, ecc ecc
Capisco comunque che il tuo vuole essere uno spunto di riflessione a scopo informativo, ovvero sia indicare ad un possibile neofita del genere quali siano gli album da prendere in considerazione per poter rappresentare al meglio la carriera di una band :-H
Immagine

I see the world, Old. I see the world, Dead

Guarda che mi tocca fare per il mio paese

You better practice your lines, you better practice your words
Avatar utente
Fabio Yaaaaaaaahhhhh
The Old User
The Old User
 
Messaggi: 4567
Iscritto il: gio set 08, 16 13:41
Località: Gaiarine (Treviso)

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi Gioroman il mer mar 14, 18 7:26

@tosaerba...a volte esiste però l'esatto contrario...voto 13 (TREDICI!) a Carnival of souls dei Kiss! Quindi non è vero che il range di voti va 30 a 60 (vale evidentemente solo per noi lettori) e significa veramente che il voto è soggettivo! Nel caso dei Kiss il recensore è stato talmente deluso dalla piega presa dal gruppo in quel disco (una specie di grunge...strano, ok ma non da 13) che ha voluto dimostrarlo dandogli quel voto. Siamo esseri umani, abbiamo dei sentimenti, a volte un disco ci riporta a qualche ricordo adolescenziale e quasi quasi daremmo 100 a ogni lavoro! Probabilmente sta a noi fan ascoltare quel disco e votarlo, e tante volte il "voto lettori" (un' opportunità che Metallized ci offre) è completamente diverso! Anche i commenti (quando non sono insulti tra fan...) possono aiutare tantissimo a capire un disco, cosa che un freddo numero spesso non fa. Ciao a tutti :hello:
Avatar utente
Gioroman
New Entry
New Entry
 
Messaggi: 13
Iscritto il: lun gen 08, 18 21:51

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi Beta il mer mar 14, 18 12:19

Rispondo anche io, in qualità di lettrice ;)
Sono d'accordo sia con Fabio che con Gioro. Spesso a questa 'zine vengono fatte le critiche opposte, cioè quelle di essere troppo stretta di voti. Talvolta anche io ho letto delle recensioni con dei voti striminziti trovandoli inappropriati, ma dice bene Fabio: bello o brutto che sia, si tratta di persone, quindi un minimo di sensibilità personale in fase di recensione è normale che ci sia. Indi per cui, trovo che la cosa migliore per capire cosa si ha di fronte sia leggere la recensione e i commenti degli utenti (opportunamente filtrando le litigate di cui parla Gioro :lol: ) e farne una summa. Tutto questo lo dico specificando una cosa: io non compro e non considero un disco solo perché Metallized ha detto che è bello oppure lo escludo solo perché Metallized l'ha bocciato. Mi è capitato di ascoltare dischi bocciati dalla 'zine che invece ho reputato meglio di come erano stati descritti (e viceversa). Quindi per me leggere questa 'zine non è tanto un modo per decidere se comprare o no un disco (anche perché per quello esiste una cosa chiamata Spotify ... :rotfl: ), ma più un luogo dove scambiare opinioni e dove imparare un sacco di cose. E su questo fronte, grazie alla possibilità dei commenti liberi, delle libere iscrizioni al forum, alla possibilità di dare un voto ai dischi e anche (questo lo posso dire dopo qualche anno che leggo e scambio opinioni anche coi redattori) alla voglia dei redattori stessi di di interagire con gli utenti, Metallized non la batte nessuno.
Per ultimo ti posso dire che ogni redattore è diverso dagli altri: io ho imparato un po' a conoscere diversi recensori e ho capito quali sono più simili alla mia sensibilità, quindi quali possono aver interpretato un disco come lo interpreterei io. Per le recensioni fatte da questi redattori io so che c'è un'altissima probabilità che, se un disco è stato bocciato, non mi piacerà, se è stato promosso, mi piacerà. Questo ovviamente è un discorso che si può fare solo dopo un po' di tempo che si legge la 'zine ;)

Ho scritto il mio solito papiro, spero si sia capito il senso del discorso :D

Ciao! :hello:
"Molti vogliono insegnare ad altri ciò che loro stessi non conoscono" - Cicerone
"Posso credere a tutto, purché sia assolutamente incredibile" - Oscar Wilde
"Mi hanno chiamato folle, ma non è ancora chiaro se la follia sia o meno il grado più elevato dell'intelletto" - Edgar Allan Poe
"E l'agonia della mia anima trovò sfogo in un alto, lungo e ultimo grido di disperazione" - Edgar Allan Poe
Avatar utente
Beta
Metallizer
Metallizer
 
Messaggi: 1176
Iscritto il: mer feb 01, 17 19:05
Località: Wonderland

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi Metal Shock il mer mar 14, 18 12:58

Quello che mi stupisce oggigiorno è vedere che ci sia gente che discute un voto piuttosto che un'altro.
Almeno venti o trent'anni fa il voto poteva avere un senso sui magazine cartacei perché in un periodo in cui non esisteva Internet ti dovevi fidare della recensione per comprare o meno un disco. Oggi invece un disco lo puoi sentire su internet tranquillamente e farti un'opinione senza problemi. Anch'io leggo le recensioni ma il voto, che dipende da tanti fattori, è l'ultima cosa che guardo.
Ma lasciate perdere il voto.......
Did you hear the one about me playing the game?
Selling my soul and changing my name.
Did you hear the one about me being a prick?
Did you know I don't care? You can suck my...
Did you hear the one about me trying to die?
Fist in the air and a finger to the sky.
Do I care if you hate me? Do you wanna know the truth?
C'est la vie....adiós....good riddance...fuck you!


Immagine
Immagine
Avatar utente
Metal Shock
The Great User
The Great User
 
Messaggi: 3828
Iscritto il: mar ago 02, 16 16:05

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi raven il mer mar 14, 18 13:34

Beta ha scritto:Rispondo anche io, in qualità di lettrice ;)
Sono d'accordo sia con Fabio che con Gioro. Spesso a questa 'zine vengono fatte le critiche opposte, cioè quelle di essere troppo stretta di voti. Talvolta anche io ho letto delle recensioni con dei voti striminziti trovandoli inappropriati, ma dice bene Fabio: bello o brutto che sia, si tratta di persone, quindi un minimo di sensibilità personale in fase di recensione è normale che ci sia. Indi per cui, trovo che la cosa migliore per capire cosa si ha di fronte sia leggere la recensione e i commenti degli utenti (opportunamente filtrando le litigate di cui parla Gioro :lol: ) e farne una summa. Tutto questo lo dico specificando una cosa: io non compro e non considero un disco solo perché Metallized ha detto che è bello oppure lo escludo solo perché Metallized l'ha bocciato. Mi è capitato di ascoltare dischi bocciati dalla 'zine che invece ho reputato meglio di come erano stati descritti (e viceversa). Quindi per me leggere questa 'zine non è tanto un modo per decidere se comprare o no un disco (anche perché per quello esiste una cosa chiamata Spotify ... :rotfl: ), ma più un luogo dove scambiare opinioni e dove imparare un sacco di cose. E su questo fronte, grazie alla possibilità dei commenti liberi, delle libere iscrizioni al forum, alla possibilità di dare un voto ai dischi e anche (questo lo posso dire dopo qualche anno che leggo e scambio opinioni anche coi redattori) alla voglia dei redattori stessi di di interagire con gli utenti, Metallized non la batte nessuno.
Per ultimo ti posso dire che ogni redattore è diverso dagli altri: io ho imparato un po' a conoscere diversi recensori e ho capito quali sono più simili alla mia sensibilità, quindi quali possono aver interpretato un disco come lo interpreterei io. Per le recensioni fatte da questi redattori io so che c'è un'altissima probabilità che, se un disco è stato bocciato, non mi piacerà, se è stato promosso, mi piacerà. Questo ovviamente è un discorso che si può fare solo dopo un po' di tempo che si legge la 'zine ;)

Ho scritto il mio solito papiro, spero si sia capito il senso del discorso :D

Ciao! :hello:


Che è poi ciò che già facevamo ai tempi di Rockerilla. Leggendo Riva si sapeva che sopravvalutava i Manowar e così via :)
Credo seriamente che l'inventore del tanga meriti il nobel alla cul tura.
Avatar utente
raven
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 9441
Iscritto il: sab giu 18, 05 14:03
Località: Messina

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi Beta il mer mar 14, 18 14:15

raven ha scritto:Che è poi ciò che già facevamo ai tempi di Rockerilla. Leggendo Riva si sapeva che sopravvalutava i Manowar e così via :)

:_DD
Non so cosa sia Rockerilla :rotfl: comunque, come dicevo, penso che sia una cosa normale. Come dice Metal Shock, incaponirsi sui voti non ha senso, lo scopo di una 'zine come questa è un altro e, ripeto, Metallized ci riesce benissimo (infatti io leggo solo questa 'zine, le altre non mi piacciono proprio :? ).
"Molti vogliono insegnare ad altri ciò che loro stessi non conoscono" - Cicerone
"Posso credere a tutto, purché sia assolutamente incredibile" - Oscar Wilde
"Mi hanno chiamato folle, ma non è ancora chiaro se la follia sia o meno il grado più elevato dell'intelletto" - Edgar Allan Poe
"E l'agonia della mia anima trovò sfogo in un alto, lungo e ultimo grido di disperazione" - Edgar Allan Poe
Avatar utente
Beta
Metallizer
Metallizer
 
Messaggi: 1176
Iscritto il: mer feb 01, 17 19:05
Località: Wonderland

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi raven il mer mar 14, 18 14:30

Beta ha scritto:
raven ha scritto:Che è poi ciò che già facevamo ai tempi di Rockerilla. Leggendo Riva si sapeva che sopravvalutava i Manowar e così via :)

:_DD
Non so cosa sia Rockerilla :rotfl: comunque, come dicevo, penso che sia una cosa normale. Come dice Metal Shock, incaponirsi sui voti non ha senso, lo scopo di una 'zine come questa è un altro e, ripeto, Metallized ci riesce benissimo (infatti io leggo solo questa 'zine, le altre non mi piacciono proprio :? ).


Della serie: come farci un grosso complimento e far sentire dannatamente vecchi molti di noi (
Leggi qua, giovincella :roll:
http://www.metallized.it/articolo.php?id=1020
tra l'altro, vi si parla anche di questi argomenti
Credo seriamente che l'inventore del tanga meriti il nobel alla cul tura.
Avatar utente
raven
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 9441
Iscritto il: sab giu 18, 05 14:03
Località: Messina

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi tosaerba il mer mar 14, 18 14:39

Lo scopo di una rivista/webzine musicale è quella di fornire le giuste informazioni (oggettive) rispetto un determinato argomento, che andranno inevitabilmente a scontrarsi con la visione (soggettiva) del recensore. Secondo me una buona analisi critica è quella il più possibile scevra da quella visione soggettiva, cioè il riflesso del bagaglio emotivo ed esperienziale che un album si porta dietro (soprattutto se uscito tanti anni fa). Un voto numerico in sé non vuol dire assolutamente nulla se slegato del contesto, è vero: se posto in relazione con altri voti numerici però dice molto, perché traduce in cifre la distanza tra il bene e il male, l’insufficiente dall’eccellente. Senza contare che teoricamente un voto dovrebbe sposarsi con le parole usate da chi scrive la recensione (parole che possono essere di elogio, di indifferenza, di condanna). In presenza di coerenza tra parole e numero, recensione e voto dovrebbero dire la stessa cosa, ed indirizzare dunque verso la medesima direzione.
Avatar utente
tosaerba
Metal Kid
Metal Kid
 
Messaggi: 82
Iscritto il: mar mar 13, 18 21:41

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi raven il mer mar 14, 18 15:36

Se ti può interessare, ormai da anni (più o meno dal 2010) la mia linea è quella di eliminare del tutto il mio gusto e fornire solo dati oggettivi.
Credo seriamente che l'inventore del tanga meriti il nobel alla cul tura.
Avatar utente
raven
Leggenda del Forum
Leggenda del Forum
 
Messaggi: 9441
Iscritto il: sab giu 18, 05 14:03
Località: Messina

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi tosaerba il mer mar 14, 18 15:54

raven ha scritto:Se ti può interessare, ormai da anni (più o meno dal 2010) la mia linea è quella di eliminare del tutto il mio gusto e fornire solo dati oggettivi.

Questo mi fa piacere perché è quello che cerco in una recensione :)

Domanda a parte: a memoria, saresti in grado di ricordare quali sono i dischi che hai maltrattato di più da quando scrivi qui su Metallized? Sarei curioso di leggerne le relative recensioni.
Avatar utente
tosaerba
Metal Kid
Metal Kid
 
Messaggi: 82
Iscritto il: mar mar 13, 18 21:41

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi nonchalance il mer mar 14, 18 16:05

Io, invece, trovo "scandaloso" che Countdown to Extinction abbia preso meno di Youthanasia, ad esempio.
Però - a quanto pare - il problema è solo mio e di qualcun'altro che, probabilmente, non ha ricevuto né la prima e soprattutto neanche la seconda botta del mancato successore di Rust in Peace!

Cosa che, invece, mi è capitata sia con Load che con Cryptic Writings..quest'ultimo lo trovo persino superiore al precedente! Mentre, quello dei Metallica obiettivamente non è assolutamente un brutto disco.. Sicuramente non è quello che ci si aspetterebbe da un gruppo che faceva dell'oltranzismo la propria bandiera..ma, dire che sia di pari livello a ReLoad (composto, per lo più, da scarti), solo per il genere suonato, non sarebbe corretto!


Comunque - come già spiegato sia da loro che da noi utenti - il problema affiora quando le recensioni agli album della stessa band vengono scritte da autori differenti. Il fatto è che, poi, vai a vedere quelle dei KISS (quasi tutte della stessa persona..) e ti accorgi che, volente o nolente, viene fuori un voto in base a: gusti, conoscenze, esperienze, ricordi, ecc. E, quindi, per forza di cose si viene proprio "colpevolizzati" per quel motivo lì..


Io, in taluni casi, ho trovato alti i voti a certe band di genere post-qualcosa (inclassificabile, insomma..) solo per via della difficoltà dell'apprendimento di un ascoltatore medio. Un po' come quei film d'essai senza un senso che vengono giudicati inarrivabili e, quindi, in maniera spropositata solo perché, chi è riuscito ad arrivare alla fine, dice di averlo compreso per bene..
Ecco, in quei casi basterebbe dare un bel S.V.! Così da far capire all'ignaro ascoltatore a cosa va incontro. O, magari, che otterrà dalla "cosa" un'interpretazione soggettiva..
Immagine Immagine Immagine Immagine
Immagine
Avatar utente
nonchalance
The Great User
The Great User
 
Messaggi: 3462
Iscritto il: lun feb 17, 14 13:30
Località: Milano

Re: voti troppo alti delle recensioni

Messaggiodi red rainbow il mer mar 14, 18 16:31

nonchalance ha scritto:Io, in taluni casi, ho trovato alti i voti a certe band di genere post-qualcosa (inclassificabile, insomma..) solo per via della difficoltà dell'apprendimento di un ascoltatore medio. Un po' come quei film d'essai senza un senso che vengono giudicati inarrivabili e, quindi, in maniera spropositata solo perché, chi è riuscito ad arrivare alla fine, dice di averlo compreso per bene..
Ecco, in quei casi basterebbe dare un bel S.V.! Così da far capire all'ignaro ascoltatore a cosa va incontro. O, magari, che otterrà dalla "cosa" un'interpretazione soggettiva..


Ehm nonchalance, *cough cough*, in qualità di (abbastanza) frequente recensore della materia "post" mi permetto di non essere troppo d'accordo sull'equazione post=inclassificabilità. Ovviamente al netto dei giudizi estetici sul genere (se arriva Steel mi asfalta subito... e ovviamente ci sta, in quest'ottica... :) ), il post ha una propria specificità con dei canoni ben definiti e, per quanto mi riguarda, tutti i voti che ho assegnato finora hanno tenuto conto non tanto della complessità del lavoro quanto della padronanza di quei canoni e della parallela capacità di emozionare articolandoli in diversi dosaggi.
Il S.V. per quanto mi riguarda è riservato agli album che per eccessiva brevità non consentono di sbilanciarsi in un giudizio "estetico", dunque devono restare una categoria più che residuale, se si decide di scrivere recensioni (piuttosto decido di rinunciare a monte al lavoro su un album troppo "sintetico", sempre in linea generale, ovviamente).
Ultima modifica di red rainbow su mer mar 14, 18 16:33, modificato 1 volte in totale.
Avatar utente
red rainbow
Metal Kid
Metal Kid
 
Messaggi: 88
Iscritto il: ven dic 06, 13 8:14
Località: Milano

Prossimo

Torna a A TU PER TU CON LA REDAZIONE

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Creative Commons License CSS Valido!