Satanismo for dummies...

Attualità? Politica? Arte? Libri? Cinema? Film? Ogni discussione slegata dal concetto di musica sarà ben accetta in queste pagine... date sfogo alla vostra libertà!

Satanismo for dummies...

Messaggiodi pg667 il ven nov 08, 19 9:12

scusate il titolo un po' fuorviante (avrei voluto farlo più provocatorio), ma i post sotto la recenesione dell'ultimo album dei Mayhem che con i Mayhem non c'entrano un cazzo sono diventati un po' troppi; l'argomento è anche interessante ma molto di più lo sono le varie riflessioni (devo ammettere molto strampalate) che ne vengono fuori.

visto che quello non è il luogo adatto e che leggere post lunghissimi in quel formato è una tortura per gli occhi provo ad aprire questo topic al quale probabilmente non parteciperò ma che con calma proverò a seguire per farvi continuare nella vostra discussione/analisi sociologica su cosa possa essere o non essere il satanismo e le sue sfumature.

buona discussione!
pg667
New Entry
New Entry
 
Messaggi: 48
Iscritto il: gio ott 24, 13 10:36

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi SOM il ven nov 08, 19 9:38

Sataché????

Se non esiste un dio non esiste neanche un satana.

Quindi un movimento basato sul nulla.
Immagine Immagine
Avatar utente
SOM
Metallizer
Metallizer
 
Messaggi: 1350
Iscritto il: mer ott 12, 16 15:30
Località: Vienna

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi Joey il ven nov 08, 19 11:52

Quoto SOM
Tutte le religioni si basano sul nulla, tutto quindi inesistente
Immagine
Avatar utente
Joey
Colonna del Forum
Colonna del Forum
 
Messaggi: 6274
Iscritto il: sab nov 11, 17 23:13
Località: Lago Maggiore

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi LORIN il ven nov 08, 19 15:19

Per me il satanismo è come la religione: macchina da soldi. Le band che lo usano per far comprare i propri prodotti non sono meno dei negozietti che vendono rosari fuori dalle basiliche ovunque esse siano...però non mi da fastidio ne una e ne l'altra di cosa. La differenza tra palle e coglioni è proprio questa, le palle si raccontano ed i coglioni ci credono :rotfl:
Immagine

Somebody help me: I'm too euphoric


ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
LORIN
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 36341
Iscritto il: mar ago 23, 11 15:51
Località: Chiusi - Siena

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi Galilee il ven nov 08, 19 16:55

Ho delle difficoltà a credere in me stesso figuriamoci in Satana o Dio.
Io credo nell'equilibrio e nel raggiungimento della pace interiore. Credo che se il tizio che abita dall'altra parte del pianeta stesse meglio, starei meglio anch'io. Credo nella condivisione, nel successo che non ho ottenuto, nella famiglia che non ho, nel sesso che non faccio e in tutte le cose che invidio benevolmente a tutti. E credo che prima o poi le otterrò anch'io. E se non dovesse andare così pazienza. Ho sempre i miei dischi, i miei amici, i miei gatti, i miei libri e la salute.
I don't need to worry 'bout tomorrow
Aain't anticipating what's to come
And I don't need to worry 'bout
The things I have not done
Long as I got rock and roll
I'm forever young
Avatar utente
Galilee
Supreme User
Supreme User
 
Messaggi: 1922
Iscritto il: lun feb 25, 13 18:29
Località: VDA o Lunigiana

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi LORIN il ven nov 08, 19 17:04

Galilee ha scritto:Ho delle difficoltà a credere in me stesso figuriamoci in Satana o Dio.
Io credo nell'equilibrio e nel raggiungimento della pace interiore. Credo che se il tizio che abita dall'altra parte del pianeta stesse meglio, starei meglio anch'io. Credo nella condivisione, nel successo che non ho ottenuto, nella famiglia che non ho, nel sesso che non faccio e in tutte le cose che invidio benevolmente a tutti. E credo che prima o poi le otterrò anch'io. E se non dovesse andare così pazienza. Ho sempre i miei dischi, i miei amici, i miei gatti, i miei libri e la salute.


E' bello ciò che hai scritto.
Immagine

Somebody help me: I'm too euphoric


ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
LORIN
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 36341
Iscritto il: mar ago 23, 11 15:51
Località: Chiusi - Siena

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi Fabio Yaaaaaaaahhhhh il ven nov 08, 19 17:10

pg667 ha scritto:scusate il titolo un po' fuorviante (avrei voluto farlo più provocatorio), ma i post sotto la recenesione dell'ultimo album dei Mayhem che con i Mayhem non c'entrano un cazzo sono diventati un po' troppi; l'argomento è anche interessante ma molto di più lo sono le varie riflessioni (devo ammettere molto strampalate) che ne vengono fuori.


ah ma in linea generale su quasi ogni album black metal alla fine si parla di tutto tranne che dell'album, i Mayhem sono solo la punta di diamante in tal senso (nel loro caso non che abbiano fatto di tutto per evitarlo all'epoca comunque).
Penso che al giorno d'oggi il concetto di satanismo sia molto borderline se non superato, come quello di destra e sinistra in politica. Penso anche, e qui parla l'ingenuo che è in me, che se per divinità si intende qualcosa che si erge sopra gli uomini e ha potere su di loro credo che euro/dollaro/yen ecc se magnino Dio, Satana, Allah, Shiva, Buddah e tutti quanti, il discorso sull'inquinamento che facevate ieri è solo uno degli effetti collaterali.

Poi per quanto mi riguarda uno può benissimo credere in Dio o nel diavolo, per me contano le idee e suprattutto le azioni.
Immagine

Something kinda sad about the way that things have come to be
Avatar utente
Fabio Yaaaaaaaahhhhh
Colonna del Forum
Colonna del Forum
 
Messaggi: 6563
Iscritto il: gio set 08, 16 13:41
Località: Gaiarine (Treviso)

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi Bruce Scotto 456 il sab nov 09, 19 5:28

So pochissimo dell'argomento, ma piacerebbe anche a me leggere una discussione
Ci vorrebbe pero' che scrivesse qualcuno di "competente"...
To some I'm a wise man, to some I'm a fool ...
Μηδέν Άγαν
Avatar utente
Bruce Scotto 456
Great Metal Head
Great Metal Head
 
Messaggi: 278
Iscritto il: dom ott 11, 15 13:09

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi No Fun il sab nov 09, 19 12:54

È impossibile parlare di esoterismo satanista qui sopra. Un forum è l'esatto opposto di un ambiente idoneo alla trasmissione, alla comprensione e alla assimilazione di un messaggio satanico. Che è per natura esoterico, ovvero segreto. Quello che c'è di exoterico, ovvero ciò che può essere divulgato al pubblico, è già noto. Il diavolo, i demoni, basta chiedere ai nonni, basta leggere la Bibbia nel suo significato più banale (leggerla tramite la Cabala o altre dottrine esoteriche, è già diverso). Se invece si vuole andare oltre allora ci vuole non solo contatto fisico, anche estremo, tra chi trasmette e chi riceve la dottrina ma anche tra questi e gli oggetti usati. Un grimorio ha forza perché è stato toccato e usato da alchimisti stregoni dei secoli passati e su di esso l'alito del male ha impresso la sua sacralità. E per gli altri oggetti anche, reliquie di streghe, animali, ci vuole materia. Il satanismo non è spirituale e basta, anzi è essenzialmente materialista, vitalista, sensista, lo spirito non è altro che energia e materia viva. Non c'è dualismo. La materia rende vivo lo spirito e viceversa. Essi sono uno. Ma è così anche per la religione cristiana. Spesso lo si dimentica ma per i cristiani la resurrezione è resurrezione dei corpi. Il corpo è sacro perché creato da Dio ma è reso impuro e mortale dal peccato. Il satanismo vuole una salvezza che non sia la remissione del peccato ma la sua accettazione. La salvezza nel peccato è la promessa dell'Avversario.
Senza andare oltre, tempo fa quando ero giovane e affascinato da queste cose ho frequentato una persona che ha cercato di introdurmi nel giro. In un giro. In realtà speravo solo di divertirmi. Ma quello che ho visto una notte di giugno in un paese della Svizzera vicino a Friborgo non lo dimenticherò mai. Mai. È una luce scura che si è annidata e avviluppata in fondo ai miei occhi come un pullulare di vermi, e che ogni tanto si risveglia in me come l'odore di un fiore carnoso del deserto.
Eravamo in una chiesa che in realtà non è una chiesa. È fatta in modo che tutto sia invertito. Anche se i fedeli e il prete stesso non lo sanno. Non se ne accorgono. Entrammo di notte e accedemmo alla cripta che contiene il corpo mummificato di un beato del diciottesimo secolo. In realtà non è suo il corpo ma di uno degli ultimi maestri di arti occulte ad essere stato ucciso in Svizzera, annegato con una pietra al collo in un lago. I suoi discepoli lo hanno recuperato e hanno ideato questa sostituzione commovente. Qui partecipai a un rito che non posso riferire. Ma dal cerchio che formavamo tenendoci per mano emerse un'ombra che si alzò come fosse fumo denso, opaco, e un odore nauseante mi fece quasi perdere i sensi. L'ombra cominciò a prendere forma umana, androgina, e mentre la forma si delineava il colore diventava chiaro, roseo e l'odore si trasformò, divenne inebriante, esaltante, e cominciammo a respirarlo a pieni polmoni come se l'aria senza quell'odore fosse vuoto, acqua, terra, materia irrespirabile, come se stessimo respirando per la prima volta, dopo essere usciti da un'apnea di secoli. E lì mi resi conto che stavo rivivendo l'attimo della nascita, ma senza pianto e senza paura, e stavo nascendo di nuovo. Quando la figura si alzò ebbi appena il tempo di vedere i suoi occhi che si aprivano, mostrando un fuoco eterno che durò un istante come un lampo prima che tutto divenne buio e freddo all'improvviso. Pensai alla poesia del Pascoli "Il Lampo", ne recitai i suoi versi come una preghiera blasfema: " e cielo e terra si mostrò qual era. La terra ansante livida in sussulto, il cielo ingombro tragico disfatto, bianca bianca nel tacito tumulto una casa apparì sparì d'un tratto, come un occhio che largo, esterrefatto, s'aprì si chiuse, nella notte nera."
Ho ripetuto questi versi a me familiari ad occhi chiusi, avevo paura di aprirli e guardare nel buio. Poi sentii una voce che mi chiamava all'orecchio, sentivo un alito sulla guancia e il mio nome sussurrato nel buio. E non ebbi più paura. Aprii gli occhi. In mezzo al cerchio non c'era più nulla. Ma poi ci voltammo.

Spoiler:
mi sono rotto i coglioni di scrivere, spero che il raccontino ovviamente inventato dalla prima all'ultima riga non vi abbia annoiato. Ciao!
"...quella voce spaventosa che urla su tutto l'orizzonte e che chiamano silenzio..." Georg Büchner, Lenz
Avatar utente
No Fun
Enforcer
Enforcer
 
Messaggi: 887
Iscritto il: dom mar 25, 18 21:06

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi LORIN il sab nov 09, 19 14:33

No Fun ha scritto:È impossibile parlare di esoterismo satanista qui sopra. Un forum è l'esatto opposto di un ambiente idoneo alla trasmissione, alla comprensione e alla assimilazione di un messaggio satanico. Che è per natura esoterico, ovvero segreto. Quello che c'è di exoterico, ovvero ciò che può essere divulgato al pubblico, è già noto. Il diavolo, i demoni, basta chiedere ai nonni, basta leggere la Bibbia nel suo significato più banale (leggerla tramite la Cabala o altre dottrine esoteriche, è già diverso). Se invece si vuole andare oltre allora ci vuole non solo contatto fisico, anche estremo, tra chi trasmette e chi riceve la dottrina ma anche tra questi e gli oggetti usati. Un grimorio ha forza perché è stato toccato e usato da alchimisti stregoni dei secoli passati e su di esso l'alito del male ha impresso la sua sacralità. E per gli altri oggetti anche, reliquie di streghe, animali, ci vuole materia. Il satanismo non è spirituale e basta, anzi è essenzialmente materialista, vitalista, sensista, lo spirito non è altro che energia e materia viva. Non c'è dualismo. La materia rende vivo lo spirito e viceversa. Essi sono uno. Ma è così anche per la religione cristiana. Spesso lo si dimentica ma per i cristiani la resurrezione è resurrezione dei corpi. Il corpo è sacro perché creato da Dio ma è reso impuro e mortale dal peccato. Il satanismo vuole una salvezza che non sia la remissione del peccato ma la sua accettazione. La salvezza nel peccato è la promessa dell'Avversario.
Senza andare oltre, tempo fa quando ero giovane e affascinato da queste cose ho frequentato una persona che ha cercato di introdurmi nel giro. In un giro. In realtà speravo solo di divertirmi. Ma quello che ho visto una notte di giugno in un paese della Svizzera vicino a Friborgo non lo dimenticherò mai. Mai. È una luce scura che si è annidata e avviluppata in fondo ai miei occhi come un pullulare di vermi, e che ogni tanto si risveglia in me come l'odore di un fiore carnoso del deserto.
Eravamo in una chiesa che in realtà non è una chiesa. È fatta in modo che tutto sia invertito. Anche se i fedeli e il prete stesso non lo sanno. Non se ne accorgono. Entrammo di notte e accedemmo alla cripta che contiene il corpo mummificato di un beato del diciottesimo secolo. In realtà non è suo il corpo ma di uno degli ultimi maestri di arti occulte ad essere stato ucciso in Svizzera, annegato con una pietra al collo in un lago. I suoi discepoli lo hanno recuperato e hanno ideato questa sostituzione commovente. Qui partecipai a un rito che non posso riferire. Ma dal cerchio che formavamo tenendoci per mano emerse un'ombra che si alzò come fosse fumo denso, opaco, e un odore nauseante mi fece quasi perdere i sensi. L'ombra cominciò a prendere forma umana, androgina, e mentre la forma si delineava il colore diventava chiaro, roseo e l'odore si trasformò, divenne inebriante, esaltante, e cominciammo a respirarlo a pieni polmoni come se l'aria senza quell'odore fosse vuoto, acqua, terra, materia irrespirabile, come se stessimo respirando per la prima volta, dopo essere usciti da un'apnea di secoli. E lì mi resi conto che stavo rivivendo l'attimo della nascita, ma senza pianto e senza paura, e stavo nascendo di nuovo. Quando la figura si alzò ebbi appena il tempo di vedere i suoi occhi che si aprivano, mostrando un fuoco eterno che durò un istante come un lampo prima che tutto divenne buio e freddo all'improvviso. Pensai alla poesia del Pascoli "Il Lampo", ne recitai i suoi versi come una preghiera blasfema: " e cielo e terra si mostrò qual era. La terra ansante livida in sussulto, il cielo ingombro tragico disfatto, bianca bianca nel tacito tumulto una casa apparì sparì d'un tratto, come un occhio che largo, esterrefatto, s'aprì si chiuse, nella notte nera."
Ho ripetuto questi versi a me familiari ad occhi chiusi, avevo paura di aprirli e guardare nel buio. Poi sentii una voce che mi chiamava all'orecchio, sentivo un alito sulla guancia e il mio nome sussurrato nel buio. E non ebbi più paura. Aprii gli occhi. In mezzo al cerchio non c'era più nulla. Ma poi ci voltammo.

Spoiler:
mi sono rotto i coglioni di scrivere, spero che il raccontino ovviamente inventato dalla prima all'ultima riga non vi abbia annoiato. Ciao!

Spoiler:
:rotfl: hai vinto. Mi hai tenuto inchiodato allo schermo a leggere con la massima attenzione ogni singola parola, aspettandomi chissà quale conclusione, ...bravo! :happy:
Immagine

Somebody help me: I'm too euphoric


ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
LORIN
Leggenda del Sito
Leggenda del Sito
 
Messaggi: 36341
Iscritto il: mar ago 23, 11 15:51
Località: Chiusi - Siena

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi Beta il sab nov 09, 19 15:11

No Fun: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rollin: :rollin: :rollin: :rollin: :rollin: :_DD :_DD :_DD :_DD :_DD Mi hai fatto schiantare :rotfl: Perché non ti metti a scrivere racconti o storie brevi? Sei bravo :D

Allora, l'argomento cade a fagiolo perché in questa settimana ho ascoltato in macchina più volte Leitbild dei BlutEngel e c'è la titletrack che mi ha fatto riflettere sul satanismo. Vi traduco il ritornello:
Vogliamo vivere, vivere così come siamo
Non seguiamo alcun sedicente Dio
Vogliamo credere in ciò che vogliamo
Ci creiamo il nostro proprio modello


E ho fatto una riflessione mentre ero ferma al casello tornando dal lavoro :lol:
Il satanismo moderno è un qualcosa che non c'entra niente con quello che tutti ci figuriamo normalmente come satanismo. I satanisti moderni sono essenzialmente atei che fanno di quello che c'è scritto nel ritornello qui sopra la propria bandiera: valorizzazione dell'individuo, del libero arbitrio e dell'uomo come faber fortunae suae; non c'è qualcuno o qualcosa d'altro che ti dice cosa fare e ti giudica in base ai tuoi atti, bensì sei tu stesso ad essere padrone della tua vita e dei tuoi comportamenti. Questo concetto è stato utilizzato da LaVey, fondatore della Chiesa di Satana. Per questa forma di satanismo Satana è soltanto il simbolo del libero arbitrio: l'angelo che ha avuto il coraggio di ribellarsi ad un potere superiore (quello di Dio) per fare quello che voleva e per questo è stato punito, pertanto viene visto un po' come una specie di eroe; questa è anche la visione "romantica" di Lucifero che viene dipinta da Milton nel Paradise Lost. Dal mio punto di vista questa valorizzazione della ribellione contro un potere si potrebbe estendere a quella contro qualunque tipo di potere vessatorio, quindi non solo quello religioso, ma anche quello politico, per esempio. Problema di questo tipo di satanismo: ad un certo punto diventa dogmatico "al contrario", quindi rischia di diventare (anzi, la Chiesa di Satana lo è diventata davvero) una specie di setta che è uguale identica alla setta cattolica (perché quello la Chiesa cattolica è: una setta, solo molto più grade della Chiesa di Satana), coi suoi dogmi, i suoi principi, le sue gerarchie e i suoi riti, che sono delle altre forme di "potere vessatorio". Io personalmente voglio pensare con la mia testa, quindi per me una setta è una setta, indipendentemente da quello che dice di fare e da quali sono i suoi dogmi, e la reputo sbagliata a prescindere: non tanto per i contenuti, ma per il fatto che poi, da delle idee giuste e belle (per quanto riguarda il cattolicesimo potrei parlare dell'altruismo e della fratellanza, mentre per il satanismo laveyano della valorizzazione dell'individuo come essere libero e pensante) si passa a sovrastrutture ideologiche (obblighi e rituali che servono solo a creare una sorta di controllo sulla gente sottoposta con il risultato di distrarla dai veri concetti di fondo) che fanno solo male e che creano una oppressione psicologica e poi anche materiale sulle persone che aderiscono ad una determinata setta.

Accanto a questo satanismo ce n'è indubbiamente un secondo: quello di stampo più "occultistico". Che ci crediate o no, c'è gente che crede davvero che i demoni e Satana (che, a parere della sottoscritta, non esiste) possano essere evocati. Su internet trovate anche siti che vendono kit di candele e aggeggi vari che servono per fare evocazioni demoniache e anche siti che spiegano come fare un rituale evocativo. Io personalmente non ho nulla contro queste persone: finché si accendono qualche candela (candele che peraltro io stessa metterei in casa perché sono altamente arredanti :D ) e dicono qualche formula passi, tanto il peggio che può succedere è che la stanza si impregni di fumo ... delle candele, non sulfureo dell'inferno :lol: il problema è quando cominciano a prendere la cosa un po' troppo sul serio e ci sono derive "violente". Spoiler: di solito le derive violente sono semplicemente dovute a persone che hanno problemi mentali (disturbi borderline di personalità, sociopatia) e che sono particolarmente vulnerabili, quindi possono fare del male a se stessi o ad altri; da quello che so, è difficile che uno si metta a squartare la gente in nome di Satana perché crede che Satana esiste, è più probabile che quella persona abbia magari un problema psichiatrico e sia stato indotto ad una manifestazione violenta per una suggestione, la quale, peraltro, avrebbe potuto benissimo derivare da qualsiasi altro input.

Nota bene: i gruppi Black Metal NON sono satanisti, in nessuno dei due sensi. La maggior parte è composta da persone atee, che quindi utilizzano il satanismo per esprimere il loro dissenso nei confronti della religione o il loro punto di vista, non certo credono che si possa evocare il demonio. Esempio pratico: i Belphegor hanno dichiarato che hanno usato simboli satanici da ragazzi quando si sono formati perché erano un po' più "scapestrati", poi hanno capito che l'iconografia satanista che usavano era una stupidaggine e hanno abbandonato le idee più "estreme" che avevano, ma hanno mantenuto i simboli tipo le croci rovesciate perché tanto erano atei e la cosa non gli dava fastidio. Altra specifica che mi piace fare: ci sono tanti gruppi che sono atei e assolutamente contro la religione, non solo quelli black (gli Amon Amarth hanno dichiarato più di una volta il loro forte dissenso verso la religione cristiana, che ha distrutto quella pagana norrena, oppure i FolkStone, che, oltre ad aver scritto pezzi come Terra Santa, eloquente, spesso ai concerti fanno/facevano commenti inequivocabili riguardo la loro percezione della religione cristiana), quindi diciamo che i blackster si fanno riconoscere di più per come si presentano, anche se ci sono canzoni di band non black che farebbero impallidire pezzi black metal; primo, perché sono molto testualmente veementi nei confronti della religione; secondo, perché non utilizzano l'anticristianesimo come facciata perché tanto si fa cosi (e io penso che ci siano svariate band black che fanno i satanisti giusto perché fa figo, cosa che penso anche sulla scorta del fatto che capita di ascoltare canzoni che hanno testi molto banali se non ridicoli che non vogliono dire niente e che risultano molto pacchiani con le loro continue pseudo-odi a Satana et similia ... c'è chi pensa che lo facciano solo per vendere e, seppur non si possa sapere se è vero, di certo danno adito a pensarlo), ma, nel momento in cui scrivono qualcosa contro la religione, lo fanno con sentimento e con delle critiche che fanno pensare l'ascoltatore. Vi potrei elencare la già citata Terra Santa dei FolkStone, Christ and Combat dei Powerwolf (contro le crociate come la precendente), Kingdom Come dei Lord of the Lost (questa è un po' più introspettiva).

Personalmente (come ho già detto altrove, ma ribadisco) non apprezzo l'uso degli insulti alla religione, esattamente come non mi piacciono le bestemmie: io non sono più cristiana, ma lo trovo comunque irrispettoso (è come se io mi mettessi ad insultare Buddha solo perché non sono buddhista o dicessi "troia tua madre" ad un mio amico semplicemente perché tanto non è mia madre) e quello non è essere satanisti, è essere incivili, quindi penso che le due cose vadano scisse. Certi gruppi a me non danno fastidio perché parlano di Satana o usano croci rovesciate, mi danno fastidio perché usano tali espedienti per insultare, spesso senza creare una vera e propria critica costruttiva verso un sistema che non funziona. Meglio Terra Santa dei FolkStone. Pleonastico, ma dico anche questo: la stessa reputazione bassa ce l'ho per quei gruppi che si sono messi a bruciare chiese (sì, tra cui i Mayhem), perché quella non è critica ad un sistema, è pura e semplice violenza. Poi io ho passato una serata in cui ero a cena da una mia amica (atea) a tirare frecciate a sua madre (non presente alla cena) perché aveva riempito di santini, croci e rosari la casa in cui vivono (con tanto di messale in cucina :shock: ) ... incoerente? Probabile. Ma a mia difesa posso dire solo che mi danno fastidio tutti i tipi di estremismo, sia che portino a riempire la casa di immagini sacre, sia che portino a bruciare il luogo di culto di qualcun altro.

Bene, penso di avervi asciugati abbastanza :W"W: vi lascio a riflettere (gli specchi a tal scopo sono molto utili) ... se non avete voglia, potete sempre leggervi la storia di No Fun, che è più corta e più divertente di quello che ho scritto io :rotfl:
"Molti vogliono insegnare ad altri ciò che loro stessi non conoscono" - Cicerone
"Posso credere a tutto, purché sia assolutamente incredibile" - Oscar Wilde
"Mi hanno chiamato folle, ma non è ancora chiaro se la follia sia o meno il grado più elevato dell'intelletto" - Edgar Allan Poe
"E l'agonia della mia anima trovò sfogo in un alto, lungo e ultimo grido di disperazione" - Edgar Allan Poe
Immagine

www.brianalandorf.wixsite.com/official
Avatar utente
Beta
Extreme User
Extreme User
 
Messaggi: 2746
Iscritto il: mer feb 01, 17 19:05
Località: Wonderland

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi Painkiller il sab nov 09, 19 23:20

LORIN ha scritto:
Galilee ha scritto:Ho delle difficoltà a credere in me stesso figuriamoci in Satana o Dio.
Io credo nell'equilibrio e nel raggiungimento della pace interiore. Credo che se il tizio che abita dall'altra parte del pianeta stesse meglio, starei meglio anch'io. Credo nella condivisione, nel successo che non ho ottenuto, nella famiglia che non ho, nel sesso che non faccio e in tutte le cose che invidio benevolmente a tutti. E credo che prima o poi le otterrò anch'io. E se non dovesse andare così pazienza. Ho sempre i miei dischi, i miei amici, i miei gatti, i miei libri e la salute.


E' bello ciò che hai scritto.


Quotone...
Avatar utente
Painkiller
Great Metal Head
Great Metal Head
 
Messaggi: 432
Iscritto il: mar dic 04, 12 16:00
Località: Mediolanum

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi Painkiller il sab nov 09, 19 23:31

Quando uno muore, durante la messa il prete dice “il signore aveva un disegno più alto per lui/lei...”. Poi vedo che “only the good die young”, e che Dio permette non solo questo, ma che ladri, spacciatori, pedofili, stupratori, assassini la facciano franca....
Allora se questo è Dio, di sicuro non è il MIO Dio, e se permette tutto ciò allora non è che quello che chiamano Dio è il Diavolo, e viceversa?

Nel dubbio mi astengo, non credo a nulla se non nel genere umano e mi bevo una birra ???? alla salute di chi crede...
Avatar utente
Painkiller
Great Metal Head
Great Metal Head
 
Messaggi: 432
Iscritto il: mar dic 04, 12 16:00
Località: Mediolanum

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi Seventh Son il dom nov 10, 19 7:50

Satana esiste eccome , basta osservare il declino umano nei valori e nei principi , tutto ruota nell'egoismo , nell'odio , nella disuguaglianza , nella promiscuità . Veniamo allevati fin da bambini alla violenza , alla competizione , alla divisione buoni e cattivi , in base a delle regole più o meno celate . Viviamo costantemente nell'oscurità , nell'inganno , la vita che stiamo vivendo non è la nostra , viviamo la vita secondo il volere altrui . Nessuno vive la propria vita secondo il proprio e vero IO , ma siamo condizionati dal materialismo , dall'apparire ciò che non siamo . Abbiamo dimenticato chi è Dio e le sue semplici parole , se seguiamo il suo esempio d'amore e fratellanza , aiutandosi a vicenda , cooperando assieme , siamo uguali nella nostra biodiversità dei popoli , forse il mondo sarebbe un paradiso terrestre , rispettando ogni essere vivente che condivide con noi questa martoriata terra . Ogni luogo di culto è una distrazione di massa , sono luoghi di idolatria di oggetti , il Signore è in ognuno di noi basta cercalo e non cedere alle lusinghe di Satana con il suo paese dei balocchi , in cui regna odio e violenza , perversioni e tentazioni . Abbiamo perso la scintilla di Dio , dell'amor proprio e altrui , rifugiandosi nell'oblio asettico dell'individualismo , le cui relazioni sono delegate alla fredda luce di Lucifero attraverso la sua rete neurale del 5G . Nessuno o pochi ormai osservano il creato , il firmamento che ogni singolo istante ci regala istanti di pura bellezza con i suoi mille colori e sfumature , di canti e profumi di fiori e di rose .
Le mie umili visioni argentiche : https://www.flickr.com/photos/107799408@N08/
Avatar utente
Seventh Son
Defender
Defender
 
Messaggi: 525
Iscritto il: sab ago 06, 11 14:59

Re: Satanismo for dummies...

Messaggiodi SOM il lun nov 11, 19 9:16

No Fun ha scritto:È impossibile parlare di esoterismo satanista qui sopra. Un forum è l'esatto opposto di un ambiente idoneo alla trasmissione, alla comprensione e alla assimilazione di un messaggio satanico. Che è per natura esoterico, ovvero segreto. Quello che c'è di exoterico, ovvero ciò che può essere divulgato al pubblico, è già noto. Il diavolo, i demoni, basta chiedere ai nonni, basta leggere la Bibbia nel suo significato più banale (leggerla tramite la Cabala o altre dottrine esoteriche, è già diverso). Se invece si vuole andare oltre allora ci vuole non solo contatto fisico, anche estremo, tra chi trasmette e chi riceve la dottrina ma anche tra questi e gli oggetti usati. Un grimorio ha forza perché è stato toccato e usato da alchimisti stregoni dei secoli passati e su di esso l'alito del male ha impresso la sua sacralità. E per gli altri oggetti anche, reliquie di streghe, animali, ci vuole materia. Il satanismo non è spirituale e basta, anzi è essenzialmente materialista, vitalista, sensista, lo spirito non è altro che energia e materia viva. Non c'è dualismo. La materia rende vivo lo spirito e viceversa. Essi sono uno. Ma è così anche per la religione cristiana. Spesso lo si dimentica ma per i cristiani la resurrezione è resurrezione dei corpi. Il corpo è sacro perché creato da Dio ma è reso impuro e mortale dal peccato. Il satanismo vuole una salvezza che non sia la remissione del peccato ma la sua accettazione. La salvezza nel peccato è la promessa dell'Avversario.
Senza andare oltre, tempo fa quando ero giovane e affascinato da queste cose ho frequentato una persona che ha cercato di introdurmi nel giro. In un giro. In realtà speravo solo di divertirmi. Ma quello che ho visto una notte di giugno in un paese della Svizzera vicino a Friborgo non lo dimenticherò mai. Mai. È una luce scura che si è annidata e avviluppata in fondo ai miei occhi come un pullulare di vermi, e che ogni tanto si risveglia in me come l'odore di un fiore carnoso del deserto.
Eravamo in una chiesa che in realtà non è una chiesa. È fatta in modo che tutto sia invertito. Anche se i fedeli e il prete stesso non lo sanno. Non se ne accorgono. Entrammo di notte e accedemmo alla cripta che contiene il corpo mummificato di un beato del diciottesimo secolo. In realtà non è suo il corpo ma di uno degli ultimi maestri di arti occulte ad essere stato ucciso in Svizzera, annegato con una pietra al collo in un lago. I suoi discepoli lo hanno recuperato e hanno ideato questa sostituzione commovente. Qui partecipai a un rito che non posso riferire. Ma dal cerchio che formavamo tenendoci per mano emerse un'ombra che si alzò come fosse fumo denso, opaco, e un odore nauseante mi fece quasi perdere i sensi. L'ombra cominciò a prendere forma umana, androgina, e mentre la forma si delineava il colore diventava chiaro, roseo e l'odore si trasformò, divenne inebriante, esaltante, e cominciammo a respirarlo a pieni polmoni come se l'aria senza quell'odore fosse vuoto, acqua, terra, materia irrespirabile, come se stessimo respirando per la prima volta, dopo essere usciti da un'apnea di secoli. E lì mi resi conto che stavo rivivendo l'attimo della nascita, ma senza pianto e senza paura, e stavo nascendo di nuovo. Quando la figura si alzò ebbi appena il tempo di vedere i suoi occhi che si aprivano, mostrando un fuoco eterno che durò un istante come un lampo prima che tutto divenne buio e freddo all'improvviso. Pensai alla poesia del Pascoli "Il Lampo", ne recitai i suoi versi come una preghiera blasfema: " e cielo e terra si mostrò qual era. La terra ansante livida in sussulto, il cielo ingombro tragico disfatto, bianca bianca nel tacito tumulto una casa apparì sparì d'un tratto, come un occhio che largo, esterrefatto, s'aprì si chiuse, nella notte nera."
Ho ripetuto questi versi a me familiari ad occhi chiusi, avevo paura di aprirli e guardare nel buio. Poi sentii una voce che mi chiamava all'orecchio, sentivo un alito sulla guancia e il mio nome sussurrato nel buio. E non ebbi più paura. Aprii gli occhi. In mezzo al cerchio non c'era più nulla. Ma poi ci voltammo.

Spoiler:
mi sono rotto i coglioni di scrivere, spero che il raccontino ovviamente inventato dalla prima all'ultima riga non vi abbia annoiato. Ciao!



ma vaff.... :-W :-W :-W :-W :-W

ci stavo pure credendo :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:
Immagine Immagine
Avatar utente
SOM
Metallizer
Metallizer
 
Messaggi: 1350
Iscritto il: mer ott 12, 16 15:30
Località: Vienna

Prossimo

Torna a EXTRA MUSICA

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

cron
Creative Commons License CSS Valido!