Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Metallica
S&M²
Demo

Black Spirit Crown
Gravity
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/09/20
STEVE HACKETT
elling England By The Pound & Spectral Mornings: Live at Hammersmith

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
VOUS AUTRES
Sel de Pierre

25/09/20
TRANSCENDENCE
Towards Obscurities Beyond

25/09/20
ATLAS
Parallel Love

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

25/09/20
SPELLBOOK
Magick & Mischief

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

25/09/20
MORTA SKULD
Suffer for Nothing

25/09/20
OBSIDIAN KINGDOM
Meat Machine

CONCERTI

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

09/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

RAGE: guada il live video di ''My Way''
30/05/2016 - 20:15 (1183 letture)

Sambalzalzal
Mercoledì 1 Giugno 2016, 10.46.44
19
Si esatto molti avevano visto in Kotipelto il redivivo Kiske, gli Strato pescarono a mano piena nel mare di quelli che avevano sempre vissuto il suo abbandono in maniera traumatica. In parte come dicevo fu proprio quello uno dei motivi percui mi distaccai da quelle sonorità. Ci fu un boom pazzesco di cantanti e gruppi che a ogni costo volevano seguire quelle orme la, la voce pulita kiske style, le tastiere e le chitarre pulite e tecnicissime. rimasero fuori dal giro degli apprezzamenti gruppi tipo Rage e Running Wild che anche avendo sempre suonato da paura avevano nelle voci e negli arrangiamenti una impostazione diversa. I rage ci provarono a mettersi "al passo" ma il gioco non valse esattamente la candela. Io pensa ci rimasi già male quando ascoltai End Of All.. sicuramente un buonissimo disco ma rispetto a quanto fatto prima mi suonò molto debolino. Black In Mind continua invece tuttora affianco alla roba dei primordi di Wagner ad essere uno dei miei dischi preferiti. Winery Dogs ancora non ascoltati devo rimediare presto! A ricoprire il ruolo in un'ipotetica formazione a tre con Dee e Campbell anche io vedrei Wagner come il più papabile, anche perché di altri bassisti cantanti proni a quelle sonorità li potrei sbagliarmi ma non ne vedo tantissimi. Certo ci sarebbe Abbath ma appunto si parlerebbe di un gruppo cover a quel punto...
tino ebe
Martedì 31 Maggio 2016, 16.38.30
18
Ti dirò di più, in quel concerto magnifico i rage fecero uno show stupefacente, ma gli stratovarius erano una ferrari lanciata a tutta velocità, una band in stato di grazia che stava conquistando il mondo, un mondo in parte ancora orfano di quel kiske che Kotipelto in parte incarnava. Ricordo ad esempio che la mitica t shirt di vision con la bandiera finlandese andò a ruba in pochissimo tempo mentre quelle dei rage rimanevano sui tavoli. Poi un anno più tardi la band di peavy si ripetè supportando al gods i manowar e gli angra, ma anche in quell’occasione sia gli americani che i brasiliani dominarono nettamente. Con end of all days probabilmente la band ha toccato il picco qualitativo più alto ma ascoltato dopo vent’anni quell’album mi suscita meno emozioni di quelli precedenti. Tornando alla fantamusica, sono d’accordo, spesso i risultati di alchimie, di fusioni nate per scherzo o per calcolo danno buoni risultati, altre volte invece un super gruppo sulla carta non riesce a fare il botto, ad esplodere, a lasciare un impronta indelebile. Penso ad esempio ai recenti winery dogs, pazzeschi, un incrocio fra talisman, soundgarden e whitesnake, ma non stanno emergendo più di quel tanto e rimangono relegati ai margini del mercato nonostante la caratura dei componenti. Adesso ad esempio vedo mikkey dee che la spassa con gli scorpions e sento il vuoto lasciato dai motorhead e penso: chi potrebbe essere un bravo bassista cantante in grado da unirsi ai quei due terzi e colmare almeno in parte quel vuoto? Ebbene l’unico nome che mi viene in mente è quello del tedescone, sarebbe un alchimia favolosa.
Sambalzalzal
Martedì 31 Maggio 2016, 16.10.41
17
Quel periodo per me fu abbastanza travagliato musicalmente parlando ahahahah uscirono le soluzioni neoclassiche e le orchestre, all'inizio fu sicuramente innovativo e piacevole ma poi presero il sopravvento più totale assieme alla smania di fare concept e da li mollai un po' la presa con il metal classico aggrappandomi ai pochi gruppi che non avevano snaturato il proprio suono. In quegli anni hai ragione gli Stratovarius con Visions specialmente tenevano banco e posso immaginare cosa abbia rappresentato per PW e compagni esserci stati a contatto in maniera diretta, vedere pure il pubblico reagire positivamente a entrambe le formule e tentare di tirarne fuori una che le inglobava in un'unica soluzione. Purtroppo si fece prendere troppo la mano e infatti accadde Smolski. no assolutamente non la vedo come strampalata, del resto sono del parere che alcuni dei musicisti storici possano ancora aver qualcosa da dire se riescono a reinventarsi, questo può succedere solo se riescono a mischiarsi tra loro e a tirare fuori il meglio delle rispettive proposte. Se hai presente Stars, per esempio, il progetto aiuto per bambini patrocinato da RJ Dio anni orsono. con una botta sola accorpò tra il meglio che la scena hard e heavy offriva e ne venne fuori una canzone spettacolare!
tino ebe
Martedì 31 Maggio 2016, 15.14.31
16
In effetti sì c’è una causa effetto che lega il cambiamento dei rage con l’affermarsi nel mondo di un certo tipo di power che è dilagato per almeno dieci anni. Ricordo ad esempio che quando vidi per la prima volta i rage, a oleggio per il tour di end of all days, i rage si portavano dietro gli stratovarius di visions, quegli stratovarius che già erano lanciati a tutta velocità dal precedente episode, una band che aveva un chitarrista neoclassico alla malmsteen che dettava legge. Sicuramente la band ha assorbito parecchio di quell’energia e ne è stata in parte influenzata. La scelta di smolsky non è stata casuale proprio perché sono passati da un guitar hero old school (manni) a due chitarristi ordinari (fisher, efthmiadis), quindi l’adozione del russo era per dare un deciso taglio sinfonico e progressivo al gruppo. Tornando ai motorhead, non è per me una teoria strampalata, proprio perché le composizioni fatte con quella band incredibile avevano quella specie di tiro e la band aveva un’assetto molto simile alla band di Lemmy, l’album seminale perfect man aveva nel dna quelle sonorità, ovviamente il tutto condito dal tipico sound speed germanico di scuola acceptiana.
Sambalzalzal
Martedì 31 Maggio 2016, 14.50.44
15
tino ebe@ diciamo pure che periodo Lingua Mortis nei Rage ebbe un corrispettivo a livello globale della scena classic e power, fu a ridosso di quei tempi che specialmente i tedeschi "colpevole" pure il successo di un disco come Immaginations dei Blind Guardian spinsero chi più chi meno l'acceleratore sui pezzi lunghi chilometri e orchestrazioni. tutto questo si risolse nella maggior parte dei casi nell'infiacchimento di gruppi che fino a qualche anno prima erano monolitici e con pochi fronzoli. I Rage fanno parte di questi purtroppo. sono davvero felice che Wagner abbia ritrovato la strada maestra perché questa è la sua dimensione ottimale, non a caso ti quoto quando dici che con dee e Campbell sfodererebbero senza dubbio qualcosa di davvero entusiasmante per tutti gli amanti delle sonorità più dirette! magari!
tino ebe
Martedì 31 Maggio 2016, 14.08.56
14
Comunque per pura curiosità vorrei chiedere a coloro che sentono la mancanza di smolski se sono fan della band giovani o anziani. Mi spiego, per chi come me ha conosciuto la band con execution e se n’è innamorato con perfect man, non è accettabile criticare il gruppo per presunta semplicità della composizione, proprio perché le prime composizioni della band erano sintetizzate all’osso, quasi motorhediane. Lo stesso perfect man è un condensato di musica ridotta ai minimi termini, leggera, fresca, quasi usa e getta, ma proprio per questo geniale. Poi ovviamente già dal successivo capolavoro secrets il buon peavy aveva già cominciato a fare esperimenti con le suite (without a trace), ma la proposta era sempre comunque contraddistinta da una certa immediatezza e semplicità di fondo (invisible horizons). Da quello che si sente su questo pezzo c’è sicuramente eccessiva fiacchezza e una palese citazione ai primi metallica, diciamo pure che è un pezzo non riuscito, ma questo non implica l’automatica glorificazione dell’era smolski. Penso che peavy dopo l’esperimento lingua mortis abbia perso un po’ la bussola, si è andato complicare la vita con il russo (ovviamente tecnicamente su un altro pianeta) che da fuoriclasse di peso e di personalità ha di fatto relegato peavy al ruolo di gregario, di spalla. Può darsi che mi sbagli, ma con il ritorno a composizioni semplice, lineari, schiette, il gruppo è tornato a ritrovare una identità che si era smarrita o meglio aveva smarrito fan storici come me che li avevano abbandonati. Adesso dirò una bestemmia e spero che la buon anima dello zio non mi svegli di notte, ma nei miei desideri più inconfessabili c’è una collaborazione fra peavy, mikkey dee e phil cambell, penso sarebbero un super gruppo veramente da paura e si fonderebbero le due anime dei due gruppi in maniera perfetta
melkor
Martedì 31 Maggio 2016, 13.42.31
13
rada .... concordo in pieno ..... comunque aspetto tutto l'album. tanto per rimanere in tema, l'ultimo almanac dopo un paio di giorni non lo sento piu', forse al buon victor serve ancora tempo .... spero che anche il nuovo rage non mi faccia lo stesso effetto
Ditark
Martedì 31 Maggio 2016, 13.39.19
12
Basta sentire gli Almanac per capire cosa volesse fare Smolskij con i Rage. Victor, no grazie, non ci interessa. P.S. Ci sono delle date in Germania, Rage&Refuge insieme, roba di tre ore e passa.
AL
Martedì 31 Maggio 2016, 12.35.37
11
Speak of the dead, scusate.
AL
Martedì 31 Maggio 2016, 12.34.12
10
quoto Tino Ebe. a proposito di Metallica - Peavy mi ricordo una canzone molto simile a master of puppets nel riff iniziale, mi sembra nell'album speak of the devil.
tino ebe
Martedì 31 Maggio 2016, 12.25.20
9
Beh chiunque ha cominciato a suonare speed thrash a metà anni 80 è stato senza dubbio influenzato dai metallica, come non notare ad esempio la t shirt di master of puppets sfoggiata da hansi kursh nel retro copertina di battalions of fear. Ma qua in effetti la similitudine, soprattutto il tempo di batteria e il riff, è al limite del concesso. Detto questo sono comunque contento del ritorno della band a sononorità più dirette e rocciose lasciando perdere le eccessive orchestrazioni e classicismi che avevavno snaturato la band. Per chi come è cresciuto con il trio perfetto (gli attuali refuge) è un buon compromesso. Continuo a considerare black in mind e end of all days dischi eccezionali, ma le emozioni che mi danno perfect man, secrets, trapped, reflections, e missing link sono qualcosa che va oltre. Stiamo parlando di un gruppo che ha sfornato capolavori in quantità industriale, e di un cantante con una voce unica, riconoscibile, marchio di fabbrica, insomma una delle perle del metal europeo. Mi dispiace per smolski perché è un asso ma sono contento del loro divorzio.
Sambalzalzal
Martedì 31 Maggio 2016, 12.00.20
8
Il paragone che ha fatto terzo menati@ non è campato in aria, i metallica qua si sentono eccome ma del resto PW è stato sempre un grande estimatore dei 4 tanto da fare pure la cover di motorbreath anni fa. Comunque, sicuramente non un brano di punta o memorabile ma meglio questo che gran parte di quello uscito da End Of All Days a oggi.
Klunk
Martedì 31 Maggio 2016, 11.24.30
7
Li preferisco di gran lunga adesso ,delle ultime uscite non ricordo neanche un riff o un ritornello grandi rage a differenza di quelli post smolski che mi sono in mente da 15anni . Peavy ti ricordo magro capellone con fascia in testa, adesso pelato,pizzone intrecciato ma x me sei sempre stato un gran musicista
Radamanthis
Martedì 31 Maggio 2016, 10.52.40
6
A parte The missing link ed End of all days (punti più alti della discografia di Peavy) l'era Smolski è stata un tripudio di grandi canzoni che certamente si scostavano dai primi Rage ma altrettanto certamente avevano una qualità compositiva che questo brano, così semplice e banale se la sogna. Direi che con Viktor un brano del genere manco a b-sides finiva. Detto ciò fui tra quelli tristi per il cambio di line up e ora staremo a vedere cosa combineranno...curioso si, ma anche un pò impaurito!
Kai Shiden
Lunedì 30 Maggio 2016, 21.16.57
5
Bel pezzo, finalmente hanno ripreso la via smarrita.
terzo menati
Lunedì 30 Maggio 2016, 21.05.32
4
Cioè praticamente hanno copiato For whom the bells toll...
mario
Lunedì 30 Maggio 2016, 20.50.57
3
La penso come Jek una palla, una palla al piede, scollegsnento completo tra batteria e chitarra, nessuno stacci nelle strofe, c'è qualcosa che si oossachisnare refrain con le palle?No, brano insulso senza picchi e suono, banale e trito, che una qualsiasi band di 18enni in garage farebbe molto meglio, Sveglia Rage.
jek
Lunedì 30 Maggio 2016, 20.35.02
2
Pezzo decisamente palloso.
rik bay area thrash
Lunedì 30 Maggio 2016, 20.26.38
1
Avendo un po perso di vista i rage mi sono guardato questo nuovo clip. La song non mi sembra male, però che suoni della batteria un pò di m.... (imho).
RECENSIONI
79
81
80
69
76
80
81
90
78
89
85
77
70
70
ARTICOLI
19/06/2019
Intervista
DESTRAGE
Un pugno sferrato contro il nostro tempo
04/08/2017
Live Report
RHAPSODY OF FIRE + THEODASIA + FIST OF RAGE
Trieste Summer Rock Festival, Castel San Giusto (TS), 29/07/2017
29/06/2017
Live Report
SYSTEM OF A DOWN + PROPHETS OF RAGE
Visarno Arena, Firenze, 25/06/2017
09/02/2017
Live Report
DESTRAGE + WHATTAFUCK!? + THE BIG SOUTH MARKET + LOTUS HATERS
Bari, Demodé Club, 04/02/2017
10/11/2016
Live Report
VOLTUMNA + SUDDEN DEATH + TERRORAGE + EPISTHEME
Barbara Disco Lab, Catania, 05/11/2016
10/12/2014
Live Report
PROTEST THE HERO + THE SAFETY FIRE + THE CONTORTIONIST + DESTRAGE
Traffic Live, Roma (RM), 07/12/2014
08/03/2014
Intervista
RAGE OF SOUTH
Look for the Truth!
08/03/2012
Live Report
TEXTURES + SYLOSIS + DESTRAGE
Rock N' Roll Arena, Romagnano Sesia (NO), 02/03/2012
25/04/2011
Live Report
MASTER + SOUTHWICKED + DESTROY THE OPPOSITION + GARAGEDAYS
Traffic Live Club, Roma, 20/04/2011
06/02/2010
Intervista
RAGE
Meno parole, piu' azione!
07/11/2009
Intervista
NIGHTRAGE
Death melodico con furore
15/03/2006
Intervista
RAGE
Parla Mike Terrana
 
ALTRE NOTIZIE
29/08/2020 - 11:12
PSYCHONAUT 4: ascolta ''Tbilisian Tragedy'' dal nuovo album ''Beautyfall''
09/08/2020 - 21:33
FORETOKEN: online il video di ''His Rage Made Manifest''
12/06/2020 - 12:15
RAGE: svelata la nuova formazione, presentato il video di ''The Price of War 2.0''
25/05/2020 - 21:39
OUR MIRAGE: ecco il video di ''Transparent'' da ''Unseen Relations''
16/05/2020 - 11:34
RAGEHAMMER: il secondo album è pronto
07/05/2020 - 00:15
RAGE: si separano dal chitarrista Marcos Rodriguez
24/03/2020 - 20:07
ANEWRAGE: online il video dell'inedito ''Gold''
29/02/2020 - 16:43
LEVERAGE: guarda il video di ''When We Were Young''
06/02/2020 - 18:25
CHRONICLES OF HATE: ecco il lyric video di ''Bet On Tragedy''
04/02/2020 - 16:43
NIGHTRAGE: ecco il live video di ''From Ashes Into Stone''
ULTIME NOTIZIE
25/09/2020 - 00:01
WHITECHAPEL: al lavoro su un nuovo album
25/09/2020 - 00:00
MR. BUNGLE: online il secondo singolo ‘‘Eracist’’ dal nuovo disco
24/09/2020 - 22:52
HIDEOUS DIVINITY: online il nuovo video di ‘‘Actaeon’’ dall’ultimo disco
24/09/2020 - 22:35
BLACK FATE: ascolta il nuovo singolo ‘‘Nemesis’’
24/09/2020 - 22:02
REALIZE: tutto il nuovo ‘‘Machine Violence’’ è ascoltabile in streaming
24/09/2020 - 21:50
SMACKBOUND: ecco il video ufficiale di ‘‘Run’’
24/09/2020 - 20:27
THE OCEAN: tutto il nuovo album ''Phanerozoic II Mesozoic | Cenozoic'' in streaming
24/09/2020 - 20:01
VISIONS OF ATLANTIS: il live video di ''Release My Symphony'' dal DVD in uscita
24/09/2020 - 19:50
OLD BRIDGE: svelata la nuova formazione
24/09/2020 - 19:45
OBSIDIAN KINGDOM: in streaming l'album ''Meat Machine''
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]