Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
KK's Priest
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

10/04/20
HER CHARIOT AWAITS
Her Chariot Awaits

10/04/20
DOOL
Summerland

10/04/20
WOLFHEART
Wolves Of Karelia

10/04/20
FM
Synchronized

10/04/20
NOROTH
It Dwells Amongst Us

10/04/20
JOE SATRIANI
Shapeshifting

10/04/20
METAL CHURCH
From the Vault

10/04/20
ARCHGOAT
Black Mass XXX

10/04/20
ACROSS THE SWARM
Projections

10/04/20
CORDYCEPS
Betrayal

CONCERTI

07/04/20
VAN DER GRAAF GENERATOR (POSTICIPATO)
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

08/04/20
VAN DER GRAAF GENERATOR (POSTICIPATO)
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/04/20
VAN DER GRAAF GENERATOR (POSTICIPATO)
AUDITORIUM DI MILANO - MILANO

09/04/20
IMONOLITH (ANNULLATO)
BLAH BLAH - TORINO

09/04/20
WILLIAM DUVALL
FABRIK - CAGLIARI

10/04/20
WILLIAM DUVALL
SANTERIA TOSCANA 31 - MILANO

10/04/20
IMONOLITH (ANNULLATO)
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

11/04/20
IMONOLITH (ANNULLATO)
THE FACTORY - SAN MARTINO BUON ALBERGO (VR)

14/04/20
EVANESCENCE + WITHIN TEMPTATION (POSTICIPATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

16/04/20
CULT OF FIRE + MALOKARPATAN
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

KK`S PRIEST: nuova band con K.K. Downing, Ripper Owens e Les Binks
19/02/2020 - 19:57 (1102 letture)

Pacino
Martedì 25 Febbraio 2020, 11.10.04
44
La cosa più scontata e più intelligente/ furba da fare.
JC
Domenica 23 Febbraio 2020, 21.21.30
43
PS, sarò in prima fila per il tour dei cantieri.
JC
Domenica 23 Febbraio 2020, 21.20.37
42
Comunque è significativo di come il metal sia sempre più un genere vecchio e che parla a vecchi. KK va per i 70 e mette su una band con il giovane talento Owens (52) per rifare pezzi di una band fondata 50 anni fa. E noi siamo tutti qui a commentare...
Hellion
Sabato 22 Febbraio 2020, 12.31.31
41
Quanto mi piacerebbe vedere uno dei miei batteristi preferiti....
Galilee
Venerdì 21 Febbraio 2020, 16.33.57
40
Atkins ha avuto un ruolo secondo me fondamentale e molto sottovalutato. Ha tenuto in piedi un gruppo sperando in un possibile successo per ben 6 anni, facendosi davvero il culo, senza mai riscuoterne un pò. Però c'è la fece. Se quel manipolo di musicisti nel 73 era ancora lì, è solo grazie a lui. A prescindere dal lato musicale. Solo chi ha letto alcune biografie può rendersi conto della incredibile dedizione che aveva questo personaggio nel portare avanti quel progetto, quando tutto gli era contro. Oserei dire commovente. Almeno per me. Sara solo un testimone di una lunga staffetta. Ma è stato il primo. Non smetterò mai di ringraziarlo.
Galilee
Venerdì 21 Febbraio 2020, 16.25.34
39
Comunque. Per i primi 4 anni Atkins è stato il leader della band, e scrisse molti pezzi. Andato a vedere sulla biografia edita dalla tsunami, dove la prima parte è tutta sua. Diciamo che la sua attività con la prima formazione dei Judas inizia nel 67 e finisce definitivamente nel 73. 6/7 anni in breve. Ne vengono contati solo 4 perché il nome Judas venne dato in seguito. La sua carriera solista è nata solo per sfizio personale. Non ha mai preteso di riuscire a far nulla di che. Ha sempre rimpianto di aver lasciato la band. Sul libro scrive anche che i Judas sono la sua band preferita di sempre e che con lui non sarebbero riusciti mai ad arrivare a tanto.
Area
Venerdì 21 Febbraio 2020, 15.07.11
38
@Galilee, si é vero, ricordo una sua intervista (In Inglese) dove spiegava che dovette mollare perché era nato suo figlio e per necessità doveva andare a lavorare come tutti. Poi é tornato quasi 20 anni dopo da solista. Ma comunque lo rispetto eh per carità.
Galilee
Venerdì 21 Febbraio 2020, 14.49.45
37
Per tour in Europa intendo penisola scandinava e Inghilterra.
Galilee
Venerdì 21 Febbraio 2020, 14.48.39
36
Ho letto mille biografie dei Judas. Autorizzate e non, ma più non perché di autorizzato c'è poco. Le cose non sono andate così. Non durarono un anno. Grazie ad Atkins fecero anni di tour in Europa. Tutti hanno abbandonato tranne lui. Ha sempre perseverato cocciutamente. Credeva nella sua band. Dopo svariati anni c'è stato un momento di crisi totale ma lui non mollò, rimise in piedi il tutto fino a che per motivi famigliari fu costretto a ritirarsi. I musicisti restanti; Non ricordo se c'era ancora KK, che tra l'altro venne cacciato a due audizioni perché tecnicamente capra, però il nocciolo c'era; vollero continuare e chiamarono un certo Halford. In ogni caso gli altri chiesero ad Atkins di lasciar loro nomi e diritti e lui li cedette loro. Non si parla ovviamente di soldi, ma di un valore affettivo e di un progetto che per lui in quel momento erano la vita stessa.
Area
Venerdì 21 Febbraio 2020, 14.35.22
35
@Galilee, si ma attenzione però... sono andato a rileggere alcune cose e sembra che i Judas Priest del 1969 con lui alla voce fossero un altra cosa ancora e si sciolsero dopo un anno, i Judas come lo conosciamo oggi é un altra band ancora fondata sempre da lui con lo stesso nome tipo appena un anno dopo nel 71 e dentro c'era già KK Downing, poi Al ha mollato poco dopo ed é entrato Rob e poi Tipton nel 74.
Mulo
Venerdì 21 Febbraio 2020, 14.08.16
34
La dignità di questi dove sta?! Uno vorrebbe rientrare nei Judas ma non lo vogliono più mentre gli altri non li caga nessuno se non 4 gatti. Allora che fanno? Si mettono insieme e fanno una foto con un bel PRIEST stampato in formato gigante... Questo genere è diventato quello che 40 anni fa diceva di detestare, ovvero un circo per far soldi. Schifo.
Galilee
Venerdì 21 Febbraio 2020, 13.37.13
33
Secondo me invece i Judas non devono mettere in chiaro proprio nulla. Anzi son sempre stati chiarissimi. Ora faranno un nuovo disco ad esempio. So questi proprio che non ci azzeccano. E KK secondo me è coglionazzo.
Galilee
Venerdì 21 Febbraio 2020, 13.34.04
32
X Area. Considerando il fatto che senza di lui i Judas non esisterebbero perché li ha portati avanti da metà anni 60. Direi che ne ha tutto il diritto. Da Fan dei Judas non ho mai trovato inopportuno ,ne pedante il comportamento di Al Atkins. Owen's giustamente deve prendere uno stipendio in qualche modo. Comunque questa band è un dito al culo. Andrebbe bene in una bocciofila.
ZAGOR
Venerdì 21 Febbraio 2020, 13.04.26
31
permettetemi una considerazione,in parecchie bands con problemi di contenziosi di componenti usciti e nome nuovo della bands di quest'ultimi ( con seguito di song riproposte della band originale ...ovvio) abbiamo una nutrita schiera: Saxon- oliver Dawson,Venom - Venom inc,Iron Maiden -Paul Di anno etc....ma i secondi hanno sempre fatto la parte dei marginali!purtroppo questa e' la realta' sarebbe meglio per i judas risolvere questa imbarazzante situazione di judas A e judas B.
Area
Venerdì 21 Febbraio 2020, 12.23.57
30
@Galilee, no certo non ha mai rotto le scatole a nessuno, ma ad ogni disco che fa ribadisce a più riprese che é stato il primissimo cantante e fondatore dei Judas Priest e su quasi ogni suo album c'é Victim of changes... che per carità l'ha scritta lui però non puoi rifarmela su ogni disco dai XD jajaja Poi comunque l'ho tirato in ballo per dire che ho preferito il fatto che sia stato preso Owens.... e mi era poi venuto in mente che su un album di Atkins (tra l'altro con una copertina clone di Sin after sin) c'era in line-up anche Dave Holland e qui con KK's Priest quando ho visto addirittura Les Binks ho subito pensato a quel tipo di progetto...
Area
Venerdì 21 Febbraio 2020, 12.19.35
29
@tino, Scott Travis é il miglior batterista che i Judas abbiano avuto, un tiro pazzesco e con buona pace di Dave Holland che ha suonato con loro per praticamente tutti gli anni 80 a cui va pure il merito di avercela fatta pur venendo da delle realtà diametralmente opposte tipo i Trapeze che spesso erano quasi Funky e altri gruppetti precedenti in stile Beatles degli inizi. Comunque si concordo con quanto hai scritto... i Maiden fondamentalmente sono sempre gli stessi dal 1982 ma con 3 chitarristi anche a livello mediatico si visto che fuori dall'Inghilterra e dagli Stati Uniti ovunque (dittature e teocrazie varie a parte) li conoscono anche le persone più insospettabili, proprio come i Metallica.
Sadwings
Venerdì 21 Febbraio 2020, 8.11.15
28
Purtroppo non bisogna avere una visione romantica delle band storiche. Ormai sono un brand che sfrutteranno fine se non oltre la morte (basta vedere Dio). Ripper owens si é perso in troppi progetti spesso inutili come i three tremors, che personalmente trovo una collaborazione scadente.
Painkiller
Venerdì 21 Febbraio 2020, 7.27.51
27
@Philosopher3185: non mi pare che i progetti di Ripper post-priest abbiano riempito le arene...magari ha solo bisogno di sbarcare il lunario, come KK?
Philosopher3185
Giovedì 20 Febbraio 2020, 22.38.29
26
la mia domanda è una solaerchè?!mi sorprende che uno come owens si sia reso disponibile per questa pagliacciata...
progster78
Giovedì 20 Febbraio 2020, 15.31.32
25
Monicker furbesco...cmq non mi sorprende tutto questo. Magari il disco di debutto sara' una bella sorpresa.
Galilee
Giovedì 20 Febbraio 2020, 14.59.35
24
Vabbè ma c'entra Al Atkins. Lui poi è sempre stato un Signore. Non ha mai rotto le scatole a nessuno.
tino
Giovedì 20 Febbraio 2020, 14.58.42
23
Forse mi sono espresso male, non volevo ridimensionare i judas attuali a halford and friends, volevo semplicemente dire che dal punto di vista storico e mediatico i maiden attuali sono gli stessi del 1983-88 più gers, i judas hanno un chitarrista giovane che anche esteticamente sembra il figlio di kk, poi hanno un session di lusso che sostituisce una colonna portante purtroppo ferma per motivi di salute e di età, un bassista storico (certo) ma da sempre molto defilato, e un batterista che è entrato nel gruppo dopo gli anni 80 ed è uno che ha comunque dato una spinta quasi speed al gruppo. Secondo me da questo punto di vista il gruppo è molto più debole rispetto agli iron maiden che nonostante dischi fiacchi e sostanzialmente inoffensivi può comunque fare grandi tour in virtù anche di una formazione stellare, poi che i judas abbiano fatto meglio ci può anche stare, anche se redeemer era tutto tranne che un gran disco sicuramente non meglio di un book of souls, ma si sa che negli anni 2000 la pagnotta la porti a casa con i concerti e non con i dischi. Che poi i maiden si siano riuniti perché senza bruce non funzionano è vero e nessuno lo ha mai negato, Gers è rimasto perché è un fido scudiero di steve, ma se vogliamo essere onesti anche rob è rientrato nel gruppo dopo che un divorzio era stato consumato con tanto di cantante clone preso ad hoc e guarda caso rispuntato ora con l’altro vecchio chitarrista che cerca quasi di colmare il vuoto lasciato (sul palco) da tipton. Tempismo fin troppo sospetto, con un ripper owens che sembra quasi voler dire rob stai sereno…
Area
Giovedì 20 Febbraio 2020, 14.50.19
22
@Galilee, si anche secondo me, Tralasciando che Halford é il cantante "originale" a livello discografico, altrimenti é il secondo ma a parte questo.... Halford e Hill ok ci sono praticamente da sempre, Scott Travis però c'é da 30 anni quindi pure lui di lungo corso.
David
Giovedì 20 Febbraio 2020, 14.49.54
21
Onestamente questa scelta di Downing mi suscita una grande tristezza. Mi sarebbe piaciuto vederlo accanto a Faulkner dopo che Tipton si è dovuto ritirare dai concerti (in questo senso è vero che i Judas live ormai sembrano più gli Halford...), ma questa scelta è veramente triste, mi sembra dettata soltanto dal rancore, o comunque dalla voglia di mettersi in competizione coi "veri" Judas Priest (o con quel che ne resta). Intendiamoci: formare un nuovo gruppo con ex-membri come Binks ed Owens va benissimo, è una cosa anche un po' nostalgica ma di quella nostalgia bella per certi versi, che ha luogo fra vecchi amici; ma rinominarsi "KK's Priest" rovina tutto perché mostra soltanto voglia di "sfidare" persone che ancora non si sono perdonate, il che a settant'anni francamente fa davvero tristezza. Detto questo, spero in un nuovo album simili a Firepower che mi è piaciuto davvero tanto, poi staremo a vedere. Brutto però che le cose vadano a finire così, soprattutto durante i festeggiamenti dei cinquant'anni, quando avrebbero potuto festeggiare entrambi tornando a suonare o almeno a condividere ancora il palco insieme, e invece...
Galilee
Giovedì 20 Febbraio 2020, 14.34.51
20
La vera differenza tra i Judas e gli Iron ora come ora sta nel fatto che la qualità dei dischi dei Judas è nettamente superiore. Ad esclusione di ROS. Senza contare la lieve ma esistente differenza di età. I Judas difatti ora come ora sono tutt'altro che deboli, anzi stanno vivendo una seconda giovinezza. Alla fine di veri Judas "'è ancora Halford, Travis, Hill e Tipton in studio. Chiamarli Halford con la sua band personale attorno è un' affermazione che per me è del tutto menzognera e non condivido. Comunque KK ha rotto il cazzo.
Painkiller
Giovedì 20 Febbraio 2020, 14.01.21
19
@Enrico(6): i Maiden sono tornati insieme per “ragion di stato”, altro che lato umano. Bruce ha imposto il ritorno di Adrian e piena libertà compositiva a Steve. Le vendite con Virtual XI erano ai minimi termini, ed era calata drasticamente la presenza ai concerti. Steve aveva bisogno di Bruce, altro che...
Painkiller
Giovedì 20 Febbraio 2020, 13.53.21
18
Ritchie Faulkner è una grande ascia, degno di KK. Mi sarebbe piaciuto vedere Downing in fianco a lui, però l’ha combinata ormai... e comunque Firepower è un gran disco, se faranno un album di tal livello, bene così. Sul “dualismo” Iron-Judas, ognuno ha le sue preferenze ma Travis mi piace tanto di più di Nicko.
Area
Giovedì 20 Febbraio 2020, 13.20.22
17
@tino, guarda non so se era per me il tuo commento ma immagino di si.... ehm gli Iron Maiden li ho citati solamente per dire che ogni tanto loro e i Judas sono due band che mi riascolto volentieri, non era per fare un paragone. Condivido comunque quello che hai detto circa le due line up attuali.
Michele "Axoras"
Giovedì 20 Febbraio 2020, 12.44.20
16
@tino: sacrosante parole ...
tino
Giovedì 20 Febbraio 2020, 12.38.52
15
C’è una bella differenza tra gli iron maiden attuali e i priest, se vai a vedere i maiden vedi ancora i 5 mitici che suonavano su live after death, viceversa per i priest vedi praticamente solo halford e hill (che non è certo steve harris). In questo contesto un kk si inserisce come spina nel fianco per puro opportunismo sfruttando appunto la debolezza dei priest attuali che calcano i palchi praticamente con halford e un gruppo rifatto attorno a lui, ci sta l’hanno fatto in tanti, penso ai saxon o ai venom inc. Il problema è che secondo me ha poco senso ributtarsi nella mischia a 70 anni quando ormai tutti i treni sono passati, conviene concentrarsi sui gruppi nuovi e continuare a godersi il mitico rob per altri vent’anni ma senza troppe pretese
Area
Giovedì 20 Febbraio 2020, 12.21.33
14
Ho amato i Judas Priest, me li riascolto ancora volentieri proprio come gli Iron Maiden, però per quanto possa voler bene a KK su sta cosa del nome mi é un pochino scaduto... però comunque meglio Owens alla voce che non Al Atkins. Tra l'altro soffermandomi su Owens dico che Jugulator a me é sempre piaciuto, Demolition invece no. Les Binks ha suonato su alcuni dei loro dischi più importanti pre anni 80 e non era male anzi. Comunque anch'io avrei preferito un suo ritorno nei Judas Priest però come hanno detto altri pare che la cosa sia impossibile perché c'é "Maretta" tra le parti.
Vitadathrasher
Giovedì 20 Febbraio 2020, 10.29.52
13
A perer mio i judas non hanno bisogno di questo elemento. Contano i fatti, l'ultimo album è stato un masterpiece. Lui ha tutto il diritto di fare ciò che vuole fa parte del gioco e anche per lui conteranno i fatti...la musica. Di certo il nome è in bilico tra il ridicolo e in parte anche averne un po il diritto vista la lunga militanza. Di certo è un'operazione per richiamare i fan.
Painkiller
Giovedì 20 Febbraio 2020, 7.11.22
12
Interessante un’intervista che ho letto un paio di anni fa circa, in cui Ritchie ha detto di trascorrere molto tempo con Glenn per capire quale sia lo spirito e le modalità di costruzione di una canzone dei Priest. Un po’ come il padre insegna al figlio.
Painkiller
Giovedì 20 Febbraio 2020, 7.09.29
11
@Radamanthis: assolutamente! Judas Priest of fire! 😃 @Mic: la band voleva continuare, KK no, salvo poi cambiare idea per i suoi problemi finanziari. Per farla semplice. Comunque Glenn è sempre dietro le quinte, sta componendo il nuovo album da mesi, mentre il resto della band lo ha raggiunto da poco.
David D.
Mercoledì 19 Febbraio 2020, 22.56.48
10
Che tristezza.
Mic
Mercoledì 19 Febbraio 2020, 21.45.56
9
Però non capisco. Niente più tour. OK. Fuori KK, dentro Faulkner... di nuovo in tour. Deduzione: KK non era più in grado, secondo la band, di suonare dal vivo?
Mic
Mercoledì 19 Febbraio 2020, 21.42.05
8
Painkiller... grazie per il riassunto esaustivo della vicenda!
Radamanthis
Mercoledì 19 Febbraio 2020, 21.40.56
7
Ecco la versione british dei ns Luca turilli rhapsody e staropoli rhapsody e Lione rhapsody. Ora abbiamo i judas priest ufficiali e quelli di kk...vabbè...a parte ciò credo che se qs giovanotti al posto di ridursi a cover band si mettessero a comporre qlc di nuovo mi sa che farebbero ottime cose
Enrico
Mercoledì 19 Febbraio 2020, 21.39.39
6
Certo che quello che è venuto a mancare è l' aspetto umano e un minimo di umiltà cosa che agli Iron invece non è successo addirittura ritrovandosi con tre chitarre e facendo tour sempre più belli....sempre considerando l' età dei componenti
Painkiller
Mercoledì 19 Febbraio 2020, 21.17.51
5
@Mic: la storia è un po’ lunga. Quando la band, dopo aver comunicato l’intenzione di smettere coi Tours mondiali, al termine dell’epitaph tour, ha però deciso di proseguire in studio. KK non era d’accordo e se ne è andato sbattendo la porta. Poi con l’arrivo di Ritchie Faulkner è cambiato tutto. Ritchie è una grande ascia, e la band prosegue il suo cammino. Con l’aggravarsi della malattia di Glen Tipton (Parkinson diagnosticato ormai 15 anni fa), il buon Glen lascia spazio a Andy Sneap (il produttore di Firepower, nonché chitarrista di Hell e Sabbat). Anche in questo caso in tanti si sono chiesti perché non sia stato richiamato KK, ma è presto detto: sin dal primo momento non ha perso occasione per sparlare della band, tutta, e ciò (al di là di quel che si dice) non è andato giù a Glen stesso, Ian, Rob, Scott. Ed in quel momento il buon KK non perdeva occasione di decantare la sua nuova attività ed il fatto che i Judas avrebbero dovuto ritirarsi, mentre la band diceva “se dobbiamo parlarci, facciamolo in privato, laviamo i panni sporchi in casa”, ma il buon Kennet ha continuato per la sua strada. Indi, nessun ritorno all’ovile. Peccato che di lì a poco il suo fantastico business sul campo da golf sia colato a picco, e da lì abbia cominciato ad elemosinare di tornare nel gruppo...
Tino
Mercoledì 19 Febbraio 2020, 21.01.39
4
Cover band di giovincelli
Enrico
Mercoledì 19 Febbraio 2020, 20.55.15
3
Cover band e basta poteva rientrare più dignitosamente nei judas visto che il povero Glenn ha seri problemi di salute...sinceramente non me lo aspettavo da parte di KK
Mic
Mercoledì 19 Febbraio 2020, 20.19.13
2
Rimango un attimo perplesso dalla notizia. Poi la accolgo con favore. I due album con Owens mi piacciono, così come il potente live Meltdown. KK è un mito. Unica nota un po' stonata è il nome della band. Attendo con curiosità. Anche se mi chiedo (magari è noto a tutti, ma non ho seguito le eventuali news) cosa impedisca a KK di tornare nella sua band originale
d.r.i.
Mercoledì 19 Febbraio 2020, 20.10.41
1
Giovani promesse
ALTRE NOTIZIE
19/02/2020 - 19:57
KK`S PRIEST: nuova band con K.K. Downing, Ripper Owens e Les Binks
ULTIME NOTIZIE
05/04/2020 - 13:18
STARGAZERY: tornano a maggio con ''Constellation'', ecco i dettagli
05/04/2020 - 13:13
MAESKYYRN: ecco il video di ''Of Forests and Troubled Pasts''
05/04/2020 - 12:30
SYMPHONY X: a breve inizieranno a lavorare sul decimo album
05/04/2020 - 12:23
CONVULSE: concluso il nuovo album ''Deathstar'', ecco l'artwork
05/04/2020 - 10:36
CHRONUS: previsto per fine maggio il nuovo disco
05/04/2020 - 10:33
BEYOND CREATION: presentano il video di ''Surface's Echoes''
05/04/2020 - 10:26
LORD OF THE LOST: guarda il video di ''We Were Young'' con il coro
05/04/2020 - 10:21
WITCHCRAFT: ecco il nuovo singolo
04/04/2020 - 19:45
SABATON: guarda il video di ''The Lion From The North''
04/04/2020 - 17:33
BETWEEN THE BURIED AND ME: presentato il DVD ''Coma Ecliptic Live''
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]