Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/07/20
AGONY FACE
IV Time Totems

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
WORSHIP
Tunnels

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
LONELY ROBOT
Feelings Are Good

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Behemoth - The Satanist
( 15502 letture )
The Satanist si può descrivere con queste sole parole: semplicità, atmosfera, passato. Semplicità perché i Behemoth hanno creato, nel bene e nel male, un album poco complesso e più fruibile, nelle strutture delle canzoni come nei riff, nelle ritmiche, negli assoli. Atmosfera perché i Behemoth hanno creato, nel bene e nel male, un album in cui la velocità e gli assalti frontali non sono più protagonisti assoluti, ma co-protagonisti assieme alle orchestrazioni ed alle soluzioni evocative. Passato perché i Behemoth hanno creato, nel bene e nel male, un album dai rapporti ambivalenti con ciò che è stato, che non vuole risultare uguale ai più recenti lavori di Nergal ma vuole, invece, tornare a pescare dai primi, da quel black metal che i Behemoth suonavano con tanta passione nella prima parte della loro carriera. The Satanist è un album che farà perdere ai Behemoth alcuni fan e ne farà guadagnare di nuovi; esso è la decima espressione dell'arte di Nergal e nient'altro.

Blow Your Trumpets Gabriel accoglie l'ascoltatore con un riff monolitico, in pieno stile Behemoth. Un riff cadenzato, espressivo, ripetuto con insistenza che risulta anche eccessiva. La prima parte della canzone è avida di variazioni, le prime volte in particolare può venire a noia. Poi, un intermezzo di basso e tutto cambia: si è catturati da un vortice nero e si giunge in crescendo ad un'epica conclusione melodica dove il basso di Orion la fa da padrone, caratterizzata dal magniloquente contrasto tra la solenne maestosità ed il drumming brutale e demoniaco di Inferno. Furor Divinus dimostra che i Behemoth non hanno rinunciato agli up-tempos, e prova il concetto blasting estremi, riff caotici e violenti a metà tra il death ed il black metal; la canzone presenta cionostante delle concessioni melodiche calzanti ed imponenti, senza risultare per questo pretenziose o colpevoli di inficiare l'aggressività di un pezzo tra i più violenti di The Satanist. Messe Noire torna su tempi più moderati, sottolineando la maestria e la classe di Inferno a qualsiasi velocità; anche qui la quantità di riff non è esagerata, ma il valore degli stessi non fa rimpiangere una essenzialità della quale The Satanist vuole fare la sua forza. L'assolo in chiusura alla canzone si dimostra anch'esso parco di tecnicismi ed anzi dal sapore quasi rock; eppure sorprende per attinenza al pezzo e feeling e si impone come momento migliore del brano. Ora Pro Nobis Lucifer è una traccia assai orecchiabile, molto melodica e viaggiante su velocità non eccessivamente sostenute. Nonostante la facilità e la grande attitudine "da singolo", la canzone non si dimostra superficiale; perde qualche punto nel rallentamento a metà canzone ed avrebbe beneficiato di un leggero snellimento, ma rimane di buon livello. Amen stordisce con la sua grande violenza e gioca demonicamente ad accumulare la tensione facendosi via via più cadenzata e liberando tutta l'energia accumulata in una bordata esplosiva che fa male come solo pochi pezzi sanno fare. La title track opprime con i suoi riff tinti di nero e l'andamento ipnotico. Le variazioni sul tema sono poche, ma il brano non presta il fianco a critiche come "ripetitivo" o "noioso"; le orchestrazioni sono usate con maestria, come enfasi e non come anima centrale della canzone, ed il bellissimo assolo proclama The Satanist uno dei migliori del disco. Ben Sahar è la canzone più atmosferica del lotto, procedendo lenta con riff dal sapore orientale. In qualche modo, sembra voler essere meno accessibile degli altri pezzi, pur rimanendo una canzone dallo scheletro volutamente semplicistico. In the Absence ov Light è un'altra gemma del disco, grazie al riffing di livello e all'utilizzo molto efficace di una sezione parlata in polacco, per non parlare della lunga outro. Tuttavia, è la conclusiva O Father O Satan O Sun!, con i suoi sette minuti abbondanti, a stupire davvero; la canzone è veramente epica, presenta anche un chorus in pompa magna e dei riff di prim'ordine. Ancora eccellente l'implementazione del parlato. In sostanza, questa canzone utilizza pochi semplici ingredienti per tirare fuori un risultato eccezionale; si tratta di qualcosa che solo i grandi possono fare.

La produzione di The Satanist è perfetta, come si confà ad un disco uscito sotto Nuclear Blast; particolarmente soddisfacente per quanto riguarda il sound del basso, chiaro, potentissimo, pieno e presente. Anche la batteria è organica e ben lontana dagli eccessi di "plastica" nei quali a volte si incorre con le produzioni ad alto budget. La prova dei quattro componenti è impeccabile, con menzione d'onore per Inferno e per Nergal dietro al microfono, la cui prestazione a volte si dimostra veramente sentita. La componente testuale affronta tematiche che al giorno d'oggi possono apparire banali e scontate, ma lo fa in una maniera adulta e personale, tipica dei Behemoth. Ricordiamo poi che dietro ai testi c'è anche Krzysztof Azarewicz, quindi non proprio il classico metallaro dell'ultima ora che cerchi un modo facile per attrarre quattordicenni ribelli. Infine, si segnala l'artwork a dir poco eccelso, opera dell'artista Denis Forkas.
Su The Satanist si potrebbero dire tante altre cose, ma personalmente trovo che una descrizione diretta ed incentrata sui fatti nudi e crudi sia la più adatta ad un album che pare aver fatto dell'essenzialità il suo carattere principale. The Satanist non è perfetto (il suo più grande difetto è forse la semplicità, che lo rende meno longevo che in passato) e molti puristi dei precedenti album dei Behemoth probabilmente giungeranno ad odiarlo senza pietà. Se per voi l'adottare tempi più moderati, il ricorso alla melodia e la semplificazione della proposta equivalgono ad inequivocabili ed oltraggiosi segnali di come i Behemoth si siano "venduti", allora potete fare anche direttamente a meno di ascoltare il disco. Secondo chi scrive tutto è fatto con classe ed i difetti presenti sono di poco conto nel quadro complessivo.

Consigliato a chi ama i Behemoth e anche a chi non li ha mai amati. Vi pare poco?



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
82.82 su 139 voti [ VOTA]
Aceshigh
Giovedì 11 Gennaio 2018, 19.32.56
114
Hanno fatto di meglio in passato, ma anche questo è un bel disco; personalmente ho apprezzato in special modo gli episodi più atmosferici. Ci vuol sempre coraggio a cambiare stile... e buone idee per cambiarlo senza toppare (come mi sembra in questa occasione). 82
Luigi
Lunedì 1 Gennaio 2018, 20.19.03
113
Gran bel disco! Molto diverso da quelli precedenti,è più sul Black che sul Death Metal. Ho apprezzato molto le tracce "Blow tour trumpets Gabriel"e "Ben Sahar",mentre la title track non mi è piaciuta molto. Devo dire che preferivo il periodo da Demigod fino a Evangelion anche se questo cambiamento l'ho gradito molto. Bellissimi i tocchi orchestrali. VOTO:85
Agente speciale Dale Cooper
Mercoledì 30 Agosto 2017, 1.37.03
112
Un disco diverso,un esperimento ben riuscito di black metal moderno che sa acchiapparti subito.Ma per me i Behemoth del periodo death demoniaco che va da Satanica a Evangelion rimagono molte spanne sopra
666HailSatan
Martedì 29 Agosto 2017, 17.59.35
111
ottimo album! sicuramente uno dei loro migliori, se non IL migliore, e il mio preferito della loro discografia!
Mat
Venerdì 24 Marzo 2017, 8.10.07
110
Conosco bene la band di Nergal, ho ascoltato ogni loro disco. The Satanist è il loro migliore per me.
antomie
Martedì 28 Febbraio 2017, 15.11.10
109
Devo ammettere che mi sono avvicinato recentemente ai Behemoth, e direi che preferisco decisamente l'ultima parte della loro discografia, in particolare questo "The Satanist" mi convince dall'inizio alla fine, voto 85
Albert
Giovedì 25 Agosto 2016, 21.25.52
108
È davvero un disco eccellente! Mi piace un sacco!
AL
Mercoledì 9 Marzo 2016, 15.11.34
107
E’ il loro primo disco che ascolto e mi piace. Ammetto di non essere un esperto conoscitore del genere ma loro son proprio bravi. La recensione è essenziale e ben descrive l’album. I primi 4 pezzi e l’ultimo sono notevoli. Li vedrò dal vivo quest’estate a un festival e spero facciano un po’ di pezzi questo album.
black
Lunedì 15 Febbraio 2016, 22.35.55
106
Visti live in questa settimana dove l han suonato tutto.. Nulla da dir il loro migliore disco. Che gruppo. Che spettacolo..impeccabili.. Non una canzone brutta o un punto basso.. Voto 10
Punto Omega
Venerdì 12 Febbraio 2016, 15.53.26
105
A distanza di due anni: punto di svolta nella loro carriere, album che portano attualmente in tour per riproporlo interamente ed ormai pietra miliare per il genere.
Uno
Giovedì 10 Dicembre 2015, 13.50.26
104
Solo vedendoli dal vivo uno si può rendere definitivamente conto della grandezza di questa band. Riescono a suonare pezzi vecchissimi e nuovissimi con uno stile unico che li fa sembrare tutti dello stesso album, pur essendo diversissimi. Oltre i generi, oltre le etichette... Possono piacere oppure no ma questo ultimo album non fa che confermare che la loro carriera finora è strepitosa !
manaroth85
Mercoledì 9 Dicembre 2015, 17.34.12
103
non vedo l ora sia l 11 febbraio per sentirlo suonar tutto!!capolavoro!!
Matteo
Sabato 21 Novembre 2015, 16.08.31
102
Discone della madonna.
Poss
Venerdì 17 Aprile 2015, 22.09.03
101
Il migliore dopo Demigod. Bellissima l'atmosfera di questo album. Che bravi che sono
Macca
Mercoledì 8 Aprile 2015, 11.37.20
100
Niente da fare, proprio non mi piace...lo considero definitivamente un passo indietro rispetto alle release precedenti.
Ste
Giovedì 12 Febbraio 2015, 16.57.14
99
Disco interlocutorio, l'ho ascoltato parecchie volte per farmi un'idea nitida in merito e onestamente -a me- non è sembrato tutto quel che con cui viene proclamato a destra e manca, non dico che sia insufficiente nè superbo; mediocre però sì. Dura poco, 40 minuti che però sono più gli sbadigli che altro. E' un disco medio, si ascolta, qualche pezzo molto buono c'è come: Blow Your Trumpets Gabriel, Messe Noire, Ora Pro Nobis Lucifer -la migliore del disco- e l'interessante O Father O Satan O Sun! Ottimo l'artwork e il design del disco, testi curati e professionali, il packing del prodotto è ben riuscito, musicalmente parlando ni. La produzione è impeccabile peccato che le altre canzoni i che non ho menzionato non siano sullo stesso piano di quelle citate, il che fa sembrare il cd abbastanza interlocutorio. Il calcolo è breve: 8 tracce di cui 4 più che buone e le altre medie o superflue. La produzione è ok, i testi pure; per me è un 65/100 senza infamia, senza lode. Al prossimo colpo faranno meglio, amen.
Pietro
Mercoledì 26 Novembre 2014, 14.13.46
98
Non mi è piaciuto molto, ovviamente da un ascolto sul tubo, mentre ottmo l'ultimo dei SepticFlesh, ma io non sono molto pratico del genere. Sarà quello...
lux chaos
Venerdì 17 Ottobre 2014, 12.02.09
97
Dopo molto tempo dalla sua uscita, continuo imperterrito a trovare questa band una delle più sopravvalutate (se non LA più sopravvalutata) del metal negli ultimi 15 anni...pazzesco...togliendo la leucemia, il satanismo, i video horror, i testi satanico-hollywoodiani e le puttanate, resta solo la musica...e per l'ennesima volta, al di là di un paio di tracce, è mediocre. Un gruppo nè da odiare, nè da idolatrare, un gruppo assolutamente nelle norma
Luca
Domenica 5 Ottobre 2014, 18.23.34
96
Grandissimi
NecroticAceGamer
Martedì 23 Settembre 2014, 23.21.49
95
Ho avuto modo di riascoltarlo per me rimane un disco degno di nota.In ogni caso ai Musicisti polacchi non gli si può negare di essere i leader assoluti della scena europea e non.Come sempre,bel disco e ottimo lavoro da parte di Nergal.
Macca
Martedì 2 Settembre 2014, 19.53.31
94
Devo approfondirlo, ma mentre i precedenti (da Zos a Evangelion) mi avevano in qualche modo colpito subito questo non mi ha entusiasmato in modo particolare. I richiami a sonorità più orientate al black sono evidenti, così come una maggiore varietà compositiva, ma finora non mi sta convincendo come era capitato con gli splendidi predecessori. Ripasserò.
Nihilistic decadence
Sabato 16 Agosto 2014, 1.12.30
93
Mmm.. Bisogna ammettere che i Behemoth sono sempre stati o idolatrati in modo esagerato, o odiati in modo altrettanto esagerato.. Detto ciò, io mi sono sempre posto a metà strada: il black dei primi due LP, personalmente, l'ho sempre trovato abbastanza scialbo e fintamente solenne, per cui il controverso Nergal è passato a un death abbastanza personale. Non dico sia stata una svolta meramente commerciale, ma è in parte sospetta.. E questo disco non fa che rafforzare la mia opinione: richiama il black "solenne" degli inizi, unito al death di The Apostasy e Evangelion, nel tentativo evidente di rinnovarsi.. Lo trovo in parte lodevole, dico in parte perché manca di potenza, quella sana forza di distruzione che il death DEVE avere; insomma hanno puntato troppo sulla teatralità. E tutto questo è inficiato dalla produzione, davvero di plastica: gli strumenti sono ridicolmente perfetti e non trasmettono quell'atmosfera malata che c'è in band come Cannibal Corpse, Cryptopsy o Gorguts (per citarne alcune).. Sembra quasi che abbiamo voluto introdurre tanta pomposità, per poi fare un collage con i riff di chitarra (anche questi un po' anonimi, rispetto alle band che ho già citato), una batteria che non impressiona più di tanto (mettete Inferno e Flo Mounier a confronto e capirete) e una voce che, mi dispiace dirlo, ma per "cause di forza maggiore", manca di potenziale.. Merita un 70 per il "compito svolto" e per la forza di volontà di Nergal nel continuare (magari solo per vendere un po'...), niente di più, niente di meno.. Poi, ovviamente, è un parere puramente personale eh!
Abbadon87
Venerdì 15 Agosto 2014, 23.26.53
92
Comunque apparte gli scherzi, da come ho potuto veder questo album ha spaccato in due il pubblico.Concordo con Marduk anche io l ho rivalutato certo c'e da dire che rispetto ai lavori precedenti suona piatto tuttavia ho notato una certa voglia di fare qualcosa di diverso ahimè succede sempre così. Pero considerato che Nergal non se l'era passata bene, però dal dire che sia scopiazzato e che e una cagata ce ne vuole oramai quando si cerca di rinnovarsi succede sempre cosi il disco per come la vedo io è degno di nota un 80 lo vale e non si merita tutte le critiche che sta ricevendo ma ognuno la pensa come vuole.Dico della maturita discreto e nel complesso piu che valido da comprare per cji cercava un po di cambiamento da parte della band
Abbadon87
Mercoledì 30 Luglio 2014, 3.40.45
91
Mminghie ! Mani in su per i Beremoth
Karma Roots
Martedì 17 Giugno 2014, 18.45.45
90
A me, me piace. -Cit.
Attila Csihar
Domenica 27 Aprile 2014, 20.04.04
89
Avessero sbagliato un disco, dico io. Tutti disconi, uno meglio dell'altro, e questo non è da meno.
hulk
Domenica 16 Marzo 2014, 19.58.16
88
Non mi è piaciuto per niente,non faccio un discorso tecnico,dico solo emozioni=zero.
Anthares616
Sabato 15 Marzo 2014, 22.02.53
87
Grandi, come sempre, ottimo disco! Chi commenta dicendo che li preferiva prima....bhè, non ha capito e non capirà mai un cazzo di musica.Ogni genere si evolve! Concordo perfettamente con l'ultimo commento di Punto Omega, W il cambiamento!
Anthares616
Sabato 15 Marzo 2014, 22.02.52
86
Grandi, come sempre, ottimo disco! Chi commenta dicendo che li preferiva prima....bhè, non ha capito e non capirà mai un cazzo di musica.Ogni genere si evolve! Concordo perfettamente con l'ultimo commento di Punto Omega, W il cambiamento!
metal100
Domenica 23 Febbraio 2014, 14.42.04
85
me piace de brutto
d.r.i.
Sabato 22 Febbraio 2014, 17.30.59
84
A me piace: concordo con il voto 80!
Punto Omega
Giovedì 20 Febbraio 2014, 17.15.40
83
Torno a parlare di The Satanist. Dopo averlo ascoltato più di venti volte, mi trovo ad asserire che 1) inizia una nuova fase dei Behemoth; 2) è il disco della maturità. Ad ogni modo, ritengo che fra 10 anni sarà uno dei dischi più lodati della loro discografia. Anzi, aumento il tiro: gli anglosassoni per questo tipo di disco usano un'espressione che calza a pennello: genre-defining.
MPostmortem
Mercoledì 19 Febbraio 2014, 23.26.53
82
@Punto Omega pensa te... Ja urodzony w polsce, ale zyje tu we wloszech od kiedy mialem 7 lat. Fajnie, nie codziennie sie poznaje wlocha co po polsku mowi!! Szkoda o Bologne, piwko by my sie napili!! Cholerna praca, ja tez ciagle koncerty trace, ale jakos trzeba sobie zarobic na nie! No to moze w pazdzierniku wpadniemy na piwko, ja na pewno bede!! Jutro polska flage moze wystawie, a w pazdzierniku to by my mogli wystawic wloska!!!
Punto Omega
Mercoledì 19 Febbraio 2014, 22.31.47
81
@MPostmortem: nie, nie jestem Polakiem, ale mieszkałem w Krakowie i drugiego magistra zrobiłem na uniwersytecie Jagiellońskim (ale wszystko studiowalem po angielsku). Później mieszkał ponownie w Polsce, kiedy byłem doktorantem (na włoskim uniwersytecie) i teraz mam żonę Polkę. Może być że w październiku będę w Katowicach i Kraków nie jest daleko Jutro nie mogę być w Bolonii, bo pracuję do późna
MPostmortem
Mercoledì 19 Febbraio 2014, 20.51.01
80
@Punto Omega a jutro bedziesz w Bologni?
MPostmortem
Mercoledì 19 Febbraio 2014, 20.49.17
79
@Punto Omega, tak jestem polakiem. Ty tez? W pazdzierniku (8go i 9go) w Krakowie podwojny koncert Behemotha. Lokal to "Fabryka". Spoko o polski, moj tez jest nie najlepszy. Bedziesz sie wybieral do krakowa?
Punto Omega
Mercoledì 19 Febbraio 2014, 12.27.35
78
@MPostmortem: Jesteś Polakiem? Możesz mi dać jakie informacije o tym dwojnem koncertu w Krakowie. Przepraszam bardzo że moja znajomość polskiego języka jest okrutna.
Kuru
Martedì 18 Febbraio 2014, 10.37.14
77
L'ho trovato piatto, inutile, stanco, con una composizione banale e una produzione -per i miei gusti- orrenda e super pompata. I testi sono una delle robe più ridicole e infantili che abbia mai letto. Decisamente bocciato.
l'Accademico
Lunedì 17 Febbraio 2014, 21.20.45
76
...ho ascoltato meglio il CD. Il tempo mi ha aiutato ad eleborare la musica. Ora posso dire con estrema certezza che questo disco è una CAGATA planetaria.
Giasse
Domenica 16 Febbraio 2014, 23.59.28
75
Lo ritengo una buona easy listening. Ha tutto: produzione fantasmagorica, brani atmosferici, un po' di death, un po' di black, super p tempos... non e' il loro migliore ma delle ultime fatiche mi pare davvero la piu' completa e matura. In piu' incontrno il mio gusto personale.
spiderman
Domenica 16 Febbraio 2014, 19.58.18
74
@MPostmortem,purtroppo,non posso partecipare.Ho da poco trovato lavoro e non posso partecipare,sei fortunato,ti invidio tanto,live sono delle vere e proprie bombe,non hanno rivali, sono imbattibili,sono dei veri spakka ossa,lo so perche' live li ho visti 4 volte e sono fenomenali,beato te,mi manchera' la loro incredibile potenza furiosa.Saluti e divertiti.
MPostmortem
Domenica 16 Febbraio 2014, 18.49.03
73
@spiderman l'importante è capirsi. Purtroppo le interazione asettiche come questo fanno delle volte passare per flame quello che è detto con tutta la naturalezza dle mondo. Ad ogni modo, il 20 febbraio presenzi al live a bologna? Io onestamente non vedo l'ora. Ma ancor di più una doppia data dei Behemoth a Cracovia (ad ottobre se non ricordo male). Saluti e...horns up!!
spiderman
Domenica 16 Febbraio 2014, 17.08.06
72
@MPostmortem,chiarimento completo anche con te,sapendo che sei polacco allora cambia tutto e voglio fidarmi di te,amo la Polonia e amo i Behemoth,ho tutta la loro discografia,ed ho comprato anche The Satanist,ed ho una grande ammirazione per Nergal,credo come si e' capito che la colpa non e' la sua ma della Nuclear Blast,e' piu' forte di me,non la sopporto quando si intromette su cose che non dovrebbero riguardarla cerchero' di abituarmici,non ti preoccupare,come ti ripeto mi fido,questione risolta.Un saluto a tutti i metallari polacchi.Stammi bene MPostmortem e stay metal anche a te.Saluti a te e alla Polonia.
MPostmortem
Domenica 16 Febbraio 2014, 15.59.10
71
@spiderman...Con "presunti trascorsi personali" non intendevo quello che mi sembra tu abbia capito. In effetti scrivendo il tono viene sempre meno e magari avrei potuto approfondire l'apertura del mio commento. Il senso (cha magari senza tono, appunto, non è risultato chiarto) era semplicemente il non voler discorrere delle cose che tu affermi. Di certo non sono cose che mi riguardano e non le hai scritte riferendoti a me. Insomma, volevo farmi i fatti miei. Questo il significato. Mi dispiace che tu l'abbia interpretata male. Per il resto tutto come prima. Anche il termine "cazzate"...insomma, magari avendo mal interpretato l'inizio del mio commento partivi già prevenuto sul resto ma ti chiedo un po' di elasticità. Non ti ho insultato ma commentavo il tuo commento (odioso gico di parole). Per quel che rigiarda tutto il discorso, invece, io magari non ti avrò citato "le fonti". Ma nemmeno tu. E comunque no, niente "giornali gossipari -scandalistici" o simili cose. Devi sapere che in Polonia esiste un tempo (una sorta di tempo di prescrizione) successivo al quale le informazioni possono essere distribuite anche se precedentemente coperte dalla privacy. Sarà stata anche una mossa pubblicitaria ma i polacchini dei Behemoth, Adam quindi, non si son fatte troppe menate di privacy fino ad un certo punto. Per quanto riguarda i numeri di donatori che ti dicevo, in tutte le piazze delle principali città si son organizzate le tipiche "bancarellate" di info e spiegazioni per convincere la gente a donare. E i numeri dei donatori erano disponibili prima e dopo, forniti dalle aziende ospedaliere. Insomma, essendo polacco, essendo spesso lì, vivendo la scena polacca e facendomici le pugnette se proprio vuoi, ho voluto rispondere al tuo post.Ovviamente è un discorso enorme e ormai sta proprio uscendo dalle analisi del "the Satanist". Detto ciò. Chiedo venia se ti sei offeso sull'accenno alle tue questioni personali. Incomprensione. Tutto qui. Spero di essermi chiarito meglio, questa volta. Saluti.
Lord Ancalagon
Domenica 16 Febbraio 2014, 15.12.57
70
@spiderman: hai travisato il senso del mio intervento, anche per il sottoscritto sono chiari come il sole ad Agosto gli elementi sui quali ti sei basato per esprimere la tua opinione, io ho semplicemente scritto che per l'appunto sono soltanto personali congetture da prendere con le molle, tutto qui. Sull'andare in spiaggia con i Behemoth "a palla" era una battuta in risposta al post 63 di Death Metal, ma penso che tu non ti sia allontanato molto dalla verità quando hai scritto che mi metterebbero in galera buttando via la chiave, vorrà dire che sostituirò i Behemoth con gli Spandau Ballet... eheheh . @Sambalzalzal: ecco, neanch'io riesco a digerire questo bombardamento con decine di previews, anticipazioni, trailer hollywoodiani, teaser e chi più ne ha, più ne metta! Poi è chiaro che non tutti ragionano come il sottoscritto e avranno certamente i loro effetti, ma per quanto mi riguarda il risultato è che quando esce il disco son già stanco in partenza e perdo la voglia di ascoltarlo, maudits!
Sambalzalzal
Domenica 16 Febbraio 2014, 14.44.32
69
Death Metal@ ok ok, io ti ripeto, il disco non mi è dispiaciuto ma lo sento lontano da quello che sono i Behemoth. Le produzioni e le manovre che patrocina la NB non mi piacciono. hanno livellato la qualità di un sacco di bands, con livellare non intendo che le hanno peggiorate ma omologate e rese tutte un po' simili. Simili non solo nel suono ma anche nell'attitudine. la cosa che veramente non mi è andata giù sono state le previews documentario stile hollywoodiano che ho percepito come "questo è il disco che ci farà fare il salto di qualità". Sicuramente a livello di notorietà hanno centrato l'obbiettivo che si erano prefissi ma non sempre suonare quello che la gente vuole in un determinato periodo storico è sinonimo di disco di qualità. Questo perlomeno è il mio punto di vista
spiderman
Domenica 16 Febbraio 2014, 14.30.53
68
@Mpostmortem:con PuntoOmega e Deathmetal,l'incomprensione e'risolta viste le loro risposte chiarificatrici,massimo rispetto ora per quanto hanno spiegato,chiarimento completo con loro,il mio intervento era dovuto a male interpretazione sul metro dei giudizi esposto in modo preciso da Lux Caos.per quanto riguarda i dati e le fonti da te citati ,sono quelli ufficiali governativo-ministeriali del governo polacco?visto che anche in Polonia le donazioni sono coperte da anonimato e dal diritto alla privacy o sono le classiche sparate dei giornali gossipari -scandalistici?. Per quanto riguarda il tema "cazzate",La cazzata grossa(ma Grossa) l'hai sparata tu, "preesunti trascorsi personali"?,ma come ti permetti?guarda non ti dico quello che dovrei dirti perche' non ho mai offeso nessun utente,e non ho mai aperto flame violenti,ti auguro solo che non ti accada quello che gia' ho desritto.Per quanto riguarda il mio intervento io ho sempre usato toni pacati e distesi "Non mi sembra",non e' un tono da certezza assoluta,come mi sembra invece il tuo.Per l'album sono felice che ti sia piaciuto,io non lo ho stroncato gli ho dato 78,ho detto solo che per me non e' un capolavoro,ed ho citato i capolavori miei preferiti.Per il commento 64 del buon Lord Ancalagon,non posso farci nulla se non hai capito,chi ha voluto capirlo non ti preuccapare che l'ha capito,io non ho capito quello che dici tu,io non ho la tua testa e tu non hai la mia,quindi siamo pari,anche per te,sono contento ti sia piaciuto a differenza che a me,per il resto mi hai messo di buon umore io una ragazza ce l'ho gia',sara' un problema con questa musica nel posto delle discoteche e delle belle spiagge,senza essere citati in giudizio per danni al turismo balneare(sto scherzando sempre meglio precisare in questo forum),comunque buona fortuna!Lord che altro dirti?stammi bene,stay metal e buon rimorchio.Detto questo,dopo i chiarimenti avuti,non interverro' piu' in questo forum,e non rispondero' piu' ai commenti di altri,tranne se per offese sul piano personale,troppinricordi personali sono affiorati e non potrei piu' avere la lucidita' giusta per rispondere.Buona conversazione e buon commento a tutti.
Death Metal
Domenica 16 Febbraio 2014, 12.44.40
67
çLord Ancalagon ahahah certo, e magari seguita da Lucifer
MPostmortem
Domenica 16 Febbraio 2014, 11.27.55
66
@spiderman, non entro in merito ai tuoi presunti trascorsi personali e nemmeno alla tua discussione con @Punto Omega. Resto sul tema dell'album/Behemoth/Darski. Sbagli di grosso (GROSSO) nella tua affermazione "non mi sembra che abbia speso una parola,per gli sfortunati in lista come lui,che per estrazione a sorte non ce l'hanno fatta,per la donazione del donatore provvidenziale". Grazie all'esposizione mediatica, o "smerciando e vendendo la sua stessa sofferenza" come dici tu, di Adam e alla sua malattia in Polonia i donatori di midollo osseo sono aumentati di oltre 10 volte, 10 VOLTE!! I numeri non mentono. Ha fondato un'associazione che raccoglie fondi per i suoi "compagni di malattia", se mi passi il termine. Ha aiutato le fondazioni preesistenti con donazioni personali, per aiutarli nella lotta alla leucemia. Ha sollevato un problema che la gente a malapena sapeva che esistesse. Purtroppo la Polonia era, ed è, uno dei paesi più ignoranti su questo tipo di male. Adam ha letteralmente cambiato le carte in tavola, con promozioni personali, associazioni, collaborazioni con associazioni simili dell'estero (principalmente Germania). Ha scosso le coscienze. L'uscita del suo libro autobiografico sotto forma di intervista (Spowiedź heretyka) ha supportato economicamente queste realtà, con una parte di ogni libro devoluto in diverse associazioni di lotta al cancro, non solo alla leucemia. Ha usato, lui, la sua notorietà (datagli anche dalla relazionie con la popstar Doda, certo) per qualcosa di concreto, importante e nobile.Quindi permettimi di riprenderti su questo punto, il fatto che il suo impegno non si sia visto qui in Brianza o nel Milanese non vuol dire nulla. Ti può certo dare fastidio la sua esasperata prova mediatica (la penso così anche io a modo mio) ma, visti i risultati, direi che non ha mai sbagliato nei suoi atteggiamenti. Ha fatto quello che le persone comuni (non famose) non riuscivano a fare nella lotta contro questo male invisibile nella società polacca. Quindi, in definitiva, non diciamo cazzate mossi da considerazioni personali sul disco/gruppo/Adam (liberissime, sia ben chiaro) e da informazioni così precarie e frammentarie come quelle che puoi avere tu. E che di fatto hai. Parliamo di cose che sappiamo e conosciamo invece che di libere invenzioni dettate dal nostro ego e dalle nostre sensazioni. Saluti
Lord Ancalagon
Domenica 16 Febbraio 2014, 9.38.05
65
@Death Metal: questa estate si va a Rimini a rimorchiare ragazze con O Father, o Satan, o Sun! a palla nello stereo!
Lord Ancalagon
Domenica 16 Febbraio 2014, 9.36.08
64
Condivido ancora una volta quanto scritto da Punto Omega ed in particolare sottoscrivo la seconda parte del suo commento numero 54, quando parla delle varie influenze del gruppo per intenderci, ha scritto ciò che io ho pensato. Poi per carità rispetto le opinioni di tutti come deve essere ma davvero mi chiedo con grande curiosità come facciano certi utenti ad asserire con assoluta certezza che questo disco è "studiato a tavolino", questa proprio non riesco a capirla. Evidentemente se ne vanno allegramente a spasso con la sfera di cristallo sotto braccio, non vi è altra spiegazione. Sulle esternazioni di Nergal citate dal buon spiderman al commento 58 che dire? Niente, ho sempre dato importanza solo alla musica e delle "sparate" degli artisti metal non me ne è mai importato nulla, dovessi guardare la coerenza e l'onesta intellettuale dei suddetti a quest'ora avrei già cestinato un buon 90% dei dischi metal che possiedo. Per quanto attiene The Satanist confermo il mio precedente 85/100, alla pari con Thelema e Zos Kia ed inferiore soltanto a Demigod ed Apostasy, chiaramente a mio parere.
Death Metal
Domenica 16 Febbraio 2014, 9.18.59
63
spiderman, puntare ad una platea più vasta? Non sono esattamente gli Slipknot....
Death Metal
Domenica 16 Febbraio 2014, 9.11.10
62
Sambalzalzal, naturalmente qui tutti esprimiamo i nostri pareri personali, io rispetto i pareri di tutti, ho nominato il disco dei MA solo come esempio, non avevo intenzione di forzare nessun parere diverso dal mio. Io ho dato il voto 85 solo ed esclusivamente per la musica del disco, gli avrei dato lo stesso voto anche se fosse stato un disco di qualsiasi altra band, non mi faccio influenzare dal nome in copertina, nè da tutti i fattori esterni accaduti prima della pubblicazione. Secondo me The Satanist è tutt'altro che un disco piatto o asettico, secondo me è l'ennesimo gran bel disco di una band che può ancora regalare grandi cose nel futuro.
lux chaos
Domenica 16 Febbraio 2014, 2.19.49
61
@puntoomega: ovviamente non mi riferisco a te
lux chaos
Domenica 16 Febbraio 2014, 2.18.45
60
Sono d'accordo, però allora non "sovrainterpretiamo" e basta, ne in negativo ma neanche in positivo, non si può dargli 90 perchè questo disco è molto sentito dalla band e soprattutto da Nergal dopo tutto quello che ha passato...restiamo sulla musica
Punto Omega
Domenica 16 Febbraio 2014, 2.03.17
59
@spiderman: Mi dispiace per le tue vicende personali, per il resto penso che abbia ragione a sfruttare quello che gli è capitato per cercare di guadagnarci sopra. Non tutti sono così fortunati e di certo non mi va di biasimarlo per questo. Poi, non ti pare che tutte le sparate siano tutte strategie di marketing per aumentare gli interessi nei confronti della sua creatura, magari pianificate da qualcuno. Ma scusami di tutte le vaccate che sparano molti gruppi underground quando hanno la possibilità di avere un minimo di risonanza mediatica, non ne teniamo conto? Secondo te le pensano veramente le vaccate che dicono? Tornando ai Behemoth, le stesse accuse di sellout furono rivolte loro ai tempi di Evangelion, ai tempi di Demigod e addirittura nei primissimi tempi, quando si distaccarono da un a frangia assai estremista di blackster polacchi. Nihil sub sole novum e in tutta sincerità, cominciano ad essere spassose. Poi guarda, le opinioni su un lavoro possono essere condivise o meno, l'importante è che non si facciano sovrainterpretazioni che, fino a prova contraria, non hanno nessun fondamento.
spiderman
Sabato 15 Febbraio 2014, 23.56.59
58
@ Punto Omega,ma come cazzo ti permetti di darmi dell'immaturo, immaturo sarai te.Che ne so io?ho rischisto di morire per una emorragia ,fortunosamente un amico di mio padre dono' il sangue compatibile con il mio,e mio zio e' morto per un mancato trapianto di fegato,quindi so quel che dico.Se leggi bene sotto io ha dato 78 proprio per il rispetto per Nergal e cio che ha passato,nonostante per me sia anche inferiore a quel numero,ma e' proprio lui a non rispettare niente svedendosi con il suo sangue nella copertina del loro lavoro,e sparando a zero sulle band del settore americane.Ma da che pulpito viene ls predica? Proprio loro che per anni si vantavano di non essere commerciali e di fare il miglior metal intelligente ,colto,filosoficamente occulto,gli consiglio l'ascolto degli A hill to Die Upon,visto che le orecchie le hs atrofizzate,poi voglio vedere se fa lo sbruffone.,questa e' ipocrisia bella e buona,e ' lui che manca di modestia,e allota si aspetti pan per focaccia.I capolavori loro sono Pandemonic Incantation,Satanica,The Apostasy,Thelema6, Evangelion,li si c'era anima e core come si dice,non questo piattume studiato a tavolino che ha poca spontaneita' e creativita',non un materpiece per intenderci.ovviamente questi sono i mie gusti e rispetto sempre quelli degli altri.
zzz
Sabato 15 Febbraio 2014, 22.57.58
57
pecca solo nella durata... trooooppo breve
Sambalzalzal
Sabato 15 Febbraio 2014, 21.12.04
56
Death Metal@ Io ho espresso un mio parere che è mio, non mi venire a forzare su quello come io non dico nulla su quello che è il parere altrui. Dite la vostra però non andate a mettere bocca su quelli che sono i punti di vista degli altri, per favore, lo ripeto per l'ennesima volta. Si parla del lavoro di una band, non sui commenti di chi la ascolta. Se vuoi dico che questo è un album che merita 99 ma per me non è così. Tra parentesi, l'ho votato 60 che non è una stroncatura.
marduk
Sabato 15 Febbraio 2014, 20.53.04
55
riascoltato estremamente accuratamente l'album...che dire....un po' rivalutato....ma non mi convince più di tanto...lo trovo sempre forzato ma tutto sommato sufficente...almeno...nota sicuramente positiva hanno provato ad evolversi...non si sa se in meglio o in peggio per il futuro....spero solo che questo sia solo un disco di transizione....
Punto Omega
Sabato 15 Febbraio 2014, 20.15.47
54
@spiderman: con tutto il dovuto rispetto, ma tu cosa diavolo ne sai di quale sia stato il percorso individuale di Darski durante la malattia? Hai mai avuto qualcuno di vicino a te morto per leucemia? Secondo te non ha fatto bene a giocarsi la sua popolarità per poter sopravvivere? Poi, forse non hai notato che ha fatto una gavetta molto, ma molto lunga per essere dove sta adesso. Cazzo, uno che è riuscito ad acquisire un tale livello di notorietà suonando metal estremo, partendo da club in cui c'erano 20 persone a guardarli e da un Paese che, certamente non offriva le possibilità degli Stati Uniti, Germania, Svezia e Norvegia, per poi piano, piano conquistarsi quello che ha fatto lui non merita rispetto? Ma scusami, chi sei tu per poter giudicare? Le tue accuse, su quanto altri artisti non abbiano messo in mostra le proprie lotte contro malattie e/o dipendenze sono francamente pazzesche. Un conto è criticare un'opera, un'altra attaccare qualcuno in modo delirante. Il disco può anche non piacerti, i tentativi di pubblicizzarlo potranno adirarti, nessuno vuole impedire la tua libera espressione, sappi però che l'esprimerti in una determinata maniera ti fa apparire notevolmente immaturo. Poi, i Behemoth avrebbero preso dai Svart Crown, quando si tratta palesemente di loro cloni? Dai Belphegor, quando sono loro che sono andati verso una behemotizzazione? Per non parlare della tua uscita sulla tradizione scandinava, tra l'altro citando alla meno peggio (le influenze scandinave le hanno per ovvi motivi, ma il modo in cui l'hai buttata è ridicolo). Scusate, ma certe cose non le accetto.
spiderman
Sabato 15 Febbraio 2014, 18.48.19
53
@DeathMethal,non sono tanto d'accordo con te.Molto sentito da Nergal?perche' uscito duramente provato dalla malattia? Ne siamo sicuri? All' inizio la pensavo come te.Se e' cosi come dici ,come mai ha spiattelato ai 4 venti(smerciando e vendendo la sua stessa sofferenza)con interviste mondiali a pagamento e arelative apparizioni a tv polacche e tedesche per mesi interi che il suo sangue del suo brutto periodo,l'ha fatto impiastrare e mescolare ai colori del pittore surrealista russo Denis Forcas per l'artwork "pubblicitario" della copertina dell'opera,con la benedizione discutibele ma redditizia della nuclear blast?non mi sembra che abbia speso una parola,per gli sfortunati in lista come lui,che per estrazione a sorte non ce l'hanno fatta,per la donazione del donatore provvidenziale.molti artisti lottano o sono usciti da droga e malattia,non facendo la cappellata che ha fatto lui.The Satanist,lo ribadisco e' un lavoro fatto senza convinzione e ricchezza di idee,assemlandolo alla meglio con scopiazzature da diverse band,i testi sono inferiori ai loro lavori precenti,per puntare come ha detto@Giga 1980 ad una platea +vasta fatta ancha fi adolescentinalle prime armi,il tutto scanditoma tavolino dal metronomo della Nuclear Blast e da metal blade.l morbid Angel?si hai ragione infatti hanno copiato anche da loro.L'opra e' un inno,un rituale,un'invocazione?si ma cosa?Al vuoto (poi ognuno pensi quel che vuole) e alla piattezza del loro lavoro.Amen.
Death Metal
Sabato 15 Febbraio 2014, 17.00.58
52
Secondo me invece questo disco è molto sentito dalla band e soprattutto da Nergal, dopo tutto quello che ha passato è un miracolo che sia riuscito a rimettersi in piedi ed a pubblicare un disco, per di più di qualità come questo. Sono felice per lui perchè la sua musica mi ha sempre emozionato, ogni disco dei Behemoth è per me un piccolo capolavoro, forse questo non è il loro disco migliore ma è degno di far parte della loro discografia.... Se volete sentire un disco asettico e di plastica ascoltate l'ultimo Morbid Angel
gianmarco
Sabato 15 Febbraio 2014, 14.25.40
51
x spiderman li sto ascoltando su bandcamp
gianmarco
Sabato 15 Febbraio 2014, 14.19.49
50
grandi burial hordes , ner,i epici
Sambalzalzal
Sabato 15 Febbraio 2014, 10.22.09
49
Ho finito di ascoltarlo ieri sera per la seconda volta. i vecchi Behemoth sono belli che andati e già da i primissimi ascolti delle previews un'idea me l'ero fatta. Non è un brutto album ma a mio parere suona asettico e di plastica, senza passione. Quoto Spiderman@ nell'album si sente un sacco di roba "esterna" e quoto Giga1980@, dove vogliono andare a parare è chiaro. Grazie Nuclear Blast.
spiderman
Sabato 15 Febbraio 2014, 9.42.12
48
@gianmarco,sono contento che ti stanno piacendo,strano comunque che non li conoscevi,specilmente per i Burial,l'ultimo loro lavoro,Incendium(2014),e' una meraviglia davvero,ti consiglio almeno di dargli un ascolto.
gianmarco
Sabato 15 Febbraio 2014, 9.36.55
47
a volte certe band che mi mancano le scopro mediante suggerimenti
gianmarco
Sabato 15 Febbraio 2014, 9.24.41
46
li ho scoperti grazie a spiderman oggi Death Metal
Death Metal
Sabato 15 Febbraio 2014, 9.16.46
45
Ma come facevi a non sapere della loro esistenza gianmarco?
gianmarco
Sabato 15 Febbraio 2014, 8.50.53
44
non sapevo della loro esistenza .
gianmarco
Sabato 15 Febbraio 2014, 8.45.41
43
ho sentito sia i burial hordes che gli svart crown , mi stan piacendo , grazie spiderman per avermeli fatti conoscerte,
Danimanzo
Venerdì 14 Febbraio 2014, 18.52.09
42
Seguo i polacchi Behemoth ( la creatura di Adam "Nergal" Darski ) dagli albori e fino ad oggi ho visto una band che ha saputo far propri gli strumenti, l'attitudine e soprattutto lo spirito per comporre e suonare musica estrema. "The Satanist" è esattamente il risultato che mi aspettavo dai germogli lasciati depositare nella traccia conclusiva del disco precedente, "Lucifer". Ritmi più lenti e massicci, ma non per questo meno potenti. Un guitar work semplificato, atto a creare architetture sonore oscure ed evocative. Un leader rinato e più in forma che mai nelle sue declamazioni. Bentornati ! Voto. 90
Giga1980
Venerdì 14 Febbraio 2014, 18.03.28
41
Per commentare questo disco riprendo una frase del mitico Fantozzi Rag. Ugo: "Per me The Satanist è una C.....a pazzesca!!!" Come previsto questo lavoro sarà osannato dalla critica e raccoglierà pure molti consensi. Io personalmente non sono rimasto deluso solamente perchè già nel precedente lavoro si potevano sentire diversi segni di cedimento, comunque non mi sarei aspettato un disco così banale, innocuo e insipido. Credo che la strategia dei polacchi sia chiara: puntare sul pubblico dei teenagers odierni mediante sfoggio di tanta immagine e con poca sostanza musicalmente e artisticamente parlando. Ovviamente questa è solo una mia opinione ed ognuno è libero di pensarla come vuole.
spiderman
Venerdì 14 Febbraio 2014, 15.32.28
40
Niente da fare,dopo 14 ascolti non ha fatto breccia,non solo hanno ripreso certe linee musicali loro proprie(Zos Zia Cult ed Evangelion),e del periodo sperimentale black(Pandemonic Incantation,questo si vero capolavoro dimenticato),ma hanno ripreso arie canore e musicali oltre che dalle tradizionali scandinave(Satyricon,Dimmu Borgir,Amon Amarth,Watain,etc,),anche da quelle greche(Burial Hordes) ,austriache(Belphegor) e francesi(Svart Crown),mancanza di idee e creativita' ?pressione delle case discocrifiche?loro stessi dichiararono l'indecisione iniziale se fare un abum piu death o piu' black,e ci ha pensato la nuclear blast che col bilancino da farmacista ne ha deciso le dosi,e persino la quota parte sinfonica,gia' ma tutto questo praticamente a tavolino,castrando la proverbiale fantasia e creativita' loro proprie,ecco allora spiegati i "freni a mano" ai potenti riff chitaritici di Nergal e ai fuorisi blast beat batteristici di inferno,dunque considerando questa arrenuante e la malattia di Nergal,mi assesto come voto sul 78.
Lord Ancalagon
Venerdì 14 Febbraio 2014, 15.09.06
39
Devo ancora assimilarlo completamente ma ad ogni ascolto i dubbi diminuiscono sempre più. Per il momento non mi sbilancio definendolo "capolavoro", ma a parte questo sottoscrivo il commento numero 9 di Punto Omega, un disco senza dubbio più che ottimo, inferiore solo a Demigod ed Apostasy, i due masterpiece del gruppo per come la vede il sottoscritto. Ciò che più mi ha colpito è la varietà di The Satanist, a cominciare dal parziale ritorno al Black degli esordi, per tacere dell'eleganza dei singoli pezzi (su tutti la mozzafiato O Father, o Satan, o Sun) e dell'ottima interpretazione di Nergal, come giustamente detto nella disamina. Il mio voto è un 85/100 pieno, candidato a disco dell'anno.
Death Metal
Venerdì 14 Febbraio 2014, 14.57.17
38
Ottimo disco, con un sound più black metal dei precedenti ma veramente ben fatto e ben prodotto! Ennesima conferma che i Behemoth sono una delle band extreme metal migliori sulla piazza al momento.
Death Metal
Venerdì 14 Febbraio 2014, 14.57.16
37
Ottimo disco, con un sound più black metal dei precedenti ma veramente ben fatto e ben prodotto! Ennesima conferma che i Behemoth sono una delle band extreme metal migliori sulla piazza al momento.
Numbered Days
Venerdì 14 Febbraio 2014, 14.36.42
36
Non ho ancora avuto modo di ascoltarlo ma già dai primi due singoli mi ha lasciato parecchio interdetto Ora Pro Nobis Lucifer sembra un pezzo degli Amon Amarth e la ritengo una cagata indecibile, per non parlare del primo singolo, spero che poi ascoltandolo possa trovarci qualcosa di buono..
Le Marquis de Fremont
Venerdì 14 Febbraio 2014, 13.43.35
35
Non certamente il loro migliore. Anch'io, come Dany71, ho apprezzato il commento di MPostmortem (n°29) che spiega da dove deriva e le intenzioni che lo hanno generato. Ma le canzoni non sono così accattivanti e trascinanti come nei precedenti album, Zos Kia Cultus, Demigod e gli altri del periodo "death". Sono i Behemoth, certo, non fanno cose scadenti. Vediamo con gli ascolti ma io odio ascoltare i dischi più volte per "assimilarli". Ah, dimenticavo... lo sto ascoltando con un buon bicchiere di Amarone Riserva, meglio di quel coglione che ingrassa le mafie e i cartelli sudamericani tirando coca. Questione di stile... Au revoir.
Ombra
Venerdì 14 Febbraio 2014, 12.24.50
34
Ottimo disco, diverso dai precedenti ma non per questo inferiore, uno dei migliori.
MrFreddy
Venerdì 14 Febbraio 2014, 11.21.12
33
Fammi un esempio di maggiore concretezza, o venerabile perché fino a prova contraria ho parlato del disco e non di altro. Che il mio stile di scrittura sia poco vario può essere, che non sia stato concreto... Spiega a questo inesperto giovine il perché
Ricky
Venerdì 14 Febbraio 2014, 10.36.00
32
Complimenti a Freddy che riesce a fare recensioni tutte uguali. Meno pippe e più concretezza. Ah sti recensori bambinetti.
Dany 71
Venerdì 14 Febbraio 2014, 9.06.50
31
@MPostmortem: intanto voto il tuo post. 99
l'Accademico
Venerdì 14 Febbraio 2014, 0.25.20
30
...mi correggo, questo disco è una BOIATA pazzesca!
MPostmortem
Venerdì 14 Febbraio 2014, 0.08.03
29
Disco coraggioso, figlio di un periodo tanto particolare quanto importante per Adam e per il gruppo tutto. Ascoltato una miriade di volte dal sette di febbraio, (giorno d'uscita in Polonia) lo trovo uno di quei dischi che cambiano leggermente ad ogni ascolto, muta forma nell'atto dell'ascolto e nel tempo dello stesso. Se da un lato è più immediato nella scelta del sound rispetto alla precedente triade, dall'altro è più impegnativo dal punto di vista dell'idea, del tanto esasperato "manifesto" che vuole essere il "the satanist" nell'immaginario di Nergal. Un parto, questo, dal letto e dalla lotta con la morte che ha dovuto sostenere Darski negli anni scorsi. Questo disco è nato allora, senza dubbio, figlio della volontà di vita. Penso che sarebbe stato più scontato un lavoro sulla scia dei precedenti tre già menzionati, avrebbe diviso meno le opinioni ma sarebbe stato troppo facile. Questo invece è rinnovamento, nel bene e/o nel male. Scelta coraggiosa per un album tanto atteso. Considero i Behemoth uno di quei gruppi sinceri, molto più sinceri di troppi altri. Visto il risultato finale penso che questo possa essere l'inizio di un nuovo ciclo, quello della maturità, che continuerà nei prossimi anni e nei prossimi lavori del gruppo. Blow Your Trumpets Gabriel indubbiamente è una traccia creata con il principale scopo di aprire la sede live, come in effetti è stato a partire dai giorni scorsi. Rimanendo in ambito live, O Father O Satan O Sun! è sicuramente la scelta giusta oggi per la conclusione del rito, eppure credo inferiore all'epicità di Lucifer al quale siamo stati abituati negli anni passati. Ritengo il momento più epico del disco la parte narrata in lingua madre in In the Absence ov Light, che purtroppo non vede una traduzione in inglese all'interno della confezione (un vero peccato per chi non è in grado di capirla), Gombrowicz era un vero personaggio e lo stralcio del suo "matrimonio" è davvero fantastico. Parlando di difetti, personalmente una decima traccia avrebbe giovato all'intero lavoro e il confezionamento dell'edizione da me acquistata (cd + dvd) non è delle migliori (la difficolta di sfogliare le prime due e le ultime due pagine del libretto è leggermente fastidiosa). Spero che nell'edizione Box che sto aspettando (sì, ok, edizione da e per tamarri) possa cambiare qualcosa, ma la vedo grigia. Altra nota dolente è la modalità grafica contenente i testi, certamente d'impatto ma poco comprensibile. Concludendo un buon disco a mio avviso, diverso dal tempo recente e simile al passato nella giusta quantità. 80 per il disco, 90 per l'importanza del lavoro sotto l'aspetto umano. Saluti
blackie
Giovedì 13 Febbraio 2014, 23.53.12
28
Bah, a me sembrano ormai il classico gruppo ormai sulla breccia per cui ci si deve "sforzare" all'inverosimile di dire che ogni cosa che fanno è figa, che è melodica ma non accessibile, che è facile ma non superficiale,che hanno l'andamento ipnotico ma non sono noiosi ecc ecc....a volte il metallaro medio mi fa veramente cadere le braccia
Luca "Diablo"
Giovedì 13 Febbraio 2014, 23.33.47
27
Devo ammettere che neanche riguardo ad un album dei Metallica ho sentito tanti pareri contrastanti....è proprio il caso di dire che i Behemoth o li ami o li odi.
Luca "Diablo"
Giovedì 13 Febbraio 2014, 23.25.59
26
"Immenso", non ho altre parole per descrivere il baratro in cui si sono cacciati...la brutalità fine a se stessa di cui è intrisa questo album stanca già dopo il primo ascolto.
Saahg
Giovedì 13 Febbraio 2014, 23.14.56
25
Sto tirando della coca sul cd edizione limitata
l'Accademico
Giovedì 13 Febbraio 2014, 22.32.48
24
Questo disco è una cagata pazzesca!
evil never dies
Giovedì 13 Febbraio 2014, 21.59.26
23
Gran bel disco, con gemme (o father, o satan, o sun). voto 85
Malleus
Giovedì 13 Febbraio 2014, 20.56.04
22
Contando che dei Behemoth ho sempre preferito il periodo pre zos kia cultus, potrei considerare quest'album come uno dei migliori dischi mai composti da questi simpatici sclerati, 90.
Annihilator
Giovedì 13 Febbraio 2014, 20.19.48
21
è arrivato frank zappa ed ornette coleman arrotolati insieme
Dany 71
Giovedì 13 Febbraio 2014, 20.09.01
20
Io dico che solo un Bob Rock di turno dopo un ascolto e mezzo in rete (!) con un paio di cuffie da 6 euro può' dire se un disco scritto composto e prodotto da dei professionisti e' valido o no, agli altri olio di gomito e tempo, quindi vari e vari ascolti. Accademici ciao ciao!
Annihilator
Giovedì 13 Febbraio 2014, 20.05.36
19
La solita zuppa de merda alla Behemoth
Goetia
Giovedì 13 Febbraio 2014, 19.48.50
18
Behemoth xd
Goetia
Giovedì 13 Febbraio 2014, 19.35.10
17
Ho sempre ritenuto i Behemont una di quelle band estreme che lavorano onestamente , anche in questo album che è meno brutale degli album più vecchi io ci trovo dei nuovi spunti, insomma a me non è dispiaciuto senza però esaltarmi come fanno altre band del genere da me preferite.
lux chaos
Giovedì 13 Febbraio 2014, 19.13.45
16
Disco super pompato (anche se sicuramente io non sono un fan e li ritengo una delle band più sopravvalutate degli ultimi 15 anni), questo disco lo trovo ancora più noioso degli altri, incredibile...cioè, tutto è perfetto e al posto giusto, tranne una cosa...le canzoni. Boh, per me noiose, piatte, senza un picco che sia uno...cmq de gustibus, sono felice per i fans del gruppo che l'hanno apprezzato e possono goderne. Io ci ho provato per l'ennesima volta, ma anche stavolta non è andata. Strabocciati
wonderghio41
Giovedì 13 Febbraio 2014, 19.02.04
15
Masterpiece.
thrash1969
Giovedì 13 Febbraio 2014, 18.55.30
14
No no non sei il solo Asteroid......... Dal mio punto di vista disco super pompato che però dopo un pò di ascolti annoia e PARECCHIO........MEDIOCRE
Pippus
Giovedì 13 Febbraio 2014, 18.51.06
13
Intanto i complimenti per la bella recensione per quanto riguarda il disco mi trovo d'accordo col commento 7 di spiderman; quello che manca al disco è quel qualcosa che ti fa dire "Wow", insomma si ha davanti un album veramente spompo dove i pezzi tirati mancano di violenza, cattiveria che ti aspetti dai Behemoth; D'altro canto ho apprezzato le canzoni più lente e atmosferiche (tralasciando la titletrack che trovo veramente brutta) che strizzano l'occhio al periodo black, però lasciando sempre quel gusto di finto, fatto a tavolino. In sintesi l'album si fa ascoltare senza problemi però dai Behemoth mi sarei aspettato tanta più cattiveria, malvagità da farti sentire di fronte alla fine del mondo come Evangelion, non un album che di questa ne ha proprio una patina superficiale...
Danimanzo
Giovedì 13 Febbraio 2014, 18.47.13
12
Ragazzi, mettetevi l'animo in pace. I Behemoth rappresentano una delle formazioni più valide ed agguerrite di tutto il panorama estremo. Da anni. Questo "The Satanist" ( stupendo ) rappresenta l'ennesimo tassello della scalata ad un Arte oscura di cui i polacchi ne sono i più degni rappresentanti. Amen.
Fagocitoergosum
Giovedì 13 Febbraio 2014, 18.32.21
11
I Behemoth avevano cominciato ad annoiarmi da Demigod, ma questa recensione e il singolo Ora Pro Nobis Lucifer(lasciamo stare Blow Your Trumpets Gabriel che come singolo è la scelta più sbagliata possibile) mi fanno sperare in bene, un ascolto glielo concedo. Visto che si tirano fuori le dichiarazioni di Nergal sulle band americane, ma solo a me pare evidente che abbia appositamente generalizzato per apparire più scioccante ed attirare l'attenzione sul suo gruppo proprio mentre usciva il nuovo album?
Vecchio Sunko
Giovedì 13 Febbraio 2014, 18.15.36
10
Quoto GioMasteR, anche secondo me "The Satanist" è il disco più vario e completo della discografia dei Behemoth! ...90!
Punto Omega
Giovedì 13 Febbraio 2014, 18.06.09
9
I Behemoth realizzano il lavoro che li consegna all'Olimpo dei gruppi metal. Un disco vario, pieno di sfaccettature, sicuramente più accessibile, non per questo però propenso a facili soluzioni commerciali. Un disco di rottura che, in tutta probabilità si farà odiare da chi li preferiva più brutali, ma un disco di estrema eleganza che solo chi ha una fiducia totale nei propri mezzi può fare. I Behemoth hanno già subito critiche per essersi fatti conoscere dalle masse, quest'uscita da una parte amplificherà questi sentori, dall'altra attirerà moltissimi nuovi estimatori, alimentando dibattiti e controversie. Un disco che esce a 5 anni di distanza da Evangelion, 5 anni in cui è successo di tutto, 5 anni da cui Darski ne è uscito fortificato. C'è chi in punto di morte trova Dio, c'è chi qualcos'altro. Nergal ha fatto di The Satanist il suo manifesto e di questo si deve prendere atto. Capolavoro.
spiderman
Giovedì 13 Febbraio 2014, 17.44.59
8
Mi correggo non e' Rotten ma Rotting Christ.
spiderman
Giovedì 13 Febbraio 2014, 17.36.03
7
Asteroid non sei il solo,dopo tanta pompatura mediatica,me lo aspettavo.che dire?mamma nuclearblast ha fatto il suo lavoro,quasi in tutte le recensioni "anglosassoni" e' 5 stelle o 10/10 ed e' ben piazzato nelle classifiche usa e canadesi,invece a me non ha detto granche' dopo 3 ascolti,mi ha dato una sensazione strana che mi fa esclamare tutto qui?!,ho contato tante di quelle influenze di altre band,cominciando dai nile fino ad arrivare ad altri generi come il gothic rock e l'avanguarde/doomish metal scandinavo davvero quasi al limite della scopiazzatura,per non parlare del simphonic death metal,d e'strano per una band che fa dell'originalita' e dell' alta filosofia cripto-ermetico-occulta una bandiera sciovinistica disprezzando altre band in primis le americane(ultime interviste),definendole tecniche e prive di emozioni,gia' proprio le emozioni mi mancano,la molla interna non mi e' scattata per il momento,e non mi sembra neanche un lavoro maturo,meglio di loro hanno fatto i Rotten Christ nel mezzo della loro maturita'.Diciamo che e' un buon disco ma non un capolavoro,per il voto ne riparlo dopo una ventina di ascolti,per il momento la scossa per me che ho ascoltato tutto di loro non l'ho sentita.
Hellion
Giovedì 13 Febbraio 2014, 17.28.54
6
Delusione totale!
Asteroid!
Giovedì 13 Febbraio 2014, 16.54.44
5
Boh... solo a me pare piatto e sa di solita minestrina riscaldata, con non molta convinzione tra l'altro?
Max
Giovedì 13 Febbraio 2014, 16.47.53
4
Per me miglior disco dai tempi di Thelema e Zos kia kultus, con un ritorno un pochino più marcato ad atmosfere e sound black metal. Lo metto già come uno dei dischi dell'anno, mi sta piacendo veramente moltissimo.
Resurrection
Giovedì 13 Febbraio 2014, 16.13.12
3
Mi aspettavo il classico "bel disco" dei Behemoth sulla falsa riga dei precedenti 3. E invece Nergal mi ha sorpreso (in positivo) tirando fuori un lavoro abbastanza diverso, più di atmosfera e, perchè no, più easy. Per quanto non ci siano vette altissime (forse la sola title-track nonostante l'incidere quasi gothic rock), la qualità rimane medio-alta per tutto il disco senza scadere in episodi poco convincenti (come in Evangelion). Nota di merito per la produzione, assolutamente non plasticosa come sul precedente disco. Ottimo ritorno.
marduk
Giovedì 13 Febbraio 2014, 16.12.09
2
Ho provato ad ascoltarlo e l'ho trovato a dir poco una porcheria...sicuro proverò a dargli altri ascolti ma per ora non mi ha proprio convinto...mi sembra innocuo...spompato e sa di plastica in una maniera impressionante...sa di disco fatto a tavolino...ma ripeto proverò a riascoltarlo
GioMasteR
Giovedì 13 Febbraio 2014, 16.08.36
1
Per me il piu completo e vario finora, gran bel lavoro.
INFORMAZIONI
2014
Nuclear Blast
Death / Black
Tracklist
1. Blow Your Trumpets Gabriel
2. Furor Divinus
3. Messe Noire
4. Ora Pro Nobis Lucifer
5. Amen
6. The Satanist
7. Ben Sahar
8. In the Absence ov Light
9. O Father O Satan O Sun!
Line Up
Nergal (Voce, Chitarre)
Seth (Chitarre, Voce)
Orion (Basso, Voce)
Inferno (Batteria)
 
RECENSIONI
75
80
85
90
87
82
84
84
80
82
ARTICOLI
16/02/2020
Live Report
SLIPKNOT + BEHEMOTH
Mediolanum Forum, Assago (MI), 11/02/2020
20/04/2015
Live Report
BEHEMOTH + BOLZER + THAW
Atlantico, Roma, 15/04/2015
25/02/2014
Live Report
BEHEMOTH + IN SOLITUDE + INQUISITION + SVARTTJERN
Zona Roveri, Bologna, 20/02/2014
09/07/2012
Articolo
BEHEMOTH
As Above, So Below
25/02/2012
Live Report
CANNIBAL CORPSE + BEHEMOTH + LEGION OF THE DAMNED + MISERY INDEX
Estragon, Bologna, 21/02/2011
21/02/2012
Live Report
CANNIBAL CORPSE + BEHEMOTH + LEGION OF THE DAMNED + MISERY INDEX
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI), 16/02/2012
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]