Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Phil Campbell
Old Lions Still Roar
Demo

Pinewalker
Migration
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/11/19
SIGNUM REGIS
The Seal Of A New World

21/11/19
DUST
Breaking The Silence

22/11/19
THE WHO
Who

22/11/19
LINDEMANN
F & M

22/11/19
HYPNO5E
A Distant (Dark) Source

22/11/19
BLOOD INCANTATION
Hidden HIstory of the Human Race

22/11/19
LORD MANTIS
Universal Death Church

22/11/19
AVATARIUM
The Fire I Long For

22/11/19
BLOOD INCANTATION
Hidden History Of The Human Race

22/11/19
CRYSTAL VIPER
Tales of Fire and Ice

CONCERTI

21/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR
PHENOMENON - FONTANETO D/AGOGNA (NO)

22/11/19
EARTH + GUEST
BLOOM - MEZZAGO (MB)

22/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR + RED RIOT
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

22/11/19
HEIDEVOLK + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

22/11/19
STRANA OFFICINA + COLONNELLI
THE CAGE THEATRE - LIVORNO

22/11/19
HADDAH + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

22/11/19
SAKEM + GUESTS
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

22/11/19
THE END AT THE BEGINNING + GUESTS
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

23/11/19
EARTH
TPO - BOLOGNA

23/11/19
HELLUCINATION + JUMPSCARE
PHOENIX FEST - FORMIA (LT)

Battleaxe - Heavy Metal Sanctuary
( 2926 letture )
Talvolta viene da chiedersi a chi e a che cosa servano certi come-back; misteri profondi della fede metallica. Se i Battleaxe sono stati distanti dal mercato discografico per quasi trent’anni uno sporco, lurido motivo ci doveva pur essere, no? Ovvio che c’è ed è anche molto nitido, puro, evidente. Questi quattro inglesi sono dei veri “secondopianisti”, per non usare il termine abusato di loser, ma davvero qui c’è ben poco che possa far sorridere e nemmeno il genietto della lampada, quello che esaudisce i desideri impossibili, li potrebbe elevare da una mediocrità oggettiva e piena di cliché che affossano ogni cosa.

Nel 2014 si può ancora titolare un album Heavy Metal Sanctuary? Possono venir affibbiati titoli di song quali Hail to the King o Too Hot for Hell? Ma soprattutto, si può stampare un disco trito e ritrito e stereotipato come questo senza nessuno spunto originale, con la mente rimasta ai primi anni Ottanta, ripetendo in maniera pedestre le proposte dell’epoca? Sinceramente no, ovviamente no. Una delle infinite band che suonano heavy metal dozzinale e che non ce la faranno mai ad emergere dal limbo della limitatezza e della mediocrità, triste ma vero, come dicevano i Metallica. Riff come migliaia, vocalità graffiante alla Udo, ritmi cadenzati, ma i giri di chitarra, le armonie, lo sviluppo dei pezzi, tutto già metabolizzato, espulso, sepolto nelle decadi. Possiamo capire la passione per il metallo rovente da meri puristi, ma su questi solchi non c'è nemmeno un puntura di originalità. I Battleaxe scopiazzano a destra e a manca cercando di far vivacchiare uno standard che si rivela davvero copia carbone presente in miliardi di LP pubblicati.

Heavy Metal Sanctuary è un disco insensato, senza personalità e un bel po’ imbarazzante, udite la ipersfruttata voce demoniaca nel decimo pezzo e capirete; insomma, se si vuole ascoltare metal d’annata sappiamo tutti dove dirigerci, se qualcuno, invece, desiderasse folate di metallo colante con qualche influenza modernista può rivolgersi all’ultimo dei Vengeance, disco che continua a piacere parecchio al sottoscritto. Un cd insignificante, superfluo, scocciante, da evitarsi come le zanzare tigre nelle sere d’estate attorno ad una piscina. Adios Battleaxe!



VOTO RECENSORE
39
VOTO LETTORI
87.66 su 21 voti [ VOTA]
Jack Mari
Sabato 5 Agosto 2017, 14.43.35
26
Recensione non condivisibilr..fa sempre piacere ascoltare dischi (ops.. CD! di tal fattura! Il motivo è semplice: heavy metal senza fronzoli e/o contaminazioni di sorta! Ho letto recensioni negative su questo album che, in verità, non rendono per niente giustizia ai BATTLEAXE. La band, veterana del metal anni '80, ritorna sugli scudi e sforna un ottimo lavoro. Merito di una sessione ritmica davvero trascinante e di un Dave King che non risparmia l' ugola al vetriolo, avvicinandosi non poco al grande mito di UDO! Le songs rispolverano il buon "vecchio" metallo degli eighties (..in alcuni passaggi mi hanno ricordato addirittura i gloriosi VETO!) con un mix di powermetal, riff taglienti ed hard'n'roll caro ai vecchi headbangers come il sottoscritto ! Su tutte: H.M. Sanctuary, Hail to the king e Spirits of the Fallen che danno nuova linfa al metal epicheggiante dei rinati BATTLEAXE! Behold the rock of ages.... hail
InvictuSteele
Giovedì 19 Marzo 2015, 15.02.15
25
Il voto è un insulto alla buona musica e al metallo in generale. Ottimo disco di heavy classico.
Renzo82
Martedì 16 Dicembre 2014, 0.36.57
24
Un cd da evitare come le zanzare tigre d'estate?! Non fatemi bestemmiare......
Renzo82
Martedì 16 Dicembre 2014, 0.35.06
23
Leggo bene? No ditemi che è uno scherzo. Di cattivo gusto in ogni caso. .
skydoom
Lunedì 11 Agosto 2014, 12.06.38
22
giusto!! tornano perchè il metal old style ora va di moda. giusto!! non si sa perchè dopo trent'anni questi tornino a produrre album ma se consideriamo il periodo credo che possiamo anche giustificarli. all'epoca c'era poco spazio per tutti. ricordo che i battleaxe avevano un contratto con la music for nation e non con la pinco pallino records, poi svaniti perchè surclassati da bands che poi sono diventati leggenda non credo che bisogna essere troppo critici sul perchè siano tornati ma basarsi invece sulla qualità del prodotto finito non credo inoltre che il ritorno degli accept sia stato da 39 eppure è metal già sentito (già sentito da loro però ) ......e seppur qualitativamente superiori ai battleaxe, siamo onesti, questi hanno insegnato metal negli anni 80, secondo me vale 75/80 perchè suonato benissimo con molte analogie a power from the universe. bel ritorno dopo quello di accept e picture. ora bisogna aspettare solo coroner e toxik la mia equazione dei ritorni storici è accept : 95 = battleaxe : 80
Pietro
Giovedì 15 Maggio 2014, 18.54.51
21
questi si beccano 39 e i pacchianissimi Steel panther 93 entrambi gli album.. vabbè che il mondo è bello perchè è vario ma cavolo..un po' di obiettivitààà!!! A me sto disco da appassionato di metal classico e NWOBHM piace, non un capolavoro da 95 come ho letto qui sotto, ma un 70/75 glielo darei di sicuro. Al recensore: come si fa nel 2014 ad intitolare un album "Heavy metal sanctuary"?? E io ti chiedo: come si fa a riprendere tutti gli stilemi più triti e ritriti del glam 80ano con videoclip che non stanno nè in cielo nè in terra nel 2014, intitolarlo con un nome da fast food delle grandi città (All you can eat), e prendere 93? Mah...
HIRAX
Domenica 23 Marzo 2014, 14.33.31
20
Long live Heavy Metal
Defender
Giovedì 20 Marzo 2014, 12.34.26
19
Certo che il discorso sull' originalità dei titoli fatto da un recensore che dà voti a volte spropositati all'ennesimo disco dell'ennesima band glam chesembra uscita dagli anni 80 nonostante siano passati quasi trent'anni, lascia un po'TANTO il tempo che trova... questo è vero metal! Hail Battleaxe, FUCK POSERS!
HIRAX
Martedì 18 Marzo 2014, 15.54.59
18
certo è che i battleaxe non sfonderanno mai, ma ascoltando il disco mi pare un puro e semplice Heavy Metal, senza pretese, da veri defenders. Se vede che al recensore non piace l'hm. io una sessantina la concedo tranquillamente
lux chaos
Giovedì 13 Marzo 2014, 19.40.52
17
Non sono mai intervenuto in "faide" di questo tipo, ma faccio un'eccezione, sottolineando un atteggiamento che a volte si vede. II disco l'ho ascoltato, per me è pessimo, probabilmente il voto sarebbe lo stesso di Frankiss, ma quoto samba e gli altri, effettivamente i "presupposti" per cui il disco viene devastato in recensione (originalità zero in particolare) non stanno molto in piedi per i motivi già detti in precedenza...ci sta, non è un problema, con tutto il culo che vi fate per offrirci un servizio SEMPRE di altissimo livello ci mancherebbe...ma a volte, magari, si può svisare o sbagliare, e ammetterlo non vi renderebbe certo meno professionali o capaci, anzi...questo è il mio pensiero senza polemica. Pace e bene
Sambalzalzal
Giovedì 13 Marzo 2014, 8.55.22
16
Esatto Nerkiopiteco@ come del resto il buon 85% delle bands black metal. So 20 anni che leggo sempre gli stessi titoli, gli stessi testi, allora quelli vanno bene. Questi sono delle nullità perché nel 2014 titolano un pezzo Hail To The King, i Behemoth invece nel 2014 titolano un album The Satanist e tutto fila. che è due pesi e due misure!? Ma non ci siamo proprio. Io l'album l'ho preso e mi piace, così come mi piacciono tantissimi albums della NWOBHM dell'epoca. Non è nulla di nuovo ma è godibilissimo, non mi sembra giusto stroncarlo con tanta cattiveria ed acredine, soprattutto così facendo magari vengono allontanati tanti giovani dal riscoprire una band che fece parte della nostra storia. Adesso io non so se il Dave King che scrive sotto sia effettivamente il cantante dei Battleaxe però devo dire che dopo aver letto il suo intervento che non è dei più morigerati di certo, sono andato a farmi un giro su vari siti stranieri ed effettivamente l'album sta riscuotendo pressoché ovunque ottimi consensi (la media è 4/5 o 8/10), quindi mi pare strano che proprio qui su Metallized si sia andati così col pugno di ferro su questo lavoro.
nerkiopiteco
Giovedì 13 Marzo 2014, 8.29.31
15
Condivido ancora il pensiero di Sambalzalzal e temo che i Battleaxe abbiano semplicemente pagato questa riesumazione di vecchie band silenti da anni che tornano con revival, cosa che evidentemente ha fatto salire il sangue al cervello, anche giustamente, a Frankiss, ma omunque come dice Samba " Un disco può essere bello e gradevole anche non dicendo nulla di nuovo, anche essendo derivativo"; il discorso "ancora gli stessi temi e stesse tracce nel 2014" non ha senso, o almeno ne avrebbe se fosse seguito dalla coerente stroncatura, per le medesime cause, di buona parte dei dischi Metal (il Viking dovrebbe essere estinto per sempre allora).
Dave king
Mercoledì 12 Marzo 2014, 22.14.39
14
We have strived and fought tooth and nail for 25 years trying to get our album HMS to our dedicated fans out there around the World. We had no record vcompany and no support what so ever over many years of recording and writing this long awaited album of ours..Now its released on a Major German label SPV who must have seen potential in the band to even sign us!..Now our new album is released and is receiving fantastic reviews from all corners of the Globe..Some Metal mags are claiming Heavy Metal Sanctuary the Metal Album of the year. In August last year we traveled to your wonderful Country to head line Heavy Metal night six in MARTINESCURO for which we had to struggle with hardly no money as we only got expenses to travel there and back but we had to struggle on very little cash and couldnt even buy a meal for ourselves at the local resteraunt However we gave the fans all we had at the show and the crowd were fantastic and loved our British aggressive Metal approach with no frills just exiting British Metal Rock...How this guy can just slagg our album intobthegtound with the worst review we've had is astonishing This guy knows jack shit about NWOBHM has done no research on the band what so ever so how can any Metal music loving fan trust this mans reviews ever.. Check out for free our tracks on Reverb Nation and on our web site and make your own judjement..I for one will have words with this toss pott when I eventually meet up with him...I rate his review of our album no more than 3/10 for his dismal approach to British Heavy Metal and his total lack of metal music knowledge don't trust this guy and Fuck you too mate Twatt....
spiderman
Mercoledì 12 Marzo 2014, 22.09.24
13
Non mi convince per niente questa disanima difensiva da arrampicata sugli specchi ,il mio voto a questo album e' 58 e qui mi fermo,e non commentero' piu' su questo album,continuo a rimanere della mia opinionione e la finisco qui senza piu'pronunciarmi.
Sambalzalzal
Mercoledì 12 Marzo 2014, 22.01.29
12
Lizard@ Non sono d'accordo. Guarda, pure se me lo venite a scrivere in 300, non sono assolutamente d'accordo questa volta. Io rispondo alle recensioni di dischi che ho ascoltato ed è ovvio che non posso andare a giudicare cose che non conosco, elogi o stroncature sommarie. ma la stessa cosa vale pure per voi, però, con tutto il rispetto non penso che tutti quanti vi mettiate ad ascoltare ogni disco di ogni genere che esce e poi tiriate a sorte uno a caso per far scrivere la recensione, quindi ciò che dici non mi pare molto attinente. Allora fatemi capire una cosa. L'altro album recensito qui (Power From The Universe) ha avuto una buona recensione. Questo qui è descritto come una merda. va bene. La cosa che non torna è che sono esattamente uguali. Se la differenza è che POTU è del 1984 e che questo è del 2014 allora, ripeto, lo stesso metro di giudizio dovrebbe essere esteso anche a tutte le bands che da 30 o 40 anni fanno sempre le stesse cose e non mi pare siano tutte "inutili". Un disco può essere bello e gradevole anche non dicendo nulla di nuovo, anche essendo derivativo. Questi se a una persona non piacevano nel 1984 è ovvio che non piacciono neanche ora però chi non li ha mai ascoltati e legge queste righe che idea si fa della band? Scusa poi ma quali accuse? mica ho detto a Frankiss@ che era un ladro o un pezzo di merda, ho detto semplicemente che alcune cose scritte nella recensione non mi sono sembrate professionali ed in linea con quanto solitamente leggo su Metallized, come il suggerimento ad ascoltare un'altra band in una recensione che tratta di un'altra. Se voglio ascoltare metal "moderno" è certo che non vado a comprarmi il disco dei Battleaxe!!!
Lizard
Mercoledì 12 Marzo 2014, 21.50.14
11
Ps. Per evitare ogni dubbio, naturalmente si può anche dare 39 ad un disco suonato malissimo anche se ci sono delle buone idee.
Lizard
Mercoledì 12 Marzo 2014, 21.47.57
10
No... scusate ragazzi ma l'assunto è sbagliato. In base a cosa si fa un discorso del tipo che 39 si dà "agli incapaci, agli sbarbini che si credono Dio in terra" etc etc. Allora ai Kreator di Pleasure to Kill dovremmo dare 39 perché non andavano a tempo ed erano dei ragazzini? E gli esempi si sprecano in tal senso. In una scala da 0 a 100, si dà 39 ad un disco suonato a tempo che ha lo spessore artistico di un foglio di carta e il voto è perfettamente coerente. Poi ripeto, non è indispensabile condividere un'opinione, ma occhio a usare certe parole.
jek
Mercoledì 12 Marzo 2014, 21.37.31
9
" Se i Battleaxe sono stati distanti dal mercato discografico per quasi trent’anni uno sporco, lurido motivo ci doveva pur essere, no?" questa non è che sia una affermazione giusta perchè anche i Satan e gli Hell tornano dopo un silenzio di trent'anni e questo non è un motivo per dire che fanno cagare. Per il resto concordo sulla mediocrità del disco anche se 39 mi sembra troppo snob, perchè mediocre non vuol dire che sono dei suonatori di okulele e nacchere.
spiderman
Mercoledì 12 Marzo 2014, 21.36.10
8
Straquoto@ metal hammer,39 si da agli incapaci musicali,ai gruppi musicali di giovani sbarbini che si credono di essere Dio in terra,e che sbagliano scale e accordi di chitarra,o intonazioni armoniche tra chitarre bassi e batteria o che il batterista va fuori tempo,o il cantante prende stecche orripilanti o che i testi siano infantili,e questo non mi sembra il caso,qui invece il recensore,e' partito a spron battuto,con il maglio demolitare in mano, castrando la band,su tutti i fronti,quasi partendo prevenuto,non mi e' mai capitato dico mai, una recensione che parte con un odio e astio cosi' feroci contro un gruppo,persino i siti anglosassoni che non vanno teneri con il metal del sud europa usano un tono cosi' sprezzante,continuo a stimare Frankiss e la sua professionalita',ma mi dispiace dirlo qui c'e' stato una forte caduta di stile,perche' e' lui che si e' scagliato con veemenza furesca contro la "professionalita"' di questa band che non ha fatto di certo un capolavoro,sono d'ccordo,ma non sono neanche da paragonare a dei diciottenni alle prime armi,eh che diamine.
nerkiopiteco
Mercoledì 12 Marzo 2014, 21.13.12
7
straquoto Sambalzalzal!!!
Lizard
Mercoledì 12 Marzo 2014, 20.35.06
6
Io invece starei calmo con le patenti di professionalità. Se un disco è mediocre e inutile va detto e basta. Girare intorno al punto serve a poco. Anche perché poi hai voglia a lamentarsi di quanta roba inutile esce oggigiorno, se poi quando in sede di valutazione si dà il giusto conto subito si levano le voci di chi si lamenta. Inutile ricordare che le recensioni sono lette prima di essere pubblicate e concordate e se tu non hai memoria di altre meritate stroncature del genere è probabilmente perché non leggi tutte le recensioni (ovviamente). Il discorso qui è semplice e la recensione lo dice chiaro: il disco è mediocre e stereotipato sotto ogni punto di vista e quindi finisce per essere inutile. Poi... ognuno ha diritto di pensarla come vuole ma, ripeto, piano con mancanze di professionalità e altre accuse del genere.
Sambalzalzal
Mercoledì 12 Marzo 2014, 20.15.12
5
Frankiss@ scusa ma neanche io sono d'accordo. Non per il fatto che a te non piacciano, per carità, ma per il modo in cui demolisci l'album. Quello è insensato per come la vedo io e pure molto poco professionale. Mi dispiace perché qui su Metallized non ho mai assistito a cadute di tono simili in sede di recensione ma con questa è successo. quando scrivi "disco insensato" oppure il consiglio di ascoltare i Vengeance che qua non centrano nulla (in altre recensioni sono stato "redarguito" perché avevo provato a portare l'attenzione su altri nomi) o ancora scrivere "si può stampare un disco trito e ritrito e stereotipato come questo senza nessuno spunto originale, con la mente rimasta ai primi anni Ottanta, ripetendo in maniera pedestre le proposte dell’epoca? Sinceramente no, ovviamente no. " O la cosa dei titoli anche essi come dici tu "stereotipati". Allora migliaia di gruppi black metal, power, Death e quant'altro dovrebbero essere stroncati secondo lo stesso principio? Non mi pare che succeda nelle recensioni. Io gli albums di questa band ce li ho tutti, non è da gridare al miracolo di certo ma ridurre il giudizio a come hai fatto tu mi pare un po' infantile e pieno di pregiudizi. Se ad una persona non piace un certo tipo di metal non lo ascolta e finisce la, di certo non va a recensirlo però e che cazzo pare che sta recensione l'hai scritta per forza
Frankiss
Mercoledì 12 Marzo 2014, 18.37.35
4
Metal Hammer mai sentito parlare di opinioni? Beh se nn conosci il significato cercalo sul vocabolario...e cerca di avere un po più di rispetto quando ti confronti con le persone...
Metal Hammer
Mercoledì 12 Marzo 2014, 17.34.05
3
Cari miei, se cercate qualcosa di nuovo, lasciate perdere. Ovviamente, se siete amanti del NWOBHM, fatelo vostro. Trattasi di disco decisamente gradevole, ben suonato, cantato e prodotto. Penso che il recensore abbia troppo poco rispetto per questa band. Ovviamente i gusti sono gusti ma 39 si da ad una band incapace. Questi, caro recensore, sanno suonare e pure parecchio. Se loro, che sono capaci di fare un disco del genere sono perdenti, tu che scribacchi qui sopra cosa saresti? Mio voto 90.
TheAlien
Mercoledì 12 Marzo 2014, 15.29.59
2
Lo devo ancora sentire però altrove ha beccato 95. Certo i gusti sono gusti ma in giro vedo troppa differenza
Blackout
Domenica 9 Marzo 2014, 0.20.20
1
Ho paura ad ascoltarlo, i ritorni dei veterani sono spesso dei flop terribili. So bene di non trovare un nuovo Power from the Universe, ma il sesto senso mi dice che è proprio brutto. Magari gli do un'ascoltata, se mi gira bene.
INFORMAZIONI
2014
Steamhammer/SPV
Heavy
Tracklist
1. Heavy Metal Sanctuary
2. Shock and Awe
3. Hail to the King
4. Rebel with a Cause
5. Give it More
6. Too Hot for Hell
7. Revolution
8. A Prelude to Battle / The Legions Unite
9. Spirits of the Fallen
10. Devil Calls
11. Kingdom Come
12. Romeo
Line Up
Dave King (Voce)
Mick Percy (Chitarre)
Brian Smith (Basso)
Paul Atkinson (Batteria)
 
RECENSIONI
70
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]