Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Trivium
In the Court of the Dragon
Demo

Slowpoke
Slowpoke
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/10/21
LIVLOS
And Then There Were None

22/10/21
OSUKARU
Starbound

22/10/21
DREAM THEATER
A View from the Top of the World

22/10/21
KOLOSSUS
K

22/10/21
DRACONICON
Dark Side of Magic

22/10/21
CRADLE OF FILTH
Existence is Futile

22/10/21
NECROFIER
Prophecies of Eternal Darkness

22/10/21
SIXX A.M.
Hits

22/10/21
RED TO GREY
Balance of Power

22/10/21
MASSACRE
Resurgence

CONCERTI

22/10/21
FULCI + HELSLAVE
DEFRAG - ROMA

22/10/21
WIEGEDOOD + PORTRAYAL OF GUILT
BLOOM - MEZZAGO (MB)

22/10/21
ANGEL MARTYR + HUMAN DECAY + SINISTER GHOST + COTARD SYNDROME
VEGAS - VIAREGGIO (LU)

23/10/21
HYPERION (ITA) + GENGIS KHAN
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

23/10/21
FULCI + CRAWLING CHAOS
CIRCOLO DEV - BOLOGNA

24/10/21
TOTAL RECALL + FULCI + RISE ABOVE DEAD
LEGEND CLUB - MILANO

29/10/21
LABYRINTH
DRUSO - RANICA (BG)

04/11/21
MICHAEL SCHENKER GROUP
AUDIODROME LIVE CLUB - MONCALIERI (TO)

05/11/21
DISTRUZIONE + NEID + NECROFILI
TRAFFIC LIVE - ROMA

06/11/21
SKANNERS + ARTHEMIS + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

Vidocq - Vidocq
( 1395 letture )
Album discretamete interessante, per quanto non esente da pecche, quello omonimo confezionato dai Vidocq. Il lavoro in esame si può genericamente catalogare nel settore rock, ma i trascorsi hard rock di alcuni componenti ed il coinvolgimento nella registrazione di elementi in forza agli Elektradrive, oltre alla partecipazione di nomi importanti del settore progressive e l'inclusione nella scaletta di due pietre miliari provenienti dalla tradizione italiana di quest'ultimo genere, conferiscono a questo disco sfumature che lo possono rendere interessante per un pubblico piuttosto eterogeneo. Non mancano nemmeno influenze folk a completare il tutto. Nati nel 2009 per iniziativa del cantante Enrico Rigolli (Purple Angels), i Vidocq, il cui nome fa riferimento al leggendario ladro e truffatore, poi capo della Sureté, fanno uscire l'album di debutto nel corso del 2012, arrivando ad una sintesi invero piuttosto amichevole, tra rock, hard rock e progressive, con cantato opportunamente in italiano. A questa opera prima partecipano, oltre ad Elio Maugeri (Elektradrive) in Contro il Tempo, Simone Falovo (Elektradrive) in Fra Diavolo, Cuore Nero e Polvere da Sparo, gli Elektradrive al completo ai cori in No Time No Space e Resta tra gli Dei, e Jacopo Meille (Tygers of Pan Tang, Mantra) in Volo e Genesi. Questo per quanto riguarda le collaborazioni più hard rock oriented. Il tutto viene "bilanciato" da quelle di Aldo Tagliapietra (Le Orme) e Vittorio De Scalzi (New Trolls) come voci soliste ne Il Volo del Falco. In mezzo, anche quelle di Laura Conti, voce solista del gruppo di Paolo Conte in Vidocq e Francesco Bottai (Articolo 31, Irene Grandi) in Contro il Tempo, Genesi e Tanto Tempo Fa.

La prima sensazione che si prova dopo un ascolto completo del cd, è che la produzione avrebbe potuto essere un po' più incisiva. Alcuni brani, segnatamente quelli più genericamente rock, avrebbero tratto giovamento da suoni più graffianti e pieni, ma, a questo proposito, va segnalato che si tratta, probabilmente, di una scelta stilistica. Ascoltando Vidocq più volte, viene fuori anche una sensazione di già sentito, che riporta al modo di registrare degli anni 70, decisamente più scarno nella resa complessiva, ma anche più a dimensione d'uomo. Nel caso di specie, saranno probabilmente più gli ascoltatori attempati ad apprezzare la scelta del gruppo, mentre gli under 35 potrebbero restare molto delusi, abituati a dischi di ben altro spessore sonico. Anche la prova vocale di Enrico Rigolli presta il fianco a qualche critica, risultando poco performante in alcuni passaggi e addirittura fuori focus in Welcome (Resta Tra Gli Dei), a dispetto dell'esperienza che il soggetto può vantare. Passando all'analisi dei pezzi, la scaletta mostra un tasso qualitativo leggermente disomogeneo, con brani che danno talvolta l'impressione di essere stati composti durante un arco temporale dilatato. Alcuni sono di assoluto rilievo -in particolare Il Volo, Il Volo del Falco e Contro il Tempo- altri di qualità media come Cuore Nero, Polvere da Sparo, Frà Diavolo, ma l'album non è esente nemmeno da qualche inciampo compositivo, come ad esempio Welcome (Resta Tra Gli Dei). Un po' a metà del guado i pezzi non espressamente citati. Discorso completamente a parte per le ultime tre canzoni. Vidocq è un divertissement che potrebbe molto tranquillamente essere la sigla di una serie d'animazione giapponese, ovviamente con Vidocq nel ruolo di protagonista al posto di Lupin III. Gli ultimi due, invece, sono le cover di due standard prog come 750.000 Anni Fa... L'Amore del Banco e No Time No Space di Battiato, piacevoli più che altro a causa della loro qualità originale. Buono il lavoro sui testi, in particolare per ciò che attiene a Il Volo del Falco, firmato, come altri, da Ilario Blanchietti.

Vidocq è un prodotto che si fa ascoltare, concepito con un certo criterio e confezionato con professionalità in un bel digipack ricco di note. La professionalità di cui sopra è confermata dai musicisti che costituiscono la line-up del progetto Vidocq e viene esaltata dalla batteria di ospiti di rilievo presenti, in particolare Tagliapietra e De Scalzi. Il risultato finale, però, è parzialmente mortificato dalla prima descritta produzione che, se comprensibilmente orientata verso suoni appartenenti agli anni '70, non contribuisce ad esaltare alcune composizioni che, invece, avrebbero avuto bisogno di un certo "sostegno" in studio che solo una produzione più moderna avrebbe garantito loro. Un paio di pezzi inferiori agli altri fanno il resto. Alla fine della fiera rimane comunque l'impressione di aver ascoltato una band valida ed un cd con delle qualità, che però andranno adeguatamente esaltate in seguito, al fine di far spiccare i Vidocq rispetto ad altre band altrettanto interessanti.



VOTO RECENSORE
67
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2012
Andromeda Relix
Rock
Tracklist
1. Cuore Nero
2. Polvere Da Sparo
3. Volo
4. Il Volo Del Falco
5. Frà Diavolo
6. Tanto Tempo Fa
7. Welcome (Resta Tra Gli Dei)
8. Genesi
9. Contro Il Tempo
10. Vidocq
11. 750.000 Anni Fa...L'Amore [Banco del Mutuo Soccorso cover]
12. No Time No Space [Franco Battiato cover]
Line Up
Enrico Rigolli (Voce)
Graziano Picco (Chitarra)
Massimo Martinetto (Basso)
Alex Quagliotti (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]