Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Metallica
S&M²
Demo

Black Spirit Crown
Gravity
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
SKALMOLD
10 Year Anniversary - Live in Reykjavik

25/09/20
LIK
Misanthropic Breed

25/09/20
TRANSCENDENCE
Towards Obscurities Beyond

25/09/20
LASER DRACUL
Hagridden

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

25/09/20
ATLAS
Parallel Love

25/09/20
TRISHULA
Time Waits for No Man

25/09/20
STEVE HACKETT
elling England By The Pound & Spectral Mornings: Live at Hammersmith

25/09/20
NASTY
Menace

CONCERTI

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

Vanden Plas - Christ.0
( 6667 letture )
Quasi in sordina, anche i Vanden Plas si ripresentano sul mercato in questo primo semestre del 2006, raggiungendo l'onorevole traguardo del sesto album. Sicuramente i tedeschi non risulteranno dei perfetti sconosciuti per i prog-fun, vista la presenza tra le loro fila del talentuoso singer, impegnato su più fronti, Andy Kuntz, ma personalmente ritengo che non siano mai riusciti a raccogliere a sufficienza, soprattutto considerando quanto di buono seminato nel corso degli anni.

Infatti, non credo di sbagliare affermando che la carriera della line-up è stata contraddistinta da una serie di prodotti sempre di buonissimo livello; in particolare, si è potuta riscontrare nelle loro composizioni una evoluzione costante, qualità decisamente non comune nel prog metal. Difatti se da un lato i full-lenght che ho apprezzato maggiormente, per brillantezza e freschezza della proposta, sono AcCult, e soprattutto The God Thing, d'altro canto nei successivi lavori è sempre stata viva una maturazione sia da un punto di vista esecutivo che produttivo, culminata nel precedente Beyond Daylight.

Questo nuovo Christ.0 non abbassa di una virgola il tiro: difatti anche se continuo a considerare il vero capolavoro dei teutonici, per quanto concerne l'alchimia sostanziale dell'album, in quest'ultima realizzazione i Vanden Plas sfiorano la perfezione. Esecuzione e produzione di livelli eccelsi dove ogni elemento risulta armonico: il singer si dimostra, come era del resto auspicabile, in forma smagliante regalando una performance assolutamente varia e convincente grazie ad una timbrica, si calda e ariosa, ma sempre attenta nel seguire i cambi di umore del sound.
Ma è forse la prova del tastierista Gunter Werno che sancisce l'ulteriore salto di qualità: onnipresente ma mai invadente, si concede ad aperture maggiormente sinfoniche, nelle quali i riff si incastrano alla perfezione, il tutto a favore di una ritmica dinamica ma equilibrata. Brani come Silently, Somewhere Alone in the Dark o January Sun, sono solo un esempio del livello raggiunto: un concept dagli arrangiamenti impeccabili, che non registra la minima sbavatura, risultando corposo nelle sue numerose sfaccettature, tra squisiti tecnicismi progressivi, cavalcate in stile power e passaggi dal melodico sapore AOR.
Non credo di sbilanciarmi eccessivamente sostenendo che Christ.0, con tutta probabilità sarà uno degli highlights di questo 2006. Per cui acquisto a dir poco obbligato per i fruitori della scena, ma anche e soprattutto per tutti coloro che cercano una musica si articolata, ma che non scade in cervellotici o, nel peggiore dei casi, inutili esercizi di stile.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
63.68 su 51 voti [ VOTA]
Aceshigh
Martedì 13 Agosto 2019, 15.52.59
9
Rispolverato oggi !!! Album splendido di una band troppo sottovalutata. A parte un paio di pezzi, siamo praticamente al livello dei primi capolavori (stampati recentemente su vinile tra l’altro). Prime tre tracce e Fireroses Dance da manuale. Voto 87
Dulli
Domenica 1 Aprile 2018, 0.17.53
8
Prog-fun?
Steelminded
Mercoledì 12 Aprile 2017, 23.52.29
7
corr: "gente gretta abituata a sonorità più pesanti e dure come il soprascritto"...
Steelminded
Mercoledì 12 Aprile 2017, 23.51.31
6
Molto delicato, raffinato e molto bello... proprio perché delicato e raffinato può anche non piacere sulle prime a gente gretta abituati a sonorità un po' più pesanti e dure... ma cresce con un paio di ascolti e alla fine, anche seguendo la storia, non si può non apprezzare i pregi di questo lavoro. Chapeau. Voto per me: 85 come il recensore. Evviva!
Andrew Lloyd
Martedì 18 Marzo 2014, 14.04.11
5
Sempre amati dai loro esordi....da quel Colour Temple così particolare e mutante... Christ 0 è un capolavoro. Oscuro, melodico, magnetico...decadente...
Electric Warrior
Martedì 10 Maggio 2011, 10.41.23
4
Buona rece, il disco è sicuramente il loro migliore dopo l'insuperabile ma sconosciuto "The God Thing". Favoloso il disco, formidabile la band!
metalmoh
Domenica 21 Maggio 2006, 16.50.11
3
scusate, eh...a parte il fatto che qsto cd merita il 90 in pagella per come è pensato, suonato, sentito, ma poi....questo prog rock?????ma cosa dice il recensore??questo è prog metal puro, con qualche spruzzata power... attenzione alle definizioni...
Broken Dream
Giovedì 11 Maggio 2006, 15.54.21
2
Ottimo, proprio ottimo ,che altri prendano esempio...
JasonTheReaper
Lunedì 8 Maggio 2006, 17.57.50
1
Bella recensione anche se il disco non mi ha colpito particolarmente... hanno fatto di meglio in passato...
INFORMAZIONI
2006
Inside Out / Audioglobe
Prog Rock
Tracklist
01. Christ 0
02. Postcard to God
03. Wish you were here
04. Silently
05. Shadow I am
06. Fireroses dance
07. Somewhere alone in the dark
08. January sun
09. Lost in silence
10. Gethsemane
Line Up
Andy Kuntz – vocals
Stephan Lill – guitars
Torsten Reichert – bass
Gunter Werno – keyboards
Andreas Lill – drums
 
RECENSIONI
85
73
70
85
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]