Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/12/19
CARONTE
Wolves of Thelema

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
ARKONA (PL)
Age Of Capricorn

13/12/19
HORRIFIED
Sentinel

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
MOSAIC
Secret Ambrosian Fire

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

13/12/19
EREGION
Age Of Heroes

CONCERTI

07/12/19
AGENT STEEL + CRISALIDE + INNERLOAD
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

07/12/19
NAZARETH
LEGEND CLUB - MILANO

07/12/19
KADINJA + GUESTS
LA TENDA - MODENA

07/12/19
SCALA MERCALLI
BANDIT BIKERS PUB - PARMA

07/12/19
JUGGERNAUT + SUDOKU KILLER
NUOVO CINEMA PALAZZO - ROMA

07/12/19
ESSENZA + GUESTS
GALTOR CAFFE' - MORROVALLE (MC)

07/12/19
ANTIDEMON + GUESTS
CASTELLO INCANTATO - SCIACCA (AG)

07/12/19
WRETCHED CONCEPTION FEST
STELLA NERA - MODENA

07/12/19
JUMPSCARE + ASPHALTATOR
EQUINOX PUB - VEROLI (FR)

07/12/19
NATIONAL SUICIDE + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

Candlemass - Ancient Dreams
( 5560 letture )
Dalla Svezia, una delle band più influenti della scena doom, i Candlemass, confezionano tra il 1986 e il 1988 tre fra i capolavori più belli che la scena metal conserva gelosamente ancora oggi.
Il mastermind, il bassista Leif Edling ed il teatrale cantante Messiah Marcolin, le anime del gruppo, tirano fuori dal cilindro un altro masterpiece ricco di sfumature, con una perizia tecnica raffinata di anno in anno e una capacità nel songwriting che ha del disarmante. L'amore per i Black Sabbath e per il metal più cupo si riflette comunque costantemente nelle tracce di questo lavoro.
Mirror Mirror parte lenta, un gelido vento del nord l'attraversa, epica è l'aria che si respira, le chitarre squarciano il cielo, i ritmi si fanno più sostenuti e il nostro Messiah irrompe sul palco come un guerriero farebbe in battaglia, il ritornello si stampa in testa e questo primo pezzo diverrà a tutti gli effetti uno dei punti di diamante del live set futuro dei Candlemass.
Ancora stordito mi ritrovo catapultato dinanzi alla stupenda A Cry From The Crypt: lenta, sulfurea, sabbathiana, abbandonata sulle rive del fiume dove sono seppellite le anime dei morti, il sangue scorre separandosi dall'acqua, formando lunghi nodi che si intrecciano agli assoli di chitarra e si stringono attorno al collo di chi osa guadare il fiume; è questa la via per la redenzione, o forse la via che porta all'inferno.
Il fiume è in piena, mi chiedo se sono ancora vivo o se il mondo dinanzi a me è l'aldilà, poi ad un tratto, tutto tace, l'acqua placa la sua furia, il silenzio mi avvolge e i brividi salgono su lungo la schiena, le onde vibrano nuovamente, lentamente, in una danza morente e le note di Darkness In Paradise mi torturano dolcemente nei miei incubi e in uno dei pezzi più belli dei Candlemass in assoluto, almeno per chi scrive; malsana è l'atmosfera, i riff sono ispiratissimi e la voce di Messiah è da gran cerimoniere, se non avete mai incontrato la perfezione vi consiglio caldamente di ascoltare questo magnifico pezzo.
Il cielo si tinge di nero, la sua violenza si scaglia contro di me e le mie ultime sicurezze, la tempesta imperversa ed io svengo lungo le rive del fiume, Incarnation Of Evil opprime i miei sogni lungo la discesa della mia mente negli inferi, darkeggiante, minacciosa è in realtà un rifacimento di un pezzo dei Nemesis, la band precedente di Leif Edling.
Nella discesa il percorso è lungo e ricco di anfratti dov'è facile perdersi ed è proprio in uno di questi anfratti dal nome Bearer Of Pain, che mi blocco, come in un labirinto dove la mente rischia in eterno di vagare, fra ritmi ora più incalzanti ed ora avvolgenti. Ma il viaggio è ancora lungo ed Ancient Dreams mi indica la strada da seguire per proseguire il mio cammino, mani ed urla agghiaccianti mi tirano da una parta all'altra, il dolore delle anime scarnifica la mia ragione, non vi è redenzione, non esiste perdono tra i paesaggi che i miei occhi sono costretti ad ammirare al grido di Messiah: The Bells Of Acheron, un up-tempo fantastico ed ispiratissimo.
Qualcosa mi sveglia, è un corvo che becca il mio viso come fossi una carcassa da gustare, sento delle voci, sono attorno a me, mi giro cercando di levare il corvo dal mio viso, c'è una tomba davanti ai miei occhi, le persone la proteggono, pregano, sono inginocchiate, nell'aria Epistle no.81, un rifacimento di Carl Bellman, scritta per un funerale, mi domando se non sia il mio; è funereo l'ascolto, assordante; striscio tra le foglie bagnate ed il fango, poi tutto si fa confuso, sento i miei sensi perdersi nel vuoto ed i volti sfocati delle persone sono senza carne e senza occhi, la terra ora mi ricopre ed io sono inerme, sento che questa è forse la fine del mio viaggio, la fine della mia vita e di un'anima, la mia, che forse nell'inferno troverà la sua casa, in lontananza mi sembra di scorgere canzoni familiari, canzoni sabbathiane che Messiah intona per me, il canto del male che mi accompagna nell'aldilà, non ho voglia e ne forza di reagire, ma solo la voglia di abbandonarmi all'inevitabile, pensando in un ultimo sussulto che se l'inferno è questo, forse non è poi tanto male.



VOTO RECENSORE
88
VOTO LETTORI
84.86 su 23 voti [ VOTA]
Margio
Lunedì 22 Aprile 2019, 16.52.27
23
I Candlemass sono il gruppo che preferisco, la mia band preferita. I loro primi 4 lavori sono, a parer mio, vicini alla perfezione pura.
Il guardiano del tempo
Giovedì 29 Novembre 2018, 0.57.58
22
Dopo i sabbath i candlemass sono la più'grande espressione del doom tradizionale.grandissimi.album bellissimo tanto quanto nightfall.
Salvatore
Mercoledì 14 Giugno 2017, 0.20.23
21
Come avevo già espresso in Nightfall ,avendo anche Ancent... qui si tratta di metallo "nobile" evocativo potente e oscuro,grande band , grandi album,gente!...come ho già detto ,una delle mie band preferite anche da defender,non solo prettamente doom! Ma anche 100%100metal! Candlemass!...leggenda pura,ceranero/bollente...spade e lame arroventate...teschi e invocazioni sinistre! Lirismo vocale da brivido! Omaggio al sabba nero con un tocco di epico in più! ....semplicemente fantastici! Voto 97
Cate
Lunedì 1 Maggio 2017, 19.20.50
20
molto bella questa recensione, sottolinea la teatralità del gruppo. Altro grandissimo disco, Messiah marcolin genio del male!!!!!
HERMANN 60
Mercoledì 1 Giugno 2016, 18.01.28
19
io amo il thrash me questo vinile non mi manca di certo, gran disco con un inno doom come Mirror mirror 85
Rob Fleming
Domenica 17 Gennaio 2016, 14.38.42
18
Inferiore a The Nightfall. Però questo è un disco da avere. Ed ho usato la parola DISCO non a sproposito. La copertina in questo caso è un valore aggiunto all'opera.
The Reaper
Sabato 9 Maggio 2015, 23.27.36
17
Io ho il vinile. Comprato consigliato dal negoziante. Bellissima copertina. La musica un pò meno. Ricordo di aver pensato ascoltandolo: "questi assomigliano ai Black Sabbath, però sfigati" L'ho leggermente rivalutato. Solo leggermente. Voto 70. Punto
Philosopher3185
Martedì 16 Dicembre 2014, 16.03.30
16
Bello,però un po' troppo lungo per le mie orecchie....
CYNIC
Giovedì 24 Aprile 2014, 17.14.38
15
@ anvil "emozioni in musica", Sì. CREDIMI non ti direi mai una bugia per farti spendere i tuoi soldi, tu pensa che io c'è lo in cd originale perchè odio i file, comprato senza l'offerta a 17 euro, mai soldi sono stati spesi cosi bene in vita mia,= C.A.P.O.L.A.V.O.R.O Facing the Animal,=
anvil
Giovedì 24 Aprile 2014, 10.21.40
14
Non conosco l'album in questione , ma se lo dice il mio web amico CYNIC io credo che in questo album ci siano "emozioni in musica".
herr julius
Giovedì 24 Aprile 2014, 10.09.21
13
d'accordo con Cynic al 100%
CYNIC
Mercoledì 23 Aprile 2014, 19.40.14
12
con il signor MATS LEVEN PRENDETE A scatola chiusa il C.A.P.O.L.A.V.O.R.O Facing the Animal
thrash1969
Mercoledì 23 Aprile 2014, 18.00.43
11
Anche se non è il mio genere preferito i primi 4 album li custodisco (ovviamente in formato LP) in maniera maniacale..... La voce di MESSIAH è veramente straordinaria......riesce a portarti all'interno del loro mondo musicale come nessun altro... Per il DOOM il massimo dei voti
herr julius
Mercoledì 23 Aprile 2014, 9.28.08
10
ma in Chapter 6 c'era Thomas Vikstrom quello che poi cantava con i Therion? Che cantante della Madonna! A parte messiah io amo comunque parecchio anche un altro mio cantante totem, Mats Leven, che qualche anno fa ha cantato con Edling nel omonimo album degli Abstrakt Algebra che è uno degli album più straordinari, oscuri e cerebrali che abbia mai sentito, degno dei migliori candlemass. idem anche con l'omonimo dei Krux altro side project di musicisti di stoccolma. Per chi non li avesse mai sentiti consiglio caldamente l'ascolto, specie degli abstrakt algebra
Masterburner
Mercoledì 23 Aprile 2014, 8.54.02
9
Concordo con i commenti qui sotto. Nightfall è un 100, quindi questo diciamo un 85. Però, c'è veramente da rimpiangere il metal di quegli anni... sigh!
Diego
Martedì 22 Aprile 2014, 19.12.35
8
Concordo con herr julius, Nightfall l'apice dell'era Messiah, questo e Tales si giocano la seconda posizione. Personalmente parlando i veri Candlemass sono quelli di Marcolin, anche se ho ascoltato moltissimo Chapter VI
enry
Sabato 19 Aprile 2014, 16.53.27
7
I primi quattro, soprattutto i primi due, per me non si discutono neanche...voto 83, anche perchè la scala finisce a 100 e Nightfall e Epicus a mio avviso stanno dal 90 al 95. Così, per dirla in numeri.
herr julius
Sabato 19 Aprile 2014, 15.53.19
6
Lo standard dell'album è molto elevato, ma dell'era messiah è quello che amo di meno. Mi sembra più statico, più indigesto, forse più difficile di Nightfall (che è inarrivabile) e dell'ottimo Tales. Voto 70
ROB 75
Sabato 19 Aprile 2014, 14.53.17
5
altro grande lavoro da parte di questa fantastica band! certamente i due precedenti album sono di qualita' ancor migliore ma anche Ancient dream si difende egregiamente.l'unico episodio secondo me non eccezionale e' il medley di cover sabbathiane, anche se il tributo ai maestri e' comunque doveroso.personalmente avrei preferito una canzone originale in piu' ed eventualmente avrei riservato il medley come bonus track , ma questa e' solo una mia opinione naturalmente!
CYNIC
Sabato 19 Aprile 2014, 13.52.54
4
Miglior album Doom Metal ...... EVER. con Nightfall & Tales of Creation & Epicus Doomicus Metallicus!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
doomale
Sabato 19 Aprile 2014, 13.42.21
3
grandissimo album!Sono d'accordo con la disamina di emiliano e i commenti precedenti!Per me il loro picco e` Nightfall....ma sia questo...sia Tales...e sia il mitico Epicus....sono dei capolavori dell' epic doom.....Una band immensa i vecchi Candlemass!
epicus
Sabato 19 Aprile 2014, 13.13.57
2
capolavoro, forse un pelo sotto ai precedenti (che sono fuori categoria), ma questo disco (sottovalutato), fa parte della storia del genere e non solo. personalmente trovo ottima anche la produzione, che ricrea la giusta atmosfera. un gruppo immenso.
Osvaldo
Sabato 19 Aprile 2014, 12.02.05
1
Album bellissimo, contiene delle gemme di doom epico da brividi. su tutte Mirror mirror, a cry from the crypt, e sopratutto la title track che adoro alla follia. Un pelino sotto nightfall a mio avviso, a partire dalla produzione non proprio delle migliori e qualche episodio meno riuscito.
INFORMAZIONI
1988
Powerline Records
Doom
Tracklist
1. Mirror Mirror
2. A Cry From The Crypt
3. Darkness In Paradise
4. Incarnation Of Evil
5. Bearer Of Pain
6. Ancient Dreams
7. The Bells Of Acheron
8. Epistle no.81
9. Black Sabbath Medley
Line Up
Messiah Marcolin (Voce)
Mats Bjorkman (Chitarra)
Lars Johansson (Chitarra)
Leif Edling (Basso)
Jan Lindh (Batteria)
 
RECENSIONI
65
60
84
73
74
70
75
79
84
80
79
88
86
97
ARTICOLI
07/10/2017
Live Report
CANDLEMASS
CrossRoads Live Club, Osteria Nuova (RM), 30/09/2017
21/05/07
Intervista
CANDLEMASS
Parla Leif Edling
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]