Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Darkthrone
Old Star
Demo

E.G.O
Everything Goes On
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

19/07/19
CANCER
Ballcutter

19/07/19
CROWN THE EMPIRE
Sudden Sky

19/07/19
WORMED
Metaportal

19/07/19
CULT OF EXTINCTION
Ritual in the Absolute Absence of Light

19/07/19
FALLS OF RAUROS
Patterns In Mythology - Album Cover

19/07/19
SABATON
The Great War

19/07/19
LINGUA IGNOTA
Caligula

19/07/19
SCOTT STAPP
The Space Between the Shadows

21/07/19
SHARKS IN YOUR MOUTH
Sacrilegious

26/07/19
THE TRIGGER
The Time Of Miracles

CONCERTI

19/07/19
PORTO LIVE METAL FEST
PORTO ANTICO - GENOVA

19/07/19
ROCK INN SOMMA (day 2)
SOMMA LOMBARDO (VA)

19/07/19
HELLUCINATION + GUESTS
HILL METAL FEST - MOTTOLA (TA)

19/07/19
YAWNING MAN + ELEPHARMERS + COSMIC SKYLARK
SET TO SUN FESTIVAL c/o TORRE DI BARI' - BARI SARDO (NU)

20/07/19
THE DARKNESS + NOISE POLLUTION + HANGARVAIN
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

20/07/19
MILANO DEATH RALLY (day 1)
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

20/07/19
IN THE WOODS... + MESSA + BLACK OATH
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

20/07/19
DESTRAGE
ROCK IN PARK - CEREA (VR)

20/07/19
GRAVE DIGGER + GUESTS
AMBRIA METAL FESTIVAL - AMBRIA DI ZOGNO (BG)

20/07/19
NODE
GRAVE PARTY - GAGGIANO (MI)

Dream Theater - Metropolis Pt. 2: Scenes from a Memory
( 30248 letture )
Prima di iniziare a parlare di Scenes From A Memory, mi sembra essenziale fare una doverosa premessa, e cioè che ci troviamo di fronte non soltanto ad un album di altissima fattura sia tecnica che compositiva, ma anche ad una vera e propria opera teatrale. Da quanto detto risulta ovvio che tale album debba essere ascoltato integralmente in ogni sua singola parte e rigorosamente in ordine di traccia, così da poter cogliere tutto il significato e la poesia che quest'opera contiene ed emana. Così come reputo sia fondamentale far conoscere la storia che sta alla base di tutto prima di addentrarci in qualsiasi spiegazione di musica e testi, spiegazione che risulterebbe alla fine imprecisa, distorta o svuotata in alcuni contenuti fondamentali.
La storia ha inizio ad Hechoe's Hill nel 1929 dove la bella Victoria è fidanzata con Julian, quest'ultimo ribelle e dedito al gioco d'azzardo e alla droga, mentre il suo gemello Edward era divenuto senatore e condotto una vita diametralmente opposta a quella del fratello. Proprio in Edward Victoria cerca consiglio e conforto, ma il senatore finisce per innamorarsi della donna con la quale inizia una relazione, ma Victoria è ancora innamorata di Julian e così decide di vederlo di nascosto, ma Edward sventate le segrete trame li sorprende e li uccide. Da qui la storia fa un lungo salto al 1999, dove in uno studio psichiatrico il terapista ipnotizza Nicholas, che altro non è se non la reincarnazione di Victoria, il quale soffre di continue visioni e memorie e sotto ipnosi ricorda e racconta tutto al suo terapista eccetto il momento dell'omicidio.
Solo nell'ultimo brano, Finally Free, Nicholas viene risvegliato dall'ipnosi e ritorna a casa, dove però viene preceduto dal suo terapista, che si scopre essere la reincarnazione di Edward, il quale non esita ad ucciderlo dopo avergli sussurato apri gli occhi Nicholas, proprio come Edward molto tempo prima aveva fatto con Victoria.

Ad aprire il lavoro ci pensano il ticchettio e le parole del terapista che inizia l'ipnosi di Nicholas, nella prima e breve traccia dell'album Regression, che continua poi melodicamente con la chitarra acustica e l'organo ad accompagnare il vocalist nell'introduzione della storia e del disagio psichico vissuto dal protagonista.
Segue la strumentale Overture 1928, dove non si possono fare a meno di notare le grandiose capacità tecniche della band, mentre in Strange Deja Vu si racconta quella strana sensazione di rivedere scene già vissute, tant'è che nel ritornello Nicholas afferma

mi sento come se stessi andando fuori di testa,
misterioso, strano dejavu ma non mi interessa,
spero di trovare la verità


Through My Words fà da preludio alla successiva Fatal Tragedy, organo e batteria in grande evidenza e testi Sheaksperiani, e si continua con la lunga, ben 11 minuti, Beyond This Life che racconta l'omicidio di Victoria partendo dal titolo di una testata di giornale, alternando parti emotivamente sommesse a parti veloci con una dominante presenza delle percussioni soprattutto nella parte finale. Through Her Eyes, che poi è anche il singolo, si apre con un cantato femminile sopra una lenta e bellissima melodia che riprende la prima traccia Regression per svilupparsi in una canzone capolavoro che qualunque sia il genere musicale da voi preferito non si può fare a meno di apprezzare ed anzi osannare, così come il testo di questa song è semplicemente poesia, ecco l'inizio

Lei in realtà non ha mai avuto una possibilità
in quella fatale notte di luna, sacrificata senza battersi,
una vittima delle sue circostanze


Lunghissima anche la successiva Home, quasi 13 minuti, dai tratti orientaleggianti ed insieme a Beyond This Life la song più in linea con i precedenti lavori del gruppo; ancora un lungo brano, ma stavolta strumentale, The Dance of Eternity, dove è oramai inutile ripetere tutta la tecnica e le potenzialità di questi musicisti.
Tocca adesso ad altri due gioielli, prima One Last Time

un'ultima volta ci stenderemo oggi,
un'ultima volta fino a quando non scompariremo


e poi The Spirit Carries On, insieme a Through Her Eyes apice di un'opera senza eguali, con una melodia semplicemente stupenda ed un testo profondo e significativo.
Finalmente libero, Finally Free, l'altro lungo brano ed ultimo atto dell'opera che riprende nella sua parte centrale il motivo di One Last Time e chiude una sequenza di canzoni, anche se sembra riduttivo nominarle tali, sotto l'aspetto compositivo veramente insuperabile.

Gran parte dei fan dei Dream Theater sono combattuti non sapendo scegliere quale elevare come miglior lavoro della band tra questo ed Images And Words, ma per me non esistono dubbi, Metropolis Pt. 2: Scenes from a Memory rappresenta un momento magico, unico e purtroppo irripetibile nella storia di questo grande gruppo, nonostante anche l'altro sia un lavoro, come del resto quasi tutto ciò che fa parte della discografia dei Dream Theater, di gran lunga superiore alla media. Melodie stupende, virtuosismi e tecnica strumentale ineccepibili, testi poetici e teatrali, ed un solo aggettivo: capolavoro.



VOTO RECENSORE
99
VOTO LETTORI
85.20 su 440 voti [ VOTA]
matt2
Venerdì 15 Febbraio 2019, 13.30.03
142
gran disco, ai tempi della sua uscita fu salutato come il ritorno dei maestri del prog dopo (l'episodio controverso) falling into infinity. non il mio preferito , sono piu vicino al voto lettori che al voto rece , ma le vette raggiunte - bisogna dirlo-sono assurde. peccato per la (troppo) lunga beyond this life secondo me non tutta eccelsa e the spirit carries che onestamente non ho mai digerito. voto 87
matt2
Venerdì 15 Febbraio 2019, 13.30.03
141
gran disco, ai tempi della sua uscita fu salutato come il ritorno dei maestri del prog dopo (l'episodio controverso) falling into infinity. non il mio preferito , sono piu vicino al voto lettori che al voto rece , ma le vette raggiunte - bisogna dirlo-sono assurde. peccato per la (troppo) lunga beyond this life secondo me non tutta eccelsa e the spirit carries che onestamente non ho mai digerito. voto 87
fasanez
Mercoledì 28 Febbraio 2018, 22.24.13
140
Capolavoro! 100 tutta la vita. Questo gioiello contiene perle di livello assoluto! Spirit carries on dovrebbe essere studiata a scuola da quanto è... perfetta. Disco da ascoltare e ascoltare, senza pause, lasciandosi andare tra le pieghe di questo capolavoro. Ricordo con enorme piacere anche il tour, visto a Firenze, quando lo suonarono interamente, fantastico.
Philosopher3185
Mercoledì 28 Febbraio 2018, 21.20.31
139
Davvero un album meraviglioso.Probabilmente uno dei migliori album degli ultimi 20 anni.
Chiara
Venerdì 27 Ottobre 2017, 16.37.27
138
Il mio album preferito in assoluto. Qui il Teatro del Sogno fa fede al proprio nome...coniuga alla perfezione tecnica e capacità di emozionare, ma del resto è già scritto nelle ultime righe della recensione. Sono quasi d'accordo sul dare 99 anziché 100, perché dà talmente tante sensazioni, che definirlo perfetto sarebbe riduttivo.
Steelminded
Giovedì 26 Ottobre 2017, 15.53.17
137
Grande Jacopo... Spero La verifica di fisica so andate bene...
Jacopo
Giovedì 26 Ottobre 2017, 1.46.32
136
Non ho parole per questo album.....è legato di filo e per segno...e sono qui alle 1:33 di notte con una verifica di fisica alle 8 di mattina a descrivere questo album su questo sito che ormai da anni visito. L'ho ascoltato tantissimo nel periodo di quasi 2 anni fa circa, come i Dream Theater quando li ho scoperti grazie ad un mio amico. Ogni canzone....e dico ogni canzone.....rispecchia esattamente ogni momento che io passavo.....la mia vita con gli amici, le mie ex, quando fuggivo da scuola per problemi personali a scuola....il tutto sempre collegato alla storia stessa che i DT hanno proprio voluto proporre, ed è incredibile come tutto si sia collegato così perfettamente, come i DT abbiano svolto questo ruolo di colonna sonora....anzi parte fondamentale della mia vita, più di una semplice musichetta che accompagna la tua vita, me lo ascoltavo con gli auricolari in autobus, la sera, davanti le fermate degli autobus dopo essere stato con gli amici, e questo è incredibile. di cose se ne potrebbero dire tante per fare una bella recensioncina, ma spesso si da più importanza a dire quello che capita ad istinto più che fare una sintesi di ogni canzone. Una tecnica colossale legata sempre a sentimento costante, qui a differenza di Images And Words entriamo in un mondo leggermente più duro, realista, diverso da quello sognatore dell'altro, più legato alla storia reale però si conclude con la famosissima e potentissima The Spirit Carries On e la finale Finally Free con quella drammaticità di fondo incredibile....One Last Time è potentissima, Fatal Tragedy è grandiosa Voto 100
rush1981
Lunedì 2 Ottobre 2017, 20.43.24
135
Assieme ad images and words ed awake il meglio che sia mai stato realizzato a livello musicale in campo progressiv...ricordo come fosse allora il live del 11 04 2000 a marino (Roma) dove suonarono divinamente il suddetto disco... emozioni..lacrime.. il miglior live della mia vita!!! Il mio disco...100
naoto
Martedì 28 Marzo 2017, 0.59.43
134
La più grande affermazione del Progressive Metal di sempre.
Lohr
Sabato 11 Febbraio 2017, 18.22.34
133
Mi correggo quindi, questo e anche Octavarium sono quelli "rudessiani" che salvo.
Lohr
Sabato 11 Febbraio 2017, 18.16.06
132
Che poi tra i dischi di Rudess é quello che più mi dice qualcosa(forse l'unico ). Io continuo a citare il loro esordio,che forse per la.produzione,forse per Dominici, non ha la stessa cassa di risonanza degli altri dischi loro eccetto ytse jam. Pezzi come a Fortune in Lies,Status Seeker,The Killing Hand e Afterlife sono perle. Ad Iron69 che cita Octavarium dico che nonostante sia parecchio bistrattato anche io lo trovo un buon disco,ricco di belle atmosfere e un Rudess un pó meno solista.Specialmente la title track,anche se alcuni richiami sono spaventosi(chi non ci sentito Shine on you crazy diamond nella lunga intro).
Steelminded
Giovedì 9 Febbraio 2017, 10.40.51
131
Alla lista capolavori ho dimenticato black clouds...
iron69
Mercoledì 8 Febbraio 2017, 22.19.59
130
Io ho iniziato ad ascoltarli nel 2003, chiaramente sono partito da Train of, Live in budokan e poi a ritroso, per cui non sono un fan fanatico della prima ora, pero' devo dire che cio' che mi trasmettevano Images, Awake e When Dream, non era uguagliato da altri, poi vidi il dvd di Metropolis Pt. 2 e rimasi sconcertato da tale bellezza, devo dire che mi piace tutta la discografia dei DT fino a Black Clouds (eccetto il periodo di Falling into infinity ed il relativo live), in effetti c'è una lacuna, devo sentire il materiale uscito dopo la dipartita di Portnoy...ma chissà, col tempo..Up Dream Theater...
Steelminded
Mercoledì 8 Febbraio 2017, 20.59.32
129
Signori, l'omonimo DT, A Dramatic, Train of, Six Degrees, Scenes e Systematic sono tutti dei capolavori. I miei preferiti su tutto sono I&W, Scenes e DT... Figuratevi se posso rimpiangere Moore, Portnoy ovviamente sì ma Moore molto di meno. Gli stili sono molto diversi e sono d'accordo che lo stile di Moore evidenzia molta più classe di Rudess che invece punta molto più sullo spessore e l'impatto. Sono stili differenti, entrambi eccezionali ma se penso ai dischi che Rudess ha fatto con i DT e a quelli di Moore non posso che mettere prima Jordan. Poi di Images and Words ce n'è uno e questo a Moore non lo toglierà mai nessuno.
GIANLUCA
Mercoledì 8 Febbraio 2017, 20.03.26
128
Ultimo immenso lavoro dei DT, dopo di esso non piu come prima
iron69
Mercoledì 8 Febbraio 2017, 19.21.25
127
Sono d'accordo in parte con il recensore e in parte con Lohr, nel senso che Scenes è sicuramente un gran bel lavoro (anche se per i miei gusti non all'altezza di Images e di Awake e forse anche di Change of Season), ho sentito prima il Dvd e poi l'album e devo dire che trovo gli arrangiamenti e le atmosfere piu' pieni nel live che in studio. Una parentesi obbligatoria, sono tra quelli che trova Moore imprescindibile per i DT, niente da dire su Rudess, è veramente bravo, ma Moore era pure un compositore e manca tanto il suo apporto compositivo, per non tacere sul fatto che se osservate i bonus su Dvd in cui Rudess esegue pezzi risalenti fino ad Awake, si fa una gran sudata, per chi ha Live in Tokio '93, osservare con quale facilità Kevin eseguiva le sue parti (diffcili) su tastiera, estrema semplicita ma molto efficace, Learnig to live, Erotomania, Metropolis etc..Per cui, per me meglio Kevin Moore il cui contributo (anche compositivo) non puo' essere liquidato cosi'. Per quanto riguarda valore nella discografia DT, SOAM , lo metto dopo I&W, Awake e Change of Seasons. sto riscoprendo Octavarium e trovo grande Black Clouds, dopo l'uscita di Mike, altro scontro vincente con Mangini, ho perso un po di vista i DT, ma spero di ritrovarli.
Lohr
Domenica 5 Febbraio 2017, 13.06.11
126
Inanzitutto non sto qui a paragonare le carriere dei due musicisti, che sono entrambi mostruosamente bravi e di fama internazionale, ed è palese che i DT sono andati avanti dopo di lui ma per i miei gusti e percezione molto per inerzia e dimostrazioni di bravura, ma evidentemente a molti i DT con Rudess piacciono,a me no. Sul suo contributo nel gruppo ti cito per dire The Killing Hand, Take The Time, Surrounded,Wait for sleep-Learning To live, canzoni dove l'eleganza negli arrangiamenti la fanno da padrone sulla tecnica vera e propria e l'ispirazione era totale per tutti i membri del gruppo, e Moore sicuramente ha contribuito a creare questa giusta alchimia. Per il post DT, ti cito Perfect Simmetry, A Pleasant Shade of Gray e Disconnected dei Fates Warning (band di cui si parla veramente troppo poco) e l'omonimo degli OSI, poi si è dato all'industrial ed altri progetti che non ho approfondito. Rudess impressiona per la sua bravura ma i DT con lui mi stancano abbastanza in fretta (nonostante qualcosa di buono lo trovo eh, ma troppo poco per la mole di dischi che hanno prodotto),stesso discorso per il progetto parallelo Liquid Tension Experiment. Mentre IaW e l'esordio When Dream and Day Unite (molto sottovalutato, anche se la produzione era pessima) li ascolterei tutti i giorni perche' ricchi di gusto e mai banali. E' un fatto di classe, per me molto più a favore di Moore.
Steelminded
Domenica 5 Febbraio 2017, 10.41.27
125
Lohr, non condivido le tue tesi, sebbene sul giudizio relativo all'album siamo nel campo dei gusti e quindi puoi benissimo trovarlo prolisso e stuchevole (per me non lo è...). Per quando riguarda Moore invece qui penso ti allarghi un po' troppo: quale sarebbe il contibuto così enorme di Moore alla caua Dream Theater, dove emerge la genialità di Moore, cosa ha composto Moore nei Theater? Soprattutto, cosa ha combinato Moore dopo aver lasciato i Theater? Cosa hanno fatto i Theater dopo la partenza di Moore? Rudess a volte straborda, ma a me piace, è il suo stile e credo che sia proprio integrato nel marchio di fabbrica dei Theater... A mon avis, ha dato molto più lui ai Theater che Moore... Aperto il dibattito. Evviva!
Max1
Domenica 5 Febbraio 2017, 9.54.33
124
Sante parole !! Concordo alla grande sulla tua analisi
Lohr
Domenica 5 Febbraio 2017, 5.37.30
123
Molto sopravvalutato.Prolisso e stucchevole nonostante alcuni buoni passaggi. Una band che dopo essere stata coadiuvata da un genio come Moore a parer mio (ma a quanto pare non di molti altri) ha molto sofferto il suo distaccamento(ma già in Awake ho notato un deterioramento del sodalizio Petrucci-Moore e una conseguente mancanza di freschezza e ispirazione, ma parlo sempre a parer mio). Rudess, mostro di tecnica senza dubbio, non ha mai colmato quel vuoto e la cosa sfocia negli ormai celeberrimi intermezzi virtuosistici ma vuoti. La differenza tra una Killing Hand e una traccia qualsiasi di questo disco è lampante, come la differenza tra questo disco e ad esempio A Pleasant Shade Of Gray dei Fates Warning (rimanendo in tema Moore).
ihsahn
Martedì 13 Dicembre 2016, 11.38.34
122
il voto è totalmente superfluo. inarrivabile!
Charleston11
Mercoledì 26 Ottobre 2016, 17.10.12
121
AUGURI METROPOLIS. oggi compie 17 anni
Christian Death Rivinusa
Domenica 16 Ottobre 2016, 21.41.22
120
il genere e i dream non sono tra i miei preferiri,pero' il primo con dominici,awake e questo mi sono sempre piaciuti… .immages bello maleggermente inferiore a quelli citati in precedenza,di metropolis mi e' sempre piaciuta la trama,anche se devo dire che all'inizio per assimilarlo ho impiegato vari ascolti,adesso hanno mike mangini uno dei migliori drummer del pianeta
Havismat
Domenica 16 Ottobre 2016, 15.29.35
119
Una pietra miliare. Voto: 100
Nedioca
Sabato 15 Ottobre 2016, 21.32.10
118
Bell'album, indubbiamente eh... ma la storia proprio non mi piace. Sarà che ormai c'è di molto meglio (secondo me).
Viking
Venerdì 2 Settembre 2016, 20.44.04
117
99 ok, ci stà, ma è l'ultimo disco da prendere in considerazione, poi solo roba da schifo, e ma diciamolo per una volta!!!
Steelminded
Sabato 27 Agosto 2016, 10.21.14
116
A FUCKING MASTERPIECE, my friends. 100 for one of the greatest bands of all times...
Steelminded
Venerdì 8 Luglio 2016, 11.36.27
115
Secondome i piu belli sono questo, images e dream theater, tutti 100.
Feffa la cagna
Venerdì 8 Luglio 2016, 2.31.53
114
Turbulens?
Goli01
Venerdì 8 Luglio 2016, 1.57.19
113
É molto difficile dire la canzone più bella dei DT, ma di sicuro questo é l'album più bello, successivi: 2 dream Theater, 3 awake-astonishing-a change of season... comunque quelli che hanno detto che é l'ultimo album buono, forse si sono dimenticati di six degrees of inner turbulens?
Charleston11
Martedì 21 Giugno 2016, 13.32.25
112
Certa gente sotto ha scritto delle cazzate enormi. Questo è un capolavoro!
Shadow
Mercoledì 6 Aprile 2016, 19.38.06
111
Incredibile che qualcuno riesca a parlare di mancanza di sentimento in un capolavoro assoluto come questo disco..... "Spirit carries on" è semplicemente commuovente, solo per parlare dell'unico brano dove non c'è virtuosismo tecnico ma solo melodia e pathos immenso. Il resto, beh, è il paradigma stesso della parola musica ! Voto 100 senza discussioni. E chi parla di album sopravvalutato evidentemente deve cambiare genere musicale.
Kephalos
Mercoledì 10 Febbraio 2016, 22.34.17
110
Home da sola è probabilmente, oltre che la canzone più BELLA mai scritta dai Dream Theater, una delle più belle di tutto quel florido decennio.
Undertow
Lunedì 8 Febbraio 2016, 23.17.38
109
Il Capolavoro Assoluto del Progressive Metal. Lo conosco praticamente a memoria. Nella top five dei miei album preferiti di sempre. 100. Ps: ho letto i commenti più recenti qui sotto...non ho parole, ragazzi...fatevi aiutare perché il brocardo DeGustibus giustifica fino a un certo punto eh.
Max
Venerdì 29 Gennaio 2016, 14.11.54
108
Saran gusti, ma sta pizza 99!!??
Rei di Nanto
Domenica 24 Gennaio 2016, 15.07.41
107
Half ano tu invece cambia idee politiche.
Steelminded
Sabato 23 Gennaio 2016, 9.46.30
106
God bless Dream Theater and what they created
Alexi Laiho
Venerdì 22 Gennaio 2016, 22.43.04
105
Inascoltabili? ...
fango
Venerdì 22 Gennaio 2016, 21.44.19
104
Quoto Rei...inascoltabili
Half Ano
Venerdì 22 Gennaio 2016, 21.42.51
103
Cambia pusher Rei...
Rei di Nanto
Venerdì 22 Gennaio 2016, 21.15.56
102
Sopravvalutato esattamente come il gruppo stesso. Quadrati e noiosi.
Rob Fleming
Giovedì 21 Gennaio 2016, 11.41.43
101
Con tutta probabilità questo è il vero vertice assoluto dei DT (con il debutto). Home, The dance of eternity, The spirit carries on e Finally free sono capolavori assoluti di un album pressoché perfetto. Una riflessione particolare per Through her eyes: a metà degli anni '80 Roger Waters e Eric Clapton collaborarono insieme in un album che era una spedice di continuazione di "The final cut". Ebbene quelle stesse atmosfere le ho avvertite immediatamente in quel brano VOTO 88
Bres
Venerdì 18 Dicembre 2015, 14.47.35
100
per me si tratta di un grandissimo album il secondo migliore o il migliore della band, persino la storia da molti disprezzata io la trovo di forte impatto e geniale
Leonardo
Mercoledì 9 Dicembre 2015, 16.01.40
99
non capisco perchè nel miglior album progressive metal di tutti i tempi debba essergli negato il voto 100... dato che andrebbe anche oltre.
klostridiumtetani
Venerdì 20 Novembre 2015, 16.14.46
98
@InvictusSteele, anche mio...
InvictuSteele
Venerdì 20 Novembre 2015, 10.42.49
97
Mai piaciuto, due palle infinite sto disco. Sopravvalutato così come sopravvalutata questa band. Va bene la tecnica ma ci vogliono le canzoni, i sentimenti. Images & words funzionava perché c'era tutto li dentro e infatti è un capolavoro assoluto, anche Awake è eccellente seppur noioso in alcuni punti, ma poi basta. Non apprezzo troppo il prog così disteso perché mi sembra freddo e mi annoia tantissimo, ho provato a riascoltare Metropolis dopo anni e anni e le sensazioni sono le stesse. Alcuni brani ottimi e molti altri vuoti. Sarà un problema mio...
Vizard
Mercoledì 15 Luglio 2015, 21.18.26
96
La Brie ha una voce che non si può apprezzare con pochi ascolti come ad esempio Kiske. Probabilmente molti non sanno che ha avuto una grave infezione alle corde vocali..trasmette emozioni. Detto questo, sicuramente ci sono cantanti più dotati, ma resta il fatto che non lo si può criticare così gratuitamente
BlackSoul
Venerdì 10 Luglio 2015, 17.07.00
95
Intendo dire che per raggiungere le note alte mi ha sempre dato l'impressione di slanciarsi in acuti più grandi di lui... fosse per gli altri quattro, forse darei molto di più a questo album
Il Cinico
Venerdì 10 Luglio 2015, 16.33.00
94
La Brie in questo disco non canta ma urla?!? Bah questa è bella....
BlackSoul
Venerdì 10 Luglio 2015, 15.30.31
93
I due difetti, secondo me, dell'album e dei DT (tolti i primi tre) sono l'abuso di tecnica - perchè puoi sbrodolare 164 note al millesimo di secondo ma se non comunichi nulla meglio farne 2 - e la voce di LaBrie che il più delle volte non canta, urla. L'album risente di queste due caratteristiche e mi è sempre sembrato piatto, anche se a suo favore si può dire che il concept è organizzato benissimo tanto che quando lo riascolto mi dà sempre la sensazione di guardare un film. Come voto non vado oltre il 66.
metallo
Mercoledì 10 Giugno 2015, 20.08.47
92
Credo sia arduo dire quale sia il migliore tra Image and Wards, Awake e questo, per me sono la terna perfetta dei Dream Theather, uno piu' bello dell'altro, album , recensione e voto perfetti.Classe e bravura, fanno di questo lavoro un'opera intramontabile.
Gregorio
Mercoledì 10 Giugno 2015, 17.24.17
91
Il punto più alto della loro carriera, album spettacolare, pietra miliare del Prog Metal.
Carmine
Lunedì 23 Marzo 2015, 10.27.52
90
Grande album, ma non è il migliore della band. Imeges and Words e Awake sono inarrivabili. Voto 88
Obituary
Sabato 20 Settembre 2014, 9.27.47
89
Indiscutibilmente un album grandissimo, ma sicuramente non il miglior album prog di sempre, come dice la rivista Rolling Stone.
Steelminded
Sabato 20 Settembre 2014, 0.09.14
88
Upload straparla...
charliecharlie
Venerdì 19 Settembre 2014, 19.13.19
87
Caro UpLoad,probabilmente come album I&W è più completo,perchè ha canzoni differenti tra loro.Ma vedi,se l'idea del concept è raccontare un'unica storia in svariate canzoni e melodie,beh allora è un'altra cosa...E se poi,incidentalmente, lungo tutto il concept la band segue una linea melodica comune e con cenni alla canzone da cui è nata l'idea,e riescono a suonarla senza interruzione dal vivo (a firenze al palazzetto una 15ina di anni fa,io c'ero...),beh allora parliamo di capolavoro,di genialità assoluta...troppo sfruttata l'idea del concept?beh,i dream l'hanno superata l'idea del concept...per me non è un album,è un unica canzone di 79 minuti(salvo la pausa tra through her eyes e home) ed è anche la ciliegina sulla torta ad I&W,ideologicamente. p.s.:l'unico a vincere nella storia è edward anche reincarnato,e si,vittoria cmq porta un po' sfiga...
DarkSide
Lunedì 11 Agosto 2014, 8.12.24
86
80 media lettori!? Ma cosa hanno nella testa? Questo è il miglior lavoro dei DT, non c'è un secondo che non mi piaccia, 100 e lode
UpLoad
Lunedì 4 Agosto 2014, 17.23.06
85
Non fraintendetemi strange dejavu, fatal tragedy, home, the spirit carries on ( specie il solo ) sono un figata....solo che penso a daniel gindelow che mette un musica quella tragedia moderna che è Remedy Lane e penso a sta storiellina di due fratellic he si cornificano a vicenda e ci rimette quella sfigata di victoria...ma dai......
UpLoad
Lunedì 4 Agosto 2014, 17.11.55
84
85...bello, ma non quest capolavoro che molti dicono...i dream theater mancano di originalità, il disco è bello e in certi momenti meraviglioso peròc he cavolo, fai un concept perchè le band prog fanno i concept e la storia del concept fa cagare.... ma dico io paragonate la storia di questo concept ( e tutto il manierismo che c'è ditro ) ai grandi concept della storia ma anche a quelli più sottovalutati del metal in generale....dai su....mi sembrano dei nerd viziati della scuola di musica del paese che si diverte ad invadere il paese di gruppi di ogni genere per far vedere che i musicisti del paese sono loro, sono bravi sono loro, ok si sono bravi solo loro, da questo album in poi ci frantumeranno i cocones ...gli manca solo l'album di punk rok per far concorrenza ai green day poi li hanno fatti tutti i generi?
DarkSide
Sabato 26 Luglio 2014, 0.49.26
83
Voto 200. Summa cum Laude. Imprescindibile.
therox68
Sabato 17 Maggio 2014, 0.16.27
82
patrik: Living Colour? E comunque, che abbia indovinato o meno, ho letto il tuo commento solo oggi quindi non posso aver colto subito la tua citazione come chiedi te.
Andrew Lloyd
Martedì 15 Aprile 2014, 14.55.54
81
Sotto certi aspetti, il loro canto del cigno. Un quasi capolavoro.
Steelminded
Venerdì 21 Marzo 2014, 11.05.06
80
Che album con i controfiocchi signori... lo dico e lo ripeto, anche se non aggiungo niente di noto, per pagare il giusto tributo ad un tale capolavoro... Puro genio e creatività per una band che entra di tutto diritto nel gruppo dei giganti della musica. Evviva!
Andrew Lloyd
Martedì 18 Marzo 2014, 14.01.38
79
E' il disco che mi riconciliò con la band. Certo, non li ho più amati come nel periodo 1989-1995. Dopo li persi di vista tranne a sprazzi (Octavarium e l'ultimo DT). Erano diventati la band di tutti... con cui tutti si riempivano la bocca. Ma la mia MC di Images &Words del 1992, è sempre un cimelio esposto in bella evidenza in una mensola del mio ufficio...
Steelminded
Sabato 28 Dicembre 2013, 17.23.26
78
Prog rock (specie 70) e prog metal sono due cose diverse, non comparabili secondo me.
patrik
Sabato 28 Dicembre 2013, 16.52.23
77
ora vi spammo un gruppone italiano ( ? ) i devil doll per esempio sono uno dei gruppi piu validi in questo campo ( il prog ) qualcuno li ha mai cagati ,nessuno sa chi siano ? perchè bisogna ascoltare sempre le solite cose? fatevi una cultura invece di ascoltare sempre i soliti nomi cazzarola
patrik
Sabato 28 Dicembre 2013, 16.38.24
76
beh se piacciono i rush posso capire che possano piacere è da una 15 ina di anni che non me li cagavo piu dopo aver passato molto tempo a studiare ed ascoltare quintalate di prog anni settanta , dal suono di canterbury fino al nostro bistrattato prog italiano; mi sono concesso una ripassata. A primo ascolto mi son fatto delle grossisime risate, poi mi son convinto che l'accessibilità di queste song possono essere un pregio, al terzo ascolto mi son convinto che sta musica è veramente immatura e senza un pizzico di originalià , sono i pooh del prog ahahahaha
patrik
Sabato 28 Dicembre 2013, 16.24.23
75
beh se per rolling stone il meglio del prog è questo stiamo freschi ignorance is bliss, ( vediamo se qualcuno coglie subito la cit. ) ho la sabbia nella vagina mi sa caro\a vagisil . Comunque credo che sia poco attinente misurare il prog settantiano con il prog metal in generale . Whippin a stupid rolling stone
Vagisil crema
Venerdì 15 Novembre 2013, 14.05.18
74
Votato nel luglio 2012 come "milgior album progressive della storia" nientemeno che dalla rivista Rolling Stone battendo in classifica Rush e Yes. direi che Rolling Stone ci ha azzeccato, anche se ha forse un po' minimizzato. Questo non è solo il miglior album prog è il miglior album della storia.
Macca
Lunedì 28 Ottobre 2013, 13.52.07
73
Veramente un album gigantesco, anche per profani del genere.
Steelminded
Venerdì 4 Ottobre 2013, 18.57.38
72
Domanda supponente. Comunque forse intendeva prog metal, ma anche se fosse prog tout court, e la sua visione che non va bollata come incompetenza facile facile... Per me I migliori album prog sono in the court of crimson king e selling england, ma magari domain cambio idea...
HeartOfWinter
Venerdì 4 Ottobre 2013, 15.01.44
71
Claudio, sicuro di conoscere bene il Prog? Senza nulla togliere a questo capolavoro naturalmente.
Claudio
Venerdì 4 Ottobre 2013, 14.29.21
70
Per me il miglior album prog di sempre...
suocera
Venerdì 27 Settembre 2013, 18.45.14
69
uno dei dischi manifesto del prog, il piu' importante album prog degli ultimi 20 anni. peccato solo per il sound di chitarra di petrucci, che iniziava a sterzare verso suoni imho piu' acidi e meno caldi. cosa che ha continuato a fare, e non ho mai mai mai apprezzato.
matteo37
Domenica 22 Settembre 2013, 11.48.38
68
di questo disco mi son sempre passate inosservate le ballad , discorso diverso per i pezzi "veri" home, strange dejavu, ouverture, finally free, la straordinaria strumentale.discreto l'esordio di jordan ancora troppp kevinmoorizzato ,il suo stile e la sua personalità usciranno dal successivo in poi. voto 88
HeavyLollo
Venerdì 21 Giugno 2013, 16.02.52
67
la perfezione musicale... voto: tendente a infinito... purtroppo il massimo è 99!
opeth72
Domenica 28 Aprile 2013, 14.50.23
66
che dire... l'unica cosa e' che non dobbiamo paragonare Scenes From A Memory con gli altri lavori dei Dream Theater.. ogniuno e' a se stante... qui troviamo sicuramente i nostri in uno stato di grazia, sono convinto come tutti voi che e' un capolavoro, un opera teatrale dove l'abilita' tecnica ed esecutiva hanno toccato le corde piu' sensibili della nostra anima.........
steelminded
Sabato 15 Settembre 2012, 12.00.38
65
Questa è materia divina. Sono d'accordissimo con Lorenzo. Io sono fan de DT da 20 anni - ho tutti gli album, tutti i live, tutti i DVD. Onestamente credo che questa band trascenda la dimensione terrena. Il live DVD di questo disco è meraviglioso. Consiglio a tutti di approndire la videografia della band, che aiuta ancora di più a capirne la immensa grandezza. Evviva! P.S. scusate le iperboli (-;
Delirious Nomad
Domenica 9 Settembre 2012, 15.57.36
64
No, io che adoro images & awake non riesco ad apprezzare completamente questo; alcuni pezzi stupendi, altri che mi scorrono addosso senza lasciare nulla...81. Per ora. Spero di poter alzare il voto un giorno.
Lorenzo "Palas" Ciampiconi
Domenica 5 Agosto 2012, 17.04.51
63
dopo averlo consumato per oltre 4 anni posso affermare che a mio parere è il più bel disco pubblicato negli ultimi 15/20 anni.
Joker
Venerdì 6 Luglio 2012, 11.29.42
62
Inutile descrivere quest'opera teatrale, perchè è così che dovrebbe essere considerata, e non come semplice album metal; Scenes và oltre tutto ciò e ci propone un lavoro unico, irripetibile (chissà una Metropolis Pt. 3, ma ormai non ci crede più nessuno). Opera che, a mio avviso, meriterebbe la riproduzione cinematografica per essere valutata e compresa nella sua interezza (chi ha visto Metropolis 2000 sà di cosa stò parlando). Pensate che per capire ogni singolo brano e la conclusione dell'album mi sono preso il testo da Wiki, l'ho stampato, e mi sono visto il DVD che ripropone l'intero lavoro live; leggendo volta volta il significato dei vari testi arrivi alla fine e rimani con la bocca spalancata per l'omicidio di Nicholas. Mi sono sentito come uno di quei borghesi che vanno il giacca e cravatta ad assistere alla loro Opera preferita a teatro, una sensazione unica!!! Ho letto molti commenti su cosa fosse meglio tra questo lavoro ed Images, secondo me è inutile fare raffronti: personalmento ho un rapporto speciale con Images, dato che è stato l'album che mi ha fatto scoprire i Dream, e le sue sonorità sono nel mio cuore da sempre; ma è giusto considerare Scenes al suo pari, sono i 2 picchi massimi che questa band non raggiungerà più........DIVINI
Nonno Ippei
Venerdì 1 Giugno 2012, 21.01.50
61
Learning to Live rimane la loro canzone Migliore, un capolavoro e un apice che non potranno mai più raggiungere. Ma Scenes From a Memory, Gesù, è TROPPO avanti! Non ho detto migliore rispetto a I&W, bensì avanti. La storia e il concept che hanno creato è bellissima, degna da Film Hollywoodiano e cosa + importante hanno saputo Interpretarla DA DIO sia con la musica che con i testi. Magnifico! 100 pieno
tommy
Mercoledì 29 Febbraio 2012, 23.10.37
60
hangar se questo è un album da 85 è meglio che ti concentri su altre cose...magari il calcio dato che quel 1893 mi fa pensare al genoa...questo album va al di la del metal in generale è solo musica con la m maiuscola...non so chi sia o chi potrebbe fare meglio...
Hangar1893
Giovedì 23 Febbraio 2012, 15.10.35
59
Uhm forse ll voto è un pò esagerato... un album bellissimo che comunque non supera l' 80 - 85 (e sticazzi è comunque un voto altissimo). Il mio preferito, comunque.
simone
Lunedì 13 Febbraio 2012, 14.55.24
58
images and words vince su tutta la linea..non è minimamente paragonabile !!! credo,invece,che metropolis pt.2 sia sottovalutato (in generale,non di certo da questa recensione) ma ripeto..il picco è images and words XD
tommizafo
Sabato 7 Gennaio 2012, 19.03.06
57
per me Images & Words è il più bello, scenes from a memory non è migliore
Accolade
Martedì 25 Ottobre 2011, 20.38.14
56
Il migliore album dei dream theater! il primo che ho ascoltato a undici anni...incredibile. qui sanno coniugare alla perfezione tecnica e melodia. l'ultimo vero capolavoro dei DT
Fabio
Sabato 24 Settembre 2011, 21.01.13
55
Ai livelli di I&W, per me addirittura leggermente superiore. Overture + Strange Dejavu mi fanno impazzire insieme, Home è troppa roba... E One last time, che sogno... Voto 100 (se si potesse), I&W 99
Steven
Martedì 20 Settembre 2011, 1.33.02
54
riascoltandolo dopo tanto tempo devo dire che è uno dei migliori dei DT, senza ombra di dubbio
si come no
Lunedì 19 Settembre 2011, 19.53.03
53
Harris95@ - Argo@: infatti dopo le istruzioni per l'ipnosi dell'intro mi sono addormentato. Il problema è che dopo 150 minuti di prog-relax-mieloso (per dirla tutta "alla Dream Theater") sono entrato in coma...infatti ora Vi sto scrivendo dall'Oltretomba per dirVi che quest'album è una gran rottura di palle infinita! Amen.
fabio II
Giovedì 15 Settembre 2011, 15.42.53
52
In un post del nuovo album mi sono dimenticato di 'Scenes', visto che ho scritto che dopo 'Awake' i Theater mi sono piaciuti solo per alcuni brani e non per gli albums interi. Sgombro il campo da eventuali dubbi: questo è un grande lavoro,.....dopo che avevano già ampiamente dato segni di cedimento in alcune cose antecedenti
freedom
Sabato 10 Settembre 2011, 18.04.34
51
Che capolavoro! Ero un teenager quando lo pubblicarono e ne rimasi letteralmente folgorato...roba da paura. Bellissimo.Voto 100.
Eli6slash
Mercoledì 7 Settembre 2011, 20.37.41
50
non avevo mai ascoltato quest' album e più in generale i dream theater, ma dopo aver letto questa recensione per curiosità ho dato un ascolto e.... mi sono innamorato di questa band. images è semplicemente fantastico, ma questo è unico, ormai lo conosco a memoria...voto 100
Davide
Domenica 4 Settembre 2011, 16.03.38
49
Bell'album, ma da qui in poi possiamo smettere di chiamarli "progressive" metal, in quanto ci rifilano sempre la stessa roba
Nicola Durd7is
Domenica 4 Settembre 2011, 14.53.40
48
Il miglior album di sempre, a mio parere. Noioso? Per alcuni può esserlo, per me no, perché ogni canzone mi dà un'emozione diversa, ma me la dà, e in un modo unico. Derivativo? Forse, ma non bisogna per forza creare qualcosa per fare un album bello, l'importante è che ci sia una sostanza che fa emozionare almeno qualcuno (più o meno lo stesso motivo per cui io non disprezzo alcun artista musicale), quindi io considero quest'opera come il miglior album mai fatto da qualsiasi musicista. Non mi annoia, mi emoziona. Cosa posso chiedere di più dalla vita? Solo chiedere a Metallized la possibilità di mettere come voto 100 e non 99! 100
Cosmo
Giovedì 30 Giugno 2011, 23.45.08
47
hahha, questa spacca...
Argo
Giovedì 30 Giugno 2011, 23.43.02
46
Probabilmente si è addormentato seguendo le istruzioni per l'ipnosi dell'intro...
Harris95
Giovedì 30 Giugno 2011, 21.50.44
45
@si come no stai scherzando?
Harris95
Giovedì 30 Giugno 2011, 21.50.39
44
@si come no stai scherzando?
Sono il vostro Dio
Sabato 18 Giugno 2011, 2.51.34
43
Fantastico...meglio live!
Renaz
Domenica 22 Maggio 2011, 14.07.35
42
Ecco, finalmente un commento con cui concordo.
si come no
Domenica 22 Maggio 2011, 13.52.11
41
La prima volta che ho ascoltato questo disco mi sono addormentato!!! Troppo noioso!!!
Kalyth
Martedì 10 Maggio 2011, 16.31.52
40
il miglior disco della band, al pari di IaW ma con quel qualcosa in più dato dalla coerenza e la narrazione che solo un concept (ben fatto) sa dare. Capolavoro, uno dei miei dischi preferiti in assoluto.
Argo
Sabato 26 Febbraio 2011, 23.01.02
39
Disco perfetto, il mio album preferito dei DT. Potrei ascoltarlo 10 volte di fila senza stancarmi!
Rapanui
Sabato 26 Febbraio 2011, 21.57.16
38
Secondo me Images and Words è il primo capolavoro. Quest' album è l'ultimo.
Harris95
Giovedì 10 Febbraio 2011, 15.38.29
37
ogni commento è superfluo per questo capolavoro...dico solo una cosa quando suono spirit carries on ci metto tanta passione che scordo sempre la chitarra...
madovesono
Giovedì 30 Dicembre 2010, 2.41.55
36
lascia senza parole. il disco più emozionante che abbiano mai registrato i DT. se la gioca tranquillamente con IAW.capolavoro
luci di ferro
Sabato 18 Dicembre 2010, 23.59.56
35
pietra miliare
Plinio
Venerdì 10 Dicembre 2010, 16.44.19
34
disco stupendo, ispirato e di gran classe
Renaz
Sabato 4 Dicembre 2010, 12.44.17
33
Non gli darei più di 69, è derivativo in maniera nausenante
ironledda
Sabato 4 Dicembre 2010, 12.03.24
32
questo disco è una bomba atomica
Holydiver
Domenica 19 Settembre 2010, 1.59.23
31
@Lollo: forse ti riferisci a differenti versioni di "Through her eyes"...ne esistono diverse varianti, anche con voce femminile o sax, che furono pubblicate in un apposito singolo. Non so poi se invece ci siano differenti versioni dell'intero album
Lollo
Sabato 18 Settembre 2010, 23.11.29
30
Scusate ma siete mica a conoscenza di un'altra versione(probabilmente realizzata da un'altra band) con voce femminile al posto di quella di James LaBrie, priva di batteria, in cui vengono utilizzate solo chitarre acustiche?
Vlaew
Mercoledì 8 Settembre 2010, 22.56.55
29
Il mio cd preferito in assoluto. Lo so a memoria in ogni sua parte... Commuove, fa incazzare, fa partecipare, ci fa immedesimare... Non sono molti i cd che ci riescono... Come dici tu: capolavoro.
Franky1117
Mercoledì 1 Settembre 2010, 3.11.10
28
ultimo disco dei dream theater con belle canzoni, prima di lasciarsi andare alle lungaggini sfacciamente fini a se stesse e al copia/incolla spudorato da altri gruppi,faccio fatica davvero a ricordarmi un gruppo finito peggio
AL
Lunedì 23 Agosto 2010, 12.25.41
27
veramente bello questo album. non mi stanco mai di ascoltarlo... di poco sotto Images ma grande lavoro!
toni
Lunedì 23 Agosto 2010, 11.53.56
26
Un album sensazionale nel suo concept, nella storia, nei testi e nella musica. L'unico album in cui i DT non hanno per niente ammiccato al mainstream con una produzione pulita ma non eccessiva. E' un album equilibratissimo pur contenendo i classici eccessi strumentali e compositivi propri della band. L'unica nota che stona è Jordan Rudess che pur essendo il tastierista più dotato tecnicamente non ha personalità ed è freddissimo. Nonostante ciò è ineccepiibile un voto altissimo. Soprattuto per il finale a sorpresa della storia...
Gemini
Lunedì 9 Agosto 2010, 15.34.07
25
Altra gemma dei DT, purtroppo l'ultima (almeno per me...), inferiore solo a "Images...", ma l'atmosfera che genera quest'album ascoltato per intero dall'inizio alla fine è unica. Non gli dò il massimo solo perchè certi passaggi sono un po' prolissi e forzati (e poi comunque continuo a preferire gli assoli di tastiera di Moore, non c'è niente da fare...) 95
onofrio
Lunedì 26 Luglio 2010, 22.56.50
24
Vera gemma del prog metal 100 e lode su 100.
Sasso
Martedì 18 Maggio 2010, 21.12.47
23
Voto 98 solo perchè soltanto Images And Words merita il massimo dei voti. Dopo questa premessa, uno dei capolavori dei Dream Theater!
Sara
Sabato 10 Aprile 2010, 14.54.09
22
Hai ragione, è decisamente un capolavoro.......oltre che nelle musiche, geniali anche nel pensare una storia del genere..e ci sono pezzi da brividi, come Finally Free, Home e Fatal Tragedy..non smetterò mai di dirlo, sono dei veri artisti..GRANDI!
screamforme77
Venerdì 5 Marzo 2010, 1.56.04
21
A me piacciono molto i concept album,trovo che hanno un fascino tutto loro.SFAM ne è una dimostrazione esemplare che fa di questo album uno dei loro lavori a me in assoluto preferiti,preceduto solo da I&W e AWAKE(su quest'ultimo trovo piutosto grave non vedere una sua race in un webmagazine come il vostro.Provvedere). Una grande fusione tra tecnica melodia con atmosfere cupe e drammatiche che vanno in piena simbiosi con la storia raccontata.Tralatro quando lo ascoltavo le prime volte vivevo un periodo molto tormentato e sembrava un azzeccatissima colonna sonora del periodo che stavo vivendo. Il suo doppio intro lo trovo fondamentale nella costruzione dell album arrivando alla splendida Overture 1928,grnde energia e assoli che raggiungono picchi melodici incredibili.Altre citazioni le voglio fare per Strange Dejavu, Fatal Tragedy,quest ultimo un brano che mi manda fuori di testa.La corposa e potente Home,Dance Of Eternity che ci fa capire che si possono fare canzoni splendide pur tralasciando l'aspetto melodico,One Last Time per concludere con la solenne Finally free.Splendide anche le due ballad Trough Her Eyes e Spirit Carry On, quest ultima in versione gospel ci dimostra che il metal ha raggiunto diramazioni inimmaginabili anche grazie a loro.Poi adoro tutte quelle "reprise" di passaggi da una canzone e l'altra o dalla passata Metropolis Pt1 che spiazza l'ascoltatore e lo fa rendere un album sorprendente.Una loro grnde caratteristica L'intera esecuzione del live LSFNY con le sue improvvisazioni all interno del concept è ancora migliore dell originale ed insieme agli altri classici ne fa la loro miglior pubblicazione live senza nulla togliere agli altri. Questa pietra miliare avrebbe meritato una trasposizione cinematografica come The Wall,io dico che sarebbe stato interessante.
Aelfwine
Domenica 21 Febbraio 2010, 14.02.24
20
Sicuramente il migliore album dei Dream Theater. Un vero capolavoro. Vorrei porre però due domande, sicuramente un po' polemiche ma spero valide: 1) il paragone con Images & Words non dovrebbe porsi... questo disco è nettamente superiore in tecnica, ispirazione, potenza. Invece vedo che molti continuano ad osannare il passato lavoro... Perché? 2) Voto "solo" 95 quest'album, poiché le ballad lo rovinano (Through Her Eyes, The Spirit Carries On eccetera), ma pare che nessuno condivida questo punto di vista. Cosa ci trovate di speciale in canzoni come queste, fatte (a parer mio) solo per acciuffare l'utenza di non-metallari e far comprare il disco?
_Addicted_to_Mosh_
Lunedì 21 Dicembre 2009, 23.44.12
19
a dir poco bellissimo...alcuni pezzi hanno un'enorme carica emotiva...mi commuovo ogni volta che ascolto One Last Time, The Spirit Carries On e Finally Free il mio album preferito dei 'Theater insieme a 6DOIT
Paul the boss
Mercoledì 4 Novembre 2009, 15.38.35
18
il voto è troppo esagerato e sinceramente non è un capolavoro ma è semplicemente carino
Fabio
Domenica 9 Agosto 2009, 20.16.26
17
Non ho davvero parole. E' semplicemente un capolavoro senza pari!
metal4ever90
Venerdì 10 Luglio 2009, 17.52.59
16
Senz'altro uno dei migliori dei dreantheater
Angel and Devil
Mercoledì 8 Luglio 2009, 17.07.46
15
Un capolavoro senza alcun dubbio
Marco Metello Aquila
Sabato 30 Maggio 2009, 16.33.38
14
IL migliore almum dei DT senza dubbio.Home e Fatal Tragedy sono stupende
AL
Giovedì 26 Febbraio 2009, 14.47.26
13
album veramente bello e rifatto dal vivo a new york nel cd triplo successivo è ancora meglio!!!
Stefano
Mercoledì 25 Febbraio 2009, 23.46.47
12
Tutti i loro album, ogni singola nota di ogni singola traccia manda in estasi...Ho finito
Marattroni
Sabato 10 Gennaio 2009, 4.39.21
11
Il disco che ho ascoltato di più in vita mia, il disco che amo di più in assoluto. LEGGENDARIO
taipan
Venerdì 12 Settembre 2008, 22.14.58
10
image, a change of ..,awake,scenes from a memory.ho qui terminato.
Desossiribonucleico
Domenica 25 Maggio 2008, 16.14.58
9
E' il loro terzo e ultimo grande disco. Questo gruppo mi suscita sensazioni che, senza vie di mezzo, mi fanno esprimere o il più puro entusiasmo (per "Images & Words", "A Change of Season" e questo disco) o il più totale rifiuto (tutti gli altri dischi che hanno fatto, tranne forse "Train of Thoughts"). E' un gruppo che ha saputo avere lampi di grande creatività, ma che troppo spesso è anche risultato noioso e irritante.
Renaz
Mercoledì 21 Maggio 2008, 22.13.32
8
Quoto Nikolas
Nikolas
Martedì 20 Maggio 2008, 20.55.29
7
bellissimo, ma a mio avviso NULLA nella carriera dei DT se la giocherà mai con Images And Words
Anonymous
Giovedì 17 Aprile 2008, 14.16.18
6
Pura poesia,nettamente il cd migliore della band,come non citare poi quel meraviglioso assolo che il grande John Petrucci stampa in The spirit carries on.Bellissimo.
Strat
Giovedì 20 Dicembre 2007, 11.12.47
5
Uno degli album + belli mai ascoltati...Per non parlare poi del live Metropolis....(ora figuratevi Homer Simpson ke sbava prego)
andrea
Mercoledì 12 Settembre 2007, 13.46.44
4
apocalittico!
Quasimodo
Giovedì 26 Luglio 2007, 4.16.35
3
semplicemente assoluto.
LittleItalianVirtuoso
Martedì 6 Febbraio 2007, 15.26.14
2
Stupendo,stupefacente....uno tra i migliori Concept che abbia mai ascoltato.Credo sia il loro miglior disco...forse ancora più pregevole di Images & Words..
Alessio
Lunedì 6 Novembre 2006, 11.55.10
1
È il disco che li esalta dopo Images And Words, è un disco che si commenta da solo; tecnica impeccabile, si sono messi in evidenza tutti! Anche le ballad sono di gran classe. Strange de-ja vu è molto sognante mi dà emozioni fortissime, mi ricorda le serate sui navigli! Fatal tragedy mi fa scatenare di brutto nella seconda parte... E beyond this life? è un massacro degno di una metalband! mi viene quasi da ridere quando sento quelle tastiere da circo che suonano sotto l'accompagnamento di petrucci! Stessa cosa in dance of eternity; effetto ancora più evidente... Se facessero così tutti i dischi... No, no, è meglio se cambiano... danno più immagini di sé stessi
INFORMAZIONI
1999
Elektra Entertainment Group
Prog Metal
Tracklist
1. Regression
2. Overture 1928
3. Strange Deja Vu
4. Through My Words
5. Fatal Tragedy
6. Beyond This Life
7. Through Her Eyes
8. Home
9. The Dance Of Eternity
10. One Last Time
11. The Spirit Carries On
12. Finally Free
Line Up
James LaBrie - vocals
John Petrucci - guitars
John Myung - bass
Jordan Rudess - keyboards
Mike Portnoy - drums
 
RECENSIONI
77
70
65
70
65
71
93
s.v.
82
70
83
99
72
88
97
99
88
ARTICOLI
16/07/2019
Live Report
DREAM THEATER
Teatro Antico, Taormina (ME), 10/07/2019
12/05/2017
Live Report
DREAM THEATER
Images, Words & Beyond. Auditorium Agnelli, Torino, 7/5/2017
26/01/2014
Live Report
DREAM THEATER
Along for the Ride Tour, OBIHall (ex Saschall), Firenze 21/01/2014
26/02/2012
Live Report
DREAM THEATER + PERIPHERY
Mediolanum Forum, Assago (MI), 21/02/2012
10/07/2011
Live Report
DREAM THEATER + GAMMA RAY + ANATHEMA
Ippodromo Delle Capannelle, Roma, 04/07/2011
09/05/2011
Articolo
DREAM THEATER
Da Mike a Mike: critica alla telenovela
15/09/2010
Articolo
DREAM THEATER
Un Teatro di Sogni infranti da Mike?
14/11/2009
Intervista
DREAM THEATER
La band ieri, oggi e domani
03/11/2009
Live Report
DREAM THEATER + OPETH + BIGELF + UNEXPECT
Zoppas Arena, Conegliano Veneto (TV), 30/10/2009
08/11/2007
Intervista
DREAM THEATER
Parla Mike Portnoy
03/11/2007
Live Report
DREAM THEATER + SYMPHONY X
Palalottomatica, Roma, 26/10/2007
08/11/2005
Live Report
DREAM THEATER
Palamalaguti, Bologna, 30/10/2005
22/02/2005
Articolo
DREAM THEATER
La biografia
05/03/2004
Live Report
DREAM THEATER
Palamalaguti, Bologna, 06/02/2004
05/04/2003
Articolo
DREAM THEATER
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]