Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Metallica
S&M²
Demo

Black Spirit Crown
Gravity
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/09/20
STEVE HACKETT
elling England By The Pound & Spectral Mornings: Live at Hammersmith

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
VOUS AUTRES
Sel de Pierre

25/09/20
TRANSCENDENCE
Towards Obscurities Beyond

25/09/20
ATLAS
Parallel Love

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

25/09/20
SPELLBOOK
Magick & Mischief

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

25/09/20
MORTA SKULD
Suffer for Nothing

25/09/20
OBSIDIAN KINGDOM
Meat Machine

CONCERTI

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

09/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

Pino Scotto - Progetto Sinergia
( 2528 letture )
Progetto Sinergia viene usualmente catalogato come secondo album della carriera solista di Pino Scotto (cronologicamente succede a Il Grido Disperato di Mille Bands, uscito nel 1992), anche se potrebbe essere pure valutato a tutti gli effetti come il "one shot" di una super band. Nonostante le esperienze e la provenienza da realtà differenti, le doti tecniche dei musicisti coinvolti vengono fuori alla grande fin da subito; oltre a Scotto e Lio Mascheroni -entrambi nei Vanadium- possiamo apprezzare l'ineccepibile lavoro alla sei corde del bravissimo Luigi Schiavone, già chitarrista di Enrico Ruggeri, il quale offre una prestazione di tutto rispetto (sentire la ballad Predatori della Notte per credere). Altro bravissimo musicista è Fabrizio Palermo, in forza agli Sharks (e successivamente anche lui alla corte di Ruggeri) mentre Antonio Aiazzi, tastierista degli allora lanciatissimi Litfiba, non ha bisogno di presentazioni. Basta ascoltare la cover degli AC/DC per rendersi conto che -nonostante quella che potrebbe essere un'iniziale perplessità- il sacro fuoco del rock scorre nelle vene di tutti gli artisti che hanno partecipato a questa release.

Rock e i suoi Fratelli -gran bel titolo- è un inno alla musica dura fatto con passione, caratterizzato da un refrain chitarristico iniziale semplice ma estremamente efficace, anche se a dirla tutta a volte i testi risultano un po' ingenui e rischiano di strappare un sorriso. La seconda traccia ci mostra il lato più impegnato del rocker napoletano: si tratta di un omaggio al centro sociale Leoncavallo, luogo nel quale Pino trascorse moltissimo tempo una volta trasferitosi nel capoluogo lombardo; nel testo il cantante fa anche riferimento all'omicidio di due ragazzi, Iaio e Fausto, assidui frequentatori dello stabile, i quali stavano indagando su un traffico di eroina e cocaina nel milanese da parte della malavita organizzata in un periodo "caldo" come quello di fine anni 70. In questo pezzo la band dà vita ad un rock piuttosto tirato, caratterizzato da un bel riff di chitarra e una sezione ritmica sugli scudi. Di Predatori della Notte si è già accennato: si tratta del miglior brano del lotto, musicalmente ineccepibile e cantato con passione; forse un appunto si può fare su alcuni passaggi del testo ma nulla di censurabile. Non mancano episodi un po' fiacchi; Mr. Money è la song peggiore del disco specie nel ritornello troppo pop e alle lyric invero non sempre azzeccate, volte ad attaccare il potere e il sistema capitalistico in generale (temi molto cari al Pino nazionale, come ben sappiamo). In Whole Lotta Rosie il singer pare chiedere troppo alle sue corde vocali, ma come detto il pezzo strumentalmente è ben suonato anche se ovviamente non paragonabile all'originale. Un grosso limite di Progetto Sinergia è la produzione non esaltante; le performance di Aiazzi e Palermo avrebbero potuto essere maggiormente valorizzate (soprattutto le tastiere sono un po' troppo "di contorno") ma del resto in quegli anni molte release suonavano in maniera simile, anche se da un disco rock ci si poteva aspettare un sound più consono.

Solamente sei canzoni (due delle quali sono in realtà la medesima che si differenzia nell'editing) e una di esse è una cover: questo lavoro sembra avere più i crismi dell'EP che non di un album vero e proprio, troppo poco a mio avviso per poter dare un'oggettiva valutazione numerica del disco in questione anche a distanza di anni. Scotto lo si odia o lo si ama, ma comunque va elogiato l'impegno per aver cercato di creare un qualcosa di nuovo e con ben pochi precedenti in Italia, circondandosi di musicisti validi che hanno accettato questa impegnativa sfida. Il risultato di questo progetto dà l'idea di un'occasione che avrebbe potuto esser sfruttata in maniera migliore dato il potenziale degli artisti coinvolti, soprattutto per quanto riguarda la produzione, il numero delle tracce e la qualità di alcune di esse, ma bisogna anche tenere conto dei mezzi -e del tempo- allora a disposizione.



VOTO RECENSORE
s.v.
VOTO LETTORI
71.4 su 5 voti [ VOTA]
Hellion
Giovedì 21 Febbraio 2019, 12.37.42
3
Feci da spalla con la mia band proprio a questo progetto. Lio mi fece suonare la sua batteria targata Vanadium, per me che li ascoltavo già negli anni '80 fu un'emozione totale.
Bestial Invasion 98
Domenica 22 Luglio 2018, 20.36.52
2
Approvo Le parole di @Cena con Pino. Manifesto del Black Metal anni 90, disco che non ha nulla da invidiare a un Transilvanian Hunger o a un De Mysteriis Don Sathanas
Cena con Pino
Giovedì 23 Marzo 2017, 11.49.42
1
Il capolavoro del black metal... da ascoltare almeno due volte nella vita (per capire bene quello che canta pino scotto)
INFORMAZIONI
1994
NAR-Ricordi
Hard Rock
Tracklist
1. Rock e i suoi Fratelli (versione radio)
2. Leonka
3. Mr. Money
4. Predatori della Notte
5. Whola Lotta Rosie
6. Rock e i suoi Fratelli (versione originale)
Line Up
Pino Scotto (Voce)
Luigi Schiavone (Chitarra)
Fabrizio Palermo (Basso)
Antonio Aiazzi (Tastiere)
Lio Mascheroni (Batteria)
 
RECENSIONI
73
s.v.
70
65
78
s.v.
ARTICOLI
22/04/2018
Intervista
PINO SCOTTO
Un uomo libero
02/07/2014
Live Report
MOTORHEAD + PINO SCOTTO
CITY SOUND, Ippodromo del Galoppo, Milano, 24/06/2014
17/01/2013
Live Report
PINO SCOTTO + HYPERSONIC + EPISTHEME
Barbara Disco Lab, Catania - 12/01/2013
18/12/2011
Live Report
PINO SCOTTO + VOODOO HIGHWAY + DEEP SOUTH
Discoteca "Il Faro", Catania, 07/12/2011
19/03/2011
Intervista
PINO SCOTTO
Sanremo, Palermo e Jack Daniel's
26/02/2011
Live Report
PINO SCOTTO + CRIMSONWIND
Zsa Zsa, Palermo, 18/02/2011
22/09/2010
Intervista
PINO SCOTTO
Non è un Paese per rockers
13/04/2010
Live Report
PINO SCOTTO + OPPOISER
Sabotage Bar, Vicenza, 03/04/2010
08/01/2009
Intervista
PINO SCOTTO
Le donne? La droga? Cavoli miei!
03/12/2008
Live Report
PINO SCOTTO + THE SOVRAN + SCREAM FOR MAIDEN
Target Club, Bari, 14/11/2008
27/01/07
Intervista
PINO SCOTTO
Parla l'icona del rock tricolore
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]