Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Ocean
Phanerozoic I - Palaeozoic
Demo

Derdian
DNA
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/18
SCARLET AURA
Hail to You!

11/12/18
ADAESTUO
Krew Za Krew

13/12/18
MIND ENEMIES
Mind Enemies

14/12/18
CURRENTS
I Let The Devil In

15/12/18
SPEED KILLS
Speed Kills

15/12/18
YSENGRIN/STARGAZER
D.A.V.V.N.

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

23/12/18
MALVENTO/THE MAGIK WAY
Ars Regalis

CONCERTI

11/12/18
CLUTCH
FABRIQUE - MILANO

11/12/18
H.E.A.T + ONE DESIRE + SHIRAZ LANE
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

14/12/18
EXODUS + SODOM + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS - MTV Headbangers Ball Tour
PHENOMENON - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

14/12/18
NANOWAR OF STEEL
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

14/12/18
OPERATION MINDCRIME + GUEST
TEATRO CARIGNANO - GENOVA

14/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
ARCI TOM - MANTOVA

15/12/18
WITHIN TEMPTATION
FABRIQUE - MILANO

15/12/18
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA DI PIAVE (VE)

15/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/18
NECROART + GUESTS
BONNIE & CLYDE - TORRICELLA VERZATE (PV)

Morbid Angel - Gateways to Annihilation
( 4265 letture )
La fine degli anni novanta fu un periodo piuttosto difficile per i Morbid Angel, cominciato con il duro colpo derivante dalla inaspettata perdita di un frontman carismatico come Dave Vincent e continuato con il mezzo flop di Formulas Fatal to the Flesh, un disco che, riproponendo in maniera piuttosto stanca gli stilemi tipici del loro sound, aveva lasciato l'amaro in bocca ad un buon numero di fan.
Trey Azaghtoth non poteva permettere che la sua creatura venisse spodestata e perdesse la posizione di predominio all'interno della scena death-metal; quindi, dopo aver richiamato il sempre talentuoso Erik Rutan, la band entra in studio per registrare il miglior disco dell'era Tucker: Gateways to Annihilation spazza via ogni dubbio sullo stato di salute della band e riconferma le loro incredibili capacità.

Il discorso riprende da dove era stato lasciato con il devastante Domination: le ritmiche ritornano ad essere più cadenzate ed il riffing è claustrofobico e sfiancante. La forza di impatto monolitica del lavoro colpisce l'ascoltatore fin dal pezzo d'apertura Summoning Redemption, fino a raggiungere nuove vette di insostenibile pesantezza quando arriva il turno di He Who Sleeps; To the Victor the Spoils alza i bpm medi del disco con ritmiche che non sarebbero state fuori luogo su Covenant; Secured Limitations è uno dei pezzi più stranianti composti dai Morbid Angel, con Azagthoth che doppia con uno screaming filtrato il growl profondissimo di Tucker prima di prodursi in un assolo di chitarra straziante; I sperimenta con ritmiche dispari ed inaspettati intermezzi d'atmosfera prima di consegnare ai blast beat di God of the Forsaken la chiusura del disco.
La prova dei singoli musicisti è, come da copione, maiuscola: Pete Sandoval è la consueta macchina; Steve Tucker, che per la prima volta apporta il suo contributo nella scrittura di brani e testi, è potente ed implacabile; Erik Rutan si conferma come il migliore comprimario che Azagthoth abbia mai avuto ed il buon Trey, dal canto suo, sfodera una serie di assoli tra i più ispirati della sua carriera, oltre a dare pieno sfogo alla sua passione per la mitologia lovecraftiana nei testi.

Gateways to Annihilation rialzò di parecchio le quotazioni dei Morbid Angel, tanto da portarli a partecipare ad uno degli ultimi tour dei Pantera, allora al loro apice di popolarità. In definitiva ci troviamo di fronte ad un lavoro impenetrabile e sulfureo, capace di sfiancare anche l'ascoltatore più smaliziato e di riconfermare il valore assoluto dei Morbid Angel all'interno della scena metal di tutti i tempi.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
89.05 su 35 voti [ VOTA]
Mulo
Lunedì 6 Marzo 2017, 19.13.46
22
Rivalutato alla grande,ottimo album!! Inferiore solo all'A,B,D...
Ihsahn
Martedì 11 Ottobre 2016, 11.38.55
21
Questo è un disco davvero ottimo e in generale fra la produzione dei Morbid Angel è inferiore solo ad A, C e D
Azaghtoth
Venerdì 7 Ottobre 2016, 1.10.31
20
per me non e' superiore a Formulas. due grandi album
LexLutor
Venerdì 7 Ottobre 2016, 0.25.57
19
Da ascoltare sempre. Secured limitations è uno schiacciante viaggio iniziatico. Album splendido, gelido, oscuro, tagliente come le corde di Azagthoth. Il ritorno del Death Metal.
l'Accademico
Mercoledì 4 Giugno 2014, 2.03.15
18
Il disco in questione è un capolavoro. Ma non da meno lo fu 'Formulas', più grezzo ma con picchi altissimi di composizione. Da dimenticare, per quanto mi riguarda, da Heretic in poi. Ritornando a Gateways, la vera oscurità del disco è dovuta alle trame di chitarra a 7 corde, (Rutan è stato fondamentale), da cui sono state estrapolate, per la prima volta in maniera così evidente e predominante, giri armonici 'progressive', sperimentali e maligni che in parte avevamo cominciato a sentire su Domination. Che peccato quel che è venuto dopo
Numbered Days
Martedì 3 Giugno 2014, 17.03.25
17
Sotto ai primi quattro, ma in ogni caso un grande album, cattivo oscuro e con ottimi rallentamenti che rendono l'ascolto meno fluido rispetto ad ABCD. 83
Galilee
Martedì 3 Giugno 2014, 11.29.59
16
L'ultimo capolavoro targato MA. Album di non facile ascolto, ma assolutamente di gran valore. Se penso alle ultime due vaccate mi viene male. 85/100 me too
gianmarco
Lunedì 2 Giugno 2014, 17.55.47
15
ci manca formulas
Leonardo G.
Domenica 1 Giugno 2014, 3.00.34
14
Non dimenticherò mai la prima volta che ascoltai questo disco, ne rimasi subito stregato dalle prime note di "Summoning Redemption". Un disco che mi ha cambiato la vita, senza esagerazioni.
Blackout
Domenica 1 Giugno 2014, 0.43.14
13
Concordo con enry
The Alien
Sabato 31 Maggio 2014, 23.09.04
12
Non è male. Il mio voto è più basso: 75.
Resurrection
Sabato 31 Maggio 2014, 20.11.28
11
E' il disco dei MA che ho ascoltato di più in assoluto, forse nelle mie preferenze rimane sotto a B ma...
Er Trucido
Sabato 31 Maggio 2014, 20.06.37
10
Il mio preferito dell'era Tucker, lo ascolto ancora con molto piacere.
enry
Sabato 31 Maggio 2014, 19.34.13
9
L'ho un po' rivalutato col passare degli anni, ma per me resta 'solo' un buon disco, molto lontano dai primi quattro. A dirla in numeri per me si colloca fra 75 e 80.
matteo38
Sabato 31 Maggio 2014, 17.21.30
8
dopo il classico poker d'assi altars, blessed, covenant e domination c'è questo . 85 è giusto.
Odal
Sabato 31 Maggio 2014, 14.50.22
7
Per me è un grande album, molto oscuro e maligno, solo una mente contorta come Azagthoth avrebbe potuto creare. voto 95
er colica
Sabato 31 Maggio 2014, 13.20.16
6
vabè lambru non disperare io provai con stranage world degli iron maiden ma non me l'ha data uguale quindi... questione di feeelinggg.
Doomale
Sabato 31 Maggio 2014, 12.59.50
5
@Lambruscone....ahhhhhh...sei il numero uno!...Immagino che serate "romantiche"..al chiaro di luna...col sottofondo musicale di Fall from grace...ahhhh
Steelminded
Sabato 31 Maggio 2014, 11.46.25
4
Lambrusco potresti invertire l'ordine dei fattori, quale situazione preferiresti? Sui Morbid, per me si fermano a Covenant... Fino a l' sono per per ottimi, poi la discesa... Domination non mi ha mai convinto...
LAMBRUSCORE
Sabato 31 Maggio 2014, 11.41.51
3
@Doomale, sì anch'io sono legato ai primi 2 , sarà che anche grazie ad una cassetta registrata di Blessed, avevo conquistato il cu...ore di una signorina, anche perché purtroppo il cu...lo non me l'ha mai dato...
doomale
Sabato 31 Maggio 2014, 10.55.55
2
...ahhh...Lambruscone me fai ammazza!!!!...comunque tornando al disco....lo ritengo un buon album..con atmosfere sulfuree e malate,anche se a dirla tutta non riesco ad amarlo fino in fondo...dovrei ripassarlo anche io, anche se dei morbid preferisco di molto il primo periodo con Vincent...Altars, Blessed nn se battono assolutamente!
LAMBRUSCORE
Sabato 31 Maggio 2014, 10.08.26
1
Ho il vinile che mi era stato regalato all'epoca, era di un mio amico a cui il disco non era piaciuto, devo dire che anch'io non l'avevo apprezzato troppo, devo riascoltarlo bene prima di sparare le mie solite coglionate...
INFORMAZIONI
2000
Earache Records
Death
Tracklist
1. Kawazu
2. Summoning Redemption
3. Ageless, Still I Am
4. He Who Sleeps
5. To the Victor the Spoils
6. At One with Nothing
7. Opening of the Gates
8. Secured Limitations
9. Awakening
10. I
11. God of the Forsaken
Line Up
Steve Tucker (Basso, Voce)
Trey Azagthoth (Chitarra, Voce su traccia 8)
Erik Rutan (Chitarra, Tastiere)
Pete Sandoval (Batteria)
 
RECENSIONI
40
30
50
85
80
96
95
73
92
ARTICOLI
18/11/2014
Live Report
MORBID ANGEL + METHEDRAS
Estragon, Bologna - 13/11/14
18/11/2012
Live Report
KREATOR + MORBID ANGEL + NILE + FUELED BY FIRE
Demodè Club, Bari / Live Club, Trezzo sull'Adda. 14-12/11/2012
08/12/2011
Live Report
MORBID ANGEL
Magazzini Generali, Milano, 01/12/2011
13/04/2005
Live Report
MORBID ANGEL
Estragon, Bologna, 05/04/2005
25/11/2004
Articolo
MORBID ANGEL
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]