Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
EMBR
1823

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
RUMAHOY
Time II: Party

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
THYRANT
Katabasis

17/07/20
WORSHIP
Tunnels

CONCERTI

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Insense - De:Evolution
( 798 letture )
I norvegesi Insense ci propongono un metal moderno e claustrofobico, ricco di groove e citazioni tra le più disparate. Chitarre potenti e riff soffocanti danno quasi la sensazione di un flirt col vecchio nu-metal, mentre le linee vocali alternano sfuriate growl e certi refrain in pulito che fanno tanto metalcore; potenti breakdown ed un suono assai pulito vanno a sostenere canzoni feroci ma dai tratti melodici, intrise di una certa componente malinconica che coesiste assieme alla rabbia in un romantico affresco di degrado post-moderno.

Piacevole è il piglio vocale quasi adolescenziale utilizzato in certi frangenti, capace di ricordare qualcosa degli A Day to Remember (Lethargy, An Endless Series) e culminare in brani assai catchy come Radio; tuttavia la band riserva anche stoccate strumentali molto aggressive (What Life, Undoes Arise, Lack of Progress, Procreational Ill) pur mantenendo sempre costante la cappa di deprimente disagio giovanile, evidente in passaggi come I Tried to Be o Sick in the Will. Per la verità, gli episodi più duri, venati di una componente simil-hardcore, sono anche quelli meno coinvolgenti: certo, mazzate veloci come Lack of Progress esaltano la capacità di modulare melodia e violenza, peraltro con una produzione nitida e fin troppo definita, ma le canzoni orientate al metalcore -come Some Holy Thing, dall'accattivante refrain emo- sembrano essere le più longeve del platter.

Anche la lunghezza stesso del disco sembra talvolta eccessiva, mentre la mancanza quasi totale di assoli farà inorridire i puristi. De:Evolution resta un prodotto moderno ed indirizzato ad un pubblico giovane, amante delle diramazioni più fresche e alternative della musica dura e pertanto è sconsigliato ai fruitori di sonorità classiche.



VOTO RECENSORE
65
VOTO LETTORI
31 su 2 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2014
Mas-Kina Recordings
Metal
Tracklist
1. Part I - Conception
2. Meandering
3. Lethargy
4. Radio
5. What Life
6. I Tried To Be
7. Part II - Undoes Arise
8. Lack of Progress
9. Sick in the Will
10. Part III - An Endless Series
11. Moderation
12. Some Holy Thing
13. Procreational Ill
14. Part IV - Adoption
Line Up
Tommy Hjelm (Voce, Chitarra)
Martin Rygge (Chitarra)
Ola Hana (Basso)
Truls Haugen (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]