Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Voivod
The Wake
Demo

Panni Sporchi
III
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/10/18
BAD BONES
High Rollers

26/10/18
CHEVELLE
12 Bloody Spies

26/10/18
FIFTH ANGEL
The Third Secret

26/10/18
KMFDM
Live In The USSA

26/10/18
UNLEASHED
The Hunt For White Christ

26/10/18
ENGST
Flächenbrand

26/10/18
WESTFIELD MASSACRE
Salvation

26/10/18
EISREGEN
Fegefeuer

26/10/18
ICY STEEL
Guest on Earth

26/10/18
CARCHARODON
Bukkraken

CONCERTI

25/10/18
KILLING JOKE
CAMPUS INDUSTRY - PARMA

26/10/18
HOLY SHIRE + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

26/10/18
THOMAS SILVER + SMALL JACKETS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

26/10/18
AEVUM + GUESTS
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

27/10/18
LIFE OF AGONY
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

27/10/18
INFERNAL FORCES
LIVE CLUB - TREZZO SULL`ADDA (MI)

27/10/18
GLI ATROCI
SOUND CLUB - MILANO

27/10/18
AFFLUENTE + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

27/10/18
BARBARIAN + INGROWN
CSOA ANGELINA CARTELLA - REGGIO CALABRIA

27/10/18
BARBARIAN + LICH
BANDIDOS PLACE - MESSINA

Dragonhammer - The Blood Of The Dragon
( 3922 letture )
L'Italia ci presenta un nome nuovo da affiancare ad un gruppo già consolidato come i Domine.
Questo è il debutto dei DragonHammer il cui epic metal a differenza della band di E. Paoli e Morby non viaggia ai 100km l'ora. I nostri prediligono maggiormente la melodia, ritornelli che ti si stampano in testa e sono facilmente canticchiabili. Nonostante tutto è da attribuire ai ragazzi la ricerca di una propria personalità, anche se non si può non segnalare che "Black sword" è troppo simile a quello che ci propongono gli Hammerfall, pure la voce in questa song trae facilmente in inganno, perché il pur bravo singer ricerca tonalità troppo acute per il suo standard vocale già comunque alto. Le prime tracce si susseguono con la stessa formula, classico epic metal, cori facilmente memorizzabili e, chiaramente, rumori di guerrieri in battaglia.
La "via personale" è data dall'operato del tastierista: le keyboards nei DragonHammer sono tutt'altro che marginali, infatti oltre ad avere la funzione di creare phatos, svolgono anche il ruolo di protagoniste con interventi che donano alla canzone una vena leggermente progressiva che non guasta per nulla, anzi tutt'altro. Peccato per il brano "In your eyes", una ballad sinceramente monotona che non lascia alcun segno. Sono invece da segnalare "Fire" dal sapore vagamente classicheggiante che vede sugli scudi il tastierista e il chitarrista/cantante, fautori di una prova davvero buona, che però si superano per gli stessi motivi in "Blood in the sky" dove addirittura aleggia lo spettro di Sua Maestà Yngwie Malmsteen. Per concludere un debutto di buon livello che lascia sperare per il futuro.



VOTO RECENSORE
s.v.
VOTO LETTORI
20.20 su 39 voti [ VOTA]
fabbiu
Giovedì 12 Gennaio 2006, 22.44.22
1
Ho comprato questo album, mi ha colpito perchè la band esce dagli schemi che il power deve colpire il pubblico con velocità e tecnica sfrenata. Penso che la tecnica eccessiva porti l'ascoltatore in un ambito troppo sentito mentre qualcosa di modesto e interessante pùò fare più colpo
INFORMAZIONI
2001
Elevate
Power
Tracklist
Legend
It's war
Dragon Hammer
Age of glory
Scream
You kill (fortuna in battaglia)
Black sword
Fire
Blood in the sky
In your eyes
Line Up
Max Aguzzi
Gae Amodio
Milko Morelli
Alex Valdambrini
 
RECENSIONI
s.v.
ARTICOLI
09/12/2012
Live Report
JORN + TEODOR TUFF + DRAGONHAMMER
Exenzia Club, Prato (PO), 07/12/2012
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]