Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Candlemass
The Door to Doom
Demo

BlurryCloud
Pedesis
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/03/19
THE END MACHINE
THE END machine

22/03/19
PSYCHOPUNCH
We Are Just As Welcome As Holy Water In Satans Drink - 22nd anniversary special edition

22/03/19
DYING GORGEOUS LIES
The Hunter and the Prey

22/03/19
IMPRECATION
Damnatio Ad Bestias

22/03/19
FROZEN CROWN
Crowned In Frost

22/03/19
THE TREATMENT
Power Crazy

22/03/19
TERROR OATH
Terror Oath

22/03/19
S91
Along The Sacred Path

22/03/19
ANGEL BLACK
Killing Demons

22/03/19
AORATOS
Gods Without Name

CONCERTI

22/03/19
PROSPECTIVE
SATYRICON - ALATRI (FR)

22/03/19
PINO SCOTTO + GUESTS
LA CLAQUE - GENOVA

22/03/19
PROFANAL + EKPYROSIS + CARRION SHREDS
EXENZIA - PRATO

23/03/19
FUROR GALLICO
DAGDA CLUB - RETORBIDO (PV)

23/03/19
IMAGO IMPERII + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

23/03/19
SEPTICFLESH + KRISIUN + DIABOLICAL + XAON
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

23/03/19
HELLUCINATION + GUESTS
EVOL LIVE CLUB - ROMA

23/03/19
NANOWAR OF STEEL
MEPHISTO - ALESSANDRIA

24/03/19
SEPTICFLESH + KRISIUN + DIABOLICAL + XAON
ALCHEMICA - BOLOGNA

24/03/19
INCANTATION + DEFEATED SANITY + GUEST
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

DIO - The Last In Line
( 10300 letture )
Quando il 2 Luglio 1984 uscì sul mercato la seconda fatica da solista di Ronnie, l'attesa per il seguito di quella pietra miliare che era ed è ancora Holy Diver era letteralmente spasmodica.
La deflagrazione sul mercato di quel magnifico disco aveva allargato mostruosamente la pletora di ammiratori dell'elfo americano, che ormai ne aveva messo insieme un buon numero dall'alto di una carriera già allora importante, che lo aveva portato dai Prophets ai Black Sabbath e come spessissimo accade in questi casi, qualcuno lo aspettava anche per poter spruzzare un po' di veleno a buon mercato -e così avvenne.

Oltre a recensioni entusiastiche come quella di Rockerilla, in Italia e all'estero non mancò chi accusò The Last In Line di essere ripetitivo, di ricalcare schemi già logori, in sintesi di non apportare innovazioni. Si può essere più o meno d'accordo con costoro -ed io non lo sono- ma ciò che deve importare è sola la risposta ad una semplice domanda: "è buona musica?", e in questo caso questa risposta è un monumentale "Sì!!!"
Indubbiamente innovazioni non ce ne sono moltissime, anche se va segnalato un miglioramento della produzione, uno Schnell un po' più presente, un Campbell ancora più incisivo, ma era Ronnie il personaggio a cui chiedere salti nel buio o cambiamenti epocali? Certamente no, perchè lui incarna quello spirito del R'n'R che non muore mai, che viene dallo stomaco, e che non deve venire stravolto per nessun motivo, quello che c'era, c'è e ci sarà sempre. Monumentale anche il tour, imperniato su Egypt, e che vedeva la batteria issata su una piramide ad una decina di metri di altezza ed un laser montato sulla chitarra di Viv, anche se il set completo si vedrà solo negli States.

Ma andiamo alla musica: We Rock irrompe nelle casse come solo una DIO-opener può fare, un sisma governato da Ronnie mentre l'assolo di Viv spacca il terreno. The Last In Line è l'epica title-track e si nota un miglioramento nel controllo dell'emissione vocale (cosa non facile visto di chi si parla, ma è ciò che intendevo, fra l'altro, parlando di miglioramento nella produzione) che valorizza il riffing di Viv ed il lavoro di Bain (o viceversa?). Breathless è veramente come il titolo promette, ed il chorus non lascia scampo: non lo dimentichi più. I Speed At Night va ascoltata indossando le cinture di sicurezza, una formula 1 guidata dal miglior pilota in circolazione, mostruosa la cavalleria a disposizione e grande prova di guida senza ausilio dell'elettronica, grande anche Appice, per tacere del solo. La mia preferita è la successiva One Night In The City un mid-time basato su un bellissimo riff ed un'altra prova vocale fantastica di Ronnie, ricordo anche un video un po' ingenuo -ma tipico dell'epoca- struggente prova di Viv nel suo solo, per fortuna ancora molto lontano dai tempi Leppardiani. Mystery può essere anche tralasciata, per passare a Eat Your Heart Out, forse il più bel refrain del platter, inserito in un pezzo di medio-alto livello, per chiudere con Egypt, la più evocativa e tipicamente DIO come closer, notevole (ancora )?quanto sentiamo dalla sei corde di Campbell, quasi malefico il riff di base.

Un difetto del disco? Essere uscito dopo Holy Diver, ma io credo che ci si può passare sopra, non credete? E ricordate sempre che quando:
We’ll Know for the first time, if we’re evil or divine, we’re the last in line.



VOTO RECENSORE
94
VOTO LETTORI
76.03 su 105 voti [ VOTA]
Mauri66
Venerdì 15 Marzo 2019, 12.21.01
61
Holy diver e The last in line miglior doppietta della storia dell'heavy metal insieme a Heaven and hell e Mob rules dei BS! Campbell, Appice e Bain di un altro pianeta! E Dio è.....Dio!
Fabio Rasta
Mercoledì 16 Maggio 2018, 11.58.59
60
Raven, 39: troppo vero e troppo ridere!!!
Fabio Rasta
Mercoledì 16 Maggio 2018, 11.54.18
59
Concordo con il recensore; l'unico difetto del disco è di essere uscito dopo Holy Diver.
Bestial Invasion 98
Mercoledì 9 Maggio 2018, 22.39.29
58
74.36 voto lettori? Bhaaaaa.... Capolavoro assoluto dell’Heavy assieme al grandissimo Holy Diver (li preferisco alla pari). Che voce incredibile che aveva RJD
Aceshigh
Giovedì 31 Agosto 2017, 14.28.21
57
Capolavoro! Un milligrammo sotto Holy Diver (per me)... In soli due anni che doppietta che ha sfornato !!! Viene istintivo fare i confronti con l'epoca attuale (anche se tante cose sono cambiate). Voto lettori... Per carità: de gustibus non disputandum est... ma non so se ridere o piangere... Anzi, ho deciso: piango...
Salvatore
Giovedì 22 Giugno 2017, 17.25.24
56
Daccordissimo! Hopkins....la penso esattamente come te!;...come si può valutare leggende simili in modo così basso? Ci può stare che un lavoro può essere meno interessante di un altro (nessuno e'perfetto) e comunque riguarderebbe più che altro sensazioni personali; e se con Dio,Priest,Maiden,Savatage ecc....hanno regalato a noi Defender, delle autentiche perle sonore , che sono state fonte di ispirazione per milioni di altre band True/Metal degli anni a venire,ci sarà un motivo?..........
Hopkins
Giovedì 22 Giugno 2017, 3.18.10
55
cioe ma se i lettori danno 72 a questi capolavori che non passeranno mai di moda, il 90 a chi lo danno? A superman?
Salvatore
Giovedì 22 Giugno 2017, 2.17.16
54
Come nel precedente Holy Diver,(per me uno dei fondamentali album icona Dell heavy metal classico in generale)The Last in Line prosegue nel suo percorso potente , epicheggiante,evocativo sound:Brani come L' anatemico heavy di 'We rock', o come il cadenzato DoOm orientaleggiante.di Egypt (sulla scia egizia di Powerslave) dello stesso periodo, resero l 'album un altra perla del elfo malefico Ronnie (R.I.P) io arrotondo ,voto 95
hermann 60
Venerdì 10 Giugno 2016, 18.22.55
53
Conferma dopo Holy Diver, disco bellissimo due o tre pezzi da antologia a parte Dio, Campbell è veramente un 'mostro'
Therocker77
Martedì 7 Giugno 2016, 16.32.56
52
Il mio preferito di Dio, insieme a Holy Diver rappresenta una della maggiori e imponenti vette che l'Heavy Metal abbia mai partorito...100/100
Father Picard
Mercoledì 18 Maggio 2016, 2.45.52
51
a volte i lettori bevono troppo prima di votare. Se merita 70 questo, l'80% del metal classico degli ultimi 15 anni e' da buttare direttamente nel cesso
terzo menati
Martedì 26 Gennaio 2016, 22.35.59
50
E certo. Pure sacred heart.
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 22.30.10
49
Ci metto anche Dream Evil,arte pura
mario
Martedì 26 Gennaio 2016, 22.20.38
48
Holy Diver e The last in Line sono due poderosi incrollabili giganti dell'heavy.Oro puro.
terzo menati
Martedì 26 Gennaio 2016, 22.04.15
47
Il voto lettori non conta nulla. Il fatto e' che c'è una serie di album di una serie di band che non dovrebbero nemmeno essere oggetto di discussione. Questo è uno di quelli, un capolavoro come il precedente, solo eccellenza a profusione
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 21.58.11
46
Il mio disco preferito del Mito,contiene uno dei miei pezzi preferiti in assoluto ( The last in line)... Emozioni infinite. Voto lettori scandaloso, vergogna!!!!
Rob Fleming
Domenica 17 Gennaio 2016, 17.44.41
45
Qualità estrema. We rock e I speed at night sono capaci di smuovere le montagne e Last in Line e Egypt sono veri capolavori degni del suo passato. 80
LAMBRUSCORE
Venerdì 17 Ottobre 2014, 13.07.38
44
Sempre piaciuta la sua voce, 1 dei primi artisti metal che ho ascoltato seriamente da ragazzino, alcuni pezzi per me da paura, I speed at night fa la pelle anche a tantissimi gruppi thrash, non esagero, certo che in tutti i suoi album, per me, ci sono anche pezzi pacchiani -si dice così- e che mi fanno venire i maroni quadri, anche quando era coi Rainbow e i Black Sabbath, purtroppo....
lux chaos
Venerdì 17 Ottobre 2014, 12.16.21
43
Sono gusti, sono due capolavori assoluti, ma non da 100 per me. Anche se sono i tuoi dischi preferiti. Quoto raven
Sandro70
Venerdì 17 Ottobre 2014, 11.13.50
42
Se Holy diver e the last in line non sono due dischi da 100, quali lo sono? Sono da trent'anni tra i miei dischi preferiti di tutti i tempi e holy diver è il primo disco metal che ho comperato in vita mia.
AL
Venerdì 17 Ottobre 2014, 9.21.06
41
alla fine lo preferisco a Holy Diver.
EvilEvil
Giovedì 16 Ottobre 2014, 22.22.08
40
Per quanto riguarda i voti è evidente la soggettività degli stessi.. dipendono non solo dai gusti personali e da un proprio metro di valutazione ma anche da elementi variabili quali il periodo storico ed eventuali influenze, diciamo, di "umore" del recensore nel momento specifico in cui vengono formulati.. Sarebbe bello, e magari anche comodo, potersi basare su una scala di valutazione condivisa.. mi sa che è pura utopia!
Raven
Giovedì 16 Ottobre 2014, 17.47.22
39
Chiarii la questione in un post pubblicato in calce ad una vecchia recensione, lo riposto qui per chiarire anche il voto ad HAH, dato ai primi tempi della mia collaborazione con Metallized, così come altri dello stesso tenore : "Vedete.. questa recensione è una delle prime che ho scritto per questo sito, e rispecchia perfettamente l'educazione che ho avuto. Dato che il sottoscritto ha alcune primavere sulle spalle, ha avuto la ventura, o se preferite la sfortuna, di crescere in un'epoca in cui i voti venivano concepiti in un certo modo. Quando frequentavo le medie prima, ed il liceo classico dopo, il 6 era recepito come un ottimo voto; il 7 era riservato ai più bravi; il 7,5 agli exploit dei più bravi. Per quanto riguarda il voti superiori a 7,5 , bè... nessuno era certo che esistessero veramente, si vociferava di alunni che in anni che si perdevano nella memoria avessero sfondato la soglia dell'8, ed alcuni sostenevano che oltre l'8 esistessero anche voti superiori, ma lì si entrava nel mondo della religione, dell'atto di fede nell'esistenza del trascendentale. Tutto ciò per dire che quando davo certi voti, per me erano veramente altissimi, quasi il massimo possibile, data la mia educazione. Andando avanti mi sono reso conto che alcune cose erano cambiate negli ultimi trent'anni, ed oggi come oggi mi adeguerei ad una votazione più alta, ma senza mutare il giudizio di merito. " In generale cmq, mantengo la mia impostazione base
EvilEvil
Giovedì 16 Ottobre 2014, 17.36.08
38
Un appunto sul voto (materia tanto cara al Prof. Gallina): 94 è un voto altissimo, considerati gli standard del recensore. Io gli avrei dato pure 100. Di conseguenza, però, ad Heaven and Hell almeno un 150! Con immutata simpatia
Therocker77
Giovedì 16 Ottobre 2014, 16.53.30
37
Amo DIO e TLIL è il disco del folletto che preferisco..
Steelminded
Mercoledì 16 Luglio 2014, 14.51.41
36
Voglio dire a me Ozzy piace, i suoi album con i Sabbath parlano da soli... ma come cantante/compositore Dio è un'altra storia... volevo dire questo...
Steelminded
Mercoledì 16 Luglio 2014, 14.50.23
35
Egypt è un pezzo spaziale... che grandi atmosfere... Francamente, non ricordo un cantante/frontman che abbia avuto una così importante influenza sulla musica metal, tale da essere stato componente decisivo di tre band e almeno altrettanti dischi capitali (es. Rising, Heaven and Hell e Holy Diver). Non mi dite Ozzy please... A livello di Blackmore e Iommi come importanza oggettiva sul genere... Evviva!
iron
Mercoledì 23 Aprile 2014, 19.34.01
34
Ok, scusa, avevo capito male xD .
Raven
Mercoledì 2 Aprile 2014, 17.14.47
33
Era solo un'iperbole per dire che non ha difetti apprezzabili.
iron
Martedì 1 Aprile 2014, 22.35.45
32
Unico difetto essere uscito dopo Holy Diver? Ma che difetto è? Io guardo la musica mica se è uscito nel 84 invece che nel 80!
warrior63
Mercoledì 4 Settembre 2013, 10.30.56
31
100!! 100!! 100!!! non si può valutare meno un album come questo.Signori,queato è heavy metal.Questo è Ronnie James DIO |||||imprescindibile.punto e basta
D.P.
Giovedì 1 Agosto 2013, 16.06.19
30
la mia opinione su questo disco e' sostanzialmente la stessa di Holy Diver anche se lo ritengo di un gradino inferiore mancando della naturale devastante energia che i solchi del precedente sprigionavano in modo devastante. Qui invece tutto e' sotto controllo e studiato quasi alla perfezione ma a parte questo dettaglio sono senza dubbio i migliori albums della sua carriera solista.
Philosopher3185
Venerdì 5 Luglio 2013, 21.22.13
29
Ottimo album,però si iniziava(secondo me)a introdurre troppe tastiere a discapito delle Chitarre e mi sembra che l'ispirazione sia minore rispetto a Holy Diver..ma quest'ultimo è un capolavoro!
zerba
Sabato 25 Maggio 2013, 13.44.58
28
mi è arrivata oggi per il complex la ristampa: che dire, un discone!!! adoro alla follia la title track e poi... come canta Ronnie James!!!
Steelminded
Giovedì 22 Novembre 2012, 22.18.23
27
Bravo (-; mi sono sbagliato... (-;
Raven
Giovedì 22 Novembre 2012, 22.07.11
26
Ma dove?
Steelminded
Giovedì 22 Novembre 2012, 21.54.38
25
Bella rece anche questa (per quel che rileva il mio parere). Una nota sulla tracklist: manca il pezzo numero 5 "One Night in the City". Evviva!
matteo36
Lunedì 6 Agosto 2012, 10.48.58
24
il video un po ingenuo di cui si parla nella rece è quello di rock n roll children del successivo sacred heart , il singolo con video di the last in line è l 'ottima mistery
Giaxomo
Giovedì 19 Aprile 2012, 18.27.57
23
Da manuale, tutte le tracks sono da brividi costanti..vi sembra poco?
Delirious Nomad
Giovedì 19 Aprile 2012, 15.14.50
22
Io lo considero anche superiore a holy diver, in cui sono presenti un paio di pezzi che non mi esaltano (gypsy e invisible), mentre in questo non c'è punto morto e la title track è a parer mio il miglior pezzo dei dio e, per interpretazione, al livello di stargazer e children of the sea.
Celtic Warrior
Sabato 24 Marzo 2012, 19.15.30
21
Holy Diver e The Last In Line sono per me due pietre miliare del metal , giuste le recensioni del buon Raven .
matteo36
Sabato 24 Marzo 2012, 19.04.18
20
ah stupendo, non sono mai riuscito a stabilire se mi piace più questo o holy diver . complimenti a lui che in così poco tempo pubblicò due album di così eccelso livello.pure i successivi fino a lock up the wolves meritano (anche se segnano un leggero calo) , la storia dell' hard rock passa anche da qui.
blackie
Venerdì 5 Agosto 2011, 22.25.46
19
disco da 100, una meraviglia dell inizio alla fine.un band grandiosa guidata dalla voce x eccellenza del metal.stupendo!
Flag Of Hate
Mercoledì 11 Maggio 2011, 0.43.58
18
Che spettacolo di disco: We Rock, Breathless e I Speed At Night non concedono tregua, e la titletrack è spettacolare. Se poi consideriamo che l'ultima traccia è Egypt, una delle più belle canzoni mai nate dal fertile talento di Ronnie, si capisce come non si possa scendere sotto il novanta. Sono molti anni che non mi decido ad attribuire la medaglia d'argento tra questo e Dream Evil, è una lotta tra giganti! 97/100
jek
Martedì 4 Gennaio 2011, 20.59.33
17
Concordo con Raven al 100%, si capisce che il recensore trasuda l'amore per Dio da tutti i pori, come me che considero ronnie l'unico DIO! Per quanto riguarda il disco lo trovo leggermente sotto Holy Diver (n.b. il disco metal per eccellenza per me) causa Mystery dove si cerca di replicare raimbow in the dark. Per il resto parla la recensione. @ hellvis che c..o!!!!!!!!
hellvis
Lunedì 13 Settembre 2010, 17.55.38
16
Discone! Anche se prefrisco Dream Evil e Holy Diver. Li vidi all'Odeon di Hammersmith per 2 serate nell'84. Aprivano i Queensryche di Warning. Adesso vi potete anche suicidare!
antoniometalhead98
Giovedì 19 Agosto 2010, 18.37.49
15
io preferisco holy diver.. ma è un bellissimo album e dopo holy diver è l'album più bello di tutta la sua carriera.... puro heavy metal..
hm is the law
Giovedì 21 Maggio 2009, 12.27.31
14
Degno successore di Holy Diver
Raven
Giovedì 21 Maggio 2009, 12.15.28
13
Forse, ma si trova ancora del buono
AL
Giovedì 21 Maggio 2009, 11.58.34
12
i primi due pezzi valgono l'album... che nostalgia per una qualità e una attitudine ormai perse nel metal... in questi lavori respiri proprio il vero metal... adesso è molto business e commercio...
ivan
Lunedì 3 Dicembre 2007, 3.31.43
11
ALBUM STRATOSFERICO !!!!! veramente "BREATHLESS " IMMENSO secondo il mio parere si colloca sulle stesso piano di DREAM EVIL !!!! canzoni preferite: EVIL EYES - WE ROCK - THAT THE CHAINS ARE ON - LAST IN LINE !!!
RonnieJamesDaddo
Giovedì 25 Maggio 2006, 20.15.53
10
Sì lo so che sono esagerato...ma altrimenti non mi chiamerei RonnieJamesDaddo! Il fatto è che i commenti denigratori su "Sacred Heart" -sistematici tra l' altro- mi hanno sempre fatto arrabbiare! Chi non conosce a memoria "Hungry For Heaven" né "Quella clamorosa con il riff in stile J.E. Lee" (questo il suo vero titolo) non può permettersi di parlare con me!
Frank-Catch22
Mercoledì 24 Maggio 2006, 21.52.54
9
Sono indeciso tra Last in line e Holy diver,forse nel debutto da solista c'e' una tale magia che poi non ho + riscontrato in modo cosi' evidente.cmq capolavoro assoluto!!!
Mick
Mercoledì 24 Maggio 2006, 18.34.27
8
Beh...c'è poco da dire. Per me, l'album più bello della storia della musica!!!! iMPORTANTE PER IL RECENSORE: Prima di tutto complimenti per la bella recensione. Secondo, come mai manca qualche parola spesa per "Evil Eyes"???? IMPORTANTE PER DADDO: Io so che tu consideri "Dream Evil" l'album più bello di tutti i tempi (perchè ho letto la tua biografia dei Dio su Metalmaniacs) però mi sembra eccessivo dire che "Sacred Heart" e "dream..." fanno letteralmente "il culo" a Holy diver e a questo (mi riferisco al tuo commento sulla recensione di "Dream..."). Questa è una mia idea, può darsi che non te ne freghi nulla, ma penso che sia bello scambiarsi idee e soprattutto ci tengo a dirtelo perchè mi sono interessato ai Dio leggendo la tua biografia quindi, ti devo moltissimo. Fatemi sapere, ciao mitici
francesco gallina
Mercoledì 24 Maggio 2006, 17.28.52
7
Per Daddo: Effettivamente errore ci fu, ma l'età è quella che è e la memoria qualche volta falla. Per Valentino: Grazie e distinti saluti anche a lei ed alla comitiva di scioperati nullafacenti che la sta circondando in questo momento.
valentino
Mercoledì 24 Maggio 2006, 17.12.51
6
ottima recensione , complimenti per il linguaggio piu che azzeccato. bel disco!!!. distinti saluti
RonnieJamesDaddo
Mercoledì 24 Maggio 2006, 15.59.06
5
Guarda che ti confondi: i Dio vennero in Italia ai tempi di "Dream Evil"...non avrebbero mai potuto avere la scenografia dell' album precedente al precedente!
francesco gallina
Mercoledì 24 Maggio 2006, 11.11.13
4
Si incastra perchè assistetti ad una data milanese con quella scenografia. Per il forum appena posso vengo volentieri.
RonnieJamesDaddo
Martedì 23 Maggio 2006, 20.41.21
3
Vieni su questo forum, venvia...ci si butta via! http://www.metalmyths.com/forum.php
RonnieJamesDaddo
Martedì 23 Maggio 2006, 20.39.37
2
"I SPEED AT NIGHT va ascoltata indossando le cinture di sicurezza"...è una frase degna di nota!
RonnieJamesDaddo
Martedì 23 Maggio 2006, 20.38.04
1
Va bene, va bene! p.s. ma cosa ci incastra il discorso de "la foto milanese" con "The Last in Line"?
INFORMAZIONI
1984
Vertigo
Heavy
Tracklist
1. We Rock
2. The Last in Line
3. Breathless
4. I Speed at Night
5.One Night in the City
6. Evil Eyes
7. Mystery
8. Eat Your Heart Out
9. Egypt (The Chains Are On)
Line Up
Ronnie James Dio - Voce
Vivian Campbell - Chitarra
Jimmy Bain - Basso
Vinny Appice - Batteria
Claude Schnell - Tastiere
 
RECENSIONI
74
69
67
78
80
86
79
94
96
ARTICOLI
15/02/2019
Live Report
DIO DRONE NIGHT: HATE & MERDA + NUDIST + TIBIA
Wishlist Club - Roma - 09/02/2019
01/09/2018
Live Report
DIOCLETIAN
The Black Heart, Londra,14/08/18
21/03/2017
Live Report
RISE OF THE UNDERGROUND V - CLAUDIO SIMONETTI'S GOBLIN + TRINAKRIUS + HAUNTED + ANCESTRAL
Barbara Disco Lab, Catania, 17/03/2017
18/07/2015
Intervista
CLAUDIO MILANO
L'idea di una vita vissuta come forma creativa a sé.
26/06/2014
Live Report
LACUNA COIL + THE LAST FIGHT + NIGGARADIO
Le Capannine, Catania, 21/06/2014
14/11/2012
Intervista
AUDIO PORN
Bad guys of rock'n'roll
10/03/2011
Live Report
NECRODEATH + RAZA DE ODIO + DATAKILL + SHAKE WELL BEFORE
Bulldog, Serra Riccò (GE), 05/03/2011
14/07/2010
Articolo
METAL E MEDIOEVO
Un viaggio alla scoperta delle nostre radici
18/05/2010
Articolo
RONNIE JAMES DIO
Ricordare la leggenda
30/10/2005
Intervista
RAZA DE ODIO
Parla la band
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]