Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/19
ETERNAL SILENCE
Renegades

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
NIGHTBEARER
Tales of Sorcery and Death

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
GLI ATROCI
Metal Pussy

13/12/19
STONE SOUR
Hello, You Bastards

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

13/12/19
DEEP AS OCEAN
Crossing Parallels

CONCERTI

11/12/19
MUNICIPAL WASTE + TOXIC HOLOCAUST + ENFORCER + SKELETAL REMAINS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

11/12/19
LAST IN LINE + ROUGENOIRE
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

12/12/19
SKINDRED + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/19
MARILLION
AUDITORIUM DELLA CONCILIAZIONE - ROMA

12/12/19
MONKEY3 + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

13/12/19
MARILLION
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

13/12/19
GWAR + VOIVOD + CHILDRAIN (ANNULLATO!)
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

13/12/19
SCALA MERCALLI
BUFFALO GRILL - CIVITANOVA MARCHE (MC)

13/12/19
GLI ATROCI
ALCHEMICA MUCIS CLUB - BOLOGNA

13/12/19
NATIONAL SUICIDE + TERBIOCIDE
UFO ROCK PUB - MOZZO (BG)

Ozzy Osbourne - Live at Budokan
( 3573 letture )
La storia di Ozzy Osbourne è costellata di perle e scadimenti di livello colossale, picchi minimi principalmente addebitabili alla manager, nonché moglie, Sharon. La signora, infatti, da un lato ha creato una gallina dalle uova d’oro, ma dall’altra lo ha spinto verso lidi di una tristezza senza pari. Reduce dalla peggiore “pacchianata” della sua storia (passateci il termine), la sitcom The Osbournes, una di quelle cose che avrebbero probabilmente distrutto irrimediabilmente la carriera di chiunque, la fenice Ozzy torna sulla scena con uno dei dischi più mediocri mai usciti a suo nome, Down to Earth, e con il successivo tour, che lo vede approdare anche al Nippon Boodokan Hall di Tokio, dal quale fu registrato il live di cui andiamo a parlare oggi. La pochezza di Down to Earth è testimoniata principalmente dal flop commerciale (il dato fa sorridere visto che ha comunque vinto un disco di platino) e dalla presenza di soli tre brani nella setlist del live del tour di presentazione. Proprio quei tre brani, nello specifico Gets Me Through, Junkie e That I Never Had sono probabilmente gli unici validi della precedente release. In questo live troviamo un Ozzy abbastanza appannato, che ci regala uno show con alti e bassi; per fortuna sua e nostra, il supergruppo che lo supporta colma ogni lacuna presente. Oltre all’immenso Zakk Wylde, immenso in ogni accezione del termine, troviamo una squadra composta da un certo Robert Trujillo, presente nella band del Madman nel periodo che intercorre tra l’uscita dagli Infectius Grooves e l’entrata in pianta stabile nei Metallica; alla batteria invece siede un altro mostro sacro, Mike Bordin, ex Faith No More che accompagnerà l’ex Black Sabbath quasi per tutto il successivo decennio. Alle tastiere troviamo la vecchia conoscenza John Sinclair che accompagna Ozzy fin dal lontano ’88. In tutta onestà, con una band del genere a supporto, Ozzy avrebbe potuto anche latrare come un cane ma il risultato sarebbe stato comunque di alto livello. Ma entriamo nel vivo del disco.

L’artwork non passa assolutamente inosservato, nella sua immensa semplicità non può far altro che rimanere impresso nelle nostre menti. Vediamo un’ immagine in bianco e nero del Madman intento ad urlare, mentre ci delizia con la nudità del suo fisico che farebbe impalladire i Bronzi di Riace e le scritte che riportano nome dell’artista e del nome del live. La voce stridula di Ozzy ci introduce al live con un sobrio “Let’s Go Fukin Crazy” e immediatamente un muro di suono ci colpisce come mazza sulle gengive. La setlist inizia con uno dei più famosi classici del cantate di Birmingham I Don’t Know, brano veloce e potente che ci da subito un assaggio di quello che ci aspetta. Inizia un viaggio tra le hit che hanno caratterizzato la sua carriera, tra le quali vediamo spuntare, oltre alle tre già citate canzoni provenienti dal precedente album, vere leggende come Mr Crowley, Believer, Crazy Train, la fantastica No More Tears più recente ma senza dubbio di quelle dal maggior successo e una delle più belle interpretazioni di Bark At the Moon, che in questo live appare come una vera e propria palla di cannone. Nel susseguirsi di riff storici, soli di eccellente fattura e strilli sguaiati di Ozzy che incita il pubblico con incessante frenesia, giungiamo alla fine del disco, dove troviamo ad accoglierci uno dei brani più famosi della storia della musica, un pezzo targato Black Sabbath ed uno dei primi brani metal mai composti. Parliamo dell’intramontabile Paranoid, riproposta in chiave moderna e iper tirata, che probabilmente non piacerà ai fan più tradizionalisti, ma che indubbiamente vanta un’esecuzione magistrale.

Non sarà il live più bello del caro Ozzy, in realtà per alcuni fattori lo è, ma probabilmente si tratta di una delle migliori performance in assoluto di Zakk Wylde che non perde una nota in tutto lo show. Risultato più che eccellente anche degli altri componenti, che rendono la prestazione del frontman irrilevante. Come dicevamo in apertura, con questa band poteva tranquillamente latrare come un cane e il risultato sarebbe stato comunque accettabile.



VOTO RECENSORE
81
VOTO LETTORI
75.72 su 11 voti [ VOTA]
manaroth85
Martedì 3 Maggio 2016, 22.21.21
17
Cavolo mi son accorto manca rece live and loud! Ozzmosis! E down to Earth!
iron
Lunedì 17 Novembre 2014, 22.49.53
16
A me questo live è piaciuto moltissimo...tracklist perfetta, Zakk Wylde al massimo...peccato che Ozzy non sia al massimo in certi pezzi...ma comunque il nostro Madman fa il suo dovere. Meglio sia di Live At Last che di Reunion dei Sabbath...miglior live di Ozzy? Assolutamente si. Voto:90
AL
Giovedì 21 Agosto 2014, 23.24.47
15
bel live comprato proprio su consiglio del recensore! per me voto 80. Avrei messo una Facing hell che è un ottimo pezzo di Down to earth
lux chaos
Martedì 19 Agosto 2014, 19.21.41
14
Precision88: ahahah, figurati!!!
precision88
Martedì 19 Agosto 2014, 17.52.38
13
Questo più che un refuso è stato un reflusso... Grazie della segnalazione
lux chaos
Martedì 19 Agosto 2014, 13.12.29
12
Ocio Francesco, che il disco è Down To Earth, non heart!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
bls furlan chapter
Martedì 19 Agosto 2014, 1.21.02
11
Quoto S77 a manetta per DtE. Anche a me l'album è piaciuto molto: de gustibus non discutibus, in latino maccaronico...
Screamforme77
Lunedì 18 Agosto 2014, 20.11.32
10
Grande Live tutti i pezzi hanno un gran tiro. Non sono d'accordo che Down to Heart sia così modesto, a me è piaciuto molto.
Reyals
Lunedì 18 Agosto 2014, 12.37.20
9
Pure io ho solo la versione dvd e devo dire che spesso me la rivedo con molto piacere. Superlativa la prova dell'intera band con in testa il buon Zakk, ma di questo credo siamo tutti d'acoordo Voto 85 pieno.
bls furlan chapter
Lunedì 18 Agosto 2014, 0.26.38
8
Ottimo live, anche se gli preferisco Live & Loud. Grandissima la band in Beliver dove Zakk attualizza il sound del suo Maestro RR!
Ozzy
Domenica 17 Agosto 2014, 18.45.29
7
pessima rece....
spiderman
Domenica 17 Agosto 2014, 14.07.46
6
Anche io questo purtroppo non ce l'ho, non sono mai stato attirato dalla copertina, per quanto riguarda il brano Mr. Crowley oltre a quello cantato da Ozzy ho sempre amato la entusiasmante cower di Tim Owens con la chitarra di Malmsteen. Comunque Ozzy e' uno dei cantanti che pur non avendo una grande voce e tecnica, io l' ho sempre stimato e ammirato, da sempre il massimo sia su disco che dal vivo, ed ha una grsnde dote interpretativa e una espressivita' eccezionale.
hj
Sabato 16 Agosto 2014, 21.28.50
5
io a differenza di morlock@ amo alla follia i faith no more...detto questo ho la versione dvd del concerto (che consiglio per motivi visivi) e devo dire che la formazione all star (ma tutte le formazioni di ozzy erano all star...) rende al massimo su tutti i pezzi presenti nella setlist. Ovviamente gli unici difetti sono imputabili all'interpretazione di ozzy non sempre lucida o all'altezza del blasone...ma fa parte del personaggio e ci sta tutta. Veramente ottimo
Morlock
Sabato 16 Agosto 2014, 18.40.04
4
Detesto e dico DETESTO i Faith no more....ma Mike Bordin in questo live ha letteralmente usando un termine coniato sul momento "DINAMIZZATO" i pezzi....pezzi come Mr.Crowley o ancora di più Crazy Train da un punto di vista batteristico(parlo su disco) avevano la spinta che poteva dare un Ringo Starr...quì suonano dannatamente dinamiche... potenti....grazie anche a cambi di tempistiche tutte ben azzeccate(in particolar modo la strofa di Crazy Train..)!|!!Per il resto che dire...un piccolo live capolavoro che ascolto speso e volentieri
LORIN
Sabato 16 Agosto 2014, 11.11.50
3
Ozzy da solista è un'altro di quelli che in studio da il cento per cento di se e sul palco da il 110. Lo amo.
manaroth85
Sabato 16 Agosto 2014, 9.59.23
2
l avevo acquistato subito, non è male, peccato che dei brani nuovi non siano stati inseriti dreamer e facing hell secondo me la migliore del disco..cmq concerto più che buono voto 85!!!
CYNIC
Sabato 16 Agosto 2014, 9.09.49
1
Copertina orrenda, ecco perchè non lo mai presso. E parlo da fan sfegatato del madman.
INFORMAZIONI
2002
Sony Music
Heavy
Tracklist
1. I Don't Know
2. That I Never Had
3. Believer
4. Junkie
5. Mr. Crowley
6. Gets Me Through
7. No More Tears
8. I Don’t Want to Change the World
9. Road to Nowhere
10. Crazy Train
11. Mama, I’m Coming Home
12. Bark At the Moon
13. Paranoid
Line Up
Ozzy Osbourne (Voce)
Zakk Wylde (Chitarra)
John Sinclair (Tastiere)
Robert Trujillo (Basso)
Mike Bordin (Batteria)
 
RECENSIONI
70
81
80
81
80
88
80
79
81
86
91
ARTICOLI
24/06/2018
Live Report
FIRENZE ROCKS - OZZY OSBOURNE + GUESTS
Visarno Arena, Firenze, 17/06/2018
27/09/2010
Live Report
OZZY OSBOURNE + KORN
Palasharp, Milano, 22/09/2010
14/07/2010
Live Report
OZZY OSBOURNE + LABYRINTH
Villa Contarini, Piazzola Sul Brenta (PD), 05/07/2010
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]