Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Selvans
Faunalia
Demo

Bullet Ride
The Choice
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/11/18
NODE
Propheta

16/11/18
THE TANGENT
Proxy

16/11/18
SKULL PIT
Skull Pit

16/11/18
AFIRE
On The Road From Nowhere

16/11/18
SACRIFICIUM CARMEN
Hermetica

16/11/18
ARTILLERY
The Face Of Fear

16/11/18
ESBEN AND THE WITCH
Nowhere

16/11/18
THE SMASHING PUMPKINS
Shiny and Oh So Bright Vol. 1 / LP: No Past. No Future. No Sun.

16/11/18
DIVINE ASCENSION
The Uncovering

16/11/18
OF GRACE AND HATRED
Toxic Vows

CONCERTI

13/11/18
BRING ME THE HORIZON
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

13/11/18
IGORRR
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

14/11/18
IGORRR
ORION CLUB - CIAMPINO (RM)

15/11/18
BRANT BJORK
SPAZIO 211 - TORINO

15/11/18
LACUNA COIL + AMBERIAN DAWN
SANTERIA - MILANO (MI)

15/11/18
IGORRR
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

16/11/18
MYSTIFIER + CRAVEN IDOL
CENTRALE ROCK PUB - ERBA

16/11/18
SIRENIA + TRIOSPHERE + GUEST TBA
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

16/11/18
SHINING (NOR) + ALITHIA
LEGEND CLUB - MILANO

16/11/18
SISKA
BIRRERIA TRENTI - POVE DEL GRAPPA (VI)

Damage Source - Raise Hell
( 614 letture )
Nonostante la formazione dei Damage Source risalga ormai al 2007, è solo con questo demo di quattro brani che la band debutta, registrando e proponendo la propria musica per la prima volta. Il lasso di tempo, piuttosto lungo a dirla tutta per venirsene fuori con poco più di dieci minuti di musica, è stato caratterizzato da molteplici cambi di line-up, fino a quando nel 2012 il gruppo non ha raggiunto una certa stabilità: fu allora che decisero di gettar via tutto quanto avevano prodotto fino a quel momento per comporre dei nuovi brani, quelli appunto presenti nel demo Raise Hell.

Provenienti da Colonia, Germania, i Damage Source suonano sporchi sia a livello di produzione -comprensibile per la natura stessa della loro produzione- sia a livello meramente tecnico ed esecutivo, mettendo in mostra un’attitudine “grezza” che non può che far correre la mente ai primi Destruction e Sodom, anche per via di un leggero flavour blackeggiante. I brani, che seguono tutti grosso modo lo stesso copione, sono assalti thrash che sembrano saltar fuori dalla cantina di una formazione degli anni Ottanta, in tutto e per tutto: ascoltando un pezzo come Ozymandias vi sembrerà quasi di percepire gli odori polverosi di una sala prove arrangiata, di birra e sudore, tant’è colma di quella carica storicamente legata alla parte centrale e finale di quel decennio. I rimandi sono tanti e chiari, e la band stessa non manca di sottolineare il debito nei confronti degli Slayer –e chi non ne ha, in ambito estremo– e degli Exodus, ma i nomi che sono senza dubbio più efficaci per descrivere la proposta musicale dei tedeschi sono proprio i grandi acts della scena thrash teutonica, fatta eccezione forse per i Kreator, caratterizzati da un tasso tecnico e da una qualità compositiva sconosciuti ai ragazzi di Colonia.

A dispetto dei mezzi a disposizione e, quindi, di una qualità di registrazione ai limiti dell’accettabile, va riconosciuto ai Damage Source il merito di aver tirato fuori un demo che, seppur derivativo, scontato e semplice, centra il bersaglio e che potrebbe regalare qualche minuto di amarcord a più di un appassionato di vecchia data. Chi cerca personalità e soluzioni interessanti ed innovative troverà Raise Hell inascoltabile e anacronistico, ma qualche volta un tuffo nel passato del genere, se sentito e vissuto a mo’ di omaggio, è anche bello e sano concederselo.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2013
Autoprodotto
Thrash
Tracklist
1. Raise Hell
2. The Disease
3. Ozymandias
4. On Your Knees
Line Up
Eric Plorator (Voce)
Niko (Chitarra)
Frank Damager (Chitarra)
Jo Fingergrinder (Basso)
Ulas Saglam (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]