Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/08/20
SEASON OF DREAMS
My Shelter

12/08/20
WITHIN DESTRUCTION
Yōkai

14/08/20
CHASTAIN
For Those Who Dare – 30th Anniversary Edition

14/08/20
INGESTED
Where Only Gods May Tread

14/08/20
NUG
Alter Ego

14/08/20
ROBBY KRIEGER
The Ritual Begins at Sundown

14/08/20
KAMELOT
I Am The Empire - Live From The 013

14/08/20
WARKINGS
Revenge

14/08/20
PRIMITIVE MAN
Immersion

14/08/20
HAVUKRUUNU
Uinuos Syömein Sota

CONCERTI

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

05/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
2DAYS PROG - VERUNO (NO)

06/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

10/09/20
THE HOLLYWOOD VAMPIRES
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

11/09/20
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

Unherz - Sturm und Drang
( 963 letture )
Ammetto che prima d’ora non avevo mai sentito parlare dei Unherz, band tedesca dedita ad un hard rock roccioso e potente cantato in lingua madre, eppure la band giunge con il qui presente Sturm und Drang al traguardo del quarto disco pubblicato sotto l’ala protettrice della Massacre Records. La band dimostra di avere le idee chiare sulla propria proposta ed una discreta personalità per quanto il genere proposto sia come detto un misto di hard rock con influenze punk ed heavy, soprattutto nelle linee melodiche delle chitarre, nessun tecnicismo, strutture dei brani semplici, soli minimali, si punta quasi sempre sull’impatto e sul coinvolgimento, dai ritornelli piuttosto immediati all’headbanging e dato anche al cantato in lingua tedesca l’accostamento a band come Rammstein e Die Apokalyptischen Reiter è inevitabile anche se mancano le sperimentazione e l’estremismo sonoro dei primi in favore di una proposta più diretta ed easy listening.

Dopo una intro d’atmosfera di chitarre acustiche e voce effettata in lontananza si parte con Der für dich che è decisamente rappresentativo di cosa propongono gli Unherz, con riff potenti ed al tempo stesso melodici di chitarra ed un ritornello catchy e ruffiano, per quanto il limite dovuto alla lingua non permetta di dire propriamente immediato; Zeugen der Zeit è più pesante e cadenzata, dal riffing minimale ed il tutto è reso ancora più quadrato e pesante dal cantato di Felix Orschel, che si occupa anche delle parti di chitarra insieme ad Andy Arnold; Pogobraut prosegue sulla stessa linea, con riff potenti e ritornelli decisi e di facile presa, in Der erste Schritt la proposta cambia, il brano è lento e cadenzato, non una ballad da accendini accesi ma mostra le proprie influenze più rock blues settantiano, spezzando i ritmi più serrati e potenti sentiti finora, di buon gusto e riuscito anche il solo di chitarra, adattissimo al brano senza essere banale nella sua semplicità. Wir sind hier tende molto al punk rock, dai riff di memoria Bad Religion o più recentemente Offspring fino al ritornello caciarone e festaiolo, Viva Rock N’ Roll dice tutto già dal titolo, non ci si può immaginare altro che un brano di rock and roll veloce e scanzonato dal ritornello da canticchiare e farne un cavallo da battaglia in sede live. Krieger des Lebens è un brano di metal classico, ritmi trascinante, rallentamenti nel ritornello, gradevoli cori e parti da headbanging che richiamano l’hard rock anni 80 di band come primi Skid Row rivisto in chiave moderna e potente, mentre Minerva chiude il disco con atmosfere più cupe e cadenzate.

Globalmente un buon album di rock duro, sempre pretese di diventare un must o un classico, valorizzato da una produzione elettrizzante ed energica, ben riuscita, un disco che non inventa nulla, ma la musica ha bisogno di band come gli Unherz che siano in grado di produrre musica godibile, immediata e ben fatta senza troppe pretese, personalmente una piacevole scoperta, consigliati!



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2014
Massacre Records
Hard Rock
Tracklist
1. Intro
2. Der für dich
3. Zeugen der Zeit
4. Pogobraut
5. Ein Lied für ensere Feinde
6. Der erste Schritt
7. Wir sind hier
8. Drei Kreuze
9. Viva Rock N’ Roll
10. Krieger des Lebens
11. Minerva
Line Up
Felix Orschel (Voce, Chitarra)
Andy Arnold (Chitarra)
Jochen Auer Wall (Basso)
Christian Bogert (Batteria)
 
RECENSIONI
67
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]