Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Epica
Omega
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/03/21
WARRIOR PATH
The Mad King

05/03/21
SOM
Awake

05/03/21
WITHERFALL
Curse of Autumn

05/03/21
TAAKE / HELHEIM
Henholdsvis

05/03/21
MORK
Katredalen

05/03/21
EXANIMIS
Marionnettiste

05/03/21
ACID MAMMOTH
Caravan

05/03/21
REAPER (SWE)
The Atonality of Flesh

05/03/21
BRAND OF SACRIFICE
Lifeblood

05/03/21
LINISTIT
Evil Arises

CONCERTI

28/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

13/03/21
MICHALE GRAVES + NIM VIND
LEGEND CLUB - MILANO

14/03/21
MARK LANEGAN BAND
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

18/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
DEMODE CLUB - MODUGNO (BA)

19/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

20/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

23/03/21
THE SISTERS OF MERCY
ORION - ROMA

23/03/21
SWANS + NORMAN WESTBERG
ALCATRAZ - MILANO

24/03/21
THE SISTERS OF MERCY
ALCATRAZ - MILANO

25/03/21
TYGERS OF PAN TANG + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

Novembre - Novembrine Waltz
( 7998 letture )
I Novembre sono sempre stati una band straordinaria al di fuori di ogni etichetta precostituita e questo fin dall’esordio visionario di Wish I Could Dream It Again, proseguendo per il dark sound di Arte Novecento, fino alla violenza catartica di Classica. Identificare il genere della band è sempre stato difficile si potrebbe parlare di death, prog, black, goth, dark, musica classica, tradizionale, pop e tutto questo non servirebbe a rendere l’idea! Il tutto diventa ancora di più difficile con questo Novembrine Waltz un disco che sembra la tela di un pittore impressionista, pregno di umori e colori diversissimi e contrastanti; un disco dove ogni emozione ed ogni sensazione è contemplata e dove non ci sono parole per descrivere una perfezione musicale che non ha eguali.

Questo viaggio nell’animo umano si apre con Distances che si avviluppa ferale ed oscura per poi aprirsi all’immortale melodia del Lago dei Cigni di Ciajkovski ed a squarci di luce talora arabeggianti e talaltra folkloristici; segue poi quel capolavoro in musica di Everasia: un brano dove ogni sentimento è contemplato e in cui i brividi si rincorrono lungo la schiena di fronte ad una musica che sembra solare ,ma che si ciba di disperazione. Come Pierrot è un altro stupendo quadro “novembrino” che vive di reminescenze care ai Depeche Modecalate in un contesto metal devoto all’oscurità ed alla potenza; Child Of Twilight è la dolcezza di un inizio sognante, di un incontro tra l’amore e la pazzia e dell’ennesima trasformazione violenta e tagliente ma pronta ad aprirsi in una sognante dolcezza che rapisce. Tutto ciò non avrebbe un senso senza l’idea di pazza di una cover di Cloudbusting (di Kate Bush) cantata in maniera splendida dall’ospite Ann-Mari Edvarsen dei sublimi The Third And The Mortal e sottoposta ad un rinvigorente trattamento prog-metal. Ancora: Flower sembra un sogno distante avvolto in una nube pop-dark , ma in cui la componente metal opera sullo sfondo e si schiude in un finale magico che lascia senza fiato; Valentine (almost an instrumental) è uno strumentale (cantato) che vive della contraddizione in termini e che avviluppa ogni colore ed emozione ed in cui la tecnica è un mezzo potentissimo al servizio del cuore. Chiudono Venezia Dismal che ci porta sui rigoli e sui canali della magica città, lasciando ancora alla musica il compito di scavare dentro ogni sensazione e Conservatory Resonance disperata e rabbiosa stretta finale di una musica senza limiti che si chiude con un eco del “Va Pensiero” di Giuseppe Verdi quasi a simboleggiare un nuovo inizio, dentro la fine.

Questo disco è stato ascoltato dal sottoscritto 1000 volte, sezionato, vissuto, consumato, piegato agli avvenimenti quotidiani, ai capricci e ai bisogni dell’anima, ma non ha mai mostrato segni di usura e di stanca; inutile ricordare la genialità e la sempre più multiforme e talentuosa vocalità di Carmelo Orlando (chitarrista/cantante e mente del gruppo), la tecnica batteristica extraordinaire di Giuseppe Orlando (autentica macchina da guerra al servizio della musica) e il lavoro dei grandissimi scudieri Damien Cristiani (basso)e Max Pagliuso (chitarra); tutto inutile questo disco DEVE essere ascoltato per la sua intrinseca perfezione e state tranquilli dove non arriverà la vostra mente arriverà il vostro cuore.



VOTO RECENSORE
s.v.
VOTO LETTORI
92.76 su 492 voti [ VOTA]
DooM
Mercoledì 16 Dicembre 2020, 15.53.08
6
per me resta il massimo lavoro di questa grande band orgoglio dell' italia VOTO 95/100 atmosfere da folklore tricolore , onirico , bellissimo.
Andy90
Martedì 21 Gennaio 2020, 17.46.15
5
Probabilmente il mio disco preferito di questa stratosferica band. Sono sempre stati in un altro universo rispetto a tutti!
-Nemesis Divina-
Lunedì 7 Marzo 2016, 22.47.11
4
Senza ombra di dubbio la nostra band migliore in assoluto. Everasia e Come Pierrot sono due canzoni incredibili, vanno ascoltate più volte e vissute. Grandissimi.
d.r.i.
Lunedì 27 Aprile 2015, 13.05.54
3
Immensi
Le Marquis de Fremont
Lunedì 27 Aprile 2015, 12.39.58
2
Il primo disco che ho ascoltato dei Novembre: stratosferico. Emozione e capacità compositiva come raramente capita di ascoltare. Quando voglio stare con me stesso e le mie sensazioni, ad accompagnarmi ci sono sempre i Novembre. Qui, siamo su livelli altissimi e perfino il pezzo di Kate Bush che all'epoca non mi piaceva, qui è trasformato. Conservatory Resonance è un pezzo finale da brividi. La migliore band Italiana in assoluto. Non ci sono parole. Au revoir.
GioMasteR
Venerdì 8 Ottobre 2010, 11.05.05
1
Ha già detto tutto il recensore, c'è ben poco da dire che non sia già stato detto. Un disco che cambia l'approccio alla musica di chi lo ascolta.
INFORMAZIONI
2001
Century Media
Gothic
Tracklist
1. Distances
2. Everasia
3. Come Pierrot
4. Child Of Twilight
5. Cloudbusting
6. Flower
7. Valentine(Almost An Instrumental)
8. Venezia Dismal
9. Conservatory Resonance
Line Up
Carmelo Orlando - Guitars,Vocals
Massimiliano Pagliuso - Guitars,Backing Vocals
Damian Cristiani - Bass
Guiseppe Orlando - Drums
 
RECENSIONI
85
90
s.v.
s.v.
s.v.
83
81
ARTICOLI
12/09/2016
Live Report
NOVEMBRE + LUNARSEA + UNALEI + SEVENTH GENOCIDE
Traffic Live Club, Roma, 08/09/2016
11/05/2016
Live Report
NOVEMBRE + ALBA DI MORRIGAN + PROLIFERHATE + AWAKE THE SUN + ALNEA + PLATEAU SIGMA
El Barrio, Torino, 07/05/2016
04/04/2016
Intervista
NOVEMBRE
L'ispirazione viene sempre dal vissuto
21/01/2008
Intervista
NOVEMBRE
Parla Carmelo Orlando
26/02/2006
Intervista
NOVEMBRE
Parla la band
29/11/2002
Intervista
NOVEMBRE
Parla Carmelo Orlando
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]