Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Metallica
S&M²
Demo

Black Spirit Crown
Gravity
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
SKALMOLD
10 Year Anniversary - Live in Reykjavik

25/09/20
LIK
Misanthropic Breed

25/09/20
TRANSCENDENCE
Towards Obscurities Beyond

25/09/20
LASER DRACUL
Hagridden

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

25/09/20
ATLAS
Parallel Love

25/09/20
TRISHULA
Time Waits for No Man

25/09/20
STEVE HACKETT
elling England By The Pound & Spectral Mornings: Live at Hammersmith

25/09/20
NASTY
Menace

CONCERTI

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

Weather Report - Mysterious Traveller
( 3474 letture )
Ci troviamo di nuovo a parlare dei Weather Report, questa volta prendendo in considerazione la loro quarta fatica in studio: Mysterious Traveller. Questo disco è molto lontano dalle eteree atmosfere che caratterizzano il debut album, e ormai la contaminazione rock/funky diventa la norma. Questo è il motivo per cui il bassista Miroslav Vitouš viene silurato da Zawinul durante le registrazioni (comparendo solo nella seconda traccia), accusato dal pianista austriaco di essere troppo sperimentale, mentre era ormai chiaro che ciò di cui i WR avevano bisogno erano dei precisi e solidi groove. Del resto, la formazione del gruppo fusion per eccellenza non è mai stata sinonimo di immutabilità, e da qui all’ultima esibizione ne passeranno di musicisti. Anche i due nuovi arrivi, ovvero Ishmael Wilburn alla batteria e Dom Um Romão, non rimarranno nelle fila della band se
non per un annetto scarso. Ma concentrando la nostra attenzione su questa release del ’74, non ci si può proprio lamentare del risultato finale.

Come già accennato, questo è il primo disco dei WR che incorpora con preponderanza elementi rock e funky, tracciando la linea di condotta che caratterizzerà le successive produzioni del gruppo. Eppure questa virata stilista sembra sia stata la mossa più azzeccata, dato che le classifiche di vendita saranno più che generose con Mysterious Traveller, decretato anche disco dell’anno dai lettori della rivista Down Beat. Ed i Weather Report dovevano essersi accorti del capolavoro che stavano incidendo, perché le voci da folla festante che accompagnano l’esecuzione di Nubian Sundance sembrano essere state messe apposta quale oracolo del clamore che l’album avrebbe suscitato tra critica e pubblico. L’opener è, in effetti, la summa del pensiero musicale di Zawinul e soci: tra improvvisazioni e virtuosismi jazz, elementi rockeggianti e funkeggianti, linee melodiche cantabili ed incursioni etniche, il pezzo è il bignami del genere che oggi chiamiamo “fusion”. Nella tracklist compaiono anche pezzi più sperimentali e liberi, ovvero il trittico finale composto da Blackthorn Rose, Scarlet Woman e Jungle Book, ma al contrario del primo LP, questi sono l’eccezione, non la regola. Ma per capire al meglio la differenza tra vecchio e nuovo basta ascoltare American Tango prima e Cucumber Sluber poi. Sì, perché nella prima, in cui il bassista è Vitouš, il ritmo è più pacato e le armonie più sognanti, con groove di basso e batteria difficili da cogliere appieno, e l’immagine evocata dalla musica è quella di un uomo spaesato che cammina inciampando in un mondo di lecca lecca, zucchero filato e colori sgargianti. Al contrario, ascoltando Cucumber Slumber si ha la sensazione di passeggiare con fare da
marpione sul marciapiede di una lunga strada americana piena di club in una calda notte degli anni 70, e se anche molto è lasciato all’improvvisazione (ne è una prova il fatto che Zawinul ci metta un paio di battute a capire il cambio del centro tonale del groove di basso), la tendenza funky di Wilburn è qui preferita alle atmosfere oniriche del buon Miroslav. Il tema in 7/4 della title-track, infine, ribadisce a gran voce l’intenzione dei WR di fare
musica sfuggente su ritmi non canonici, ma comunque puliti e quadrati.

Ecco dunque che un cambio di stile, se pur non radicale né tanto meno repentino, si è rivelato essere l’evoluzione più proficua possibile dal punto di vista commerciale per una band di cui oggi ci si ricorda soprattutto l’ultima incarnazione. Quasi come un bruco paffutello e sgargiante che richiama l’attenzione per la sua particolare livrea, i Weather Report hanno da subito attirato pubblico e critica, e dopo un breve periodo come crisalide, la metamorfosi in farfalla è completa. Al di là dei copiosi cambi di formazione, questo è il primo esempio concreto della musica che caratterizzerà i futuri lavori di Zawinul & co. e per molti amanti del genere è anche il prodotto più rappresentativo della band. Quello che è certo, è che osservando la copertina di Mysterious Traveller ci troviamo di fronte alla storia della musica.



VOTO RECENSORE
88
VOTO LETTORI
80 su 3 voti [ VOTA]
Le Marquis de Fremont
Mercoledì 22 Ottobre 2014, 13.43.00
2
A me, sono sempre piaciuti di più i primi, più sperimentali album. Ma da qui in poi, ho sempre apprezzato anche tutto il resto della discografia dei Weather Report. Qui stiamo parlando di grandissimi musicisti e di album eccellenti. Come contaminazione con il mondo tropical/latino, mi piaceva di più Pat Metheny con Nana Vasconcelos. Mysterious Traveller è il mio pezzo preferito, assieme a Blackthorn Rose. Un accenno finale alla splendida copertina che fa veramente pendant con il titolo. Un viaggiatore misterioso che solca gli spazi siderali, nelle notti degli anni '70... Au revoir.
Lele DiAnno
Martedì 21 Ottobre 2014, 14.09.50
1
Bellissimo. Jazz-rockisticamente parlando, la vetta dell'Everest. Anche volendo non ci si può arrampicare più in alto, difatti da qui in poi WR cominceranno a declinare.
INFORMAZIONI
1974
Columbia Records
Fusion
Tracklist
1. Nubian Sundance
2. American Tango
3. Cucumber Slumber
4. Mysterious Traveller
5. Blackthorn Rose
6. Scarlet Woman
7. Jungle Book
Line Up
Joe Zawinul (Pianoforte acustico ed elettrico, Organo, Melodica, Sintetizzatore,
Chitarra, Tanpura, Kalimba, Percussioni)
Wayne Shorter (Sassofono soprano, Sassofono tenore, Pianoforte)
Miroslav Vitouš (Basso nella traccia 2)
Alphonso Johnson (Basso)
Ishmael Wilburn (Batteria)
Skip Hadden (Batteria nelle tracce 1 e 4)
Dom Um Romão (Batteria, Percussioni)

Musicisti Ospiti:

Edna Wright (Voce nella traccia 1)
Marti McCall (Voce nella traccia 1)
Jessica Smith (Voce nella traccia 1)
James Gilstrad (Voce nella traccia 1)
Billie Barnum (Voce nella traccia 1)
Don Ashworth (Ocarina e legni nella traccia 7)
Meruga (Percussioni nella traccia 1)
Ray Barretto (Percussioni nella traccia 3)
Isacoff (Percussioni nella traccia 7)
Steve Little (Timpani nella traccia 6)
 
RECENSIONI
86
90
84
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]