Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Striker
Play to Win
Demo

BlurryCloud
Pedesis
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/01/19
NOCTAMBULIST
Atmospheres of Desolation

21/01/19
VILE APPARITION
Depravity Ordained

21/01/19
RAVENOUS DEATH
Chapters of an Evil Transition

22/01/19
DARK MIRROR OV TRAGEDY
The Lord Ov Shadows

22/01/19
DREAM THEATER
Distance Over Time

25/01/19
BREATHE ATLANTIS
Soulmade

25/01/19
CORRODED
Bitter

25/01/19
KING DIAMOND
Songs For The Dead Live

25/01/19
MALAMORTE
Hell for All

25/01/19
JEFF HUGHELL
Sleep Deprivation

CONCERTI

25/01/19
EMBRYO
HAPPY DAYS PUB - NAPOLI

25/01/19
TOTHEM + SOUND STORM + ELARMIR
JAILBREAK - ROMA

25/01/19
NODE + FIVE MINUTES HATE
MADHOUSE PUB - MORNAGO (VA)

25/01/19
ARCANA OPERA + CONSTRAINT
ARCI TOM - MANTOVA

25/01/19
MILL OF STONE + GUEST
GALIVM GARAGE - PIEVE DI SOLIGO (TV)

26/01/19
EMBRYO + COEXISTENCE + DRANEKS ORDEN
FUCKSIA - ROMA

26/01/19
DISTRUZIONE + ERESIA + DESCEND INTO MAELSTROM
THE FACTORY - AZZANO VENETO (VERONA)

26/01/19
SOUND STORM + KANTICA + REVENIENCE
OFFICINE SONORE - VERCELLI

26/01/19
BLACK OATH + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

26/01/19
SELF DISGRACE + GUESTS
KRACH CLUB - MONASTIER (TV)

Die Choking - II
( 755 letture )
Per la seconda volta in un anno, gli statunitensi Die Choking tornano sul mercato con un nuovo EP intitolato II, lavoro composto da sole cinque tracce per una durata complessiva di cinque scarsi minuti. Il trio, composto dal bassista/cantante Paul J. Herzog (ex-Total Fucking Destruction), dal chitarrista Jeffrey V. Daniels e dal batterista Joshua T. Cohen, prende forma nella città di Philadelphia sul finire del 2013, rilasciando, a gennaio del 2014 ed in modo del tutto indipendente e via digitale, il primo EP intitolato Die Choking.

Se a prima vista i titoli delle canzoni sembrino dare un senso di proseguimento con quanto fatto sul precedente EP, a livello stilistico si può affermare lo stesso; in sostanza si è sempre al cospetto di un grindcore violento e diretto, che complice anche la durata dei singoli brani, non sfocia mai in chissà quali ricercatezze sonore. Un misto di death, thrash, uniti a dei momenti più vicini ai Dying Fetus/Misery Index (il tutto con le dovute proporzioni), che farà sicuramente piacere ai fan più incalliti del genere. Veramente arduo parlare di qualche pezzo in particolare, anche perché si è al cospetto di brani che, salvo piccolezze come alcuni cori o rallentamenti (vedi Civilian), non offrono chissà quali spunti di discussione, complice anche una durata che si aggira sui sessanta secondi. Ovviamente c’è anche da dire che stiamo parlando di un progetto che fa dell’ignoranza sonora e della violenza le sue armi, e basandoci solo su questue due fattori, si può tranquillamente affermare che i Die Choking saranno in grado di regalare qualche minuto di soddisfazione agli ascoltatori più affezionati a queste sonorità.

Anche a livello di produzione, c’è ben poco da dire; pur avendo dei suoni puliti tanto quanto basta per rendere ascoltabile il tutto l’impatto sonoro non viene a mancare, evitando completamente il suono freddo e finto che da qualche anno a questa parte è fin troppo abusato. In attesa di un lavoro più completo e ricco di contenuti, ci limitiamo soltanto a dire che in sostanza si tratta di cinque buoni minuti di puro grindcore, violento e ignorante quanto basta per essere apprezzato dalla solida schiera di fan delle sonorità trattate.



VOTO RECENSORE
s.v.
VOTO LETTORI
57.5 su 2 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2014
The Compound Records
Grindcore
Tracklist
1. VI - Non-Yielder
2. VII - People Like You
3. VIII - Spent Fuel Pool
4. IX - Civilian
5. X - Tonsil
Line Up
Paul J. Herzog (Voce, basso)
Jeffrey V. Daniels (Chitarra)
Joshua T. Cohen (Batteria)
 
RECENSIONI
s.v.
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]