Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Voivod
The Wake
Demo

Panni Sporchi
III
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/10/18
MORBID MESSIAH
Demoniac Paroxysm

23/10/18
BAD BONES
High Rollers

26/10/18
BLOODBATH
The Arrow of Satan is Drawn

26/10/18
ICARUS WITCH
Goodbye Cruel World

26/10/18
FIFTH ANGEL
The Third Secret

26/10/18
KMFDM
Live In The USSA

26/10/18
UNLEASHED
The Hunt For White Christ

26/10/18
ENGST
Flächenbrand

26/10/18
CARCHARODON
Bukkraken

26/10/18
CARCHARODON
Bukkraken

CONCERTI

22/10/18
HALESTORM
ALCATRAZ - MILANO

25/10/18
KILLING JOKE
CAMPUS INDUSTRY - PARMA

26/10/18
HOLY SHIRE + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

26/10/18
THOMAS SILVER + SMALL JACKETS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

26/10/18
AEVUM + GUESTS
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

27/10/18
LIFE OF AGONY
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

27/10/18
INFERNAL FORCES
LIVE CLUB - TREZZO SULL`ADDA (MI)

27/10/18
GLI ATROCI
SOUND CLUB - MILANO

27/10/18
AFFLUENTE + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

27/10/18
BARBARIAN + INGROWN
CSOA ANGELINA CARTELLA - REGGIO CALABRIA

No Mercy - Widespread Bloodshed (Love Runs Red) (Reissue)
( 1090 letture )
I No Mercy furono fondati da Mike Clark all'inizio degli ottanta e in qualche modo viaggiarono di pari passo con i Suicidal Tendencies. Infatti la formazione comprendeva anche Mike Muir alla voce, Ric Clayton al basso, colui che disegnò il famoso logo dei Suicidal Tendencies e Sal Troy alla batteria. Il loro sound era un misto tra l'hardcore e il thrash, con quell'attitudine chicana tipica delle gang di Los Angeles che poi divenne il marchio distintivo dei Suicidal Tendencies e degli Infectious Grooves. Widespread Bloodshed (Love Runs Red) uscì nel 1987 per la Suicidal Records, lo stesso anno dell'uscita di Join the Army e rimane l'unico full lenght dei No Mercy quest'anno viene rimasterizzato e stampato per la prima volta in cd; negli USA esce il 28 ottobre in occasione del compleanno di Mike Clark.

Un telefono che squilla, la voce di una donna che risponde e non sente nessuno dall'altra parte e quindi mette giù la cornetta…il telefono squilla un'altra volta e la donna un po' alterata risponde di nuovo, ma niente; al terzo squillo la furia di We're Evil esplode con tutta la sua dirompente energia, tempi tipicamente hardcore con la voce di Mike Muir, inconfondibile, ad urlare tutta la sua rabbia, ma il riff è più thrash metal, un connubio devastante e spacca ossa. Energia pura, come l'attitudine sporca e violenta, questi sono i No Mercy. Con le seguenti Crazy but Proud e Master of No Mercy non si accenna a rallentare, il ritmo è incalzante con la chitarra di Mike Clark a tessere riff frenetici e con quel sapore Suicidal che fa accapponare la pelle, dove viene una gran voglia di lanciarsi in un pogo sfrenato, mentre la sezione ritmica sembra una cosa sola per potenza e groove, veramente fantastico. I No Mercy non si risparmiano e conducono l'ascoltatore verso locali fumosi e stracolmi di persone sudate, con bandane, t-shirt e camice a quadri intente a spaccarsi le ossa nell'energia folgorante del sapiente mix hardcore/thrash che i californiani sanno regalare; il lavoro di remastering dona freschezza ad un disco di ben ventisei anni fa e che in qualche modo fa rimpiangere quei bei tempi andati, dove la musica e lo stare insieme erano parte integrante di ogni singolo minuto delle proprie giornate. I brani filano via, uno dietro l'altro senza quasi accorgersene, Controlled by Hatred è il primo brano più ragionato, più lento, con un riff assassino a sostenere il cantato di Mike Muir nel suo tipico ''parlato'' intriso di melodia anche se ci si attende da un momento all'altro l'attacco furioso da parte della band grazie al progressivo aumento di intensità da parte dell'intero combo, cosa che puntualmente accade seppur per solo alcuni secondi, visto che per questa volta c'è la volontà di mantenere un certo riserbo facendo fibrillare il cuore di chi ascolta in un bel assolo ispirato; gran pezzo. Ma i No Mercy non hanno nessuna intenzione di rallentare l'andatura e lo ribadiscono con I'm Your Nightmare, che dopo un intro fatto di ''rumori'' di fondo, pioggia e feedback della chitarra ripartono con un incedere forse più hardcore ma sempre marcatamente thrash old school, quello vero, perché stiamo parlando di un disco del 1987! Il sound della band arriva anche a sfiorare certe sonorità speed metal come nella title-track, dove alla tipica velocità del brano si uniscono assoli velocissimi atti a ribadire i vari segmenti che compongono il pezzo, nel quale troviamo anche dei chorus appartenenti alla scuola hardcore con la batteria di Sal Troy che tra cambi repentini, rullate ed accenti sui piatti regala un'ottima prova. Il disco si chiude con Waking the Dead, un brano che inizia cadenzato per poi tornare a calcare il piede sull'acceleratore e, pur essendo molto lungo con i suoi sette minuti abbondanti, tutta la band riesce a costruire una canzone che ben amalgama i vari strati che la compongono; con i cori tipici dei Suicidal Tendencies in ambito più thrash e sapendo tenere sempre viva l'attenzione, Mike Clark regala riff e assoli di ottimo livello e la sezione ritmica riempie ogni singolo passaggio con la sua amalgama.

Un disco veramente bello, arrivando dal passato mantiene tutta la freschezza di quegli anni e il lavoro che è stato fatto in studio non fa altro che ampliarne la sua bellezza, Mike Muir è nel pieno della sua creatività e in Widespread Bloodshed (Love Runs Red) si sente alla grande. Se poi pensiamo che Mike Clark entrerà in pianta stabile nei Suicidal Tendencies è tutto detto (anche Ric Clayton ne farà parte, ma solo per un'anno) infatti quello che sarebbe dovuto essere il secondo album dei No Mercy invece divenne il terzo disco dei Suicidal Tendencies, How Will I Laugh Tomorrow When I Can't Even Smile Today, per ribadire l'appartenenza sanguigna di entrambe le band. Un ottimo album, che potrei definire un ritorno al futuro, perché a volte di dischi del genere ce n'é davvero bisogno.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
86.66 su 3 voti [ VOTA]
Hattori hanzo
Giovedì 17 Maggio 2018, 19.23.00
22
Ho il vinile originale con il poster , quando ero a venice nel 2011 , tutto puzzava ancora di suicidal , suicidal tattoo dog town skate , a parte i red hot chili peppers che suonavano sul tetto raindance Maggie
er colica
Martedì 16 Dicembre 2014, 20.00.33
21
è ma io posso vedere la loro pagina pure se non sono iscritto! hahah per il resto si l'ho detto rientrano nella media di milioni di altri, non è che siano poi cosi spettacolari.
LAMBRUSCORE
Martedì 16 Dicembre 2014, 18.59.06
20
Ho sentito qualcosa dei Luicidal, niente di esaltante, per me....ma Colica, non ti sta sulle palle fb? ahahha
Forbiddenevil
Martedì 16 Dicembre 2014, 18.53.23
19
Si si....confermo @er colica, LUICIDAL.....
er colica
Martedì 16 Dicembre 2014, 13.19.27
18
cercali e fammi sapere, io ho sentito qualche cosa, praticamente nella media ma comunque ascoltabili, ti consiglio di andare sul loro facebook.
LAMBRUSCORE
Martedì 16 Dicembre 2014, 11.43.00
17
LUICIDAL? Mai sentiti, li cerco....
er colica
Giovedì 11 Dicembre 2014, 15.54.37
16
come dici te fidate lambru, se ti dico che si chiamano LUICIDAL e ci sono ex suicidal dentro che ti viene in mente?
LAMBRUSCORE
Giovedì 11 Dicembre 2014, 15.29.20
15
Sì ragazzi, del crossover come intendo io però ,ahahaha, pezzi brevi, veloci, assoli , basso in evidenza....
d.r.i.
Giovedì 11 Dicembre 2014, 15.06.22
14
Grande bomba @er colica! Speriamo di sentire qualcosa di 'vecchio'
er colica
Giovedì 11 Dicembre 2014, 13.18.13
13
lambru si quelli li avevo pure piazzati sul forum, e c'erano pure i the brood che poi si sarebbero trasformati nei più conosciuti UNCLE SLAM (che si erano trasferiti però, all'inizio quando si chiamavano the brood stavano a venice). ora ti dico che ex dei suicidal stanno rimettendo mano a dei progetti crossover usciti da poco.
d.r.i.
Giovedì 11 Dicembre 2014, 11.55.26
12
uuuuuuuuuuuh, lo prendo sicuro!!!!
LAMBRUSCORE
Giovedì 11 Dicembre 2014, 11.45.56
11
Altro gruppo che mi viene in mente di quella scena lì: BEOWULF.
er colica
Mercoledì 10 Dicembre 2014, 14.02.09
10
è si lambru alla fine era tutto molto concentrato all'epoca e i vari membri ed ex dei suicidal stavano un po' da per tutto, d'altronde la facevano da padrone loro e gli altri per quanto bravi seguivano l'onda.
hj
Mercoledì 10 Dicembre 2014, 12.39.32
9
the joke is on you degli excel (quelli del ghignone sulla maglietta di dan lilker nella copertina del vinile di Survive) è un disco spettacolare, tecnico, melodico, tirato (ce l'ho in vinile originale dell'epoca). Peccato perchè non sono stati valorizzati come lo erano a suo tempo i Dri. Ascoltatevi se potete la cover dei Police message in a bottle ma anche tutto il resto e su livelli eccezionali.
LAMBRUSCORE
Mercoledì 10 Dicembre 2014, 11.58.29
8
Anche gli Excel erano validi, mi piacevano un po' meno per via della voce, oh, Colica, dei 4 gruppi di Venice che hai nominato, ben 3 sono praticamente i Suicidal con nomi diversi, ahahahaha
forbiddenevil
Martedì 9 Dicembre 2014, 23.53.55
7
Si....era un gran periodo, grandi band e attitudine da paura. (è vero, ci siamo sincronizzati quasi al centesimo, grande)
er colica
Martedì 9 Dicembre 2014, 23.29.48
6
azzo ci siamo sincronizzati bene con i messaggi è hahah vabè grazie comunque. in ogni caso a venice piaceva avere questo suono hardcore thrash , fecero pure la compilation nel 85 se non sbaglio con in meglio gruppi hardcore metal di venice e c'erano i suicidal ,loro ( i no mercy) gli excel e pure los cycos. li tra skate risse e mare ne hanno fatta di roba bella in quegli anni cazzo.
er colica
Martedì 9 Dicembre 2014, 23.23.39
5
ok ho visto in giro c'è pure la versione cd, che comunque mi aspettavo, ottimo perché è da una vita che ci voleva questa ristampa dato che era fuori catalogo di brutto. bene cosi piano piano li stanno ristampando tutti i migliori gruppi di venice.
Forbiddenevil
Martedì 9 Dicembre 2014, 23.23.05
4
@er colica: Si è stato ristampato in cd, ma anche in Digital download e in vinile...gran disco. Mi sono emozionato nel riascoltarlo, anche se il termine crossover è arrivato dopo, nnon l'ho mai considerato troppo come termine essendo di per se un po' troppo vago....
FABRYZ
Martedì 9 Dicembre 2014, 23.19.25
3
Capolavoro e non smetterò mai di ripetere che i suicidal sono il gruppo + sottovalutato di sempre
er colica
Martedì 9 Dicembre 2014, 20.51.17
2
cioè fatemi capi sto disco è stato ristampato anche in cd? no perché un classico dimenticato, rappresentava il crossover di venice come pochi altri.
LAMBRUSCORE
Martedì 9 Dicembre 2014, 18.58.32
1
Bel disco, l'ho riascoltato poco tempo fa, ottima idea ristampare queste cose, visto che secondo me sono spesso difficili da trovare originali....
INFORMAZIONI
2014
Earsplit PR
Hardcore
Tracklist
1. We're Evil
2. Crazy But Proud
3. Master of No Mercy
4. Day of the Damned
5. Controlled by Hatred
6. I'm Your Nightmare
7. Widespread Bloodshed – Love Runs Red
8. My Own Way of Life
9. Waking The Dead
Line Up
Mike Muir (Voce)
Mike Clark (Chitarra)
Ric Clayton (Basso)
Sal Troy (Batteria)
 
RECENSIONI
ARTICOLI
04/04/2005
Live Report
NO MERCY FESTIVAL
Alpheus, Roma, 21/03/2005
18/04/2003
Live Report
NO MERCY 2003
Alcatraz, Milano, 15/04/2003
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]