Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Slipknot
We Are Not Your Kind
Demo

Atlas Entity
Beneath the Cosmic Silence
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/08/19
SONS OF APOLLO
ive With The Plovdiv Psychotic Symphony

30/08/19
WIZARD RIFLE
Wizard Rifle

30/08/19
CRIMSON MOON
Mors Vincit Omina

30/08/19
IN SEARCH OF SOLACE
Enslaved To Tragedy

30/08/19
SONS OF APOLLO
Live With The Psychotic Symphony

30/08/19
IMPERIUM DEKADENZ
When We Are Forgotten

30/08/19
ESSENCE OF DATUM
Spellcrying Machine

30/08/19
FOREDOOMED
Chaos and Beauty

30/08/19
SADOKIST
Necrodual Dimension Funeral Storms

30/08/19
NECRONAUTICAL
Apotheosis

CONCERTI

24/08/19
REZOPHONIC + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/19
BREAKING SOUND METAL FEST
SALENTO FUN PARK - MESAGNE (BR)

24/08/19
POVOROCK (day 2)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
METAL REDENTOR FEST
SPAZIO LUPARDINE - PENTIMELE (RC)

25/08/19
BEHEADED + HELION
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

30/08/19
DRAKKAROCK (day 1)
VALHALLA PUB - BORGO TICINO (NO)

31/08/19
DRAKKAROCK (day 2)
VALHALLA PUB - BORGO TICINO (NO)

31/08/19
ANGUISH FORCE + GUESTS
ATZWANG METAL FEST - CAMPODAZZO (BZ)

01/09/19
DRAKKAROCK (day 3)
VALHALLA PUB - BORGO TICINO (NO)

03/09/19
IRREVERENCE + COCAINE KAMIKAZE
ROCK'N'ROLL CLUB - MILANO

Cadaveria - Silence
( 4400 letture )
Welcome to this crazy show
Insane asylum for the voices of madness
Poetry and folly as antidotes to life
Vortex of vampires and blood-soaked nurses

This is the carnival of doom
This journey begins after darkness
The beasts will soon dance in the fire
This is the carnival of doom...


Un carnevale oscuro.
Sarà forse troppo facile, ma per descrivere l'ultimo lavoro dei Cadaveria è decisamente appropriato prendere in prestito alcune immagini estratte direttamente dal testo di uno degli undici pezzi che compongono Silence.

Dunque benvenuti!
In un mondo oscuro e popolato di creature demoniache pronte ad uscire dagli angoli più neri delle strade e a cacciarci mentre fuggiamo in preda al terrore.
In un mondo di mostri forse troppo comuni che continuiamo a rappresentare come la tradizione ci insegna, ma che -in fin dei conti- sono forse solo una proiezione delle paure e dei sentimenti che ci portiamo avanti per tutta la vita a partire dal giorno in cui prendiamo coscienza del nostro Io.
E allora cosa meglio di un carnevale può aiutarci ad esorcizzarli?
Cosa meglio di dipingerli nelle loro -distorte- vesti spaventose e raccontarli come se non fossimo noi quelli che si celano sotto quel travestimento?
Si tratta chiaramente di considerazioni adatte per moltissime band appartenenti a quel filone multiforme e difficilmente definibile che risponde al nome di horror metal, eppure laddove la maggior parte dei gruppi finisce per fare scelte artistiche che potremmo -eufemisticamente- definire pacchiane, i Cadaveria riescono invece disco dopo disco a tirar fuori dal cilindro prestazioni di assoluto pregio e classe e questo Silence non fa eccezione.

A due anni di distanza da Horror Metal, l'ultimo nato del progetto solista della musicista torinese si conferma infatti un'opera assolutamente godibile e piena di atmosfere e canzoni degne di nota, il tutto senza rinunciare ai trademark che da sempre contraddistinguono le sue produzioni.
La coppia di asce composta Frank Booth e Dick Laurent propone delle linee di chitarra accattivanti ed eterogenee, che passano da un riffing sostenuto in power chords mai banale a fraseggi rapidi più elaborati, senza tralasciare momenti acustici più atmosferici ed improvvise sfuriate in tremolo picking che aggiungono una patina più estrema ogni qual volta ve ne sia la necessità.
Anche a livello solistico si dimostrano estremamente capaci, proponendo sia assoli più tradizionali che svisate in sweep picking che attirano senza dubbio l'attenzione.
La sezione ritmica è anch'essa piuttosto valida: alla batteria Marçelo “Flegias” Santos (che credo tutti conosceranno come il cantante dei Necrodeath) è autore di una prova estremamente pulita e misurata, fornendo uno scheletro solido alle composizioni senza strafare mai con filler troppo intricati e sapendo dare le giuste accelerate -con l'ausilio del doppio pedale- ogni volta che i pezzi ne hanno bisogno.
Killer Bob al basso invece propone delle linee davvero azzeccate, supportando a dovere con la tonica il resto della composizione nei momenti più pieni, ma concedendo anche delle piacevoli variazioni sul tema che emergono dalla ritmica in modo elegante e mai inopportuno.
Dietro il microfono invece Cadaveria ci presenta la sua solita ottima prova, con un'attenzione maniacale alle linee vocali che vengono -come di consueto- aiutate dai numerosi controcanti.
Le voci harsh sono sempre tra le migliori sentite in ambito femminile e lo screaming acido la fa da padrone mentre intorno le espressive parti in pulito-decisamente più teatrali- a tonalità medio/bassa completano l'opera contribuendo anche alle atmosfere in maniera fondamentale.

Un altro punto di forza di Silence è rappresentato dall'ottima produzione, adattissima al genere per quanto riguarda la scelta dei suoni, che appaiono realistici e con un carattere molto definito, escludendo così quell'eccessiva patina tipica di moltissime produzioni moderne molto pompate (cosa di per sé non negativa ma che sarebbe risultata forse fuori luogo in un disco come questo).
Anche il mixaggio risulta ben fatto: gli strumenti (basso compreso) appaiono tutti molto chiari e definiti, ognuno ha il suo giusto spazio e nel complesso c'è l'impressione che ci sia ancora “aria” e spazio a disposizione, inoltre l'immagine stereo appare curata in maniera maniacale e lo possiamo percepire dalla chiarezza con cui sentiamo le varie posizioni degli strumenti ai lati e al centro, oltre che dal posizionamento caratteristico dei controcanti di Cadaveria.

Per concludere: se siete dei fan dei Cadaveria e dell'horror metal in generale non perdetevi Silence perché non vi deluderà.
Se invece volete avvicinarvici per la prima volta sappiate che vi troverete davanti ad un disco assolutamente elegante sia nelle idee che nella realizzazione.
Inutile dirvi come questa band si confermi ancora una volta di più come una realtà italiana solida e decisamente da seguire.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
85.8 su 15 voti [ VOTA]
metallo
Martedì 28 Luglio 2015, 18.25.36
10
non conoscevo la band, veramente notevole la ragazza alla voce, un indole espressiva a forte impatto non c'e' che dire, la sua voce lascia senza dubbio il segno, veramente brava, lei e la band, continuate cosi'.
Luis
Domenica 24 Maggio 2015, 10.37.34
9
Velo è stupenda..poi secondo me il disco perde un pochino...carino ma non un capolavoro...merita cmq un bel 70!
Galilee
Lunedì 16 Febbraio 2015, 16.10.43
8
Un'etichetta che si sono dati loro alla fine. Ma è divertente e nulla più. In fondo non implica un genere, ma solo un tipo di approccio.
Room 101
Lunedì 16 Febbraio 2015, 16.04.56
7
Diciamo che l'etichetta non è che gli sia stata appiccicata, il disco prima di questo si intitolava "Horror Metal", è come dice andrea una questione più di testi ed attitudine, la musica in sé ha moltissime sfumature ed è a cavallo tra più generi, sceglierne uno sarebbe stato forse riduttivo nei confronti degli altri. Comunque, come dico sempre, è una semplicissima etichetta, l'importante è la musica.
Arrraya
Lunedì 16 Febbraio 2015, 14.17.06
6
Boh, ha ragione il Marchese, anche perchè poi ti appiccicano l' etichetta e non va piu via.
andrea
Lunedì 16 Febbraio 2015, 12.22.21
5
si tratta semplicemente di una questione legata a testi/attitudine, tutto qua. un po' come i death ss, in questo caso.
Le Marquis de Fremont
Lunedì 16 Febbraio 2015, 10.24.28
4
Non riesco a capire cosa sia l' "horror metal"... Black? Death? Colonna sonora di film macelleria? Conosco gli Opera IX da cui questi derivano ma mi sembra sia più black o gothic... Sono sempre curiosamente sorpreso da queste definizioni. Au revoir.
andrea
Lunedì 16 Febbraio 2015, 4.10.09
3
'azz mi ero perso questa recensione! non ho ancora sentito nemmeno una nota di quest'album ma suppongo che mi piacerà un sacco, se queste sono le premesse! e concordo con gianluca, nel mondo attuale pieno di growleresse pronte a farci il culo, cadaveria resta una delle migliori (e purtroppo una delle più sottovalutate!)!
Matteo Cagnola
Mercoledì 11 Febbraio 2015, 19.27.32
2
Stupendo disco che non ho più smesso di ascoltare, ora vi aspetto per il live a Busto Arsizio (11 aprle) .
Galilee
Mercoledì 11 Febbraio 2015, 12.24.02
1
Grandi e grande Cadaveria. La seguo da quando avevo 17 anni. Non ha mai sbagliato un colpo. E questo nuovo disco è una bomba. Rock on!
INFORMAZIONI
2014
Scarlet Records
Horror Metal
Tracklist
1. Velo (The Other Side of Hate)
2. Carnival of Doom
3. Free Spirit
4. The Soul That Doesn't Sleep
5. Existence
6. Out Loud
7. Death, Again
8. Exercise1
9. Almost Ghostly
10. Loneliness
11. Strangled Idols
Line Up
Cadaveria (Voce)
Frank Booth (Chitarre)
Dick Laurent (Chitarre)
Killer Bob (Basso)
Marçelo Santos (Batteria)
 
RECENSIONI
80
80
75
ARTICOLI
10/01/2018
Intervista
CADAVERIA
"Prepararsi alla Morte" durante il Festival dell'Apparire
08/11/2015
Live Report
CRADLE OF FILTH + NE OBLIVISCARIS + CADAVERIA
New Age Club, Roncade (TV), 04/11/2015
26/02/2014
Live Report
PRIMORDIAL + CADAVERIA + LUNARSEA + SHORES OF NULL
Rock'n'Roll Arena, Romagnano Sesia (NO),21/02/2014
26/01/2013
Intervista
CADAVERIA
Alzare gli standard in anni di crisi
20/12/2012
Live Report
CADAVERIA + UEICKAP + I WILL KILL YOU
Barbara Disco Lab, Catania, 15/12/2012
11/08/2012
Intervista
CADAVERIA
Non fermatevi alle apparenze!
13/02/2012
Live Report
CADAVERIA + SBS + MADNESS OF SORROW
Spazio Aurora, Milano, 10/02/2012
06/01/2012
Intervista
CADAVERIA
Horror Metal è notturno e maligno!
25/11/2010
Intervista
CADAVERIA
Noi metallari l'avremo vinta
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]