Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Rust
Rust
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
WILDNESS
Wildness

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

26/11/17
MESS EXCESS + AENIGMA
RIFF CLUB - PRATO

27/11/17
MASTODON
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

Bloodshot Dawn - Demons
( 1189 letture )
Nati nel 2003 a Londra come gruppo di puro death metal, i Bloodshot Dawn si evolvono gradualmente verso una forma decisamente più articolata e complessa del genere, ma senza mai perdere di vista il loro obiettivo principale: asfaltare l'ascoltatore. L'obiettivo viene raggiunto grazie ad un sapiente misto di diversi stili: thrash rielaborato, death melodico nei frangenti più accessibili, una tecnica spumeggiante e ovviamente il death metal più esplosivo possibile.

Demons giunge dopo tre anni al seguito dell'eponimo debutto della band, più groovy del presente, e sebbene il genere proposto stia negli ultimi anni raggiungendo la saturazione, esso spicca nel quadro della scena tech death per capacità di accattivare l'ascoltatore con riff coinvolgenti e fraseggi originali.
Il ritmo è, neanche a dirlo, perennemente frenetico, ma la costanza della proposta non si trasforma in noiosa monotonia: la voce di Josh McMorran passa agilmente dal growl ad uno scream acuto ed abrasivo, mentre la sua chitarra e quella di Ben Ellis si cimentano continuamente non solo, come ci si potrebbe aspettare, in assoli ultratecnici e pura cattiveria, ma anche in parti davvero coinvolgenti, i cui riff, di chiarissima base thrash metal, sono finalmente costruiti per scatenare energia e i cui assoli seguono linee melodiche inconsuete per il genere. Inadequacy è forse il miglior esempio di questa peculiarità dei Bloodshot Dawn, che sembrano in certi frangenti, più che suonare tech death, "incattivire" il thrash mantenendone le caratteristiche principali. Anche il lungo e splendido solo di The Image Faded, vagamente debitore di Marty Friedman, spicca tra i migliori momenti di Demons. Stupiscono le tastiere apocalittiche della conclusiva title track, forse un rimando alla scuola di Goteborg, di certo una mossa molto efficace. Colpiscono di meno (anche se sul momento picchiano duro) le canzoni più orientate al puro blast-beat: non vi si scorgono molte peculiarità che distinguano i Bloodshot Dawn dal resto della massa che suona pezzi del genere. Ad esempio la durissima Black Hole Infinity, labirinto di riff e frenesia, per quanto devastante non risulta caratteristica.

La sezione ritmica è senza dubbio tritaossa, tuttavia il suono della batteria risulta costantemente secco e sintetico, problema che affligge praticamente tutto il death metal al giorno d'oggi. La scelta di una produzione indipendente, se compiuta per scelta e non per necessità, dovrebbe poter ovviare a certi problemi favorendo la costituzione di un sound più personalizzato e meno legato ai suoni bombastici della varie Nuclear Blast. L'augurio è che i capaci Bloodshot Dawn continuino a migliorare sotto questi diversi aspetti, senza perdere di vista la loro notevole capacità di sintesi di diversi stili, una qualità difficile da reperire nel loro ambito. Per questa ragione, Demons risulta uno dei più freschi album tech death degli ultimi tempi, ed è consigliato a tutti coloro che cercano, oltre all'headbanging sfrenato, un pizzico di melodia che lasci il segno nel proprio cervello.



VOTO RECENSORE
76
VOTO LETTORI
88.66 su 3 voti [ VOTA]
Johnny
Martedì 17 Marzo 2015, 18.39.56
1
Il solo di "The Image Faded" è in realtà un susseguirsi di guest di un certo livello (Per Nillson, Chris Amott, Andy James, etc...).
INFORMAZIONI
2014
Autoprodotto
Technical Death Metal
Tracklist
1. Smoke and Mirrors
2. Consequence Complex
3. Unified
4. Inadequacy
5. Black Hole Infinity
6. Human Void
7. The Image Faded
8. Demons
Line Up
Josh McMorran (Voce, Chitarra)
Ben Ellis (Chitarra)
Anthony Ridout (Basso)
Janne Jaloma (Batteria)
 
RECENSIONI
ARTICOLI
01/02/2013
Live Report
VADER + ABORTED + BONDED BY BLOOD + FHOBI + BLOODSHOT DAWN
Colony Club, Brescia, 27/01/2013
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]