Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Accept
Too Mean to Die
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/02/21
STEVE LUKATHER
I Found the Sun Again

26/02/21
INFERNALIZER
The Ugly Truth

26/02/21
MOS GENERATOR
The Lanter (EP)

26/02/21
RICHARD BARBIERI
Under A Spell

26/02/21
WALK THE WALK
Walk the Walk

26/02/21
MELVINS
Working with God

26/02/21
SISTER
Vengeance Ignited

26/02/21
TIMELOST
Gushing Interest

26/02/21
AMON ACID
Paradigm Shift

26/02/21
JOURS PALES
Eclosion

CONCERTI

26/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

27/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
TRAFFIC CLUB - ROMA

28/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

13/03/21
MICHALE GRAVES + NIM VIND
LEGEND CLUB - MILANO

14/03/21
MARK LANEGAN BAND
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

18/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
DEMODE CLUB - MODUGNO (BA)

19/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

20/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

23/03/21
THE SISTERS OF MERCY
ORION - ROMA

23/03/21
SWANS + NORMAN WESTBERG
ALCATRAZ - MILANO

Toto - Isolation
( 4033 letture )
Un disco fantastico. Qualcuno potrà obiettare, sai dove sta la novità? Vero anche questo, il marchio Toto è ed è stato sinonimo di dischi pregiati di valore siderale, per il patrimonio musicale dell’intero globo terracqueo. Insomma con loro si va sul sicuro, a scatola chiusa. E anche con questo Isolation, i californiani spopolarono grazie ad un marchio di fabbrica che un biennio prima li aveva portati sul tetto del mondo e in tutte le case, grazie a hit celestiali. E allora, nel anno di grazia targato 1984, dopo aver editato ben quattro album, ma soprattutto due anni dopo l’uscita di un capolavoro come IV, disco che racchiudeva le celeberrime e platinate Africa e Rosanna, la band di turnisti losangelini partorisce questo nuovo gioiello, incastonato tra melodie, schitarrate, armonizzazioni e song celestiali. I singoli estratti dall'album furono cinque, ovvero Stranger in Town, Holyanna, How Does It Feel, Angel Don't Cry e Endless, di cui non fu girato il video, mentre nel clip di Stranger In Town la parte principale fu interpretata da Brad Dourif, già apparso in Mississippi Burning, Alien IV e nel pluripremiato Qualcuno volò sul nido del cuculo. Segno che la band e lo stardom internazionale cominciavano ad avere intrecci molto stretti.

La vera novità di questa release è la nuova voce solista in seno al ensemble, che racchiude una storia notevolmente acida. Durante le registrazioni, Bobby Kimball, singer storico, viene licenziato per problemi di alcool, droga e crisi d'incompatibilità con i suoi colleghi di lavoro e prontamente sostituito dall’ottimo Fergie Frederiksen.(Le Roux, Mecca), il quale fornirà un rilevante apporto per la riuscita di queste nuove tracce. Nonostante l'abbandono di Kimball, alcune sue parti vocali verranno ugualmente mantenute sull'album: sono suoi i cori sui ritornelli dei brani Carmen, Lion, Stranger in Town, Isolation (di questi brani esistono dei demo con la sua voce solista mentre era ancora nei Toto), Mr.Friendly e Change of Heart. Questo disco segna anche il debutto al basso, in studio, al posto del dimissionario David Hungate, di Mike Porcaro, fratello di Jeff e Steve, che di fatto era già parte integrante della line-up nel 1982 per il live tour del diamantifero Toto IV, e appariva nei tre video promozionali girati.

Sarebbe superflua l’analisi di pezzi di epica a sette note come Carmen e Lion, dove le scansioni alla Toto sono cristalline, Stranger In Town con il duetto vocale tra Frederiksen e Paich semplicemente divino, e Angel Don't Cry. Vado oltre, cosa si può aggiungere di avvincente a livello dialettico per un pezzo di Olimpo come How Does It Feel? Se non è la ballad perfetta, ci va molto vicino. E ancora Endless con un chorus fantastico e il suo avanzamento funkeggiante, Isolation con il suo tasso di classe estrema e un solo di Steve Lukather tanto breve quanto frizzante, la dissonante Mr. Friendly, rock mixato a keys sapienti che danno oscurità alla resa; Change of Heart con una ritmica e afflati hard rock per una perlacea song di AOR muscoloso con tanto di solo di organo da strabuzzare le pupille e la finale Holyanna, con un non celato gusto per il rock ‘n’ roll anni ’50 e David Paich alla voce solista. La prova di Fergie Frederiksen in questo lavoro è davvero ottimale, la sua voce pastosa ma acutizzante da il “kick ass” al disco e si rivela arma non convenzionale per sbaragliare il campo. Lo si denota sin dall’iniziale e travolgente duetto in Carmen, poi da quel momento si snoda un lavoro stellare che vede il sestetto sfoderare pezzi pazzeschi e una varietà di arrangiamenti di lignaggio aristocratico-araldico. Unica nota triste la scomparsa del singer, tanti anni dopo, a causa di un cancro incurabile: Fergie Fredriksen muore nel gennaio 2014.

Va detto che all’uscita della release l’accoglienza del pubblico e relative vendite, non furono strabilianti come accade per l’aureo predecessore e Isolation probabilmente pagò il fattore di arrivare appena dopo IV. Masterpiece o no? A mio parere sì, un platter maturo, ricco di prestazioni uniche e irrinunciabili. Isolation non può mancare nella vostra raccolta, sarebbe peccato mortale. Sbagliare è umano, perseverare appare diabolico.



VOTO RECENSORE
89
VOTO LETTORI
87.07 su 13 voti [ VOTA]
ELIO MARRACINY
Venerdì 26 Aprile 2019, 22.43.19
6
CAPOLAVORO TOTESCO!
Aceshigh
Sabato 26 Maggio 2018, 14.27.47
5
Se non è un capolavoro, poco ci manca. Grandissima musica e grandissimi musicisti; d'altra parte furono definiti tecnicamente il miglior "collettivo" da uno come Van Halen... Comunque sempre strumentisti al servizio della musica (e mai il contrario). E poi... ma che voce aveva Frederiksen?!?!? ascoltatelo su Lion o Endless, giusto per dirne un paio. Voto 89 anche per me.
Philosopher3185
Lunedì 19 Marzo 2018, 22.09.33
4
Altro capolavoro della band statunitense.I pezzi suonano piu' moderni e piu' rockeggianti rispetto al precedente album e questo lo rende diverso ma ugualmente straordinario.Ottima la prestazione del nuovo cantante.
therox68
Sabato 18 Aprile 2015, 20.39.08
3
Grandissimo disco. Forse, per rispondere alla domanda di Frankiss - anche se è retorica- , si può dire che IV godeva di una produzione dai suoni più caldi.
CYNIC
Sabato 18 Aprile 2015, 20.03.59
2
ahahahahahahahahahah è poco 89 a sto CAPOLAVORO per me 95 pieno senza ombra di dubbio! attenzione però che 89 non è un brutto voto anzi. @ Electric Warrior mi dispiace ma non sono assolutamente d'accordo con te. Isolation è un classico da avere punto e basta.
Electric Warrior
Sabato 18 Aprile 2015, 10.45.49
1
D'accordo sulla rece, ma non considero Isolation un masterpiece dei Toto. Gran album senza ombra di dubbio, 80 pieno
INFORMAZIONI
1984
Columbia Records
AOR
Tracklist
1. Carmen
2. Lion
3. Stranger In Town
4. Angel Don't Cry
5. How Does It Feel
6. Endless
7. Isolation
8. Mr. Friendly
9. Change of Heart
10. Holyanna
Line Up
Fergie Frederiksen (Voce)
Steve Lukather (Chitarra, Voce, Cori)
David Paich (Tastiere, Voce, Cori)
Steve Porcaro (Tastiere, Cori)
Mike Porcaro (Basso)
Jeff Porcaro (Batteria, Percussioni)
 
RECENSIONI
90
89
92
83
91
ARTICOLI
16/03/2018
Live Report
TOTO
Mediolanum Forum, Assago (MI), 10/03/2018
13/02/2016
Live Report
TOTO
Palageorge, Montichiari (BS), 07/02/2016
10/07/2015
Live Report
TOTO
Auditorium Parco della Musica, Roma, 05/07/2015
25/06/2013
Live Report
TOTO
Ippodromo del Galoppo, Milano, 20/06/2013
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]