Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Accept
Too Mean to Die
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/02/21
SUMMONING THE LICH
United in Chaos

26/02/21
WALK THE WALK
Walk the Walk

26/02/21
XEPER
Ad Numen Satanae

26/02/21
MELVINS
Working with God

26/02/21
BONFIRE
Roots

26/02/21
SISTER
Vengeance Ignited

26/02/21
TIMELOST
Gushing Interest

26/02/21
AMON ACID
Paradigm Shift

26/02/21
FORHIST
Forhist

26/02/21
RICHARD BARBIERI
Under A Spell

CONCERTI

26/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

27/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
TRAFFIC CLUB - ROMA

28/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

13/03/21
MICHALE GRAVES + NIM VIND
LEGEND CLUB - MILANO

14/03/21
MARK LANEGAN BAND
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

18/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
DEMODE CLUB - MODUGNO (BA)

19/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

20/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

23/03/21
THE SISTERS OF MERCY
ORION - ROMA

23/03/21
SWANS + NORMAN WESTBERG
ALCATRAZ - MILANO

Destruction - The Antichrist
( 3566 letture )
A volte ritornano e quasi mai riescono a riproporsi sugli stessi livelli di un tempo; quasi. La regola che ho appena enunciato, se di regola si può parlare, è stata clamorosamente smentita dal comeback dei Destruction del 2000, i quali, appena un anno dopo, si sono riproposti con The Antichrist su livelli che definire "degni" è piuttosto riduttivo. Quello che la band di Schmier aveva lasciato in sospeso in maniera decisamente troppo deludente con The Least Successful Human Cannonball e ricominciato a ricostruire con All Hell Breaks Loose, venne ripreso con piglio più che deciso col presente disco che li vedeva ricominciare a fare quello che i Destruction avevano sempre fatto bene: thrashaccio bastardo Made in Germany. Allestita una formazione in grado di affrontare il nuovo millennio col terzetto Sifringer/Schirmer/Vormann, il gruppo teutonico diede alle stampe quello che a tutt'oggi è da considerare uno dei capitoli migliori della loro rozza storia: The Antichrist.

Registrato presso gli Abyss Studios di Pete Tagtgren, The Antichrist mostra una band tornata in grado di fare l'unica cosa che sapeva, ossia devastare, mettere a ferro e a fuoco i padiglioni auricolari di fan che, del resto, non aspettavano altro da loro, dimostrandosi ancora parte di quel terzetto di gruppi che spostò il focus della musica thrash verso coordinate più crude già durante gli anni 80, in una competizione "filosofica" che deliziò chi di quella musica era schiavo. Dopo un breve intro abbastanza d'effetto, partono subito mazzate pesantissime con Thrash 'till Death, manifesto distruttivo di ciò che il gruppo era intenzionato a fare. Voce barbara, basso e chitarra taglienti, batteria pesantissima ed un paio di riff indovinati. Miscelate tutto con una produzione ad hoc, ben bilanciata tra necessità di suonare grezza, ma di farlo in modo che tutto sia invece il più comprensibile possibile, et voilà: il thrash più ignorante ed efficace è servito. A seguire Nailed to the Cross, ancora oggi sintesi riuscitissima tra testo e musica. Furente ed eretica, la canzone deve essere inserita di diritto nell'Olimpo di quelle assassine, da possedere assolutamente se ci si considera dei veri thrasher o, più in generale, dei fruitori di musica pesante a tutti i livelli; esplosiva. Più costruita, e per questo da alcuni considerata leggermente meno tipica della band, Dictators of Cruelty. Da un lato più immediata nel ritornello, dall'altro più canzone in senso stretto, si tratta in realtà di uno degli apici del lavoro, messa in secondo piano solo dalla forza dei due pezzi che la precedono. Se però è violenza pura quella che cercate, prego, accomodatevi pure, Bullets from Hell è qua per servirvi. Niente di complicato, intendiamoci, nuovamente furia e devastazione, tutto qui. Esattamente quello che si vuole da loro e visto che si trovano, i ragazzi continuano sulla falsariga del pezzo precedente con Strangulated Pride, altro gioiello di nera rabbia. Si rifiata un po' (si fa per dire) con i ritmi più ragionati di Meet Your Destiny, prima di passare a Creations of the Underworld e, tanto per cambiare, sono di nuovo mazzate a base di accelerazioni, urla, ripartenze e "iuleeenza" sonora. Godfather of Slander presenta qualche cambio nell'impostazione vocale, poi si chiude con l'accoppiata Let your Mind Rot/The Heretic e indovinate un po'? Sì, sono ancora e sempre mazzate su mazzate, senza pietà, ma immagino che qualcuno di voi lo avesse già intuito.

La storia dei Destruction è indissolubilmente legata a filo doppio (di ferro, direi), a quanto fatto durante gli anni 80, quando insieme a Kreator e Sodom inserirono nel thrash una dose di arrogante ignoranza spessissimo snobbata ai primordi, costituendo una della facce della "sacra triade" che tutti conosciamo bene. Eppure, ribadita ancora una volta la fondatezza di quanto sopra, The Antichrist se la gioca quasi alla pari con i dischi di quegli anni. Tardo quanto volete, privo di valori rilevanti nel senso dell'innovazione e della modernità (li dobbiamo chiedere proprio ai Destruction?), ma un album così nel 2001 non si sentiva forse da un pezzo. Brutale, a tratti davvero ispirato, un lavoro che ti colpisce con la malignità di una botta data col mignolo al buio, proprio sullo spigolo di quell'orribile mobiletto ereditato dall'insopportabile prozia Eupremia. Per un microsecondo non senti niente, poi il dolore ti sale inarrestabile e intollerabile al cervello, proprio come The Antichrist. E come la prozia Eupremia.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
82.36 su 19 voti [ VOTA]
thrasher
Venerdì 15 Dicembre 2017, 18.00.33
43
Li vidi nel 2001 proprio nella tournée di quest album a Pinarella di Cervia insieme ai sodom e i kreator e furono devastanti. L album è veramente un buon disco... bella anche alla traccia 66 la canzone riregistrata curse The god
Aceshigh
Venerdì 15 Dicembre 2017, 16.40.54
42
Che mazzata!!! A costo di essere tacciato di eresia dirò che secondo me quest'album rischia di essere il miglior album di tutta la discografia dei Destruction. Che anno il 2001 per il thrash teutonico: questo, Violent Revolution e M-16... un triplete devastante. Per The Antichrist voto 92
Rejection
Sabato 13 Febbraio 2016, 11.53.39
41
Ascoltato ieri per la prima volta, devastante. Non cede nemmeno per un secondo, "Dictators of Cruelty" la migliore. Concordo col voto della rece.
Therocker77
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.04.15
40
Mazzate a Josa, violenza a go go...90/100
VecchioThrasher
Domenica 8 Novembre 2015, 11.41.54
39
Questo album e una mazzata sulle gengive...tupa tupa or DIE! 85 se lo merita!
raven
Mercoledì 13 Maggio 2015, 21.22.23
38
Ha ragione metallo, state andando Ot
Steelminded
Mercoledì 13 Maggio 2015, 20.53.29
37
io sto bevendo una Desperado or ora... conoscete?
metallo
Mercoledì 13 Maggio 2015, 20.31.54
36
@lambru sono 2 anni che non bevo piu' molto , per via della gastrite, della Heineken avevo il barilotto da 5 litri in casa che mi aveva regalato un mio amico, ma che avevo travasato il contenuto in parte in bottiglie mie di vetro da un litro prr conservarle meglio, stessa cosa per la Peroni, 2 bottigli da 75 cl, travasate in quella da un litro, la Heineken no mi piace molto, ma non potevo rifiutare al mio amico, di solito bevo birre belghe trappiste, o alcune scure che mi manda un mio parente dalla Repubbllica Ceca.In tutto insomma mi ero scolato 2 litri di birra ed ero molto nervoso, finita la storia , mi sa che qualcuno si arrabbia, stiamo andando in OT.
LAMBRUSCORE
Mercoledì 13 Maggio 2015, 20.08.03
35
Metallo, scusa...1 Heineken e 1 Peroni, spero fossero da 66 cl, neanche 5 gradi, roba da assaggio ....sì ,comunque mi piacciono quando voglio star leggero, belle fresche vanno bene.
jek
Mercoledì 13 Maggio 2015, 19.45.54
34
@metallo il sospetto c'era, comunque mi fa piacere rileggerti nick o non nick.
metallo
Mercoledì 13 Maggio 2015, 19.39.57
33
@Lambru Ahahah! !non so se sono ti tuo gusto erano 2 marche diverse !la prima bottiglia Heinecken, la seconda Peroni.
LAMBRUSCORE
Mercoledì 13 Maggio 2015, 19.32.18
32
Metallo, beato te che sei brillo con 2 birre, almeno spendi poco e ti diverti, mi dici almeno di che marca erano? Provo a vedere se mi fanno lo stesso effetto....
metallo
Mercoledì 13 Maggio 2015, 19.16.43
31
@Steel, Ahahah! , purtroppo con quel nick ho fatto un casino, l'unica volta che mi sono comportato stupidamente, sfogai i miei nervi per questioni personali sul povero @Raven, che non c'entrava niente(spero mi abbia perdonato),sotto una recensione a caso, e stavo sotyo l'effetto di 2 birre, ero brillo, ma avevo chiesto scusa per questo , per questo non so se rimettero' quel nick li.
Steelminded
Mercoledì 13 Maggio 2015, 19.05.58
30
però rimetti spiderman dai... che è sta moda di cambià nick, rivogliamo pure deedeesonic
Steelminded
Mercoledì 13 Maggio 2015, 19.05.19
29
ah non lo sapevo, bentornato
metallo
Mercoledì 13 Maggio 2015, 18.58.31
28
@Steel, si sono io, l'avevo specificato gia' in precedenza.
Steelminded
Mercoledì 13 Maggio 2015, 18.55.42
27
metallo, toglimi una curiosità - sicuramente mi sbaglio - ma non saraimica spiderman (ex utente) di ritorno con un altro nick?
metallo
Mercoledì 13 Maggio 2015, 18.52.29
26
Me lo sono riascoltato con calma questi giorni, e non cambio idea, grande album davvero, chitarre forti, decise, malvagie , mettono in risalto egregiamente dei riffs penetrantemente aggressivi, e che si mantengono si in maggioranza su linee thrah, ma a che a volte inaspettatamente prendono un paasso quasi un effetto oscuro-progressive, dando sfumature strane ma belle e ad effetto in alcuni brani, arrichendole in personalita', mi piace anche l'effetto contrasto sonoro che si crea e sl contempo si amalgama e bilancia bene in molte traccie, tra le chitarre aggressive e suono di batteria piu conservatore e tradizionale che unita alla caratteristica voce di Shimier, rende il tutto piu' sttraente e convincente, se poi ci mettiamo pure una produzione e regidtrazione stupenda dovuta alla esperienza di Tagtren il cantante degli Hypocrisy, la valorizzazione del sound complesdivo e' veramente ottima.Le prime 4 traccie si commentano da sole, sino delle vere e proprie bombe, le restanti come dicevo mostrano molta intelligenza nrgli srrangiamenti e nel songwriting.Album che non fa prigionieri , secodo m stipendo, gran discone per i miei gusti.Voto: 94-95.
metallo
Martedì 12 Maggio 2015, 19.59.32
25
Sopravvalutati!? Non hanno mai raggiunto l'importanza e le vendite di Sodom, Kreator, Tankard, poi son gusti, per me ad esempio Sentence of Death ed Eternal Devastation sono capolavoro, un 97 se lo meritano, per me roba mediocre non ne hanno mai fatta, sulla sufficienza risicata si , ma mai mediocri, De Gustibus.
Painkiller
Martedì 12 Maggio 2015, 19.48.03
24
Secondo me di capolavori non ne hanno mai fatti, come già scritto da qualcuno han fatto qualche canzone buona, per me nulla più. Dal vivo poi sono pallosissimi, sopravvalutati.
jek
Lunedì 11 Maggio 2015, 20.53.55
23
P.S. "sono di un'altra categoria" naturalmente
jek
Lunedì 11 Maggio 2015, 19.52.53
22
Naturalmente anche per me Kreator e Sodom di sono altra categoria. I Tankard poi mi sono diventati simpacitissimi anche dopo aver letto l'intervista sul sito che raccontavano che per andare in tournee prendevano le ferie dal lavoro, dei grandi.
Galilee
Lunedì 11 Maggio 2015, 10.11.15
21
Sinceramente non mi sono mai tanto piaciuti. L'unico disco che mi piace della band è stranamente l'ultimo Spiritual genocide. Per il resto Tankard tutta la vita. Dieci spanne sopra , per me ovviamente. I Kreator ovviamente sono di un'altra categoria..
Cristiano Elros
Domenica 10 Maggio 2015, 22.14.59
20
Anche io li ho visti a Roma l'anno scorso e non ho dormito per niente! Forse non è stato il miglior concerto della mia vita, ma non per colpa loro
CYNIC
Domenica 10 Maggio 2015, 18.47.49
19
@ metallo: Difensore della fede ''metal'' (my religion)
metallo
Domenica 10 Maggio 2015, 17.07.11
18
Straquoto CYNIC
CYNIC
Domenica 10 Maggio 2015, 17.00.25
17
per me a partire da ''1984 - Sentence of Death'' ''1985 - Infernal Overkill'' ''1986 - Eternal Devastation'' ''1987 - Mad Butcher'' ''1988 - Release from Agony'' ''1990 - Cracked Brain'' fino a includere anche The Antichrist ''SOLO CAPOLAVORI'' alla faccia degli invidiosi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
metallo
Domenica 10 Maggio 2015, 14.49.35
16
Mah! per i miei gusti personali, almeno 2 capolavori li hanno avuti, Sentence of Death che contiene dei riffs mozzafiato stupendi, Day of Reckoning, ed Eternal Devastation, personalmente amavo un po di piu' il timbro acido, cortosivo e distruttore dell'ugola di Shirmer, pero' anche col successore anche se l'eccellenza un po e' venuta a calare e la qualita' col tempo e' venuta a calare, na a mio avviso roba mediocre non ne han mai fatta, inoltre nel loro semisconosviuto ep c'e' una chicca forse poco conosciuta Rejectal Emotions, cui alcune black metal bands norvegesi nate poco dopo dissero di avere preso un po di ispirazione, personalmente amo tutto il thrash tedesco, l'unica band tedesca che mi sta un po dui palloni ultimamente sui palloni, e non chiedetemi perche', sono proprio i Tankard, non li sopporto piu'.
jek
Domenica 10 Maggio 2015, 13.48.47
15
Questo come detto lo devo ancora ascoltare, ma per quello che ho sentito dei Destruction devo dire che preferisco i Tankard anche se più snobbati, sarà perché sono cazzari al massimo ma mi fanno più divertire.
LAMBRUSCORE
Domenica 10 Maggio 2015, 12.57.37
14
Volevo dire, voto troppo alto, non altro, ahahah, per me la colpa a volte è delle produzioni, ho Infernal Overkill in vinile ,suono troppo fiacco per me, non ci sono bassi, ho anche la cassetta originale del primo mini, Sentence of Death ,non male per me, considerato l'anno, so che molti vorrebbero linciarmi, solo per averli criticati, comunque spero di rivederli dal vivo, dai, hanno attitudine.....
Er Trucido
Domenica 10 Maggio 2015, 12.10.54
13
Ce l'ho, è una vita che non lo ascolto ma lo ricordo effettivamente bello carico, anche se loro mi sono sempre stati un po' sulla palle ahahaahah Thrash Til'Death è comunque un inno.
Steelminded
Domenica 10 Maggio 2015, 11.18.57
12
D'accordo sommessamente con LAMBRUSCORE.
LAMBRUSCORE
Domenica 10 Maggio 2015, 11.05.52
11
Voto troppo altro per questo gruppo che per me di capolavori non ne ha mai fatti, qualche buon pezzo c'è , se gli do 70 sto anche largo, dai, mi sono simpatici e dal vivo erano stati discreti, quando li ho visti io. Assolutamente in Germania c'è molto meglio ,non capisco la loro fama, fa niente.....
metallo
Domenica 10 Maggio 2015, 8.13.56
10
Visti 2 volte in passato e sono stati la ferocia e la devastazione in persona, distruzione pura.
Blackout
Domenica 10 Maggio 2015, 0.23.09
9
Io concordo con Zess, visti tre volte e sempre abbastanza piatti. L'ultima volta a Roma è stata una catastrofe, si dormiva proprio.
klostridiumtetani
Sabato 9 Maggio 2015, 22.05.38
8
@Zess, forse hai beccato una serata "no". Quante volte li hai visti? Io quattro, e ogni volta è stata Distruzione!
Zess
Sabato 9 Maggio 2015, 20.17.39
7
L'ultimo loro disco buono, dal vivo invece mi hanno fatto addormentare.
klostridiumtetani
Sabato 9 Maggio 2015, 18.04.36
6
Ma non era prozia? In ogni caso complimenti!
raven
Sabato 9 Maggio 2015, 17.51.53
5
Sicuramente. Comunque Schmier assomiglia a zia Eupremia.
klostridiumtetani
Sabato 9 Maggio 2015, 17.24.46
4
E comunque band che va assolutamente vista dal vivo!
metallo
Sabato 9 Maggio 2015, 16.22.50
3
Mi manca, ma l'ho ascoltato un paio di volte, gran discone veramente.
enry
Sabato 9 Maggio 2015, 15.26.05
2
Per me il disco più bello dei Destruction degli ultimi 20 anni e uno dei loro migliori in assoluto...Voto giusto.
jek
Sabato 9 Maggio 2015, 11.57.47
1
Questo mi manca e dopo sta recensione lo dovrò acquistare per lo meno per rispetto delle due prozie Eupremia e Ruperta tanto amate da Raven
INFORMAZIONI
2001
Nuclear Blast
Thrash
Tracklist
1. Days Of Confusion
2. Thrash Til'Death
3. Nailed To The Cross
4. Dictators Of Cruelty
5. Bullets From Hell
6. Strangulated Pride
7. Meet Your Destiny
8. Creations Of The Underworld
9. Godfather Of Slander
10. Let Your Mind Rot
11. The Heretic
Line Up
Marcel "Schmier" Schirmer (Voce, Basso)
Mike Sifringer (Chitarra)
Sven Vormann (Batteria)
 
RECENSIONI
77
85
70
79
72
62
70
85
81
35
67
77
88
85
ARTICOLI
16/03/2019
Live Report
OVERKILL + DESTRUCTION + FLOTSAM AND JETSAM + CHRONOSPHERE - KILLFEST TOUR 2019
Phenomenon, Fontaneto D'Agogna (NO), 09/03/2019
30/01/2014
Live Report
DESTRUCTION + EVERSIN + CADAVER MUTILATOR + BLOODRED
Discoteca Migò (Ex Bier Garten), Palermo, 25/01/2014
02/10/2011
Articolo
DESTRUCTION
La biografia
13/03/2011
Live Report
OVERKILL + DESTRUCTION + HEATHEN + AFTER ALL - KILLFEST TOUR 2011
Live Club, Trezzo Sull'Adda (MI), 09/03/2011
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]